Sermoni

Subject 3 : Il Vangelo dell’acqua e dello Spirito

[3-8] (Matteo 3:13-17) Il Battesimo di Gesù è il Processo Indispensabile per la Redenzione

(Matteo 3:13-17)
“In quel tempo Gesù dalla Galilea andò al Giordano da Giovanni per farsi battezzare da lui. Giovanni però voleva impedirglielo, dicendo: ‘Io ho bisogno di essere battezzato da te e tu vieni da me?’ Ma Gesù gli disse: ‘Lascia fare per ora, poiché conviene che così adempiamo ogni giustizia.’ Allora Giovanni acconsenti. Appena battezzato, Gesù uscì dall’acqua: ed ecco, si aprirono i cieli ed egli vide lo Spirito di Dio scendere come una colomba e venire su di lui. Ed ecco una voce dal cielo che disse: ‘Questi è il Figlio mio prediletto, nel quale mi sono compiaciuto.’”
 
 
IL BATTESIMO DI GIOVANNI BATTISTA
 
Cos’è il pentimento?
Tornare indietro dalla vita peccaminosa e credere in Gesù per essere santificati.

Tante persone nel mondo non sanno perché Gesù venne in questo mondo e fu battezzato da Giovanni Battista. Pertanto parliamo dello scopo del battesimo di Gesù e di Giovanni Battista che Lo battezzò. 
Prima, dobbiamo pensare a cosa condusse Giovanni Battista a battezzare la gente al Giordano. È spiegato in Matteo 3:1-12 che Giovanni Battista battezzava le persone per riportarle a Dio dai peccati mediante la confessione dei loro peccati. 
“Io vi battezzo con acqua per la conversione” (versetto 11), e “Voce di uno che grida nel deserto: ‘Preparate la via del Signore, raddrizzate i suoi sentieri!’” (versetto 3) Giovanni Battista, vestito di crine di cammello e portando un pugno di locuste, gridava nel deserto, predicando un battesimo di pentimento per il perdono dei peccati.
Egli gridava alle persone: “Pentitevi, il Salvatore dell’umanità sta arrivando; preparate la via per Lui, raddrizzate il Suo percorso di salvezza. Smettete di adorare gli déi dei Gentili e ricevere il Signore nel vostro cuore.” 
Smettere cosa? Di adorare idoli e altre cattive azioni della vita peccaminosa. Allora cosa dobbiamo fare? Noi dobbiamo essere battezzati in Gesù per essere santificati. Giovanni Battista gridava nel deserto: “Fatevi battezzare da me. Mondatevi dai vostri peccati. Il Salvatore, il vostro Messia, sta venendo in questo mondo. Egli toglierà tutti i vostri peccati come l’agnello sacrificale del Vecchio Testamento e monderà tutti i vostri peccati.” 
Nel Vecchio Testamento, i peccati giornalieri venivano passati sul sacrificio espiatorio mediante l’imposizione delle mani. Anche i peccati dell’anno di tutto Israele venivano passati sulla capra dall’alto sacerdote il Giorno dell’Espiazione, che cadeva il decimo giorno del settimo mese di ogni anno (Levitico 16:29-31). 
Nello stesso modo, i peccati dell’umanità dovevano essere passati su Gesù attraverso il Suo battesimo tutti in una volta in modo da poter essere cancellati attraverso Lui. Così Giovanni spingeva le persone a tornare a Gesù e a farsi battezzare da Lui.
L’importanza primaria del battesimo effettuato da Giovanni Battista era il pentimento, che riportava il popolo di Israele a Gesù che doveva venire successivamente. Pentimento significa tornare indietro dalla vita peccaminosa e credere nel Messia per essere perdonati per tutti i peccati. 
Il popolo d’Israele poteva essere redento sperando nel Messia che doveva venire successivamente per mondare tutti i loro peccati. In maniera simile, noi siamo redenti credendo in Gesù, che scese dal cielo 2000 anni fa e mondò tutti i peccati del mondo. Ma gli Israeliti nel Vecchio Testamento abbandonarono la legge di Dio, offrirono i sacrifici sbagliati e dimenticarono il Messia.
Poiché Giovanni Battista doveva ricordare loro la legge di Dio e del Messia che sarebbe venuto successivamente, egli iniziò a battezzare il popolo e alla fine battezzò Gesù al Giordano.
Molti vennero da Giovanni e furono battezzati, pentendosi per aver adorato idoli e abbandonando la legge di Dio. Ci sono tre elementi indispensabili nel sacrificio legittimo―un animale vivo, l’imposizione delle mani, e il suo sangue. Tutti gli uomini del mondo sono salvati credendo in Gesù.
Quando i Farisei e i Sadducei vennero a farsi battezzare, Giovanni gridò loro, “Razza di vipere! Chi vi ha suggerito di sottrarvi all’ira imminente? Fate dunque frutti degni di conversione, e non crediate di poter dire fra voi: Abbiamo Abramo per padre” (Matteo 3:7-9).
Questi Farisei e Sadducei, gruppi di politici e adoratori di idoli, pensavano di essere il popolo di Dio nonostante il fatto che non credevano alla parola di Dio. Essi credevano in altri dei e nei loro pensieri. 
Quando essi vennero da Giovanni Battista per essere battezzati, egli disse loro: “Non dovete offrire sacrifici sbagliati ma allontanarvi dal peccato e credere davvero che il Messia verrà a mondare i vostri peccati. Voi dovete credere questo nei vostri cuori.” 
Pentirsi è tornare indietro dal sentiero sbagliato. Il vero pentimento è allontanarsi dal peccato e dalle false credenze e ritornare a Gesù. È credere nella redenzione del Suo battesimo e del Suo giudizio sulla Croce. 
In tal modo, Giovanni Battista gridava al popolo d’Israele, che aveva abbandonato la legge di Dio e il sistema sacrificale, per convincerli a ritornare a Dio. Era il ruolo di Giovanni Battista riportare il popolo a Gesù in modo che essi credessero in Lui e fossero salvati da tutti i loro peccati. 
 
