Sermoni

Subject 3 : Il Vangelo dell’acqua e dello Spirito

[3-3] (1 Giovanni 5:1-12) GESÙ CRISTO VENNE CON ACQUA, CON SANGUE E CON LO SPIRITO

(1 Giovanni 5:1-12)
“Chiunque crede che Gesù è il Cristo, è nato da Dio; e chiunque ama Colui che ha generato, ama anche chi è stato da Lui generato. Da questo conosciamo che amiamo i figliuoli di Dio: quando amiamo Dio e osserviamo i Suoi comandamenti. Perché questo è l’Amor di Dio: che osserviamo i Suoi comandamenti; e i Suoi comandamenti non sono gravosi. Poiché tutto quello che è nato da Dio vince il mondo; e questa è la vittoria che ha vinto il mondo: la nostra fede. Chi è colui che vince il mondo, se non colui che crede che Gesù è il Figliuol di Dio? Questi è colui che è venuto con acqua e con sangue, cioé, Gesù Cristo; non con l’acqua soltanto, ma con l’acqua e col sangue. Ed è lo Spirito che ne rende testimonianza, perché lo Spirito è la veritá. Poiché tre son quelli che rendon testimonianza: lo Spirito, l’acqua ed il sangue, e i tre sono concordi. Se accettiamo la testimonianza degli uomini, maggiore è la testimonianza di Dio; e la testimonianza di Dio è quella ch’Egli ha resa circa il Suo Figliuolo. Chi crede nel Figliuol di Dio ha quella testimonianza in sé; chi non crede a Dio l’ha fatto bugiardo, perché non ha creduto alla testimonianza che Dio ha resa circa il proprio Figliuolo. E la testimonianza è questa: Iddio ci ha dato la vita eterna, e questa vita è nel Suo Figliuolo. Chi ha il Figliuolo ha la vita; chi non ha il Figliuolo di Dio, non ha la vita.”
 
 
Con che cosa venne Gesù?
Con acqua, con sangue e con lo Spirito.

Gesù venne con acqua? Sí, Egli venne con acqua. Egli venne con il Suo battesimo. L’acqua è il battesimo di Gesù ricevuto da Giovanni Battista nel fiume Giordano. Fu il battesimo della redenzione con cui Egli tolse tutti i peccati del mondo.
Gesù venne con il sangue? Sí, Egli venne con il sangue. Egli venne nella carne dell’uomo e fu battezzato per togliere tutti i peccati del mondo, allora saldò il fio del peccato sanguinando sulla Croce. Gesù venne con il sangue. 
Gesù venne con lo Spirito? Sí, Egli venne con lo Spirito. Gesù era Dio, ma Egli venne come lo Spirito nella carne per essere il Salvatore dei peccatori. 
Molte persone non credono che Gesù venne con l’acqua, con il sangue e con lo Spirito. Solo qualcuno crede che Gesù sia veramente il Re dei re, il Dio degli dei. La maggioranza delle persone ancora dubita, ‘È Gesù veramente il Figlio di Dio o il figlio dell’uomo?’ E molti, incluso i teologi e i ministri, credono in Gesù come un uomo piuttosto che come Dio, il Salvatore e l’Essere Assoluto.
Ma Dio disse che colui che crede che Gesù è il Re dei re, il vero Dio, e il vero Salvatore sarebbe stato generato in Lui. Coloro che amano Dio amano Gesù e coloro che veramente credono in Dio amano Gesù nello stesso modo.
L’uomo non può sottomettere il mondo. L’apostolo Giovanni ci disse che solo i veri cristiani possono sottomettere il mondo. E la ragione per cui il fedele sottomette il mondo è che ha fede nell’acqua, nel sangue e nello Spirito di Gesù. Il potere per sottomettere il mondo non può essere derivato dalla volontá dell’uomo, dallo sforzo o dal fervore.
“Quand’io parlassi le lingue degli uomini e degli angeli, se non ho carità, divento un rame risonante o uno squillante cembalo. E quando avessi il dono di profezia e conoscessi tutti i misteri e tutta la fede in modo da trasportare i monti, se non ho caritá, non son nulla. E quando distribuissi tutte le mie facoltá per nutrire i poveri, e quando dessi il mio corpo ad essere arso, se non ho carità, ció niente mi giova” (1 Corinzi 13:1-3). L’amore qui significa Gesù, che venne con acqua, con sangue e con lo Spirito.
 
 
SOLO COLUI CHE CREDE NELL’ACQUA E NEL SANGUE PUÒ SOTTOMETTERE IL MONDO
 
Chi può sottomettere il mondo?
Colui che crede nella redenzione del battesimo di Gesù, del sangue e dello Spirito.

Nella Prima Epistola di Giovanni 5:5-6 è scritto: “Chi è colui che vince il mondo, se non colui che crede che Gesù è il Figliuol di Dio? Questi è colui che è venuto con acqua e con sangue, cioé, Gesù Cristo.”
Compagni cristiani, l’unico che sottomise il mondo, l’unico che sottomise Satana fu Gesù Cristo. Colui che crede nella parola dell’acqua, del sangue, e dello Spirito di Gesù sottometterà anche il mondo. Gesù come sottomise il mondo? Attraverso la redenzione dell’acqua, del sangue e dello Spirito.
Nella Bibbia, ‘acqua’ significa ‘il battesimo di Gesù’ (prima Epistola di Pietro 3:21). Gesù venne in questo mondo nella carne. Egli venne per salvare i peccatori del mondo; Egli fu battezzato per togliere i peccati di tutti i peccatori del mondo e Egli morì sulla Croce per espiare quei peccati.
Il sangue sulla Croce significa che Egli venne in questo mondo nella carne come un uomo. Egli venne nella carne di uomo per salvare i peccatori e fu battezzato con l’acqua. Quindi Gesù venne con l’acqua e con il sangue. In altre parole, Egli si liberò dai peccati del mondo con l’acqua del Suo battesimo e con il sangue della Sua morte.
Come fece Satana a governare il mondo? Satana fece dubitare gli uomini della Parola di Dio e piantò i semi della disobbedienza nei loro cuori. In altre parole, Satana trasformò gli uomini in suoi servi convincendoli a disobbedire alla Parola di Dio.
Ma Gesù venne in questo mondo e cancellò tutti i peccati degli uomini con l’acqua del Suo battesimo e con il Suo sangue sulla Croce: Egli dominò Satana e cancellò tutti i peccati del mondo. Questo avenne perché Gesù Cristo era il Salvatore dei peccatori. Egli diventò nostro Salvatore perché Egli venne con l’acqua e con il sangue.
 
 
GESÙ TOLSE TUTTI I PECCATI DEL MONDO CON IL BATTESIMO DELLA REDENZIONE
 
Che cosa significa la vittoria di Gesù nel mondo?
Significa che Egli tolse tutti i peccati del mondo.

Dato che Gesù fu battezzato per togliere tutti i peccati del mondo e morì nella carne come un uomo per espiare tutti i nostri peccati, Egli fu capace di liberarci da tutti i peccati. Poiché Gesù fu battezzato nel fiume Giordano da Giovanni Battista, il rappresentante degli esseri umani, tutti i peccati del mondo furono trasmessi su di Lui. Ed Egli diede la Sua vita sulla Croce per pagare il fio dei peccati. Poiché Egli morì e resuscitò, Egli dominò il potere di Satana. Egli pagò il fio dei peccati con la Sua morte. 
 
