Sermoni

Subject 3 : Il Vangelo dell’acqua e dello Spirito

[3-6] (Esodo 12:43-49) La Vera Circoncisione Spirituale

(Esodo 12:43-49)
“Il Signore disse a Mosè e ad Aronne: Questo è il rito della pasqua: nessun straniero ne deve mangiare. Quanto a ogni schiavo acquistato con denaro, lo circonciderai e allora ne potrà mangiare. L’avventizio e il mercenario non ne mangeranno. In una sola casa si mangerà: non ne porterai la carne fuori di casa; non ne spezzerete alcun osso. Tutta la comunità d’Israele la celebrerà. Se un forestiero è domiciliato presso di te e vuol celebrare la pasqua del Signore, sia circonciso ogni suo maschio: allora si accosterà per celebrarla e sarà come un nativo del paese. Ma nessun non circonciso ne deve mangiare. Vi sarà una sola legge per il nativo e per il forestiero, che è domiciliato in mezzo a voi.”
 
 
Qual era la condizione indispensabile per gli Israeliti per diventare figli di Dio nel Vecchio Testamento?
Dovevano essere circoncisi.
 
Le parole di Dio sia nel Vecchio Testamento che nel Nuovo Testamento sono importanti e preziose per quelli di noi che credono in Dio. Noi non possiamo trascurare nemmeno una frase di quelle parole perché le parole di Dio sono le parole della vita. 
Il passaggio odierno ci dice che chi vuole osservare la Pasqua deve essere prima circonciso. Noi dobbiamo pensare al motivo per cui Dio ci dice questo. Se uno non è circonciso, non può osservare la Pasqua. 
Se vogliamo credere in Gesù, dobbiamo comprendere lo scopo di Dio nel darci questo editto. La circoncisione è la recisione del prepuzio dell’uomo. Perché Dio disse ad Abramo e ai suoi discendenti di farsi circoncidere? Il motivo è che Egli aveva promesso che solo quelli che avessero “reciso” i loro peccati sarebbero diventati il Suo popolo. 
Ecco perché Egli dice al popolo d’Israele nel Vecchio Testamento di farsi circoncidere. Per diventare il popolo di Dio, il popolo d’Israele doveva farsi circoncidere. Questo era il Suo rituale, la base della consacrazione, ed Egli divenne il Dio di quelli che recidevano i loro peccati con la fede attraverso la circoncisione. E anche nel Nuovo Testamento, Egli diventa il Dio di quelli che recidono il peccato con la fede. 
 

LA PASQUA
 
Cos’era la Pasqua?
Era il giorno in cui gli Israeliti ricordavano e ringraziavano Dio per l’Esodo dall’Egitto.
 
La festa più importante per il popolo d’Israele era la Pasqua. Essa era il giorno per ricordare e ringraziare Dio per l’Esodo dall’Egitto, dove gli Israeliti avevano vissuto come schiavi per circa 400 anni. Dio aveva portato 10 grandi piaghe per commuovere il duro cuore del Faraone. In tal modo Egli condusse il popolo d’Israele fuori dall’Egitto e nella terra di Canaan. 
Il popolo d’Israele era stato salvato dalla morte dei primogeniti, dall’ultima piaga, attraverso il sangue dell’agnello sacrificale e la circoncisione. Così, Dio disse loro di osservare la Pasqua per tutte le loro generazioni come ricordo della Sua misericordia. 
 

COSA DOVEVANO FARE GLI ISRAELITI PER OSSERVARE LA PASQUA?
 
Cosa dovevano fare gli Israeliti per osservare la Pasqua?
Dovevano essere circoncisi.

Noi dobbiamo comprendere che per osservare la Pasqua spiritualmente noi dobbiamo essere circoncisi nei nostri cuori. Anche il popolo d’Israele doveva essere circonciso per osservare la Pasqua. 
È scritto in Esodo 12:43-49. “Questo è il rito della pasqua: nessun straniero ne deve mangiare. Quanto a ogni schiavo acquistato con denaro, lo circonciderai e allora ne potrà mangiare. L’avventizio e il mercenario non ne mangeranno. In una sola casa si mangerà: non ne porterai la carne fuori di casa; non ne spezzerete alcun osso. Tutta la comunità d’Israele la celebrerà. Se un forestiero è domiciliato presso di te e vuol celebrare la pasqua del Signore, sia circonciso ogni suo maschio: allora si accosterà per celebrarla e sarà come un nativo del paese. Ma nessun non circonciso ne deve mangiare. Vi sarà una sola legge per il nativo e per il forestiero, che è domiciliato in mezzo a voi.” In tal modo Egli disse agli Israeliti di osservare la Pasqua dopo essere stati circoncisi. 
Chi erano quelli a cui era consentito mangiare la carne dell’agnello della Pasqua e di osservare la Pasqua? Solo quelli che erano circoncisi potevano osservare la Pasqua. 
L’agnello della Pasqua, come sappiamo tutti, è Gesù Cristo che tolse i peccati del mondo. 
Allora, cos’è la circoncisione nel Vecchio Testamento e nel Nuovo Testamento? Circoncisione significa recisione del prepuzio. Anche Gesù Cristo fu circonciso otto giorni dopo la Sua nascita in questo mondo. Dio aveva ordinato che tutti quelli che partecipavano al rituale della Pasqua fossero circoncisi, e rese chiaro che chi non fosse stato circonciso non potesse mai partecipare alla Pasqua. 
Pertanto tutti dovevano essere circoncisi proprio come Dio aveva ordinato. Se credi in Gesù, devi comprendere il significato della circoncisione nel Nuovo Testamento. 
 

QUAL ERA IL RITUALE DELLA CIRCONCISIONE CHE DIO ORDINÒ AD ABRAMO DI ESEGUIRE? 
 
Come potevano Abramo e i suoi discendenti diventare figli di Dio?
Mediante la circoncisione
 
In Genesi, Dio apparve ad Abramo e fece il Suo patto con lui e con i suoi discendenti. Nel capitolo 15, Dio promise che i discendenti di Abramo si moltiplicassero come le stelle nel cielo e che Egli avrebbe dato loro la terra di Canaan in eredità. 
E nel capitolo 17, Egli disse ad Abramo che se lui e i suoi discendenti fossero entrati nel Suo patto e fossero stati circoncisi, Egli sarebbe diventato loro Dio ed essi sarebbero diventati il Suo popolo. Questo fu il patto di Dio con Abramo e i suoi discendenti. Dio promise che quando essi avessero creduto al Suo patto e fossero stati circoncisi, ciò avrebbe significato che erano diventati il Suo popolo, ed Egli sarebbe davvero diventato loro Dio. 
Genesi 17:7-8 dice: “Stabilirò la mia alleanza con te e con la tua discendenza dopo di te di generazione in generazione, come alleanza perenne, per essere il Dio tuo e della tua discendenza dopo di te. Darò a te e alla tua discendenza dopo di te il paese dove sei straniero, tutto il paese di Canaan in possesso perenne; sarò il vostro Dio.” 
La circoncisione era il contrassegno del patto di Dio con Abramo e i suoi discendenti. 
 

QUAL È LA CIRCONCISIONE SPIRITUALE?
 
Cos’è la circoncisione spirituale?
È recidere tutti i peccati nei nostri cuori credendo nel battesimo di Gesù.
 
Poiché Abramo credeva nella parola di Dio, Dio lo rese giusto e Suo figlio. Era la circoncisione a contrassegnare il patto tra Dio e Abramo. 
“Questa è la mia alleanza che dovete osservare, alleanza tra me e voi e la tua discendenza dopo di te: sia circonciso tra di voi ogni maschio” (Genesi 17:10). 
Circoncisione significa recisione del prepuzio. Significa anche passare tutti i nostri peccati su Gesù attraverso la nostra fede nel Suo battesimo. Noi siamo spiritualmente circoncisi quando recidiamo tutti i nostri peccati accettando la salvezza del battesimo di Gesù. Circoncisione nel Nuovo Testamento è recidere tutti i peccati attraverso il battesimo di Gesù. 
Pertanto la circoncisione nel Vecchio Testamento è il battesimo di Gesù nel Nuovo Testamento, ed entrambi sono i patti di Dio, che ci rende il Suo popolo. Pertanto la circoncisione nel Vecchio Testamento e il battesimo di Gesù nel Nuovo Testamento sono la stessa cosa. 
Proprio come i discendenti di Abramo divennero il popolo di Dio quando recisero il loro prepuzio, noi diventiamo figli di Dio quando recidiamo ogni peccato dai nostri cuori. Noi facciamo questo credendo che non ci sia peccato nel mondo perché Gesù tolse ogni peccato quando fu battezzato da Giovanni Battista. 
Il battesimo di Gesù rende giusti tutti i peccatori recidendo i loro peccati. Proprio come un pezzo di pelle veniva rimosso nel processo della circoncisione, così i peccati dell’umanità vennero recisi dai cuori di tutti gli uomini quando Gesù fu battezzato da Giovanni Battista al Giordano. Quelli che credono in questo possono essere spiritualmente circoncisi e diventare il popolo di Dio, i giusti. 
 