 
CREDETE NELLA REDENZIONE ATTRAVERSO IL BATTESIMO DI GESÙ?
 
Cosa devono fare tutti gli uomini davanti a Gesù?
Devono credere in Lui per essere salvati da tutti i loro peccati.

La prima cosa che Gesù fece nel Suo pubblico ministero fu essere battezzato da Giovanni Battista. Tutti i peccati del mondo furono passati su di Lui in questo modo.
Così il battesimo di Gesù fu l’inizio della salvezza dell’umanità da parte di Dio e anche il giusto atto di Gesù che mondò tutti i peccati del mondo. Dio redime tutti quelli che credono nella verità che Gesù tolse tutti i peccati del mondo attraverso il Suo battesimo. 
Quando Gesù venne in questo mondo e fu battezzato da Giovanni Battista, iniziò il vangelo del regno del cielo. I cieli si aprirono con il Suo battesimo e come descritto in Matteo 3:15, fu esattamente come il sacrificio di espiazione descritto in Levitico 1:1-5, 4:27-31 nel Vecchio Testamento. 
Tutto nel Vecchio Testamento ha una corrispondenza nel Nuovo Testamento e viceversa. “Cercate nel libro del Signore e leggete: nessuno di essi vi manca” (Isaia 34:16). 
 
 
SIA IL VECCHIO CHE IL NUOVO TESTAMENTO PARLANO DELL’ESPIAZIONE DEI PECCATI DI TUTTI GLI UOMINI
 
Dobbiamo pentirci per i nostri peccati quotidiani ogni giorno?
No. Il vero pentimento è ammettere tutti i propri peccati e rivolgere la propria mente al battesimo di Gesù per ottenere la redenzione.