 
GESÙ VENNE AI PECCATORI CON L’ACQUA DEL BATTESIMO E IL SANGUE SULLA CROCE
 
Come fece Egli a sottomettere il potere di Satana?
Attraverso il Suo battesimo, il sangue e lo Spirito.

L’apostolo Giovanni disse che la redenzione non è solo di acqua, ma di acqua e di sangue. Quindi, come Gesù tolse tutti i peccati ed eliminò i nostri peccati per sempre, tutti i peccatori furono salvati dai peccati credendo in Lui e avendo fede nelle Sue Parole.
 
Quando Gesù scese nel mondo, Egli non solo tolse i nostri peccati, ma Egli ci salvò anche dai peccati sanguinando a morte sulla Croce. Egli tolse tutti i nostri peccati con il Suo battesimo nel Giordano e pagò il fio di quei peccati sulla Croce; Egli pagò per i nostri peccati con la Sua morte. E la profezia della giusta legge di Dio che diceva che il ‘salario del peccato è la morte’ (Romani 6:23) fu compiuta.
Che cosa significava il fatto che Gesù sottometteva il mondo? La fede che sottomette il mondo è la fede nel Vangelo della redenzione che Gesù ci diede con l’acqua e il sangue. Egli venne nella forma della carne e Egli attestò la salvezza con il Suo battesimo dell’acqua e con la Sua morte sulla Croce.
Gesù sottomise il mondo, vale a dire Satana. I discepoli della prima chiesa rimasero immobili anche di fronte al martirio senza sottomettersi all’Impero Romano o ad alcuna delle tentazioni di questo mondo.
Questo fu tutto un risultato della loro fede che Gesù venne con acqua (Egli fu battezzato per togliere tutti i nostri peccati), e con il Suo sangue sulla Croce (Egli pagò il fio di tutti i nostri peccati con la Sua morte).
Gesù venne nello Spirito (Egli venne nella carne dell’uomo), ed Egli tolse i peccati dei peccatori con il Suo battesimo e con il Suo sangue sulla Croce cosí che tutti noi dobbiamo essere riscattati potessimo sottomettere il mondo. 
 
 
ALLA QUAL FIGURA CORRISPONDE IL BATTESIMO, IL QUALE ORA SALVA ANCHE VOI MEDIANTE LA RESURREZIONE DI GESÙ CRISTO (1 PIETRO 3:21)
 
A che cosa corrisponde la salvezza?
Al battesimo di Gesù.

È scritto nella Prima Epistola di Pietro 3:21, “Alla qual figura corrisponde il battesimo (non il nettamento delle sozzure della carne ma la richiesta di una buona coscienza fatta a Dio), il quale ora salva anche voi, mediante la risurrezione di Gesù Cristo.” L’apostolo Pietro attestò che Gesù era il Salvatore e che Egli venne mediante l’acqua del battesimo e del sangue.
Di conseguenza, noi possiamo credere in Gesù che venne con l’acqua e con il sangue. E noi dobbiamo sapere che l’acqua del battesimo di Gesù corrisponde alla figura che ci salva. L’apostolo Pietro ci disse che “l’acqua” del battesimo, il “sangue” e lo “Spirito” sono ‘i principali fattori’ nella redenzione.
Nessuno dei discepoli credette mai nel sangue sulla Croce senza il battesimo di Gesù. Il credere nel sangue corrisponde a metá della vera fede. Mezza fede appassisce col tempo. Ma la fede di coloro che credono nel Vangelo dell’acqua, del sangue e dello Spirito crescerà fortemente con il tempo.
Ma solo la voce del Vangelo del sangue sta diventando piú forte nel mondo in questi giorni. Perché? Le persone non conoscono la parola della verità, la redenzione dell’acqua e dello Spirito, cosí non possono rinascere.
Nello stesso momento le chiese dell’ovest erano cadute nella superstizione. Sembrava che esse stessero prosperando per un momento, ma i servi di Satana voltarono la loro fede nella superstizione.
La superstizione è credere che il Diavolo fugga se uno disegna una Croce su un pezzo di carta o di legno, e che Satana se ne scappa via se uno crede nel sangue di Gesù. Satana finge di aver paura del sangue, dicendo che Gesù sanguinò per i peccatori.
Ma Pietro e tutti gli altri discepoli attestarono il vero Vangelo del battesimo di Gesù e il sangue sulla Croce. Comunque, che cosa attestano i Cristiani in questi giorni? Essi attestano solo il sangue di Gesù.
Ma noi possiamo credere nelle parole scritte nella Bibbia e aver fede nella salvezza dello Spirito, del battesimo di Gesù, e del sangue. Se noi non ci curiamo del battesimo di Gesù e attestiamo solo il fatto che Gesù morì sulla Croce per noi, la salvezza non può essere completata.
 
 
LA ‘PAROLA DELLA TESTIMONIANZA’ PER LA SALVEZZA DI DIO ATTRAVERSO L’ACQUA
 
Quali sono le prove che Dio ci salvò?
L’acqua, il sangue, e lo Spirito.

Nella Prima Epistola di Giovanni 5:8, il Signore dice, “Tre son quelli che rendon testimonianza.” Il primo è lo Spirito, il secondo è l’acqua del battesimo di Gesù, e il terzo è il sangue sulla Croce. Tutte e tre queste cose sono come una. Gesù venne in questo mondo per salvare tutti noi da quei peccati. Egli da solo fece questo con tutte e tre, il battesimo, il sangue, e lo Spirito.
‘Tre son quelli che rendon testimonianza.’ Ci sono tre cose che provano che Dio ci salvò. Queste prove sono l’acqua del battesimo di Gesù, il sangue, e lo Spirito. Queste tre cose sono ció che Gesù fece per noi in questo mondo. 
Se uno di queste fosse stata omessa, la salvezza non sarebbe stata completa. Ci sono tre cose che rendon testimonianza sulla Terra: lo Spirito, l’acqua, e il sangue.
Gesù Cristo che venne a noi nella carne è Dio, lo Spirito, e il Figlio. Egli venne in questo mondo come lo Spirito nella carne dell’uomo e fu battezzato nell’acqua per togliere tutti i peccati del mondo. Ed Egli prese tutti i peccati sul Suo corpo e salvò noi peccatori sanguinando e morendo sulla Croce. Egli pagò tutti i peccati appieno. È il Vangelo della redenzione completa con l’acqua, il sangue, e lo Spirito.
Anche se solo una di queste cose fosse stata omessa, sarebbe stata rifiutata la salvezza di Dio che ci ha salvato da tutti i peccati. Se noi dovessimo essere d’accordo con la maggioranza dei credenti di oggi, noi dovremmo dire: ‘Due cose rendonon testimonianza sulla Terra: il sangue e lo Spirito.’
Ma l’apostolo Giovanni disse che c’erano tre cose che rendevano testimonianza: l’acqua del battesimo di Gesù, il sangue sulla Croce, e lo Spirito. L’apostolo Giovanni era veramente esplicito nella sua testimonianza. 
La fede che riscatta un peccatore è la fede nello Spirito, nell’acqua, e nel sangue. Dov’è la fede che rende capace un uomo di sottomettere il mondo? È proprio qui. È per credere in Gesù che venne con l’acqua, il sangue, e lo Spirito. Abbiate fede in loro e riceverete la salvezza e la vita eterna. 
 
La salvezza è perfetta senza il battesimo di Gesù?
No.