LA FALSA FEDE CHE RECIDE L’UOMO DA DIO
 
Cosa recideva gli Israeliti da Dio?
Non essere circoncisi
 
Dio disse ad Abramo che qualunque uomo non circonciso dovesse essere reciso dal Suo popolo. Allora, cos’è la circoncisione? E cos’è la circoncisione spirituale? Se la circoncisione della carne è recidere un po’ di pelle da una parte del corpo, allora la circoncisione spirituale è recidere ogni peccato dai nostri cuori e passarlo su Gesù attraverso il Suo battesimo. 
Il battesimo di Gesù è la circoncisione spirituale dell’umanità, mediante la quale i peccati del mondo furono recisi da noi e passati su Gesù. Il motivo per cui Gesù fu battezzato da Giovanni Battista fu per salvare tutta l’umanità attraverso la circoncisione spirituale, che tolse ogni peccato.
Tutti i peccati dell’umanità furono passati su Gesù. Dio, diventando il Dio di Abramo, il Dio di Isacco, il Dio di Giacobbe, e il Dio di tutti i loro discendenti, aveva fatto un patto con Abramo e i suoi discendenti e aveva fatto loro recidere i prepuzi. In tal modo Egli divenne Dio, il Salvatore per tutti quelli che recidevano i loro peccati attraverso la circoncisione. 
Qual è la circoncisione che recide il peccato? È il patto di Dio con Abramo e tutti quelli che sono rinati credendo nel battesimo di Gesù e nella Sua morte sulla Croce come loro salvezza. In questo modo, Egli ci diede il diritto di diventare il Suo popolo. In tal modo Egli è il Dio di quelli che sono stati circoncisi. 
Dio parlò ad Abramo. “Quando avrà otto giorni, sarà circonciso tra di voi ogni maschio di generazione in generazione, tanto quello nato in casa come quello comperato con denaro da qualunque straniero che non sia della tua stirpe. Deve essere circonciso chi è nato in casa e chi viene comperato con denaro; così la mia alleanza sussisterà nella vostra carne come alleanza perenne. Il maschio non circonciso, di cui cioè non sarà stata circoncisa la carne del membro, sia eliminato dal suo popolo: ha violato la mia alleanza” (Genesi 17:12-14).
Chiunque cerca di venire a Gesù senza la circoncisione spirituale sarà reciso dal Suo popolo. La circoncisione spirituale è il battesimo di Gesù nel Nuovo Testamento, attraverso cui tutti i peccati dell’uomo furono passati su di Lui.
Chi crede in Gesù deve anche credere nella circoncisione del Vecchio Testamento e nel battesimo di Gesù nel Nuovo Testamento, in modo da poter ricevere lo Spirito, essere salvato da ogni peccato, e diventare figlio di Dio. Per noi che crediamo in Gesù, la circoncisione nel Vecchio Testamento e il battesimo di Gesù nel Nuovo Testamento sono la stessa cosa. 
Se non riusciamo a comprendere il vero significato della circoncisione o non possiamo accettare nei nostri cuori la salvezza attraverso la circoncisione spirituale che ci consente di rinascere, la nostra fede sarà inutile. Noi possiamo pensare che siamo fedeli a Dio, ma è come se avessimo costruito la nostra casa di fede sulla sabbia. 
Dio dice a tutti quelli che credono in Lui di essere circoncisi, di credere nella redenzione attraverso il battesimo di Gesù, la circoncisione spirituale. Senza la circoncisione, non possiamo diventare il Suo popolo. Senza la circoncisione, saremo esclusi dalle file del Suo popolo. Pertanto Dio ordinò che chiunque, comprato con denaro o straniero, dovesse essere circonciso prima di partecipare alla festa della Pasqua. 
Perfino il nativo di Israele doveva essere reciso dal Suo popolo se non era circonciso. Il patto di Dio con il popolo d’Israele doveva essere applicato anche a tutti quelli che credevano in Gesù. 
In Esodo capitolo 12, il popolo d’Israele che mangiava la carne della Pasqua e le erbe amare doveva essere già stato circonciso. Il diritto di mangiare la carne della Pasqua era dato solo a quelli che erano stati circoncisi. 
È importante per noi sapere che quando il popolo d’Israele mangiava la carne della Pasqua e metteva il sangue dell’agnello sugli stipiti e le architravi delle loro case, essi erano già stati circoncisi. 
Secondo il rituale di Dio, se una persona non era stata circoncisa, doveva essere recisa dal Suo popolo e perdeva il diritto a diventare uno dei figli di Dio. Questo significa che il peccato di non credere nella circoncisione spirituale conduce l’uomo alla rovina. Solo quelli che sono stati spiritualmente circoncisi attraverso il battesimo di Gesù possono essere salvati.
“Figura, questa, del battesimo, che ora salva voi” (1 Pietro 3:21). Credi davvero che tutti i tuoi peccati furono passati su Gesù attraverso il Suo battesimo al Giordano? Se veramente comprendi e credi nella verità, il battesimo di Gesù e il Suo sangue, ti renderai conto che sei stato spiritualmente circonciso e sei diventato un uomo giusto. E avrai anche fede nella verità spirituale che il sangue di Gesù sulla Croce non avrebbe alcun significato senza il Suo battesimo. 
Se tu dovessi credere nella Croce di Gesù senza essere circonciso spiritualmente attraverso la fede nel battesimo di Gesù, ti troveresti cacciato dalla misericordia di Dio. Scopriresti che hai ancora il peccato nel tuo cuore. 
Noi dobbiamo credere nella verità che la redenzione di Dio partì con il battesimo di Gesù Cristo e fu adempiuta dal Suo sangue sulla Croce. Per farlo, dobbiamo assorbire nei nostri cuori le parole di verità, il battesimo di Gesù e il Suo sangue, come nostra salvezza. 
Con questa fede, possiamo essere liberati dalla potenza delle tenebre e diventare figli della luce. Questa fede separa spiritualmente quelli che sono davvero rinati dalle file dei credenti ordinari.
Nostro Signore, Gesù, ci dice di persistere in Lui. Egli ha già mondato i peccati del mondo con il Suo battesimo e il Suo sangue. Pertanto, per portare il marchio di essere il popolo di Dio, noi dobbiamo credere nel battesimo di Gesù. Se non riusciamo a farlo, saremo recisi da Lui. 
La salvezza della redenzione non è nient’altro che il battesimo di Gesù nel Nuovo Testamento e la circoncisione nel Vecchio Testamento. La salvezza diventa completa solo quando abbiamo fede sia nel battesimo di Gesù (la circoncisione spirituale) che nel Suo sangue sulla Croce (il sangue dell’Agnello della Pasqua). 
La circoncisione della carne nel Vecchio Testamento è collegata al battesimo di Gesù Cristo nel Nuovo Testamento. Isaia 34:16 ci dice che tutte le parole nella Bibbia hanno le loro corrispondenze. “Cercate nel libro del Signore e leggete: nessuno di essi vi manca, poiché la bocca del Signore lo ha comandato e il suo spirito li raduna.” 
Ogni parola nel Vecchio Testamento è collegata al Nuovo Testamento. Non una parola di Dio è priva della sua controparte. 
 

E GLI STOLTI CHE CREDONO IN MODO SCORRETTO?
 
Chi andrà all’inferno dei credenti nel mondo?
Quelli che non credono nella circoncisione spirituale
 
Oggi ci sono molti che credono solo nel sangue dell’Agnello della Pasqua. Essi chiedono: “Cosa si intende con circoncisione? Essa si applicava solo agli Ebrei nell’età del Vecchio Testamento. Noi non dobbiamo recidere il prepuzio nel tempo del Nuovo Testamento.” 
Naturalmente questo è vero. Io non sto dicendo che dovremmo essere fisicamente circoncisi. L’apostolo Paolo spiegò la circoncisione spirituale molto chiaramente, ed essa è la circoncisione del cuore a cui mi sto riferendo ora. 
Non vi sto dicendo di essere fisicamente circoncisi. La circoncisione della carne non ha senso per noi, ma noi dobbiamo venire da Gesù ed essere spiritualmente circoncisi credendo nel battesimo di Gesù per essere salvati da tutti i nostri peccati. 
Un uomo per rinascere dev’essere spiritualmente circonciso. Chiunque crede in Gesù dev’essere spiritualmente circonciso. È il solo modo per recidere tutti i nostri peccati, il solo modo per diventare giusti. Solo dopo la nostra circoncisione spirituale noi siamo completamente senza peccato. Pertanto noi dobbiamo accettare nei nostri cuori la circoncisione spirituale credendo nel battesimo di Gesù.
Anche l’apostolo Paolo credeva nell’importanza della circoncisione spirituale. Egli disse: “La circoncisione è quella del cuore” (Romani 2:29). Ognuno di noi dev’essere spiritualmente circonciso per essere libero dal peccato. 
I tuoi peccati sono stati veramente passati su Gesù dopo esser stati recisi da te? Anche nel Nuovo Testamento, quelli che credono in Gesù devono essere circoncisi nei loro cuori credendo nel battesimo di Gesù. 
L’apostolo Paolo chiarì questo nelle sue Epistole. Dio salvò tutta l’umanità dai peccati del mondo, la rese il Suo popolo. Il popolo d’Israele divenne il popolo di Dio recidendo il prepuzio e noi diventiamo i suoi figli quando passiamo tutti i nostri peccati su Gesù credendo nel Suo battesimo. 
Dio ci accetta come il Suo popolo quando vede la nostra fede nel battesimo di Gesù e il Suo sangue sulla Croce. Questa fede ci rende spiritualmente circoncisi e conduce alla nostra salvezza.
 

LA SALVEZZA PER I PECCATORI ATTRAVERSO IL BATTESIMO DI GESÙ E IL SUO SANGUE 
 
Come fu completata la salvezza da Gesù?
Attraverso il Suo battesimo e morte sulla Croce
 
La salvezza che Gesù Cristo completò attraverso l’acqua del Suo battesimo e il Suo sangue sulla Croce è per i peccatori. Il sangue dell’Agnello fu il giudizio, e il battesimo di Gesù fu la circoncisione spirituale che trasferì tutti i nostri peccati a Lui. 
Le chiese cristiane oggi non dovrebbero prendere alla leggera questa circoncisione spirituale. Anche se la circoncisione nel Vecchio Testamento significa poco in questi giorni, il battesimo di Gesù non dovrebbe essere mai ignorato. 
Vi ho detto che tutti i vostri peccati furono tolti dal battesimo di Gesù, e il battesimo di Gesù vi salvò da tutti i vostri peccati. Credete in questo? Se ignorate il battesimo di Gesù, non conoscerete mai il vangelo della rinascita, il vangelo della completa redenzione attraverso il battesimo di Gesù.
Come possiamo ignorare il battesimo di Gesù, la circoncisione spirituale di cui Dio ci parla? Se leggiamo la Bibbia, possiamo vedere che la circoncisione e il sangue dell’agnello della Pasqua sono strettamente correlati. Questo è il segreto della circoncisione spirituale, il battesimo di Gesù. 
Il vangelo predicato dall’apostolo Giovanni non fu altro che il vangelo del battesimo di Gesù e del Suo sangue sulla Croce. Egli disse in 1 Giovanni 5:6, “Questi è colui che è venuto con acqua e sangue, Gesù Cristo; non con acqua soltanto, ma con l’acqua e con il sangue.” 
Egli disse che Gesù venne d’acqua, sangue e il Spirito. Non solo d’acqua, e non solo di sangue, ma d’acqua, sangue e Spirito insieme. Queste tre cose, il battesimo di Gesù, il sangue di Gesù sulla Croce e la Sua Resurrezione dai morti, sono la stessa cosa, la prova della nostra salvezza. 
 

PERCHÉ LA BIBBIA PARLA DEL BATTESIMO DI GESÙ E DEL SUO SANGUE? 
 
Il popolo di Israele veniva salvato solo attraverso il sangue di un agnello a Pasqua?
No. essi erano già circoncsi prima di osservare la Pasqua.
 