Nel Vecchio Testamento, i peccati del giorno venivano passati sul sacrificio espiatorio mediante l’imposizione delle mani. L’offerta poi sanguinava ed era giudicata invece del peccatore. E anche i peccati accumulati dell’anno intero venivano passati su un sacrificio espiatorio mediante l’imposizione delle mani, in modo che tutto il popolo potesse essere perdonato per i peccati di un anno. 
Nel Nuovo Testamento, esattamente nello stesso modo, Gesù Cristo venne e fu battezzato al Giordano per togliere tutti i peccati dell’umanità. In tal modo la parola di Dio profetizzata nel Vecchio Testamento era adempiuta.
Giovanni Battista, che battezzò Gesù, era un servo di Dio che fu inviato 6 mesi prima di Gesù. Egli testimoniò che Gesù tolse tutti i peccati del mondo, dicendo in Giovanni 1:29. “Ecco l’agnello di Dio che toglie i peccati del mondo!” 
Giovanni Battista passò a Gesù tutti i peccati dell’umanità battezzandoLo al Giordano. In questo modo, il Signore fece l’espiazione per tutti i peccati dell’umanità. Tutto ciò che dobbiamo fare ora è credere. 
Tutti i peccati del mondo furono passati su Gesù. I discepoli di Gesù dissero in Atti 3:19: “Pentitevi dunque e cambiate vita, perché siano cancellati i vostri peccati e così possano giungere i tempi della consolazione da parte del Signore.” 
Essi ci spingevano a comprendere perché Giovanni Battista battezzò Gesù, perché disse al popolo di seguirLo. Egli disse: “Pentitevi e convertitevi. Credete nella redenzione del battesimo di Gesù. Mondatevi dai vostri peccati”.
Il Messia venne e mondò i nostri peccati tutti in una volta facendosi battezzare. Tutti i peccati del mondo furono passati su Gesù in questo modo. In tal modo l’Alleanza di Dio fu adempiuta con il battesimo di Gesù, come è riferito in Matteo 3:13-17. 
“In quel tempo Gesù dalla Galilea andò al Giordano da Giovanni per farsi battezzare da lui. Giovanni però voleva impedirglielo, dicendo: ‘Io ho bisogno di essere battezzato da te e tu vieni da me?’ Ma Gesù gli disse: ‘Lascia fare per ora, poiché conviene che così adempiamo ogni giustizia.’ Allora Giovanni acconsentì. Appena battezzato, Gesù uscì dall’acqua: ed ecco, si aprirono i cieli ed egli vide lo Spirito di Dio scendere come una colomba e venire su di lui. Ed ecco una voce dal cielo che disse: ‘Questi è il Figlio mio prediletto, nel quale mi sono compiaciuto.’”
Per adempiere la salvezza di Dio, Gesù venne da Giovanni per essere battezzato. Giovanni Battista era un servo speciale di Dio. Luca capitolo 1 dice che Giovanni era un discendente di Aronne, il primo alto sacerdote. Dio aveva scelto Giovanni, discendente di Aronne, perché voleva che il rappresentante di tutta l’umanità adempisse ogni giustizia. 
Così, Dio fece nascere Giovanni nella casa dell’alto sacerdote 6 mesi prima della nascita di Gesù. Giovanni Battista preparò la via per Gesù gridando nel deserto: “Pentitevi, razza di vipere! Pentitevi e convertitevi. Il Messia verrà. Convertitevi a Lui, o vi reciderà e getterà nel fuoco. Credete nel Suo battesimo e nel Suo sangue sulla Croce. Pentitevi e battezzatevi, allora sarete redenti.” 
Il vangelo della redenzione è descritto chiaramente in Atti 3:19. Quando Giovanni Battista gridò sui peccati dell’umanità, molti si convertirono. 
Poiché Giovanni passò i peccati del mondo su Gesù, tutti i peccati dell’umanità furono cancellati in una volta. Poiché Giovanni Battista testimoniò che Gesù tolse tutti i nostri peccati, noi sappiamo che possiamo essere salvati credendo nel vangelo della redenzione, il vangelo dell’acqua e del sangue.
 
 
IL MOTIVO PER CUI GIOVANNI BATTISTA DOVETTE VENIRE PRIMA DI GESÙ
 
Quali sono i significati di “Poiché in questo modo?”
1. il più appropriato 2. il più conveniente 3. necessariamente solo in questo modo (non c’è altro modo)