Molto tempo fa, prima che io rinascessi, anch’io ero un cristiano che credeva solo nel sangue sulla Croce e nello Spirito. Io credevo che Egli fosse venuto come lo Spirito e che fosse morto per me sulla Croce e mi avesse salvato dai peccati. Io credevo soltanto in queste due cose ed ero cosí presuntuoso da voler predicarlo a tutte le persone. Io avevo programmato di studiare teologia per diventare un missionario allo scopo di lavorare e morire per le persone come Gesù aveva fatto. Io avevo programmato grandi cose.
Ma finché credevo solo nel sangue e nello Spirito, rimaneva sempre del peccato nel mio cuore. Cosí, io non potevo sottomettere il mondo. Io non potevo essere libero dal peccato. Quando io credevo solo nel sangue e nello Spirito, io ancora avevo peccato nel mio cuore. 
La ragione per cui io avevo ancora peccato nel mio cuore anche se credevo in Gesù era che io non conoscevo l’acqua, il battesimo di Gesù. La mia liberazione non era completa fino a che io non fossi stato riscattato dalla fede nell’acqua del battesimo, del sangue e dello Spirito.
La ragione per cui io non ero capace di sottomettere i peccati della carne era che io non conoscevo il significato del battesimo di Gesù. Anche adesso molte persone credono in Gesù ma ancora commettono peccati della carne. Essi ancora hanno peccato nei loro cuori e provano ogni cosa per rianimare il primo amore che loro avevano per Gesù.
Essi non potevano rianimare il fervore del loro primo entusiasmo perché non sono mai stati lavati completamente dei loro peccati con l’acqua. Essi non si rendono conto che tutti i loro peccati furono passati su Gesù quando Egli fu battezzato, ed essi non possono recuperare la loro fede dopo una caduta. 
Lo voglio chiarire a tutti voi. Noi possiamo vivere in fede e sottomettere il mondo quando noi crediamo in Gesù. Per quanto siamo insufficienti, per quanto pecchiamo in questo mondo, finché continuiamo a credere in Gesù come nostro Salvatore, che ci rese completamente liberi di peccato con il Suo battesimo, noi possiamo essere vittoriosi.
Ma se noi crediamo in Gesù senza l’acqua del battesimo, noi non possiamo essere liberati completamente. L’apostolo Giovanni disse a noi che la fede che sottomette il mondo è la fede in Gesù Cristo che venne con l’acqua del battesimo, con il sangue e con lo Spirito.
Dio mandò il Suo unigenito Figlio a noi per riscattare coloro che credevano nel battesimo e nel Suo sangue. Gesù tolse tutti i nostri peccati con il Suo battesimo. Gesù, l’unico Figlio di Dio venne a noi nello Spirito (nella carne dell’uomo). Ed Egli sanguinò sulla Croce per pagare il fio del nostro peccato. Cosí Gesù liberò tutti gli uomini dal peccato.
La fede che ci guida per sottomettere il mondo viene dal credere nella veritá che Gesù venne a noi con l’acqua, con il sangue e lo Spirito e ci liberò completamente da tutti i peccati. 
Se non ci fossero stati l’acqua del battesimo e il sangue sulla Croce, non ci sarebbe stata una vera salvezza. Senza l’uno o l’altro, noi non avremmo potuto avere una salvezza vera. La vera salvezza non può essere compiuta senza l’acqua e il sangue e lo Spirito. Quindi, noi dobbiamo credere nell’acqua, nel sangue e nello Spirito. Sappiate questo e avrete la vera fede.
 
 
VI HO DETTO CHE NON C`É LA VERA SALVEZZA SENZA LA TESTIMONIANZA DELL’ACQUA, DEL SANGUE E DELLO SPIRITO 
 
Che cosa sono quelle tre cose che rendon testimonianza alla salvezza?
L’acqua, il sangue, e lo Spirito. 

Uno può pensare cosí.
“Gesù è il mio Salvatore. Credo nel sangue sulla Croce e io voglio morire come un martire. Credo in Gesù anche se io ho del peccato nel mio cuore. Mi sono pentito spesso e ho lavorato umilmente ogni giorno. Ho dato la mia vita e tutti i miei possessi a Te. Non mi sono mai sposato. Come può Dio non conoscermi? Gesù morì per me sulla Croce. Il nostro sacro Dio venne come un uomo e morì per noi sulla Croce. Io ho creduto in Te, mi sono sacrificato per Te, e ho fatto il mio lavoro fedelmente. Anche se io posso essere indegno e ho ancora un piccolo peccato nel mio cuore, Gesù mi manderà all’Inferno per ció? No, non lo farà.”
Ci sono cosí tante persone come lui. Essi sono coloro che non credono che Gesù fu battezzato per togliere tutti peccati del mondo. Se queste persone che credono in Gesù ancora hanno peccato, dove vanno? Vanno all’Inferno. Essi sono peccatori!
Quelli, che pensano a loro piacimento e presumono che anche Dio debba pensare nello stesso modo, andranno all’Inferno. E alcuni dicono che poiché Gesù tolse tutti i peccati quando Egli morì sulla Croce, non c’è peccato nel mondo. Ma, questo sta parlando solo del sangue e dello Spirito. Questo non è la fede che guida il popolo per completare la redenzione.
Noi dovremmo credere che Gesù tolse i peccati con il Suo battesimo, fu giudicato, e morì sulla Croce per noi, e che Egli fu risorto tre giorni dopo la Sua morte. Senza una tale fede, non ci sarebbe stata una redenzione completa. Gesù Cristo fu battezzato, morì sulla Croce, e risorse. Gesù Cristo venne a noi con l’acqua, il sangue, e lo Spirito. Egli tolse tutti i peccati del mondo. Ci sono tre cose che rendono testimonianza sulla Terra: lo Spirito, l’acqua e il sangue.
Il Santo Spirito attesta che Gesù è Dio e che Egli discese nella carne dell’uomo.
Dopo viene la testimonianza dell’‘acqua’. L’acqua è il battesimo di Gesù nel fiume Giordano ottenuta da Giovanni Battista, attraverso ció i nostri peccati passarono su Gesù. Tutti i nostri peccati passarono su Gesù quando Egli fu battezzato (Matteo 3:15).
Il terzo testimone è il “sangue” che sta per l'accettazione della responsabilità da parte di Gesù per il giudizio dei nostri peccati. Gesù morì, accettò il giudizio di Suo Padre per noi e resuscitò il terzo giorno per darci una nuova vita.
Dio il Padre manda lo Spirito nei cuori di coloro che credono nel battesimo e nel sangue di Suo Figlio per attestare la nostra redenzione.
Coloro che sono rinati hanno la Parola con la quale loro sottomettono il mondo. Il riscattato sottometterà Satana, le bugie dei falsi profeti, gli ostacoli e le oppressioni che li attaccano incessantemente. La ragione per cui noi abbiamo questo potere è che noi abbiamo tre cose che rendon testimonianza nel nostro cuore: l’acqua di Gesù, il Suo sangue, e lo Spirito.
 
Come sottomettiamo il mondo e Satana?
Credendo nei tre testimoni.