Il battesimo di Gesù e il Suo sangue è ciò che ci consente di rinascere d’acqua e di Spirito. Esodo capitolo 12 dice: “Prendete un agnello, e prendetene del sangue e mettetelo sui due stipiti e sull’architrave delle vostre case. Quando vedrò il sangue, vi oltrepasserò.” 
Sapendo questo, è possibile essere salvati da tutti i nostri peccati credendo solo nel sangue dell’agnello della Pasqua? Allora perché si parla tanto del battesimo di Gesù nel Nuovo Testamento? Gli apostoli dissero: “Con lui infatti siete stati sepolti insieme nel battesimo” (Colossesi 2:12). “poiché quanti siete stati battezzati in Cristo, vi siete rivestiti di Cristo” (Galati 3:27). “ . . . del battesimo, che ora salva voi” (1 Pietro 3:21). 
Gli apostoli Pietro e Paolo e tutti gli altri discepoli di Gesù Cristo parlavano del battesimo di Gesù. È il battesimo di Gesù al Giordano a cui essi si riferivano, ed è la fede nel battesimo di Gesù e il Suo sangue sulla Croce la verità della rinascita d’acqua e di Spirito. 
Per dirvi la verità, io credevo in Gesù, ma solo nel Suo sangue, per oltre 10 anni, non riconoscendo neanche il battesimo di Gesù. Ma questa conoscenza non toglieva i peccati nel mio cuore. Io credevo in Gesù con tutto il mio cuore, ma il mio cuore era ancora pieno di peccato. 
Dopo 10 anni, scoprii il significato della circoncisione spirituale (il battesimo di Gesù) e allora rinacqui. Solo allora compresi la verità: La circoncisione nel Vecchio Testamento simboleggia il battesimo di Gesù nel Nuovo Testamento. Io credetti e credo ancora. 
“Nel Nuovo Testamento, è fede corretta credere sia nel sangue di Gesù che nel Suo battesimo? La mia fede è corretta secondo la Bibbia?” Dopo essere rinato, mi chiesi queste cose. 
Anche se credevo nel messaggio del battesimo di Gesù e del Suo sangue, io mi ponevo ancora delle domande. “È giusto credere nella verità che tutti i miei peccati furono passati su Gesù quando fu battezzato o è giusto credere che Gesù ci salvò solo attraverso la Sua morte sulla Croce. Non è sufficiente credere che Gesù è il mio Dio e Salvatore?” Meditavo su questo mentre leggevo Esodo capitolo 12. 
Molte persone oggi leggono Esodo capitolo 12 e non pensano due volte a dichiarare che Gesù Cristo morì sulla Croce come loro Salvatore. Essi pensano che sia corretto credere nel sangue di Cristo e testimoniano la verità delle loro convinzioni. Essi possono credere con fermezza e dire che il Signore è Cristo e il figlio di Dio ma sono ancora peccatori. Essi pensano che se credono che Gesù Cristo è il Salvatore, saranno salvati anche se hanno ancora il peccato nei loro cuori. 
Questo tipo di fede non è la vera fede. Questa fede non può farli rinascere. Solo il battesimo di Gesù e il Suo sangue ci rendono giusti. 
Allora, cosa significa Esodo capitolo 12? Io cercai nella Bibbia, pensando: “Ci sono problemi a credere solo nel sangue di Gesù ignorando il Suo battesimo?” Ancor prima di aver finito di leggere l’Esodo, scoprii la verità che la salvezza non è solo del sangue di Cristo ma anche del Suo battesimo. Attraverso la Bibbia, mi assicurai che siamo circoncisi nei nostri cuori attraverso il battesimo di Gesù e anche il Suo sangue sulla Croce. 
 
Perché la maggior parte dei cristiani è ancora peccatrice?
Perché non crede nel battesimo di Gesù.
 
Mi resi conto in Esodo 12:47-49 che prima che fosse consentito di mangiare la carne della Pasqua, bisognava essere circoncisi. È per questo che Dio dice nel versetto 49, “Vi sarà una sola legge per il nativo e per il forestiero, che è domiciliato in mezzo a voi.” 
Pertanto chi non era circonciso non poteva mangiare la carne della Pasqua. Questa è la verità che scoprii. Similmente, quando noi crediamo in Gesù come nostro Salvatore, dobbiamo prima accettare il fatto che tutti i nostri peccati furono passati su Gesù attraverso il Suo battesimo al Giordano e poi accettare il fatto che Gesù Cristo morì sulla Croce per questi peccati. 
Quando mi resi conto che Gesù era morto sulla Croce per essere giudicato per i peccati che tolse attraverso il Suo battesimo, mi resi anche conto del significato della circoncisione spirituale che ci salvò da tutti i peccati e dalle trasgressioni del mondo. 
In quel momento, mi resi conto che tutti i miei peccati erano spariti. Il mio cuore divenne bianco come neve e finalmente accolsi nel mio cuore il vangelo dell’acqua, del sangue e dello Spirito. 
Io mi resi conto che ci sono due cose che ci salvano, la circoncisione e il sangue dell’agnello nel Vecchio Testamento e passare tutti i peccati su di Lui attraverso il battesimo di Gesù e il Suo sangue sulla Croce nel Nuovo Testamento. La circoncisione nel Vecchio Testamento e il battesimo di Gesù nel Nuovo Testamento sono davvero la stessa cosa.
Gesù Cristo fu giudicato non perché commise dei peccati Egli stesso, ma perché si caricò tutti i peccati del mondo attraverso il Suo battesimo. Quelli che credono che Giovanni Battista, come rappresentante dell’umanità, battezzò Gesù e passò tutti i peccati del mondo su Gesù credono sia nel battesimo di Gesù che nel Suo sangue sulla Croce. 
Perché tante persone negano il Suo battesimo anche se esso viene ripetutamente descritto nella Bibbia? Facendo questo essi sono ancora peccatori anche se credono in Gesù. Essi possono credere in Gesù ma sono ancora recisi da Dio. Essi sono peccatori penosi che andranno all’inferno anche se essi possono credere in Gesù. 
Come possono ancora essere peccatori se credono in Gesù? Perché vivono come peccatori? Perché stanno andando verso la distruzione? È un tale peccato. Essi continueranno a rimanere peccatori perché non credono nel fatto che tutti i peccati del mondo furono passati su Gesù Cristo, che portò la salvezza eterna a tutti attraverso il Suo battesimo spirituale. 
Le persone pensano di essere redente credendo nel sangue di Gesù, ma quel genere di fede non le rende mai complete. Perché? Perché non sono riuscite a passare i loro peccati su Gesù! 
Noi possiamo essere salvati solo credendo nell’acqua (il battesimo di Cristo) e nel Suo sangue nel modo che Dio ordinò: la salvezza della circoncisione spirituale. Allora, e solo allora, possiamo diventare figli di Dio. 
Noi dobbiamo chiederci: “Se crediamo solo nel sangue di Gesù come circoncisione spirituale, i nostri peccati possono essere completamente mondati?” Dobbiamo guardare in profondità nei nostri cuori per trovare la risposta. 
Nel Vecchio Testamento, le persone erano salvate attraverso la circoncisione e il sangue dell’agnello della Pasqua proprio come noi abbiamo conquistato la salvezza attraverso il battesimo di Gesù e il Suo sangue sulla Croce. In questo modo noi siamo stati salvati dal giudizio di Dio e da questo mondo peccaminoso. Quelli che credono diventano figli di Dio e Dio diventa loro Padre. 
Un uomo è salvato e appartiene a Dio credendo in queste due cose: la circoncisione e il sangue dell’agnello della Pasqua, cioè, il battesimo di Gesù e il Suo sangue. Questa è la verità secondo Gesù. Questo è rinascere d’acqua, di sangue e di Spirito. 
 

QUAL È LA REDENZIONE DELL’ACQUA E DELLO SPIRITO NELLA BIBBIA? 
 
I peccatori possono diventare giusti credendo solo nel sangue di Gesù?
Mai
 
Gesù abbandonò il Suo trono in cielo e discese in questo mondo. Egli fu battezzato da Giovanni Battista all’età di 30 anni per togliere tutti i peccati del mondo. 
Il sangue di Gesù sulla Croce fu la Sua condanna per i peccati di tutti i peccatori nel mondo. Gesù Cristo venne come Salvatore in questo mondo e salvò tutti i peccatori dai loro peccati attraverso l’acqua e il sangue.
Siamo rinati solo di sangue? No. Noi siamo salvati dal peccato mediante il battesimo di Gesù e il Suo sangue. Vorrei fare una domanda a quelli che credono solo nel sangue di Gesù. “Possono i peccatori diventare giusti credendo solo nel sangue di Cristo, o attraverso sia il battesimo di Gesù che il Suo sangue sulla Croce? È mediante la fede che noi passiamo tutti i nostri peccati su Gesù attraverso il Suo battesimo e sangue o solo attraverso il Suo sangue? Qual è la verità, vi chiedo?” 
Per rinascere davvero d’acqua e di Spirito, noi dobbiamo credere che Gesù venne su questo mondo nella carne, che prese su di Sé tutti i peccati del mondo al Giordano con il Suo battesimo e fu giudicato per tutti i nostri peccati sulla Croce. Credendo in Gesù Cristo, nostro vero Salvatore, in questo modo, noi possiamo davvero rinascere. 
Vi chiedo di nuovo. Cos’è la fede in base alla definizione della Bibbia? È la fede nel sangue di Gesù, o sia nel battesimo di Gesù che nel Suo sangue? 
La fede nel sangue di Gesù è la seguente. Gesù fu giudicato e condannato per tutti i peccati del mondo. Poiché Egli fu oppresso e ferito per i nostri peccati, noi fummo salvati da un terribile giudizio. Ma questa non è la verità completa. Prima che noi accettiamo questa dottrina, dobbiamo chiarire un punto. Perché Gesù dovette essere crocifisso sulla Croce? 
La Bibbia dice chiaramente che il salario del peccato è la morte. Gesù non commise mai nessun peccato in questo mondo. Egli venne nella carne di uomo attraverso il corpo di Maria, ma dovette venire nell’immagine espressa del Suo popolo come il Figlio del Santo Dio e il Salvatore dei peccatori. Fu per questo che Egli dovette essere battezzato da Giovanni Battista prima di morire sulla Croce. Quando fu battezzato, prese tutti i nostri peccati su di Sé. In tal modo, senza battesimo, Egli non poteva essere condannato a versare il sangue sulla Croce.
 

IL SISTEMA SACRIFICALE NEL VECCHIO TESTAMENTO.
 