Quelli i cui peccati furono mondati credendo in Gesù, il Salvatore, possono confermare la loro salvezza attraverso la testimonianza di Matteo al vangelo del battesimo di Gesù. In Matteo 3:15-16, Gesù andò da Giovanni e disse: “Battezzami.” E Giovanni rispose: “Io ho bisogno di essere battezzato da te e tu vieni da me?”
Fu Giovanni Battista che battezzò Gesù, riconoscendo chi era. Giovanni era il servo di Dio che fu mandato per passare tutti i peccati dell’umanità su Gesù. Poiché Gesù venne come il Salvatore per adempiere la profezia del Vecchio Testamento, Egli comandò a Giovanni Battista di battezzarLo per prendere tutti i peccati del mondo sulla Sua testa. 
Perché? Perché Gesù è il figlio di Dio Onnipotente, il Creatore, e il Salvatore. Egli venne a noi per mondare tutti i nostri peccati. Perciò, per salvare tutto il popolo, Egli dovette essere battezzato.
“Poiché in questo modo” Gesù fu battezzato da Giovanni Battista e mondò tutti i nostri peccati. Egli fu giudicato per conto nostro sulla Croce. Il battesimo di Gesù fu la testimonianza della nostra salvezza. Poiché Dio aveva promesso nel Vecchio Testamento che tutti i peccati sarebbero stati passati su un Agnello sacrificale, il Figlio di Dio divenne l’Agnello e perse tutti i nostri peccati su di Sé. 
Così sia l’imposizione delle mani nel Vecchio Testamento e il battesimo di Gesù nel Nuovo Testamento sono il passaggio dei peccati, e la salvezza e la vita eterna è data a quelli che credono nel vangelo dell’acqua e dello Spirito. 
 
 
IL BATTESIMO DI GESÙ MONDÒ TUTTI I NOSTRI PECCATI
 
Come possiamo rivestirci di Cristo?
Essendo battezzati in Cristo

Quando Gesù volle essere battezzato, Giovanni Battista cerco di impedirglieLo, dicendo: “Io ho bisogno di essere battezzato da te e tu vieni da me?”
Ma Gesù rispose dicendo: ‘Lascia fare per ora, poiché conviene che così adempiamo ogni giustizia.’ Lascia fare per ora. Lascia fare. Egli disse a Giovanni, “Tu devi passare i peccati di tutto il popolo su di Me in odo che io possa portare a Me tutti quelli che credono nel vangelo dell’acqua della redenzione. Io sarò poi giudicato per tutti i loro peccati in modo che tutti quelli che credono nel Mio battesimo siano redenti da tutti i loro peccati. Passa su di Me i peccati del mondo attraverso il battesimo in modo che tutti quelli che verranno dopo siano redenti dai loro peccati tutto in una volta. Pertanto lascia fare per ora”.
Gesù fu battezzato da Giovanni Battista e il battesimo di Gesù fu secondo la giusta legge della redenzione di Dio. Poiché tutti i peccati furono passati su Gesù quando Egli fu battezzato, noi possiamo essere redenti tutto in una volta quando crediamo in Gesù e siamo battezzati. Poiché Egli prese tutti i nostri peccati attraverso l’imposizione delle mani, morì sulla Croce per conto nostro e ora siede alla destra di Dio, noi possiamo essere salvati credendo nella redenzione dell’acqua e dello Spirito. 
Egli è Gesù, che ci salvò da tutti i peccati del mondo. Noi possiamo essere salvati credendo che Gesù tolse tutti i nostri peccati e pagò il salario di tutti i nostri peccati sulla Croce. Il Battesimo di Gesù fu l’inizio del vangelo della redenzione. 
Il battesimo della redenzione è menzionato spesso nella Bibbia e l’apostolo Paolo dice anche in Galati che egli fu crocifisso con Cristo perché fu battezzato in Cristo e messo su Cristo. L’apostolo Paolo parla della sua fede nella redenzione attraverso il battesimo di Gesù e la Sua morte sulla Croce. 
 
 
“LASCIA FARE PER ORA”
 
Qual era il ruolo di Giovanni Battista?
Il suo ruolo era passare tutti i peccati del mondo su Gesù come alto sacerdote di tutta l’umanità.