Noi sottomettiamo Satana e il mondo perché noi crediamo nello Spirito, l’acqua, e il sangue. Coloro che credono nel battesimo e nel sangue di Gesù sottomettono i falsi profeti. La nostra fede, con il potere di sottomettere, sta nell’acqua, nel sangue, e nello Spirito. Credete in questo?
Voi non potete nemmeno rinascere né sottomettere il mondo se voi non avete fede nella redenzione attraverso il battesimo di Gesù, il Suo sangue, e la fede che Gesù è il Figlio di Dio e il nostro Salvatore. È questo nel vostro cuore?
Avete lo Spirito e l’acqua nel vostro cuore? Credete che tutti i vostri peccati siano passati su Gesù? Avete il sangue della Croce nel vostro cuore?
Voi sottometterete il mondo se voi avete l’acqua e il sangue di Gesù nel vostro cuore, e se voi credete che Gesù morì sulla Croce per voi e che Egli affrontò il giudizio per voi.
L’apostolo Giovanni sottomise il mondo perché egli aveva tutte queste cose nel suo cuore. Ed egli parlò della redenzione ai suoi fratelli in fede che stavano tollerando gli ostacoli e le sofferenze. Egli disse: “Questo è come anche voi potete sottomettere il mondo. Gesù venne con lo Spirito, l’acqua e il sangue. Come Egli sottomise il mondo, cosí la fede sottometterà il mondo. Questo è la sola via per il fedele per sottomettere il mondo.”
Nella Prima Epistola di Giovanni 5:8, è scritto, “Poiché tre son quelli che rendon testimonianza: lo Spirito, l’acqua ed il sangue, e i tre sono concordi.” Molti ancora parlano del sangue e dello Spirito ma loro omettono l’acqua del battesimo di Gesù. Se essi tolgono l’‘acqua’, sono ancora ingannati da Satana. Essi potrebbero uscirne fuori e pentirsi; essi potrebbero credere nell’‘acqua’ del battesimo di Gesù, dell’essere rinato.
Nessuno può sottomettere il mondo senza credere nell’acqua e nel sangue. Io ti dico ancora -Nessuno!- Noi dobbiamo combattere usando l’acqua e il sangue di Gesù come nostre armi. La Sua Parola è la spada dello Spirito, la Luce.
Ci sono ancora troppi lá fuori che non credono nel battesimo di Gesù che lavò via tutti i loro peccati. Quando Gesù dice loro di ‘sorgere e risplendere’, essi non potrebbero risplendere. Essi hanno ancora peccato nel loro cuore. Sebbene credano in Gesù finiscono all’Inferno. 
 
 
IL VANGELO DEL BATTESIMO E DEL SANGUE DI GESÙ DEVONO ESSERE DEFINITIVAMENTE ATTESTATI COSÍ CHE LE PERSONE POSSANO SENTIRE, CREDERE, ED ESSERE SALVATE
 
La fede nel battesimo è una sorta di dogma?
No, non è un dogma. È la verità. 

Quando noi attestiamo il Vangelo, lo dobbiamo fare definitivamente. Gesù venne con lo Spirito, con il battesimo (che tolse i nostri peccati), e con il sangue (che pagò per i nostri peccati). Noi dobbiamo credere in tutte e tre queste cose.
Altrimenti, noi non predichiamo il Vangelo, ma piuttosto una religione. I cristiani in questo mondo chiamano Cristianesimo una religione. Il Cristianesimo non può essere definito come una religione. È la fede della redenzione costruita sulla veritá, la fede che mira a Dio. Non è una religione.
La religione è qualcosa creata dall’uomo, mentre la fede è il guardare alla salvezza che Dio ci ha garantito. Questa è la differenza. Se si ignora questa veritá, si tratta il Cristianesimo solo come un’altra religione e si predica attraverso morale ed etica.
Gesù Cristo non venne per fondare una religione in questo mondo. Egli non fondò mai una religione chiamata Cristianesimo. Perché credete che sia una religione? Se é tutto uguale, perché non crediamo nel Buddismo invece? Pensate che io sbagli a dire questo?
Alcune persone credono in Gesù come una religione e finiscono dicendo, “Qual è la differenza? Cielo, Nirvana, Paradiso. Sono tutti uguali, hanno solo differenti nomi. Noi finiremmo nello stesso luogo comunque.”
Compagni Cristiani, noi dobbiamo fronteggiare la veritá. E noi dobbiamo ‘sorgere e risplendere’. Noi dobbiamo essere capaci di dire la veritá senza esitazione.
Quando qualcuno dice, “Non può essere la sola via,” Voi dovete dire in un tono preciso, “No! È la sola via. Voi potete andare in Paradiso solo quando voi credete in Gesù Cristo che venne con l’acqua, con il sangue e con lo Spirito.” Voi dovete risplendere cosí lucentemente che le altre anime possano sentire la parola della redenzione, rinascere, e andare in Paradiso. 
 
 
ABBIATE UNA FEDE CORRETTA: GLI AMATORI NON CORRISPOSTI DI GESÙ CHE NON CONOSCONO LA REDENZIONE DEL BATTESIMO DI GESÙ E DEL SUO SANGUE PERIRANNO
 
Chi perirà anche se crede in Gesù?
Colui che non crede nel battesimo di Gesù.

Il solo ritenere di credere in Gesù arbitrariamente è un amore non corrisposto per Gesù ed equivale a trattare la veritá come pura e semplice religione.
Una barca che attraversava il Pacifico affondò e un paio di sopravissuti furono lasciati alla deriva su una zattera di gomma. Essi lanciarono un SOS, ma i mari agitati impedirono ad altre barche di venire in loro aiuto. Allora venne un elicottero dal quale fu calata una fune.
Se uno di loro avesse trattenuto la fune con le mani invece di legarla intorno al corpo, egli sarebbe come un uomo che prova un amore non corrisposto verso Gesù, che crede in Dio a suo piacimento. Egli non è salvo ancora, ma egli dice, “Io credo. Salvami. Io credo cosí e suppongo che sarò salvato.”
Colui che non capisce la veritá del battesimo di Gesù e nel Suo sangue crede che egli sarà salvato solo perché egli sta reggendo la fune.
Ma appena viene tirato su, le mani perderanno la loro presa sulla fune. Egli starà reggendo con la sola sua forza. Quando quella forza va via, egli perderà la sua presa e cadrà nell’oceano.
Questo è ció che ne accadrà nel caso di un amore non corrisposto verso Gesù. Molti possono dire di credere in Dio e Gesù, di credere in Gesù che venne con lo Spirito, ma questo è solo una parte. Essi non possono neanche veramente credere né risiedere nel perfetto Vangelo, cosí si sforzano per dire piú volte di credere.
Credere e cercare di credere non è la stessa cosa. Essi dicono che loro seguiranno Gesù alla fine, ma saranno scagliati via nell’ultimo giorno a causa del peccato che ancora c’è nei loro cuori. Essi amano Gesù senza sapere che Gesù venne con il Suo battesimo, con il sangue, e con lo Spirito. Se amano Gesù per il Suo sangue soltanto, andranno all’Inferno.
Impegna la tua anima nell’acqua del battesimo, e la parola del sangue sulla Croce. Quando Gesù cala la fune della salvezza, coloro che legano se stessi con l’acqua, il sangue, e lo Spirito saranno salvati.
Il soccorritore dall’elicottero gridò attraverso un altoparlante, “Per favore ascoltami attentamente. Quando io calo la fune, legatela intorno sotto le braccia. Poi lasciati andare. Non reggerti con le tue mani alla fune. Legala intorno al petto e rilassati. Allora sarai salvato.”
Dopo che egli diede queste istruzioni, l’uomo che seguì le istruzioni si legò alla fune e fu salvato. Ma l’altro uomo disse, “Non preoccuparti. Io sono veramente forte. Io ho lavorato in una palestra. Vedi i miei muscoli? Io posso tenere duro per un miglio.” Egli allora si tenne duro alla fune con le mani come la fune fu calata. 
Entrambi gli uomini furono trainati in su. Ma c’è una differenza. Colui che ascoltò le istruzioni e legò la fune intorno a sé fu trainato su senza percossa. L`altro perdette anche la coscienza durante il traino, ma fu comunque trainato su.
Colui che aveva orgoglio nelle sue forze eventualmente perse la presa perché la sua forza si esaurì. Ed egli morì perché egli rifiutò di ascoltare e ignorò le istruzioni. Per ottenere la redenzione completa, uno deve credere nella redenzione dell’acqua del Suo battesimo e del sangue che salvò tutte le anime dal peccato. La salvezza è possibile per coloro che credono con fervore nella Parola: “Io ti ho salvato completamente con il Mio battesimo ottenuto da Giovanni Battista e dal sanguinare sulla Croce.”
Coloro che credono solo nel sangue dicono, “Non preoccuparti, Io ci credo. Io sarò grato alla fine della mia vita per il sangue di Gesù. Io seguirò Gesù alla fine e la mia fede solo nel sangue sarà piú che sufficiente per sottomettere il mondo e tutti i peccati per il resto della mia vita.”
Ma ció non è sufficiente. Coloro che Dio dichiara come Suo popolo sono coloro che credono nei tre: che Gesù venne con lo Spirito e fu battezzato (Gesù tolse tutti i peccati con il Suo battesimo nel Giordano), che Egli morì sulla Croce per pagare il fio per tutti i peccati, e che Egli fu risorto dalla morte. 
Lo Spirito viene solo a coloro che credono in tutte e tre e testimonia per loro. “Sí, Io sono tuo Salvatore. Io ho salvato voi con l’acqua e il sangue. Io sono il vostro Dio.”
Ma a coloro che non credono in tutte e tre le cose, Dio non dà la salvezza. Anche se solo uno viene omesso, Dio dice, “No, tu non sei stato salvato.” Tutti i discepoli credevano in tutte e tre. Gesù dice che il Suo battesimo è la testimonianza per la salvezza, e che il Suo sangue è il giudizio. 
 