Quail erano le condizioni indispensabili per offrire il sacrificio?
1. Un animale vivo senza macchia
2. L’imposizione delle mani
3. Its blood
 
Osserviamo questa verità attraverso il sistema sacrificale del Santo Tabernacolo. Nel Vecchio Testamento, o un peccatore o l’alto sacerdote imponeva le mani sull’agnello o la capra sacrificale per passare il proprio peccato o i peccati di Israele sulla sua testa. Gli animali venivano poi uccisi e offerti davanti all’altare. Il Vecchio Testamento era l’ombra del Nuovo Testamento, e Gesù Cristo fu l’Agnello sacrificale che Dio aveva promesso di inviare. 
Quando tutti voi passaste tutti i vostri peccati su Gesù? Voglio che voi riflettiate e rispondiate a questa domanda. Nel Vecchio Testamento, gli Israeliti non potevano uccidere gli animali sacrificali senza l’imposizione delle mani (l’imposizione delle mani significa passare il peccato sull’offerta per i peccati). Prima che le offerte per i peccati fossero portate di fronte all’altare, doveva aver luogo l’imposizione delle mani per passare i peccati sugli animali sacrificali. 
“Poserà la mano sulla testa della vittima” (Levitico 1:4). È scritto in Levitico che tutte le offerte richiedevano l’imposizione delle mani. Imponendo le mani sul capo dell’offerta, il popolo d’Israele poteva passare i suoi peccati su di essa, e offrendo il suo sangue e carne con fede davanti a Dio, essi potevano essere salvati dai loro peccati. Gli Israeliti furono salvati anche dalla fede nei tempi del Vecchio Testamento. 
Quando un olocausto veniva dato davanti a Dio, un peccatore doveva imporre le mani sulla sua testa in modo da passarle i peccati del peccatore. L’offerta veniva poi uccisa per cono del peccatore. Il suo sangue veniva cosparso sui quattro corni dell’altare, e il resto era versato per terra alla base dell’altare. È così che i peccatori venivano redenti. 
Nel Nuovo Testamento i peccatori possono essere redenti da tutti i loro peccati attraverso la loro fede nell’acqua e nel sangue di Gesù. 1 Giovanni 5:1-10 dice che un peccatore è stato redento quando crede nel battesimo di Gesù e nel sangue dell’agnello (la Croce). 
Pertanto qualunque peccatore può essere redento se crede sia nel battesimo di Gesù che nel Suo sangue sulla Croce. Il battesimo di Gesù e il Suo sangue, insieme allo Spirito Santo, sono indispensabili per rinascere d’acqua e di Spirito. 
Miei diletti, potete essere redenti solo credendo nel sangue di Gesù Cristo? Quelli che pensano di poter rinascere credendo solo nel sangue della Croce hanno ancora il peccato nei loro cuori. Ma noi possiamo essere salvati da tutti i nostri peccati credendo nel battesimo di Gesù come circoncisione spirituale del Nuovo Testamento, che è l’equivalente moderno della circoncisione descritta nel Vecchio Testamento. 
Tutte le denominazioni hanno le loro dottrine. Noi sappiamo che essi sono tutti destinati ad andare all’inferno se non abbandonano le loro false credenze. La chiesa presbiteriana pone enfasi sulla dottrina della predestinazione; la chiesa metodista sottolinea l’arminianesimo, cioè l’umanesimo; la chiesa battista, il battesimo; e la chiesa della Santità, la vita santa; tutte queste si sono allontanate dalla parola della verità.
Ma cosa dice la parola di verità nella Bibbia sulla rinascita? La Bibbia dice che la verità si trova nel battesimo di Gesù e nel Suo sangue. Chi crede e segue la parola di Dio e ha fede nella rinascita d’acqua e di Spirito troverà la redenzione.
 

QUAL È IL SEGRETO DEL BATTESIMO DI GESÙ?
 
Qual è la circoncisoine spirituale nel Nuovo Testamento?
Il battesimo di GesùGesù
 
Il battesimo di Gesù fu la circoncisione spirituale. Nel Vecchio Testamento, Dio disse che chi non era circonciso doveva essere reciso dal Suo popolo. 
Noi dobbiamo sapere e credere che la circoncisione spirituale nel Nuovo Testamento è davvero il battesimo di Gesù. Poiché Gesù fu battezzato da Giovanni Battista all’inizio del Suo pubblico ministero, noi possiamo essere spiritualmente circoncisi credendo nel Suo battesimo. Noi dobbiamo ponderare attentamente i motivi per cui Gesù dovette essere battezzato da Giovanni Battista. 
“In quel tempo Gesù dalla Galilea andò al Giordano da Giovanni per farsi battezzare da lui. e Giovanni però voleva impedirglielo, dicendo: ‘Io ho bisogno di essere battezzato da te e tu vieni da me?’ Ma Gesù gli disse: ‘Lascia fare per ora, poiché conviene che così adempiamo ogni giustizia.’ Allora Giovanni acconsentì” (Matteo 3:13-15). 
Gesù fu battezzato da Giovanni Battista al Giordano, “il fiume della morte”. Giovanni Battista impose le mani sulla testa di Gesù ed Egli venne completamente immerso. Questo è il modo corretto di farsi battezzare (Battesimo: essere immersi nell’acqua). Per togliere tutti i peccati del mondo, Gesù dovette essere battezzato nello stesso modo, con l’imposizione delle mani come riferito nel Vecchio Testamento. 
Il battesimo di Gesù è la circoncisione spirituale per quelli che credono in Gesù. “poiché conviene che così adempiamo ogni giustizia” (Matteo 3:15). Era conveniente che Gesù togliesse tutti i peccati del mondo e divenisse nostro Dio e Salvatore. In tal modo, era conveniente, come fu scritto, che Egli morisse sulla Croce con tutti i nostri peccati sulla Sua testa. 
Il battesimo di Gesù ha il potere di far rinascere tutti i peccatori. Esso è il segreto del vangelo dell’acqua e dello Spirito. 
La prima cosa che Gesù fece nel Suo pubblico ministero per salvare i peccatori da tutti i loro peccati fu essere battezzato da Giovanni Battista. Battesimo significa “essere lavato, essere sepolto, passare a”. 
Essendo battezzato nella maniera richiesta da Dio, Gesù prese tutti i peccati del mondo su di Sé. “Ecco l’agnello di Dio che toglie i peccati del mondo!” (Giovanni 1:29) Il battesimo di Gesù significa che tutte le persone del mondo che credono in Lui sono spiritualmente circoncise. 
Successivamente, Egli salì sulla Croce come l’Agnello di Dio che tolse tutti i peccati del mondo e accettò il giudizio per tutti i peccatori. In tal modo, Egli salvò tutta l’umanità dal peccato.
Pertanto tutti quelli che credono nel battesimo di Gesù Cristo, nella circoncisione del Vecchio Testamento, e nel Suo sangue sulla Croce come loro salvezza sono salvati da tutti i loro peccati. Gesù Cristo salvò tutti i peccatori con il Suo battesimo e il Suo sangue. Questa è la verità della circoncisione spirituale.
 
LA SALVEZZA VIENE SOLO DAL SANGUE? NO 
 
In che modo Gesù venne nel mondo?
D’acqua e di sangue
 
1 Giovanni 5:4-8 dice: “Tutto ciò che è nato da Dio vince il mondo; e questa è la vittoria che ha sconfitto il mondo: la nostra fede. E chi è che vince il mondo se non chi crede che Gesù è il Figlio di Dio? Questi è colui che è venuto con acqua e sangue, Gesù Cristo; non con acqua soltanto, ma con l’acqua e con il sangue. Ed è lo Spirito che testimonia, perché lo Spirito è la verità. Poiché tre sono quelli che rendono testimonianza in cielo: Il Padre, il Verbo e lo Spirito Santo, e questi tre sono concordi. Ci sono tre cose che portano la testimonianza sulla terra: Lo Spirito, l’acqua e il sangue; e questi tre sono concordi.”
Cari cristiani, qual è la vostra testimonianza di Lui come vostro Salvatore? Non è nient’altro che la fede nel figlio di Dio che venne d’acqua e di sangue. 
Qual è la vittoria che supera il mondo? Non è nient’altro che il potere della fede nell’acqua e nel sangue. È Gesù Cristo che venne d’acqua e di sangue. Ed è lo Spirito che testimonia, perché lo Spirito è la verità. 
Ci sono tre cose che portano la testimonianza sulla terra: l’acqua, il sangue e lo Spirito. E queste tre cose concordano su un’unica cosa. Gesù venne in questo mondo nella carne, fu battezzato e morì sulla Croce per salvarci dalla dannazione eterna. La prova che Dio, nostro Creatore, divenne il Salvatore di tutti i peccatori è nel vangelo dell’acqua e dello Spirito che salva noi tutti. 
Essa è la nostra prova che Gesù, che venne su questo mondo come Spirito nella carne, fu battezzato al Giordano per prendere su di Sé tutti i nostri peccati, e sanguinò sulla Croce accettando il giudizio per i nostri peccati. In tal modo, Egli salvò tutti quelli che credono in Lui. Questo è il vangelo originale dell’acqua e dello Spirito. 
 

COSA SONO L’ACQUA E IL SANGUE CHE TESTIMONIANO LA SALVEZZA DI DIO? 
 