Gesù disse: “Poiché conviene che così adempiamo ogni giustizia”. Ogni giustizia significa cancellare tutti i peccati attraverso il Suo battesimo e rendere tutti gli uomini senza peccato nei loro cuori. “Allora Giovanni acconsenti.” Gesù fu battezzato al Giordano.
Proprio come l’alto sacerdote poneva le mani sulla testa di una capra, Giovanni Battista pose le sue mani sulla testa di Gesù e passò tutti i peccati del mondo su di Lui. Giovanni Battista fu l’alto sacerdote il cui compito era di passare tutti i peccati del mondo su Gesù come rappresentante dell’umanità. “Dio, io passo tutti i peccati del mondo sul Tuo Agnello, Gesù.” In tal modo tutti i peccati dell’umanità furono passati su Gesù.
Giovanni Battista pose le mani sulla testa di Gesù, Lo immerse nell’acqua, e tolse le sue mani quando Gesù emerse dall’acqua. Il battesimo di Gesù rese possibile la giusta salvezza. In tal modo Gesù salvò tutta l’umanità che crede nel Suo battesimo. 
 
 
I CIELI SI APRIRONO E UNA VOCE VENNE DAL CIELO
 
Da quando fu aperto il regno del cielo?
Dai giorni di Giovanni Battista (Matteo 11:12)

“Appena battezzato, Gesù uscì dall’acqua: ed ecco, si aprirono i cieli ed egli vide lo Spirito di Dio scendere come una colomba e venire su di lui. Ed ecco una voce dal cielo che disse: ‘Questi è il Figlio mio prediletto, nel quale mi sono compiaciuto.’” (Matteo 3:16-17).
Quando Gesù tolse tutti i peccati del mondo con il Suo battesimo, i cieli si aprirono a Lui. In tal modo l’alleanza di Dio che era stata fatta molte migliaia di anni prima fu adempiuta attraverso il battesimo di Gesù al Giordano. 
In tal modo Gesù, come Agnello di Dio, salvò tutti gli uomini del mondo dai loro peccati. Tutti i peccati del mondo furono passati su Gesù ed Egli adempì la volontà di Dio.
È testimoniato in Giovanni 1:29, “Ecco l’agnello di Dio che toglie i peccati del mondo!” Poiché tutti i peccati furono passati su Gesù, l’agnello di Dio, Egli camminò verso la Croce al Golgota dopo tre anni con quel peso sulle Sue spalle. Dopo aver preso tutti i peccati con il Suo battesimo, dovunque andasse, diceva a quelli che Lo accoglievano con fede che tutti i loro peccati erano perdonati. 
In Giovanni 8:11, Egli disse alla donna che era stata presa nell’atto di compiere adulterio, “Neanch’io ti condanno.” Egli non poteva condannarla perché Colui che doveva essere giudicato era Gesù Stesso, che aveva preso ogni peccato. In tal modo Egli disse a tutti che era il Salvatore dei peccatori. 
Poiché Egli, figlio di Dio, tolse tutti i nostri peccati, ogni credente nel mondo può santificarsi. I cieli si aprirono quando Egli fu battezzato. Le porte del regno del cielo si aprirono e chiunque crede nel battesimo di Gesù può entrare liberamente.
 
 
GESÙ FU CROCIFISSO DOPO AVER TOLTO TUTTI I PECCATI DEL MONDO ATTRAVERSO IL SUO BATTESIMO
 
In che modo Gesù schiacciò la testa di Satana?
Resuscitando dai morti dopo aver accettato il giudizio per tutti i nostri peccati