 
ANCHE L’APOSTOLO PAOLO E PIETRO RENDONO TESTIMONIANZA DEL BATTESIMO E DEL SANGUE DI GESÙ
 
Che cosa testimoniano i discepoli di Gesù?
Il battesimo di Gesù e il Suo sangue.

L’apostolo Paolo ha parlato del battesimo di Gesù? Guardiamo quante volte egli ha parlato del battesimo di Gesù. Egli disse nell’Epistola ai Romani 6:3, “O ignorate voi che quanti siamo stati battezzati in Cristo Gesù, siamo stati battezzati nella Sua morte?” Ed nel capitolo 6 versetto 5, “Perché, se siamo divenuti una stessa cosa con Lui per una morte somigliante alla Sua, lo saremo anche per una risurrezione simile alla Sua.”
Egli disse anche nell’Epistola ai Galati 3:27, “Poiché voi tutti che siete stati battezzati in Cristo vi siete rivestiti di Cristo.” Gli apostoli di Gesù testimoniarono l’‘acqua’, il battesimo di Gesù. “Alla quale figura corrisponde il battesimo, che ora salva anche voi” (1 Pietro 3:21).
 
 
LA SALVEZZA DELLA REDENZIONE DEL SIGNORE VENNE CON L’ACQUA E IL SANGUE DI GESÙ
 
Chi è giusto per Dio?
L’uomo che non ha alcun peccato nel suo cuore.

La redenzione che Gesù concesse all’uomo è dell’acqua del battesimo di Gesù e del Suo sangue sulla Croce. Dalla redenzione noi dobbiamo sorgere e risplendere. Come? Testimoniando queste tre cose.
‘Sorgere e risplendere.’ Dio risplende la luce su di noi e ci dice di risplendere. Noi dobbiamo obbedire invece di ordinare.
Cosí tante persone non ascoltano. Noi dobbiamo predicare il Vangelo con piena forza. Credete in Gesù e sarete riscattati. Diventerete giusti. Se c’è ancora peccato nel vostro cuore, voi non siete ancora giusti. Voi non avete ancora sottomesso i peccati del mondo.
Voi non potete mai sbarazzarvi dei peccati nel vostro cuore se voi non credete nell’acqua di Gesù (il battesimo di Gesù). Voi non potete mai sfuggire al giudizio se non credete nel sangue di Gesù. Voi non potete mai essere salvati se non credete in Gesù Cristo che venne con lo Spirito. Voi non potete mai essere completamente giusti a meno che voi crediate nei tre testimoni. 
La giustizia insufficiente vi guida solo alla ‘falsa giustizia.’ Se qualcuno dice che egli ancora ha peccato ma considera se stesso un uomo giusto, egli non è ancora in Gesù. Alcune persone oggi cercano di attaccare la redenzione alla ‘falsa giustizia.’ Essi hanno scritto tonnellate di articoli inutili sull’argomento.
Dio chiama un uomo senza peccato quando c’è peccato nel suo cuore? Egli non fa cosí. Egli lo chiama come lo vede. Egli è Onnipotente ma Egli non mente mai. Le persone non capiscono il vero significato di Giustizia. Noi chiamiamo qualcosa ‘pulito’ solo quando è pulito. Non diciamo ‘pulito’ quando c’è del peccato. 
Voi potete pensare che voi siete chiamati giusti da Gesù anche se voi avete peccato nel vostro cuore. Ció non è corretto. Gesù ci chiama giusti quando noi crediamo in Gesù come nell’Unico che venne con lo Spirito, nell’unico che venne con l’acqua (che tolse tutti i nostri peccati quando Egli fu battezzato), e nell’unico che venne con il sangue (Egli venne nella carne e morì per noi).
Compagni Cristiani, ‘la falsa giustizia’ non ha niente a che fare con il Vangelo dell’acqua e del sangue. ‘Il cosiddetto’ o ‘che si deve chiamare giusto’ è un dogma che viene fuori dall’uomo. Dio chiama voi giusti quando voi avete peccato nel vostro cuore? Dio non chiama qualcuno giusto quando egli ha peccato nel suo cuore anche se egli crede in Gesù con fervore. Gesù non può mai mentire.
Ancora, voi ancora credete che Egli chiami qualcuno giusto quando c’è peccato nel suo cuore? Questo è ció che gli uomini pensano, non Dio. Dio odia le bugie. Egli vi chiamerebbe giusti quando voi credete solo nello ‘Spirito’ e nel ‘sangue?’ Mai.
C’è solo un tipo di uomo che Dio chiama giusto. È l’uomo che non ha alcun peccato nel suo cuore. Egli riconosce solo coloro che credono in tutti e tre: che Gesù, che è Dio, venne al mondo nella carne, che Egli fu battezzato nel Giordano, e che Egli sanguinò sulla Croce per cancellare tutti i nostri peccati.
Solo coloro che credono nelle buone notizie della redenzione sono riconosciuti da Dio. Essi sono coloro che credono correttamente. Essi credono completamente in tutte le cose. Egli lo fece per noi. Essi credono che Gesù venne e fu battezzato per togliere tutti i loro peccati e che Egli prese il giudizio per noi morendo sulla Croce, e risorse.
Tutte queste cose vennero fatte per l’amore di Dio. Gesù venne dal Paradiso e disse: “Venite a me, voi tutti che siete travagliati ed aggravati, e io vi darò riposo” (Matteo 11:28). Egli fece questo togliendo i nostri peccati.
Dio non riconosce coloro che credono solo nel sangue di Gesù. Coloro che credono solo nel sangue di Gesù ancora hanno peccato nei loro cuori.
Gesù chi riconosce come redento? “Io ho tolto tutti i vostri peccati quando Io venni in questo mondo e fui battezzato da Giovanni Battista. Io testimonio che tutti i peccati nel mondo furono passati su di Me. Io ho pagato per i peccati sulla Croce. Io vi ho salvato cosí.” Credete nel battesimo di Gesù, nel Suo sangue, e nel fatto che Egli è Dio. Tutte queste cose sono necessarie per la salvezza.
 