Qual è la controparte della circoncisione descritta nel Vecchio Testamento?
Il battesimo di Gesù
 
L’acqua si riferisce al battesimo di Gesù Cristo. Nel Vecchio Testamento, il battesimo di Gesù significava circoncisione. La controparte della circoncisione nel Vecchio Testamento è il battesimo di Gesù nel Nuovo Testamento. La prova che tutti i peccati del mondo furono passati su Gesù è nel battesimo di Gesù. 
Chi crede in questa verità può stare davanti a Dio e dire con buona coscienza: “Sei il mio Salvatore, il mio Signore perché io credo nel Tuo battesimo e nel Tuo sangue, il vangelo dell’acqua e dello Spirito. Così, io non sono nel peccato. Io sono un figlio di Dio e Tu sei il mio Salvatore.” Noi possiamo professare questo con vera fede. Il motivo per cui possiamo dire questo è per via della nostra fede nel battesimo di Gesù e nel Suo sangue. 
Qual è la parola che ci consente di rinascere? È il battesimo di Gesù e il Suo sangue sulla Croce, che è la testimonianza della salvezza nei nostri cuori. Questo è il vangelo della rinascita d’acqua e di Spirito. 
Cari cristiani, io vi chiedo di nuovo: “Può un peccatore essere salvato soltanto attraverso la fede nel sangue di Cristo?” No. La salvezza richiede non solo la fede nella Sua morte sulla Croce. È solo attraverso la fede sia nell’acqua che nel sangue ― il vangelo dell’acqua e dello Spirito ― che i peccatori possono rinascere. Lasciate che mi riferisca ora alla Bibbia, che parla dell’acqua o in altre parole del battesimo di Gesù. 
1 Pietro 3:21-22 dice, “Figura appunto del battesimo, che ora salva voi; esso non è deposizione di lordure del corpo, ma richiesta di una buona coscienza fatta a Dio, in virtù della resurrezione di Gesù Cristo, il quale è alla destra di Dio; a lui sono sottomessi Angeli, Potestà e Virtù.” 
L’apostolo Pietro testimoniò che il battesimo di Gesù era la figura che ci salva, ed era anche la prova della salvezza dal peccato. Il battesimo di Gesù è l’equivalente della circoncisione nel Vecchio Testamento. Proprio come gli uomini d’Israele credeva nella parola di Dio e recidevano il prepuzio per diventare figli di Dio ai tempi del Vecchio Testamento, il battesimo di Gesù ci salva da tutti i nostri peccati nel tempo del Nuovo Testamento. 
Pertanto la circoncisione nel Vecchio Testamento e il battesimo di Gesù nel Nuovo Testamento sono esattamente la stessa cosa. Credete tutti che il battesimo di Gesù è davvero la stessa cosa che la circoncisione? Come è scritto in 1 Pietro 3:21, Figura appunto del battesimo, che ora salva voi. Potete discutere con la parola scritta di Dio? 
Com’è che noi, che viviamo in questo mondo, possiamo essere liberi dal peccato? È solo perché Gesù Cristo fu battezzato per adempiere ogni giustizia che la salvezza dal peccato è disponibile per noi. Matteo 3:15 dice: “Poiché conviene che così adempiamo ogni giustizia.” 
Poiché tutti i peccati del mondo furono passati su Gesù, tutti quelli che credono in Lui sono ora senza peccato. Noi possiamo tutti diventare giusti accettando la verità che tutti i nostri peccati furono passati su Gesù attraverso il Suo battesimo. Gesù Cristo prese tutti i nostri peccati su di Sé e morì sulla Croce per salvarci da ogni giudizio. 
Cari amici, le due cose che salvano tutti i peccatori dai loro peccati sono l’acqua e il sangue. La Sua accettazione dei nostri peccati e la Sua morte per noi sulla Croce sono nel due cose principali che Gesù Cristo fece per noi durante i 3 anni del Suo pubblico ministero in questo mondo. 
Giovanni 1:29 dice: “Ecco l’agnello di Dio che toglie i peccati del mondo!” Gesù Cristo fu battezzato per togliere tutti i peccati del mondo e morì sulla Croce per espiare per le nostre trasgressioni. Gesù è il Figlio di Dio, e come Creatore, Egli adempì il patto della circoncisione che Dio fece nel Vecchio Testamento togliendo i peccati del mondo. 
Chi crede nel suo cuore al vangelo del battesimo di Gesù, nell’acqua e nel sangue rinascerà d’acqua e di Spirito. E il Signore diventerà il Salvatore di tutti quelli che credono. Ringraziate il Signore, Alleluia! Gesù adempì la nostra salvezza come Dio aveva promesso, e ci salvò da tutti i peccati del mondo. 
 

NON È DEPOSIZIONE DI LORDURE DEL CORPO
 
La carne si santifica con il tempo?
No. La carne continua ad accumulare peccati finché non moriamo.
 
1 Pietro 3:21 dice: “Figura, questa, del battesimo, che ora salva voi; esso non è rimozione di sporcizia del corpo, ma invocazione di salvezza rivolta a Dio da parte di una buona coscienza, in virtù della risurrezione di Gesù Cristo.” 
Quando un uomo giunge a credere in Gesù Cristo come Suo Salvatore, ciò non significa che egli smette di commettere peccati della carne. Noi possiamo continuare a peccare, ma credendo nel battesimo di Gesù, possiamo passare tutti i nostri peccati terreni su Gesù, che pagò per loro con il Suo sangue sulla Croce. Credendo in queste due cose come elementi indispensabili della nostra salvezza, noi siamo salvati dai nostri peccati. 
Rinascere significa accogliere Gesù nei nostri cuori come il Salvatore dell’umanità. Il perdono del peccato si consegue anche nei nostri cuori. Quando noi crediamo nel battesimo di Gesù e nel Suo sangue sulla Croce, i nostri cuori rinascono, ma noi continuiamo a commettere peccati e trasgressioni con la nostra carne. Ma tutti i nostri peccati della carne sono già stati perdonati. 
Il battesimo di Gesù è la testimonianza per tutti quelli che sono stati salvati. Noi siamo senza peccato quando crediamo nel perdono dei peccati attraverso il battesimo di Cristo. Noi rinasciamo quando accogliamo nei nostri cuori la verità della salvezza attraverso il battesimo di Gesù e diventiamo giusti attraverso il vangelo dell’acqua e dello Spirito. 
Questa è la fede di Abramo nel Vecchio Testamento, la fede del diventare giusti di cui parlava l’apostolo Paolo, e la figura della salvezza di cui testimoniò l’apostolo Pietro. 
Proprio come Abramo udì e credette nella parola di Dio e divenne giusto, noi siamo salvati quando crediamo nel battesimo di Gesù e nella Sua morte sulla Croce. 
Giovanni 1:12 dice: “Ma a quelli che lo accolsero, diede potere di diventare figli di Dio, a quelli che credono nel Suo nome.” Accettate Gesù Cristo, Colui che ci salvò da tutti i nostri peccati attraverso il Suo battesimo e sangue, come vostro Salvatore? Noi dobbiamo ricevere la salvezza data a noi attraverso l’acqua e il sangue del Figlio di Dio. 
La salvezza viene solo dal sangue di Gesù Cristo? No. Essa viene dall’acqua e dal sangue di Gesù. Nella Bibbia, si dichiara chiaramente che la salvezza non viene solo dal sangue di Gesù. Essa viene dal battesimo di Gesù e dal Suo sangue. 
Il battesimo di Gesù è la circoncisione spirituale del Nuovo Testamento. È la verità della salvezza che recide tutti i nostri peccati da noi. Il fatto che Egli fu giudicato per i peccati del mondo significa che Egli fu giudicato per noi, voi ed io. 
Ricevendo il vangelo del perdono dei peccati, il battesimo di Gesù e del Suo sangue, noi siamo liberati dal giudizio per tutti i nostri peccati. Con la nostra fede, noi siamo salvati da tutti i peccati che commettiamo in questo mondo. Quando noi accogliamo il battesimo di Gesù e il Suo sangue come nostra salvezza, tutti i peccati nei nostri cuori sono mondati. Credete? Io spero sinceramente che crederete tutti nel vangelo dell’acqua e dello Spirito. Credete e guadagnate la vita eterna. 
L’apostolo Paolo disse: “La circoncisione è quella del cuore” (Romani 2:29). Come veniamo circoncisi nei nostri cuori? Noi possiamo essere spiritualmente circoncisi quando crediamo nella venuta di Gesù Cristo a questo mondo nella carne, nel Suo battesimo per togliere tutti i peccati del mondo, nella Sua morte sulla Croce per i nostri peccati, e nella Sua resurrezione dai morti. 
L’apostolo Paolo disse che la circoncisione è quella del cuore. Circoncisione del cuore significa credere nel battesimo di Gesù e nel Suo sangue. Se volete essere circoncisi nel vostro cuore, dovete accogliere nel vostro cuore il vangelo del battesimo di Gesù e del Suo sangue. Allora, e solo allora, potrete diventare davvero figli di Dio. 
 

GIOVANNI BATTISTA FU MANDATO DA DIO? 
 
Chi era Giovanni Battista?
Era il rappresentante dell’umanità e l’ultimo alto sacerdote discendente da Aronne.
 
Qui, noi dobbiamo chiederci chi era Giovanni Battista che battezzò Gesù Cristo. Giovanni Battista era il rappresentante dell’umanità. Matteo 11:11-14 dice: “In verità vi dico: tra i nati di donna non è sorto uno più grande di Giovanni il Battista; tuttavia il più piccolo nel regno dei cieli è più grande di lui. Dai giorni di Giovanni il Battista fino ad ora, il regno dei cieli soffre violenza e i violenti se ne impadroniscono. La Legge e tutti i Profeti infatti hanno profetato fino a Giovanni. E se lo volete accettare, egli è quell’Elia che deve venire.” 
Cari cristiani, Gesù dice che non c’è nessuno superiore a Giovanni Battista tra quelli nati da donna. Con la nascita di Giovanni Battista, l’Era del Primo Patto di Dio, l’era del Vecchio Testamento era finita. Essa era finita perché Gesù Cristo che doveva adempiere il patto di Dio era infine giunto. 
Allora, chi doveva adempiere il patto di Dio? Gesù Cristo e Giovanni Battista. Giovanni Battista passò tutti i peccati del mondo su Gesù. Chi era l’ultimo alto sacerdote del Vecchio Testamento? Chi era il discendente di Aronne? Gesù Cristo Stesso testimoniò che non era nessun altro che Giovanni Battista. Giovanni Battista era il rappresentante dell’umanità, il più grande tra quelli nati da donna. 
Riflettiamo sui fatti. Mosè, Abramo, Isacco, e Giacobbe erano tutti nati da donna. Ma tra le persone sia nel Vecchio Testamento che nel Nuovo Testamento, chi è il più grande tra tutti i nati da donna? Giovanni Battista. 
Giovanni Battista, come ultimo profeta del Vecchio Testamento e discendente di Aronne, battezzò l’agnello di Dio nel Nuovo Testamento nello steso modo in cui Aronne imponeva le mani sulle offerte sacrificali il Giorno dell’Espiazione nel Vecchio Testamento. Egli battezzò Gesù Cristo e passò tutti i peccati del mondo su Gesù. Egli era un servo di Dio. Egli adempì la circoncisione spirituale nei cuori di tutta l’umanità battezzando Gesù Cristo. 
Insieme al battesimo di Gesù, noi dobbiamo credere nel Suo sangue come testimonianza della nostra salvezza. Gesù Cristo tolse tutti i peccati del mondo attraverso il Suo battesimo e fu giudicato per loro. E l’unica cosa da fare per noi è semplicemente crederci. È Volontà di Dio che noi crediamo in quello che Gesù fece.
Una volta che accoglierai nel tuo cuore il vangelo della rinascita d’acqua e di Spirito, potrai diventare un discendente di Abramo e un figlio di Dio. Ci sono solo pochi che sono in Cristo mentre ci sono molti che non Lo hanno ancora accettato nei loro cuori. 
Il giorno è quasi finito e stanno calando le tenebre. Credi nel battesimo di Gesù e consentiGli di entrare nel tuo cuore. La tua fede nel battesimo di Gesù e nel Suo sangue ti benedirà con la salvezza spirituale. 
Tieni sempre in mente che l’unzione spirituale viene quando credi nel vangelo della salvezza, il vangelo del battesimo di Gesù e del Suo sangue. Io voglio che voi sappiate che potete preparare la lampada spirituale (la Chiesa) e l’olio (lo Spirito) come le vergini sagge (Matteo 25:4) credendo nel vangelo del battesimo di Gesù e del Suo sangue. Quelli che credono in Gesù vanno in chiesa con lo Spirito nei loro cuori.
 