Poiché tutti i peccati furono passati sulla Sua testa, Gesù dovette essere giudicato sulla Croce. Egli era profondamente rattristato e angosciato quando pensava all’agonia che avrebbe sofferto sulla Croce. Egli pregò finché il Suo sudore si trasformò in grandi gocce di sangue. Quando andò con i Suoi discepoli a un luogo chiamato Gethsemani, Egli gridò:“Padre mio, se è possibile, passi da me questo calice!” (Matteo 26:39). “Io sono stato battezzato e presi tutti i peccati del mondo, ma non farMi morire per questo.” Ma Dio no rispose. 
Il Giorno dell’Espiazione nel Vecchio Testamento, il sacrificio espiatorio doveva essere ucciso in modo che il suo sangue potesse essere asperso davanti al coperchio dall’alto sacerdote. Nello stesso modo, Gesù dovette essere crocifisso e Dio decise che non poteva fare in nessun altro modo. 
L’altare è il giudizio di Dio e il sangue del sacrificio espiatorio è la vita. Aspergere il sangue sette volte davanti e di fronte al coperchio significa che ogni giudizio viene passato (Levitico 16:1-22). 
Gesù pregò Dio di far passare da Lui il calice. Ma Suo Padre no lo consentì e Gesù disse infine: “Non come voglio io, ma come vuoi Tu” (Matteo 26:39). Egli pregò Dio di fare come riteneva opportuno. Egli finì di pregare e seguì la volontà di Suo Padre. 
Gesù rinunciò alla Sua volontà e obbedì a Suo Padre. Perché? Perché se non fosse stato giudicato dopo aver tolto tutti i peccati del mondo, la salvezza non sarebbe stata completata. Egli fu crocifisso perché tolse tutti i peccati dell’umanità attraverso il Suo battesimo. “Perché il salario del peccato è la morte; ma il dono di Dio è la vita eterna in Cristo Gesù nostro Signore” (Romani 6:23).
Dio adempì l’Alleanza che diceva che Egli avrebbe inviato il Salvatore e salvato l’umanità attraverso l’imposizione delle mani, il battesimo di Gesù. Gesù obbedì alla volontà di Dio e accettò il giudizio per noi. 
Fu anche l’adempimento della profezia in Genesi 3:15, “Io porrò inimicizia tra te e la donna, tra la tua stirpe e la sua stirpe: questa ti schiaccerà la testa e tu le insidierai il calcagno.” Dio promise ad Adamo di inviare il Messia, della progenie di Eva, e che avrebbe vinto la potenza di Satana che rendeva l’uomo peccatore e lo faceva andare all’inferno.
Quando noi conosciamo e crediamo nel battesimo di Gesù e nella Sua morte sulla Croce, tutti i nostri peccati sono mondati e noi siamo salvati dal giudizio.
Noi dobbiamo avere una solida fede nei nostri cuori quando consideriamo il battesimo di Gesù e il Suo sangue sulla Croce. Credete nei vostri cuori, e allora sarete salvati. 
 
 
IL BATTESIMO DI GESÙ È L’INIZIO DEL VANGELO CELESTE
 
Quale fu l’ultimo comandamento del Signore prima di salire al cielo?
Egli commandò ai Suoi discepoli di fare discepoli in tutte le nazioni battezzando nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

Il battesimo di Gesù fu l’inizio del vangelo, ed Egli salvò tutti i peccatori con il Suo battesimo e sangue. In Matteo 28:19, è riportato: “Andate dunque e ammaestrate tutte le nazioni, battezzandole nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito santo.” Gesù disse ai Suoi discepoli di testimoniare che il Padre e il Figlio e lo Santo Spirito avevano salvato tutta l’umanità dai suoi peccati e li aveva mondati tutti attraverso il Suo battesimo e il Suo sangue.
Gesù diede loro il potere di fare discepoli in tutte le nazioni, di insegnare loro riguardo al battesimo di Gesù, il battesimo della redenzione, il battesimo che mondava tutti i peccati del mondo. 
Circa 2000 anni fa, Gesù venne sulla terra nella carne e fu battezzato da Giovanni Battista. Con il battesimo di Gesù, tutti i peccati del mondo, inclusi tutti i nostri peccati, furono passati su di Lui. 
Quanti peccati furono passati su di Lui? E i peccati di domani? Egli ci dice che perfino i peccati di domani furono passati su di Lui. I peccati dei nostri figli, quelli di tutte le generazioni, passati, presenti e futuri, perfino quelli di Adamo furono passati su Gesù. 
Come è possibile che non ci sia il peccato? Come possiamo essere senza peccato? Poiché Gesù tolse tutti i nostri peccati e tutti i peccati del mondo con il Suo battesimo in modo che tutti i credenti potessero liberarsi dal peccato e ottenere l’accesso al Regno del cielo. 
“Ma chi opera la verità viene alla luce, perché appaia chiaramente che le sue opere sono state fatte in Dio” (Giovanni 3:21). 
Gesù mondò tutti i nostri peccati con il Suo battesimo, il Suo sangue sulla Croce, la Sua morte, e la Sua resurrezione. Pertanto credere nel Suo battesimo e nella Sua morte sulla Croce è essere salvati da ogni peccato. Questa è la fede della redenzione. 
Quando crediamo nel battesimo e nel sangue di Cristo, noi siamo salvati. Quando crediamo in Gesù correttamente, siamo giusti o peccatori? Noi siamo giusti. Noi siamo senza peccato anche se siamo esseri incompleti? Sì, siamo senza peccato. Credere nel battesimo di Gesù e nel giudizio sulla Croce è avere la fede completa e appropriata.
 