Chi è colui ‘che pratica l’illegalitá’?
Colui che non crede nel battesimo di Gesù.

A coloro che credono nelle tre testimonianze, Gesù dice, “Sí, voi siete salvati. Voi siete giusti e figli di Dio.” Voi siete salvati se voi credete sia nel battesimo di Gesù, sia nel Suo sangue e sia nello Spirito. Coloro che credono solo nel sangue e nello Spirito ancora hanno peccato nei loro cuori.
Nel Regno di Dio, c’è solo una veritá. C’è giustizia, onestá, amore e gentilezza. Non c’è una macchiolina di bugia. Bugie e inganni non esistono in Paradiso.
“Molti mi diranno in quel giorno: Signore, non abbiam noi profetizzato in nome Tuo, e in nome Tuo cacciato demoni, e fatte in nome Tuo molte opere potenti?” (Matteo 7:22).
Dio non riconosce mai quei lavori degli uomini. “E allora dichiarerò loro: ‘Io non vi conobbi mai; dipartitevi da Me, voi tutti operatori d’iniquitá.!’” (Matteo 7:23).
“Io ho offerto due case per Te. Io ho rinunciato alla mia vita per Te. Non mi hai visto? Non ti ho rinnegato dal fiume Yalu e ho rinunciato alla mia vita. Non mi hai visto?”
“Cosí avete peccato nel vostro cuore?”
“Sí, Signore. Io ho un po’ di peccato.”
“Allora vattene. Nessun peccatore è ammesso a venire qui.”
“Ma io sono morto come un martire!”
“Che cosa significa, morto come un martire? Tu sei solo morto nella tua ostinatezza. Non hai riconosciuto il Mio battesimo e il sangue? Ho mai attestato che tu sei il Mio popolo? Ho mai attestato nel tuo cuore che tu sei il Mio popolo? Tu non credi nel Mio battesimo e Io non ho mai attestato che tu sei il Mio popolo, tu ti sei aggrappato ancora alla tua fede e sei morto per essa. Quando ho mai attestato per te? Tu lo hai fatto da te. Tu hai amato e cercato da solo per la tua propria redenzione. Capisci? Adesso, sii sulla tua strada.”
Gesù disse a noi di sorgere e risplendere. Il popolo riscattato si accovaccia davanti a molti pseudo-cristiani e molti falsi profeti, e fallisce a risplendere lucentemente! Ma una piccola fiamma può provocare un grande fuoco. Se uno sta ritto coraggiosamente e attesta, l’intero mondo sarà reso piú luminoso.
In Isaia 60:1-2 si legge: “Sorgi, risplendi, poiché la tua luce è giunta, e la gloria dell’Eterno s’è levata su di te! Poiché, ecco, le tenebre coprono la Terra, e una fitta oscuritá avvolge i popoli; ma su te si leva l’Eterno, e la Sua gloria appare su te.”
Ci ordina di sorgere e risplendere perché il buio della falsità e il falso Vangelo potrebbero coprire la Terra. Solo coloro che credono in Gesù possono amarlo. Coloro che non sono stati riscattati non possono mai amare Gesù. Come possono farlo? Essi stanno solo parlando di amore, ma non possono mai parlare di amore e non possono mai veramente amarlo a meno che credano.
 
 
CI SONO TRE CHE RENDONO TESTIMONIANZA ALLA SALVEZZA DEI PECCATORI
 
Qual è il testimone della salvezza nel nostro cuore?
Il battesimo di Gesù.

“Poiché tre son quelli che rendon testimonianza: lo Spirito, l’acqua e il sangue, e i tre sono concordi.” Gesù venne sulla Terra e fece il Suo lavoro con l’acqua e il sangue. Egli fece questo e ci salvò.
“Se accettiamo la testimonianza degli uomini, maggiore è la testimonianza di Dio; e la testimonianza di Dio è quella ch’Egli ha resa circa il Suo Figliuolo. Chi crede nel Figliuol di Dio ha quella testimonianza in sé; chi non crede a Dio l’ha fatto bugiardo, perché non ha creduto alla testimonianza che Dio ha resa circa il proprio Figliuolo. E la testimonianza è questa: Iddio ci ha dato la vita eterna, e questa vita è nel Suo Figliuolo. Chi ha il Figliuolo ha la vita; chi non ha il Figliuolo di Dio, non ha la vita” (1 Giovanni 5:9-12).
Il rinato accetta le testimonianze degli uomini. Noi siamo stati riconosciuti come giusti. Quando il rinato che è stato riscattato parla della veritá della redenzione, le persone non possono discutere. Essi lo accettano. Essi dicono che noi crediamo correttamente, che noi siamo giusti nella nostra fede. Se noi diciamo loro come noi fummo rinati, nessuno discute la veritá di esso. Essi dicono che noi abbiamo ragione. Noi accettiamo le testimonianze degli uomini. Ma questo passaggio dice anche: “La testimonianza di Dio è piú grande, e per questo è la testimonianza di Dio.” Dice che il testimone di Dio è suo figlio. Giusto? Che cos’è il testimone di Suo Figlio? La prova che Dio ci salvò è che Gesù venne con lo Spirito, Egli venne con l’acqua della redenzione, ed Egli venne con il sangue sulla Croce. E Dio testimonia che questo è il modo in cui Egli ci salvò, e che noi siamo Suo popolo perché noi ci crediamo.
“Chi crede nel Figliuol di Dio ha quella testimonianza in sé; chi non crede a Dio l'ha fatto bugiardo, perché non ha creduto alla testimonianza che Dio ha resa circa il proprio Figliuolo.”
Questo passo ci dice precisamente che siamo coloro che sono stati liberati. Dice che colui che crede nel Figlio di Dio ha la testimonianza in se stesso. Avete la testimonianza nel vostro cuore? È in voi ed in me. Dio venne sulla Terra per noi. (Egli venne nella carne attraverso il corpo di Maria.) Quando Egli aveva 30 anni, Egli fu battezzato per prendere tutti i nostri peccati su Se Stesso. E con tutti i nostri peccati, Egli fu giudicato sulla Croce. Egli risorse dopo tre giorni per darci la vita eterna. Gesù ci salvò cosí.
Che cosa sarebbe accaduto se Egli non fosse risorto? Come avrebbe potuto attestare per me nella tomba? È per questo che Egli è il mio Salvatore. Questo è ció in cui noi crediamo.
E proprio come Egli disse, Egli salvò noi con il Suo battesimo e il sangue. E poiché noi crediamo, voi e io siamo stati salvati. La testimonianza è in me ed è in voi. Giusto? Il riscattato non trascura mai l’‘acqua’ del Suo battesimo. Noi non omettiamo mai le cose che Egli fece per salvarci.
“Poiché conviene che noi adempiamo cosí ogni giustizia” (Matteo 3:15). Noi non neghiamo mai che Gesù tolse tutti i nostri peccati nel Giordano quando Egli fu battezzato da Giovanni Battista. Il riscattato non può mai negare l’‘acqua’, il battesimo di Gesù.
 