DA CHI FU BATTEZZATO GESÙ?
 
Per quale motivo Gesù fu battezzato?
Per mondare tutti i peccati dell’umanità
 
“‘Io ho bisogno di essere battezzato da te e tu vieni da me?’ Ma Gesù gli disse: ‘Lascia fare per ora, poiché conviene che così adempiamo ogni giustizia’” (Matteo 3:14-15). 
Gesù fu battezzato per mondare tutti i peccati dell’umanità. Gesù Cristo è il Figlio di Dio e il nostro Salvatore. Egli è il Creatore che ci fece. Gesù Cristo venne per volontà di Dio, il Padre, per fare di noi il Suo popolo. 
Di chi parlavano tutti i profeti parlare nel Vecchio Testamento? Essi parlavano di Gesù Cristo. Tutti i profeti del Vecchio Testamento parlavano della venuta di Gesù in questo mondo per togliere tutti i nostri peccati e liberarci dal peccato per sempre. 
Gesù scese su questo mondo come profetizzato nel Vecchio Testamento e tolse tutti i peccati dell’umanità da Adamo ed Eva fino all’ultimo uomo sulla terra. 
Ora, accogli nel tuo cuore la salvezza attraverso il battesimo di Gesù e il Suo sangue. Sei incerto che questa sia la verità? Hai ancora il peccato nel tuo cuore? “Poiché conviene che così adempiamo ogni giustizia.” Gesù fu battezzato da Giovanni Battista per adempiere ogni giustizia. 
La parola “battesimo” stessa significa “essere lavato.” Gesù fu battezzato da Giovanni Battista nella modalità dell’imposizione delle mani descritta nel Vecchio Testamento. 
Dopo essersi caricato tutti i peccati dell’umanità, Egli Si immerse nel Giordano. Il fiume significa morte e giudizio per i peccatori. L’immersione di Cristo nell’acqua simboleggia la Sua morte sulla Croce. Il Suo emergere dall’acqua sta per la resurrezione. Gesù resuscitò il terzo giorno dopo la morte sulla Croce. 
Gesù è nostro Dio e Salvatore. Il fatto che Gesù venne in questo mondo per essere battezzato, sanguinò a morte sulla Croce, resuscitò il terzo giorno, e ora siede alla destra di Dio è la prova evidente che Egli salvò tutta l’umanità dalla morte. Credi in questo? 
Il battesimo di Gesù è la circoncisione spirituale del Nuovo Testamento. “La circoncisione è quella del cuore.” La circoncisione del cuore è completa quando noi crediamo nel battesimo di Gesù, nella verità del passaggio di tutti i nostri peccati su Gesù. La circoncisione del cuore è il riconoscimento del battesimo di Gesù attraverso cui noi passammo tutti i nostri peccati su Gesù. 
Sei stato circonciso nel tuo cuore? Se credi nella circoncisione del cuore, i tuoi peccati saranno mondati una volta per tutte. Per questo scopo Gesù adempì ogni giustizia e assicurò la salvezza di tutti i peccatori. 
Cari cristiani, accettate questa prova di salvezza nel vostro cuore e nella mente. Questa è la verità. Una volta che accoglierete nel vostro cuore la salvezza di Gesù, sarete liberati da tutti i vostri peccati. “Ma a quelli che lo accolsero, diede potere di diventare figli di Dio, a quelli che credono nel Suo nome” (Giovanni 1:12). 
Vedete ora perché Gesù dovette venire in questo mondo per essere battezzato? Credete in questo ora? Gesù fu battezzato per togliere i peccati di tutta l’umanità. Fu il battesimo della circoncisione. Il battesimo di Gesù ci dà la circoncisione spirituale. Ecco perché l’apostolo Paolo ci dice di essere circoncisi nei nostri cuori. Gesù ci salvò così chiaramente con il Suo battesimo e sangue che non abbiamo altra scelta che crederci nei nostri cuori. Noi dobbiamo dire “Sì. Amen” alla parola di Dio nei nostri cuori. È questa la verità? Credete in essa? 
 

ACCETTI QUESTA VERITÀ NEL TUO CUORE?
 
Cosa dobbiamo fare prima di adorare Gesù?
Dobbiamo accogliere nei nostri cuori la verità dell’acqua e del sangue.
 
Sono passati quasi 2000 anni da quando Gesù venne in questo mondo. In questo giorno e nell’età della grazia di Dio, noi dobbiamo accogliere nei nostri cuori la verità, l’acqua e il sangue di Gesù. Non c’è nient’altro per noi da fare. 
“La circoncisione è quella del cuore.” Noi dobbiamo essere circoncisi attraverso la fede nei nostri cuori. Noi possiamo essere salvati solo attraverso la fede. Nel Vecchio Testamento, gli Israeliti erano salvati attraverso la circoncisione e il sangue della Pasqua che veniva messo sugli stipiti e le architravi delle loro case. 
Quelli che credono nel battesimo di Gesù e nel Suo sangue come loro salvezza non hanno paura del giudizio di Dio perché esso li oltrepasserà. Ma il giudizio di Dio cadrà su tutti quelli che non accolgono la verità nei loro cuori. Ci sono molti che credono in Gesù invano e sono pertanto ancora schiavi dei loro peccati. 
Come sono arrivati a questo stato? Perché soffrono ancora per il peccato? È solo perché essi non conoscono la verità del battesimo di Gesù e del Suo sangue. Essi credono solo nel sangue di Gesù, omettendo o trascurando il Suo battesimo.
La salvezza si può ottenere solo attraverso la semplice fede nel sangue di Gesù? La Bibbia ci dice questo? Cosa dicono il Vecchio Testamento e il Nuovo Testamento su questo? Secondo la Bibbia, non è solo mediante il sangue dell’Agnello di Dio, ma anche mediante il battesimo di Gesù che si consegue la salvezza (1 Giovanni 5:3-6). 
Credete solo nel sangue di Gesù? Quelli che lo fanno devono avere ancora il peccato nel loro cuore. Essi devono superare la loro fede sbagliata e ritornare al vero vangelo. 
I non credenti devono riconoscere ora che sono stati sviati, non sapendo che Gesù tolse tutti i peccati al Giordano attraverso il Suo battesimo. Essi devono ammettere di aver avuto torto a trascurare di accettare il battesimo di Gesù. Essi devono accogliere nei loro cuori che Gesù tolse tutti i peccati del mondo attraverso il Suo battesimo. La salvezza è disponibile solo quando crediamo sia nel battesimo di Gesù che nella Sua Croce. In altre parole, solo attraverso il vangelo dell’acqua e dello Spirito possiamo guadagnare la vita eterna. 
Cari cristiani, avete vissuto finora dipendendo solo dalla fede nel sangue di Gesù? Allora, sicuramente avete il peccato nel vostro cuore. Se peccate, allora avete il peccato nel vostro cuore. Se pensate di essere liberi dal peccato quando vivete secondo la legge di Dio, questo è solo un sentimento che deriva dalle vostre emozioni. Questa convinzione non coincide con la parola di Dio. 
 

NON È ANCORA TROPPO TARDI
 
Da cosa ci libera la verità?
Dalla legge del peccato e della morte
 
Non è ancora troppo tardi. Credi nel battesimo di Gesù e del Suo sangue, e sarai circonciso nel tuo cuore e libero da ogni peccato. Diventare libero da ogni peccato significa che sei salvo credendo nel vangelo del battesimo di Gesù e nel Suo sangue. 
Sei disposto a credere nel battesimo di Gesù e nel Suo sangue per la salvezza dai tuoi peccati? Una volta che crederai, imparerai cos’è la salvezza. Riceverai la pace della mente. Allora, e solo allora, diventerai giusto. Non attraverso le tue opere, ma attraverso la tua fede nella parola di Dio. Se uno di voi ancora crede e dipende solo dal sangue di Gesù per la salvezza, io vorrei spingervi a credere sia nel battesimo di Gesù che nel Suo sangue. 
Cari cristiani, la salvezza completa dell’umanità dal peccato fu adempiuta attraverso il vangelo del battesimo di Gesù e del Suo sangue. Lo Spirito è Dio. Dio scese su questo mondo nella carne di uomo. 
Dio disse attraverso i profeti che noi dobbiamo invocare il Suo nome Gesù, perché Egli doveva salvare il Suo popolo dai suoi peccati. Dio disse: “Ecco, la vergine concepirà e partorirà un figlio che sarà chiamato Emmanuele, che significa Dio con noi” (Matteo 1:23). 
Dio venne in questo mondo per salvare i peccatori. Egli fu battezzato per togliere tutti i peccati del mondo e in tal modo salvò tutti i peccatori. Questa è la verità e la salvezza dell’acqua e del sangue. Io sono qui per dirvi questo. Siete stati salvati solo dal sangue di Gesù? Naturalmente no. Noi siamo salvati dal battesimo di Gesù e dal Suo sangue sulla Croce. 
Ci sono tanti falsi profeti ed eretici oggi che non credono nel battesimo di Gesù. Gesù disse: “Conoscerete la verità, e la verità vi farà liberi” (Giovanni 8:32). 
Noi dobbiamo conoscere la verità. Noi dobbiamo sapere perché Gesù parlò del Suo battesimo, e perché dobbiamo credervi. Noi dobbiamo sapere perché Dio disse al popolo d’Israele di essere circonciso nel Vecchio Testamento e perché parlò del sangue dell’agnello della Pasqua. 
Se sappiamo solo parte della storia, non possiamo mai riconoscere la verità. Gesù disse: “Se uno non nasce da acqua e da Spirito, non può entrare nel regno di Dio” (Giovanni 3:5). 
 