 
COLORO CHE CREDONO MA NON SONO STATI RISCATTATI NEGANO ALLA FINE IL BATTESIMO DI GESÙ
 
Chi rende Dio un bugiardo?
Colui che non crede nel battesimo di Gesù.

Come fu preciso quando l’apostolo Giovanni disse, “Colui che non crede in Dio lo ha reso un bugiardo.” Se l’apostolo Giovanni fosse in vita e vivesse qui adesso, che cosa avrebbe detto a noi cristiani? Avrebbe chiesto se Gesù tolse tutti i nostri peccati quando fu battezzato. 
Giovanni Battista non avrebbe attestato anche il Vangelo che Gesù riscattò noi con il Suo battesimo? “I vostri peccati non furono passati sulla testa di Gesù ed Egli non prese sulle spalle i vostri peccati quando Egli fu battezzato da me?” Egli avrebbe attestato che “Gesù fu battezzato per salvarvi.”
Coloro che non credono in Gesù, che non credono in tutto quello che Egli fece per salvarci, Lo rendono un bugiardo. Quando noi diciamo che Gesù tolse tutti i nostri peccati quando Egli fu battezzato, essi dicono: “Oh, caro mio! Egli non poteva avere tolto tutti i nostri peccati! Egli solo tolse i peccati originali, cosí tutti i nostri peccati giornalieri ancora rimangono.”
Essi insistono che devono ‘pentirsi ogni giorno e confessare tutti i peccati del presente allo scopo di essere riscattati.’ Cosí la pensano. Anche tutti voi dite cosí? Vero? Coloro che non credono che i nostri peccati furono lavati via con il suo battesimo stanno rendendo Dio un bugiardo.
 
 
GESÙ RISCATTÒ NOI UNA VOLTA PER TUTTE QUANDO EGLI VENNE BATTEZZATO E SANGUINÒ SULLA CROCE
 
Chi sta mentendo?
L’uomo che non crede nel battesimo di Gesù.

Egli fu battezzato e tolse tutti i peccati una volta per tutte. Dio salva coloro che credono nel battesimo e nel sangue di Gesù, ma lascia soli coloro che non ci credono. Essi vanno all’Inferno. Quindi se noi siamo stati salvati o no dipende su da ció in cui noi crediamo. Gesù liberò il mondo dai tutti i peccati. Coloro che credono saranno salvati, e coloro che non credono non saranno salvati perché loro hanno reso Dio un bugiardo.
Le persone non vanno all’Inferno per la loro debolezza, ma per la loro mancanza di fede. “Colui che non crede in Dio lo ha reso un bugiardo.” Colui che non crede che tutti i peccati siano passati su Gesù ancora ha peccato nel cuore. Egli non può dire che lui non ha peccato.
Una volta ho incontrato un diacono e gli ho chiesto, “Diacono, i miei peccati scompariranno se credo in Gesù?”
“Naturalmente.”
“Allora, da quando Gesù prese tutti i peccati del mondo e disse che erano finiti: voi siete stati salvati. È giusto?”
“Sí, io sono stato salvato.”
“Allora tu devi essere senza peccato.”
“Sí, lo sono.”
“Che cosa succede se peccate ancora?”
“Noi siamo solo uomini. Come possiamo non peccare ancora? Perciò noi dobbiamo pentirci e lavare i nostri peccati ogni giorno.”
Questo diacono ancora ha peccato nel suo cuore perché lui non conosce la completa veritá della redenzione.
I suoi simili sono coloro che si stanno burlando di Dio rendendolo un bugiardo. Gesù, che è Dio, ha fallito nel liberarsi di tutti i peccati del mondo? È veramente seccante. Se Gesù non avesse liberato tutti i peccati, come poteva Egli essere il Dio della salvezza? Come poteva Egli dirci di credere in Lui? State cercando di renderLo un bugiardo? Vi suggerisco di non farlo!
La Bibbia ci dice di non beffarLo. Questo significa di non renderLo un bugiardo e non cercare di ingannarLo. Egli non è come noi. 
L’apostolo Giovanni ci parla precisamente del Vangelo della redenzione. Molte persone non vogliono credere in cose che Dio fece per noi (il fatto che Gesù Cristo venne con l’acqua, il sangue, e lo Spirito).
Se ci sono persone che non credono come fu riferito a loro e coloro che credono in tutte le cose che Dio ha fatto per noi (Colui che dice dinnanzi Dio, “Io sono giusto” e l’altro che dice, “Io sono un peccatore”), chi dei due sta dicendo la veritá?
Coloro che non credono nelle cose che Dio fece, le testimonianze dell’acqua, il sangue, e lo Spirito stanno mentendo. Essi hanno una fede falsa. Coloro che non credono stanno rendendo Dio un bugiardo.
Non rendete Dio un bugiardo. Gesù venne al fiume Giordano e cosí (col battesimo) compì tutta la giustizia (tolse i peccati del mondo). 
 
 
L’ANIMA FALSA NEGA IL BATTESIMO DI GESÙ E LA SUA SANTITÁ
 
Che cosa negano Satana e il Diavolo?
Il battesimo di Gesù e la Sua Santità.

Un credente in Suo Figlio ha la testimonianza in lui. Un uomo riscattato crede che i suoi peccati furono passati su Gesù quando fu battezzato e che egli fu liberato con l’acqua e il sangue di Gesù. Egli crede che Gesù sia nato in questo mondo attraverso il corpo di Maria; Egli fu battezzato nel Giordano prima che Egli morì sulla Croce; che Egli morì e risorse.
Il giusto ha la testimonianza. La prova della nostra salvezza è nella nostra fede in Gesù, che venne con l’acqua, col sangue, e con lo Spirito. La testimonianza è in voi. ‘Avete la testimonianza in voi stessi.’ Io vi dico. Non c’è salvezza se non c’è testimonianza, la prova della salvezza è dentro di voi. 
L’apostolo Giovanni disse, ‘Colui che crede nel Figliuol di Dio ha quella testimonianza in sé.’ Si ha la testimonianza credendo solo nel sangue sulla Croce? Credendo nell’acqua ma non nel sangue? Voi dovete credere in tutte e tre per essere riconosciuti da Dio. 
Solo allora Gesù dichiarerà che ‘voi siete stati salvati.’ State dicendo che voi avrete la testimonianza se voi credete in solo due cose? Questo è credere in Dio a vostro modo. State ‘attestando voi stessi.’
Ci sono molte cose come queste. Ci sono molti nel mondo che credono solo in due dei tre. Essi attestano che loro sono stati salvati e scrivono libri su esso. Come sono persuadenti! È cosí frustrante. Essi si fanno chiamare ‘evangelisti.’ Essi pensano che non sono solo ‘gli evangelisti’, ma anche ‘i religiosi’. Loro non credono nell’ ‘acqua’ ma ancora si vantano della salvezza! Come è logico! Ma non hanno testimonianza di Dio. È solo un’ipotesi.
Come si può chiamarla salvezza? Solo colui che crede in Gesù, che venne con lo Spirito, l’acqua e il sangue, ha la testimonianza di Dio e degli uomini.
L’apostolo Paolo disse, “Poiché il nostro Evangelo non vi è stato annunziato soltanto con parole, ma anche con potenza, con lo Spirito Santo e con gran pienezza di convinzione”  (1 Tessalonicesi 1:5). Satana è dilettato quando il popolo crede solo nel sangue di Gesù. “Oh, tu imbrogli, tu sei stato ingannato da me.” Ci sono molti che credono che quando le persone pregano il sangue di Gesù, Satana va via. Loro pensano che Satana abbia paura della Croce. Satana sta solo mettendo in scena uno spettacolo. Non dobbiamo essere ingannati da lui.
Quando un demone entra in qualcuno egli può diventare pazzo e schiumare dalla bocca. Non è un’impresa difficile per il Diavolo. Il Diavolo ha il potere di non far fare niente all’uomo. Il Diavolo non deve sforzarsi molto. Dio diede al Diavolo ogni sorta di potere, eccetto il potere di uccidere. Il Diavolo può far trabballare un uomo come una foglia, farlo gridare e farlo schiumare in bocca. 
Quando questo succede, i credenti gridano, “Vattene nel nome di Gesù! Vattene!” E quando l’uomo riprende i sensi e ritorna al suo normale stato, dicono che era il sangue di Gesù che aveva questo potere. Ma questo non è il potere del Suo sangue. È solo il Diavolo che mette in scena uno ‘spettacolo’.
Satana ha paura soprattutto di quelli che credono in Gesù, che ci ha mondati con il Suo battesimo, che si caricò il giudizio per noi con il Suo sangue e il terzo giorno resuscitò. Satana non può avere intorno un testimone del battesimo di Gesù e della salvezza del sangue.
Come voi sapete, i preti cattolici qualche volta esorcizzano Satana. Noi lo abbiamo visto nei film. Nel film ‘The omen,’ un prete regge una croce di legno e la agita, ma alla fine il prete muore. Qualcuno che era rinato non sarebbe morto cosí.
Egli parlerebbe del sangue e dell’acqua di Gesù. Se il Diavolo avesse cercato di tormentarlo, egli gli avrebbe chiesto, “Sai che Gesù tolse tutti i miei peccati?” Il Diavolo allora correrebbe via. Il Diavolo odia essere intorno ad ‘un rinato’. Se solo un ‘rinato’ sta di fronte a lui, il Diavolo cercherà di andare via. È scritto che coloro che non credono in Dio Lo rendono un bugiardo. Essi non credono nella testimonianza di Suo Figlio, la testimonianza dell’acqua e del sangue.
 
Qual è la testimonianza del Figlio di Dio?
Il Suo battesimo, il Suo sangue, e il Suo Spirito.

Qual è la testimonianza del Figlio di Dio? È che Egli venne con lo Spirito e tolse i nostri peccati con l’acqua. Egli tolse tutti i peccati del mondo ed Egli sanguinò sulla Croce per noi. Non è questa la redenzione dell’acqua, del sangue, e dello Spirito?
Le persone dicono bugie davanti a Dio perché non credono nel Vangelo dell’acqua e del sangue, il Vangelo della redenzione. Le loro fedi sono false, e propagano queste falsitá.
Ritorniamo alla Prima Epistola di Giovanni 5. L’undicesimo versetto dice, “E la testimonianza è questa: Iddio ci ha data la vita eterna, e questa vita è nel Suo Figliuolo.” Ci dice che Dio ci ha dato la vita eterna, e la vita è nell’uomo che la riceve. Questa vita è anche in Suo Figlio.
Coloro che ricevono la vita eterna sono coloro che sono stati riscattati credendo nel battesimo di Gesù e nel Suo sangue. Il riscattato riceve la vita eterna e vive per sempre. Hai ricevuto la vita eterna?
Nel dodicesimo versetto, “Chi ha il Figliuolo, ha la vita; chi non ha il Figliuolo di Dio, non ha la vita.” In altre parole, colui che crede nelle cose che il Figlio fece sulla Terra: il Suo essere battezzato, il morire sulla Croce e la Sua resurrezione, ha l’eterna vita. Ma colui che omette anche uno di questi non avrà vita, e non sarà neanche riscattato.
L’apostolo Giovanni distinse il popolo di Dio sulla base della loro fede nelle cose che Gesù fece: l’acqua, il sangue, e lo Spirito. Queste cose ci dicono se hanno la Parola in loro. Egli identifica il riscattato dalla loro fede nell’acqua del battesimo di Gesù, del Suo sangue, e lo Spirito.
 
 
COLUI CHE NON È RINATO NON PUÒ DISTINGUERE UN GIOVENCO DA UN CAPRO
 
Chi può distinguere il riscattato dal non riscattato?
Colui che è rinato.

L’apostolo Giovanni identificò chiaramente quelli giusti che furono riscattati. L’apostolo Paolo fece lo stesso. Come fanno i servi di Dio a distinguere il giovenco da un capro? Come fanno a distinguere i veri servi di Dio dai simulatori? Coloro che sono stati riscattati credendo nell’acqua e nel sangue di Gesù ricevono il potere di vedere.
Se un uomo è un pastore, un evangelista o un anziano, se egli non riesce ad identificare il riscattato, se egli non può distinguere una barca da una zattera, egli non è stato liberato, ed egli non ha la vita in lui. Ma coloro che sono veramente riscattati possono notare la differenza. Coloro che non hanno la vita in loro stessi non possono né notare la differenza né riconoscerla. 
È come distinguere differenti colori nel buio. Verde è verde e bianco è bianco. Se chiudete gli occhi, non potete neanche vedere o riconoscere i colori.
Ma quelli con gli occhi aperti possono riconoscere anche le piú minuscole variazioni di colore. Essi possono dire che è verde e che è bianco. Come questo, c’è una ovvia differenza tra il riscattato e coloro che non sono stati riscattati.
Noi dobbiamo predicare il Vangelo della redenzione, il Vangelo dell’acqua, il sangue e lo Spirito. Noi dobbiamo sorgere e risplendere. Quando noi raduniamo le persone intorno a noi per propagare la fede, noi non parliamo con le parole di un uomo. Nella Bibbia, Prima Epistola di Giovanni capitolo 5 è spiegato il suo significato. Noi dobbiamo spiegarlo passo a passo cosí che non ci sia confusione.
La Parola che noi stiamo propagando, la Parola dell’acqua, del sangue, e dello Spirito di Gesù è la luce della redenzione. Fare conoscere l’‘acqua’ di Gesù alle persone è sorgere lucentemente. Fare conoscere il ‘sangue’ di Gesù è risplendere lucentemente. Noi dobbiamo renderlo veramente chiaro cosí che non ci sia nessuno sulla Terra che non lo conosca. 
Se il riscattato non sorge e non risplende, molte persone moriranno senza la redenzione, e Dio non sarà contento. Egli ci definirebbe servi pigri. Noi dobbiamo diffondere il Vangelo dell’acqua e del sangue di Gesù.
La ragione per cui io lo sto ripentendo cosí tante volte è che il battesimo di Gesù è veramente importante per essere salvati. Quando noi parliamo ai nostri figli, noi dobbiamo spiegare mille volte, attraversare ogni punto per essere sicuri che capiscano.
Se noi cercassimo di istruire un illetterato, noi probabilmente cominceremmo prima dall’alfabeto. Poi avremmo potremmo insegnargli gradualmente come scrivere parole con questi caratteri. Quando egli è capace di mettere insieme parole come ‘punizione,’ noi cominceremo a spiegare il significato di queste parole. Questo è esattamente come noi dobbiamo parlare alle persone di Gesù per essere sicuri che capiscano veramente.
Noi dobbiamo spiegare chiaramente il battesimo di Gesù. Egli venne in questo mondo con l’acqua, il sangue, e lo Spirito. Io prego che voi crediate in Gesù come vostro Salvatore e siate riscattati.
La redenzione dell’acqua e dello Spirito proviene dalla fede nel battesimo di Gesù, il sangue sulla Croce, e dalla fede che Gesù è Dio, nostro Salvatore.