ESSERE BATTEZZATI IN CRISTO
 
Come possiamo unircci alla morte di Cristo?
Passando tutti i nostri peccati a Gesù attraverso il Suo battesimo
 
La Bibbia testimonia il segreto della salvezza. Viene solo dal sangue di Gesù? No. Viene dal Suo sangue e dal Suo battesimo insieme. L’apostolo Paolo parlò spesso di questo in Romani capitolo 6 e ancora in molte altre Epistole.
Leggiamo Romani 6:3-8. “O non sapete che quanti siamo stati battezzati in Cristo Gesù, siamo stati battezzati nella sua morte? Per mezzo del battesimo siamo dunque stati sepolti insieme a lui nella morte, perché come Cristo fu risuscitato dai morti per mezzo della gloria del Padre, così anche noi possiamo camminare in una vita nuova. Se infatti siamo stati completamente uniti a lui con una morte simile alla sua, lo saremo anche con la sua risurrezione. Sappiamo bene che il nostro uomo vecchio è stato crocifisso con lui, perché fosse distrutto il corpo del peccato, e noi non fossimo più schiavi del peccato. Infatti chi è morto, è ormai libero dal peccato. Ma se siamo morti con Cristo, crediamo che anche vivremo con lui.”
Osserviamo il versetto 5. Esso dice: “Se infatti siamo stati completamente uniti a lui con una morte simile alla sua, lo saremo anche con la sua risurrezione.” 
La Sua morte fu la nostra morte perché tutti i nostri peccati furono passati su di Lui attraverso il Suo battesimo. Così il battesimo di Gesù collega il Suo sangue sulla Croce con noi.
La nostra fede nel battesimo di Gesù e nel Suo sangue ci consente di unirci a Gesù. “Il salario del peccato è la morte” (Romani 6:23). Pertanto la morte di Gesù sulla Croce fu la nostra morte. Egli fu battezzato per prendere tutti i nostri peccati su di Sé. Credere in questa verità è unirci a Gesù Cristo, nostro Salvatore. 
 

NOI NON DOBBIAMO CREDERE IN GESÙ COME UN MODO RELIGIOSO DI VITA 
 
Cosa si intende con “Egli è fedele e giusto?”
Significa che Gesù mondò i nostri peccati una volta per tutte e salva tutti coloro che credono nella verità.
 
Molti credono in Gesù come un modo di vita religioso, perciò vanno in chiesa e piangono pregando e pentendosi. Essi confessano i loro peccati e chiedono il perdono ogni giorno. Essi pregano: “Gesù, io so e credo che Tu moristi sulla Croce per me. Sì, io credo.” 
Chiaramente, essi fraintendono il seguente passaggio. “Se riconosciamo i nostri peccati, egli che è fedele e giusto ci perdonerà i peccati e ci purificherà da ogni colpa” (1 Giovanni 1:9). Essi affermano di dover essere perdonati per i loro peccati ogni giorno attraverso la confessione dei peccati. Ma il peccato nel suddetto passaggio non significa le trasgressioni banali di ogni giorno. Quello che significa il passaggio è che noi siamo perdonati per i nostri peccati una volta per tutte quando confessiamo che non siamo ancora stati salvati. 
“La fede dipende dunque dalla predicazione e la predicazione a sua volta si attua per la parola di Cristo” (Romani 10:17). “Conoscerete la verità, e la verità vi farà liberi” (Giovanni 8:32). 
Cari cristiani, la verità è chiara. Se credete che Gesù morì sulla Croce senza togliere tutti i nostri peccati attraverso il Suo battesimo al Giordano, la vostra fede è inutile. Se un cristiano vuole essere salvato da tutti i suoi peccati, deve credere che i suoi peccati furono passati su Gesù attraverso il Suo battesimo al Giordano una volta per tutte e che Egli si caricò il giudizio per tutti i nostri peccati sulla Croce. In altre parole, noi dobbiamo credere sia nel battesimo di Gesù che nel Suo sangue. 
 “Non vi è infatti altro nome dato agli uomini sotto il cielo nel quale è stabilito che possiamo essere salvati” (Atti 4:12). Gesù Cristo si caricò tutti i nostri peccati attraverso il Suo battesimo e divenne il nostro Salvatore. Gesù venne d’acqua e di sangue per salvarci dalla dannazione eterna. “Con il cuore infatti si crede per ottenere la giustizia e con la bocca si fa la professione di fede per avere la salvezza” (Romani 10:10). Tu sei un peccatore o una persona giusta? 
Galati 3:27 dice: “Poiché quanti siete stati battezzati in Cristo, vi siete rivestiti di Cristo.” Questo versetto ci dice la verità che Gesù fu crocifisso dopo essersi caricato tutti i peccati del mondo attraverso il Suo battesimo. Egli resuscitò dai morti il terzo giorno e ora siede alla destra di Dio. Egli divenne il Signore della salvezza per tutti quelli che credono in Lui.
Se Gesù non fosse stato battezzato, se non avesse sanguinato sulla Croce per noi, non sarebbe diventato nostro Salvatore. Noi possiamo essere salvati solo quando crediamo nel vangelo dell’acqua e dello Spirito. 
 

PERFINO IL FIGLIO DI MOSÈ
 
Perché Dio cercò di uccidere Mosè sulla via per l’Egitto?
Perché non aveva circonciso i suoi figli.
 
Miei diletti, voi state ascoltando il segreto della redenzione di tutti i vostri peccati attraverso l’acqua e il sangue di Gesù. È una meravigliosa benedizione poter ascoltare queste parole di Dio. 
È solo il sangue di Gesù Cristo? Al tempo del Vecchio Testamento, gli uomini divennero discendenti di Abramo attraverso la circoncisione e il sangue dell’agnello della Pasqua. Ora noi diventiamo il popolo di Dio credendo nel battesimo di Gesù e nel Suo sangue. Dio ci ha mostrato la prova di questo nel Vecchio Testamento attraverso Mosè. 
Per salvare il popolo d’Israele, Dio parlò a Mosè e gli disse di portare il Suo popolo fuori dall’Egitto. Così Mosè, con il permesso del suo suocero Jethro, lasciò la terra di Midian e si diresse in Egitto con sua moglie e i figli. Quando mise la sua famiglia su un asino, il Signore lo visitò al suo campo e cercò di ucciderlo. 
Ma la sua saggia moglie Zippora conosceva il motivo. Ella prese una selce tagliente e recise il prepuzio di suo figlio e lo gettò ai piedi di Mosè e disse: “Tu sei per me uno sposo di sangue!” Così Dio lo lasciò andare. 
Questo fu il Suo modo di dire che avrebbe sicuramente ucciso chiunque, persino il figlio di Mosè, se non era circonciso. Per il popolo di Israele, la circoncisione era il segno del patto di Dio. Essi sapevano che Dio avrebbe sicuramente reciso chiunque dal Suo popolo, perfino il figlio della loro guida, se fosse rimasto non circonciso. Pertanto, per evitare di recidere suo figlio, Dio aveva avvisato Mosè in quel modo. 
La Bibbia dice che il motivo per cui Zippora recise il prepuzio di suo figlio e lo gettò ai piedi di Mosè dicendo “Tu sei uno sposo di sangue!” fu per accogliere la richiesta della circoncisione fatta da Dio (Esodo 4:26). 
Chi non era circonciso tra gli Israeliti doveva essere reciso dal suo popolo. Solo a quelli che erano circoncisi era consentito di mangiare la carne dell’agnello della Pasqua e di unirsi al servizio come popolo di Dio. 
L’apostolo Paolo era un ebreo. Egli fu circonciso 8 giorni dopo la sua nascita, studiò sotto il Grande rabbino, Gamaliele, e comprese esattamente perché Gesù Cristo fu battezzato al Giordano e perché dovette essere crocifisso. Così l’apostolo Paolo scrisse del battesimo di Gesù in tutte le sue Epistole.
L’apostolo Paolo parlava anche spesso del sangue di Gesù come completamento della nostra salvezza. Il sangue era solo lo stadio finale della Sua redenzione mentre la vera circoncisione spirituale era il battesimo di Gesù. È inutile sottolineare il sangue di Gesù senza il Suo battesimo. 
L’apostolo Paolo parlava spesso della Croce di Gesù direttamente. Perché? Perché essa è la prova finale della nostra salvezza. Se Gesù avesse preso tutti i peccati del mondo su di Sé ma non avesse sanguinato sulla Croce per ricevere il giudizio per noi, non saremmo stati completamente salvati. È per questo che l’apostolo Paolo parlava della Croce così spesso. La Croce è il passo finale nella nostra salvezza. 
Se la verità della salvezza fosse stata tramandata fino a questa generazione senza distorsioni, ci sarebbero state ora molte più persone senza peccato. Ma purtroppo, la verità si è perduta col tempo e molte persone conoscono solo la Croce senza rendersi conto del vero significato del Suo battesimo. 
Poiché essi hanno fede solo nel guscio vuoto del vangelo, essi rimarranno peccatori per quanti anni possano credere fervidamente in Gesù. Saranno ancora peccatori dopo 10 anni, perfino dopo 50 anni di vita religiosa.
 

LA MIA TESTIMONIANZA 
 
Dio considera giusti i peccatori?
No. Egli è giusto. I giusti sono quelli che sono liberi dal peccato, avendo passato tutti i loro peccati su Gesù attraverso il Suo battesimo.
 
Io iniziai a credere in Gesù quando avevo 20 anni. Prima di allora, non avevo idea di quanti peccati avessi commesso nella mia durata perché non conoscevo la legge di Dio. Io avevo vissuto a modo mio senza neanche conoscere Dio fino ad allora. 
Poi mi ammalai. Ero così malato che pensavo che sarei morto. Così, decisi che avrei dovuto almeno essere redento da tutti i miei peccati prima di morire. Poiché avevo sentito che Gesù morì per i peccatori come me, decisi di credere in Lui. All’inizio, ero così pieno di gioia e gratitudine. 
Ma questo sentimento iniziò a svanire dopo un po’. Dopo pochi anni, non potevo non commettere nuovi peccati ogni giorno. Io diventavo un peccatore sempre di più. Dopo 10 anni, ero ancora un peccatore, persino peggiore di prima. Credevo in Gesù da 10 anni, e il fatto che fossi un peccatore non cambiava mai. Ero sia un credente che un peccatore. 
Anche se cantavo: “♪Piangere non mi salverà! Anche se il mio volto fosse bagnato di lacrime, questo non potrebbe placare le mie paure, non potrei lavare il peccato di anni! Piangere non mi salverà!♪” gridavo ogni volta che peccavo. 
“Mio Dio, perdonami per quest’ultimo peccato. Perdonami questo una volta, e non peccherò mai più.” Dopo aver peccato, pregavo per tre giorni. Mi chiudevo in un angolo e pregavo mentre digiunavo per tre giorni. Poiché la mia coscienza era così pesante, piangevo e chiedevo il perdono di Dio. Il terzo giorno, mi sentivo meglio e pensavo di poter essere riammesso alla Sua presenza.
“Di nuovo, ho mondato i miei peccati. Alleluia!” Così uscivo e vivevo diligentemente per un po’. Ma presto peccavo di nuovo e la mia disperazione cresceva. Ripetevo continuamente questo tetro processo. Mi sentivo benissimo a credere in Gesù all’inizio, ma da più tempo credevo, più i miei peccati si accumulavano come la polvere in una stanza non utilizzata. 
Dopo 10 anni, ero diventato un peccatore peggiore di quando avevo iniziato. “Perché ho creduto in Gesù così presto nella mia vita? Sarebbe stato molto più facile credere in Gesù se avessi aspettato fino a 80 anni, poco prima di morire. Allora, non sarei stato consapevole del peccato e non avrei avuto bisogno di pentirmi ogni giorno.” Io pensavo che dovevo vivere secondo la Volontà di Dio, ma era impossibile. Mi sentivo impazzire!
Iniziai a cercare e a cercare ancora Dio. trascorsi molto tempo a studiare teologia ma dopo pochi anni, il mio cuore divenne perfino più arido. Prima di iniziare a leggere libri sulle teorie religiose, dicevo che volevo vivere come San Damiano, senza mai dormire comodamente in un letto caldo. Avevo fatto voto che non mi sarei mai cullato, dedicandomi invece completamente ai bisognosi. 
Quando lessi la vita di questo santo, feci voto di vivere proprio come lui. Cercai di fare una vita ascetica per me stesso. Mi inginocchiavo sui pavimenti in duro cemento e pregavo per ore ogni volta. Allora, sentivo che le mie preghiere avevano maggior significato e in seguito mi sentivo meglio. 
Ma dopo 10 anni, non lo sopportavo più. Così pregai Dio. “Mio Dio nel cielo, ti prego, salvami. Io credo in Te con tutto il mio cuore. Io so che non avrei cambiato la mia devozione a Te neanche se qualcuno mi avesse messo un coltello alla gola. Ma anche se credo in Te con tutto il mio cuore, perché mi sento ancora vuoto internamente? Perché sono così frustrato? Perché sto diventando un peccatore peggiore che mai? Io non ho mai pensato tanto al peccato prima. Io sono giunto a credere in Te e ora mi chiedo perché sono diventato tanto peggiore dopo anni che ho fede in Te. Cosa mi succede?” 
Allora giunsi a conoscere la ragione. Io credevo in Dio senza essere salvato dai miei peccati. Io non conoscevo la verità a quel tempo, ed era sufficiente per farmi impazzire. 
Con il peccato nel mio cuore, come potevo parlare ad altri della redenzione della grazia di Dio? Come potevo dire ad altri di credere in Gesù? Continuavo a pregare. “Mio Dio, presto prenderò la laurea al seminario e sarò ordinato ministro. Ma se divento ministro nel peccato, come potrò parlare ai peccatori della redenzione? Io stesso sono un peccatore e quando leggo le Epistole dell’apostolo Paolo scopro che se uno non ha lo Spirito di Cristo, non è figlio di Dio. Ma per quanto ardentemente io cerchi, lo Spirito non è in me. Sentivo che c’era all’inizio, ma è scomparso. Cos’è successo? Dimmi perché, Signore.” 
Di fatto, il motivo era che avevo ingannato me stesso pensando di essere stato redento mediante la semplice fede in Gesù. Io agonizzai su questo pensiero per molto tempo. 
Dio promise di mostraSi a quelli che Lo cercano ardentemente. Infine Egli mi venne incontro nella Sua verità. Io ero ancora 10 anni dopo aver iniziato a credere in Gesù, ma quando imparai il segreto del battesimo di Gesù e del Suo sangue, quando scoprii il significato della circoncisione nel Vecchio Testamento e la circoncisione spirituale nel Nuovo Testamento, quando mi resi conto e credetti nel segreto della salvezza attraverso il battesimo di Cristo, tutte le mie sofferenze finirono. La mia anima divenne bianca come neve. 
Sarà lo stesso per voi. Se crederete nel Vangelo del battesimo di Gesù e del Suo sangue, anche voi diventerete senza peccato. Potrete essere ancora incompleti, ma sarete giusti. Quando accoglierete questa verità nei vostri cuori e la renderete nota ad altri, anch’essi saranno salvati e loderanno Dio, gridando “Alleluia!” 
Voglio congratularmi con tutti i fratelli e le sorelle che sono stati redenti. Io lodo Gesù per averci salvati da tutti i nostri peccati. Alleluia! Noi siamo stati felicemente redenti da tutti i nostri peccati. 
È una tale benedizione che non siamo in grado di esprimere tutta la nostra felicità con semplici parole. Cantiamo insieme una canzone. “♫ Il suo nome è diventato un segreto, perché non abbiamo ancora proclamato i segreti di ogni creatura. Egli fu gettato via come le pietre che i muratori scartavano, ma il Suo nome divenne come i gioielli più preziosi nel mio cuore ♫”
 

IL BATTESIMO DI GESÙ E IL SUO SANGUE È PIÙ CHE SUFFICIENTE PER SALVARE TUTTI I PECCATORI DAI LORO PECCATI
 
Cosa toglie ogni peccato dai nostri cuori?
Il battesimo di Gesù
 
Gesù Cristo mondò tutti i peccati del mondo attraverso il Suo battesimo e sangue. Egli ci circoncise spiritualmente e fece di noi il Suo popolo. Egli è il Dio dei rinati.
Esiste sempre il giudizio per il peccato. Ma Gesù fu battezzato e giudicato sulla Croce per salvarci. Con il Suo sangue, Egli salvò noi tutti e resuscitò il terzo giorno. Fu Dio Padre che sollevò Gesù dai morti. 
La vita di Gesù è la nostra vita e il contrassegno della nostra esistenza come figli di Dio. Il Suo battesimo tolse tutti i nostri peccati e il sangue prezioso di Gesù sulla Croce è la prova che Egli portò il giudizio al posto nostro. 
Cari amici, voi avete questa prova del battesimo di Gesù e del Suo sangue nel vostro cuore? Ve lo chiedo di nuovo. La nostra salvezza viene solo attraverso il sangue di Gesù? No. Essa viene attraverso il battesimo di Gesù e il Suo sangue insieme.
 

CHI È ERETICO? 
 
Chi è un eretico?
Chi condanna se stesso non credendo nel battesimo di Gesù
 
Cari amici, siete ancora peccatori nonostante aver confessato la vostra fede in Gesù ogni giorno della vostra vita? Se siete peccatori anche se credete in Gesù, allora siete eretici. L’eresia è non credere nella verità di Dio. Tito 3:10 parla dell’eresia: “Dopo una o due ammonizioni stà lontano da chi è fazioso, ben sapendo che è gente ormai fuori strada e che continua a peccare condannandosi da se stessa.” 
Una persona che si auto-condanna dice: “Mio Dio! Io sono un peccatore. Io credo in Te, ma sono ancora un peccatore. Non importa quello che dicono gli altri, io sono un peccatore e so che questa è la verità.” 
Dio gli dice: “Sei ancora un peccatore e non ancora un Mio figlio? Allora, tu sei un eretico, e sarai gettato nei fuochi dell’inferno.” 
Se tu credi in Gesù senza credere nel Vangelo del battesimo di Gesù nel tuo cuore, se condanni te stesso come peccatore e confessi a Dio che il tuo spirito è nel peccato, allora sei un eretico davanti a Dio. 
 

CHI SONO I GIUSTI CREDENTI?
 
Qual è il testimone di Dio sulla salvezza?
L’acqua, il sangue, e lo Spirito
 
Tutti quelli che credono nel vangelo del battesimo di Gesù e del Suo sangue, tutti quelli che sono diventati il popolo di Dio, e tutti quelli che hanno avuto i loro peccati mondati sono i giusti. Come puoi essere ancora un peccatore se credi in Gesù? Un peccatore non può entrare nel regno di Dio. 
Quelli che divennero giusti credendo in Gesù hanno la testimonianza di Dio nei loro cuori. La testimonianza è il battesimo di Gesù e il Suo sangue. Quest’opera di salvezza è ciò che Gesù Cristo fece in questo mondo.
Pertanto, chi rifiuta di credere nel vangelo del battesimo attraverso cui Gesù tolse tutti i nostri peccati sarà reciso da Dio. 
Cari fratelli e sorelle nella fede, accettate nei vostri cuori il vangelo che la salvezza dei peccatori non è solo del sangue di Gesù, ma anche dell’acqua che è il battesimo di Gesù? 
Chi crede nell’opera che Gesù compì in questo mondo, e chi accetta l’acqua, il sangue, e lo Spirito, sarà salvato da ogni peccato. Questa è la verità e la saggezza del vangelo dell’acqua, del sangue, e dello Spirito. 
Gesù ci mondò completamente da ogni peccato attraverso il Suo battesimo così che tutta l’umanità potesse essere salvata attraverso Lui. Ora, se tu credi veramente in Gesù, non è possibile per te essere un peccatore. 
Gesù ci resuscitò dai morti. Egli salvò tutte le anime che erano disperse e diventate lontane da Dio per via dell’inganno del diavolo. Gesù vuole trovare tutte le anime perse. Dio opera attraverso Gesù con il vangelo dell’acqua, del sangue, e dello Spirito. Egli ci ha chiamati e noi possiamo ora essere redenti e salvati da Lui. 
Credete? Vi sto dicendo che la salvezza non viene solo dal sangue, ma sia dal battesimo di Gesù che dal Suo sangue sulla Croce. Quelli che dicono di essere stati salvati solo dal sangue devono riconoscere di essere nel peccato nei loro cuori. 
Tutti noi pensavamo che era sufficiente per la nostra salvezza credere nel sangue di Gesù. Prima lo pensavamo, ma ora dobbiamo renderci conto che non è sufficiente. Noi siamo stati salvati e siamo rinati credendo in Gesù Cristo, che venne d’acqua, di sangue, e di Spirito. 
Ogni peccatore può rinascere attraverso la fede nel battesimo di Gesù e nel Suo sangue (1 Giovanni 5:5-10). 
Lodiamo Dio. Alleluia!