 
BATTEZZARE ED ESSERE BATTEZZATI NEL NOME DI GESÙ
 
Qual è l’inizio del vangelo celeste?
Il battesimo di Gesù

Poiché l’uomo è un essere incompleto, i ministri battezzano quelli che credono nel battesimo di Gesù e nel Suo sangue per far loro confermare la fede. I rinati si assicurano di essere salvati facendosi battezzare nella stessa maniera del battesimo di Gesù come prova della fede. 
Il ministro prima prega con le mani sulla testa di una persona rinata, chiedendo la benedizione di Dio in modo che questa persona Lo adori fino alla fine dei suoi giorni. Allora egli lo battezza nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. 
Noi siamo battezzati sulla base della nostra fede nel battesimo di Gesù e nel Suo sangue. Questo battesimo serve a mostrare che ogni peccato fu passato su Gesù, che la persona battezzata morì con Gesù e resuscitò con Lui. 
Essere battezzati è proclamare la propria fede nel passaggio dei peccati su Gesù attraverso il Suo battesimo, nell’essere giudicati per i propri peccati insieme a Gesù e nel resuscitare con Lui. È proclamare la propria fede davanti al Padre, al Figlio, allo Spirito Santo, a Satana, e ai propri fratelli e sorelle. È confessare che si è rinati d’acqua e di Spirito. 
Quelli che credono in Gesù, conoscendo il vero significato del battesimo di Gesù e del Suo sangue sulla Croce, sono salvati da tutti i peccati del mondo. Pertanto essi sono battezzati nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. 
“Le cose vecchie sono passate, ecco ne sono nate di nuove” (2 Corinzi 5:17). Le nostre vecchie cose sono passate e noi siamo rinati come popolo di fede. Per rendere questo sicuro nei nostri cuori, noi siamo battezzati. Noi siamo battezzati in Gesù credendo nel battesimo di Gesù. 
 
 
LA VITA DOPO LA RINASCITA DEL BATTESIMO DI GESÙ E IL SUO SANGUE SULLA CROCE
 
Per che cosa vivono i rinati?
Essi vivono per il regno di Dio e per la Sua giustizia, predicando il vangelo in tutto il mondo.

La vita dopo essere stati redenti ed essere rinati deve includere la fede nella parola di Dio. Essa non deve essere una vita emotiva in cui uno deve pentirsi per i peccati giornalieri ogni giorno. Piuttosto, dev’essere una vita fedele in cui noi siamo assicurati ogni giorno che Gesù tolse tutti i nostri peccati con il Suo battesimo. 
Tutti i nostri peccati furono passati su Gesù quando Egli fu battezzato. Egli poi visse per tre anni con questo peso finché non accettò il giudizio per tutti i nostri peccati e fu crocifisso. 
Pertanto noi credenti dobbiamo avere fede nella parola scritta, non nelle mere emozioni. Se non riusciamo a farlo, ci preoccuperemo solo dei nostri peccati giornalieri dopo essere stati redenti ed essere rinati. 
Noi dobbiamo scartare il punto di vista soggettivo del peccato e credere solo nel vangelo dell’acqua e del sangue. Questa è la vita che la persona redenta deve vivere. 
Cosa disse Giovanni Battista su Gesù? Egli disse: “Ecco l’agnello di Dio che toglie i peccati del mondo” (Giovanni 1:29). Egli testimoniò che Gesù tolse i peccati di oggi, domani, e ieri, fino al peccato originale. 
Non tose tutti quei peccati? Tutti quei peccati non furono passati su Gesù? I peccati del mondo includono tutti i nostri peccati del passato, del presente, e del futuro. Noi dobbiamo confermare il vangelo della redenzione attraverso il battesimo di Gesù. 
Colui che crede nella verità del battesimo di Gesù e del Suo sangue sarà salvato. Chiunque crede nel battesimo di Gesù non ha il peccato nel Suo cuore. 
Tuttavia, molti pensano di essere ancora nel peccato perché non sono consapevoli che tutti i loro peccati erano già passati su Gesù attraverso il Suo battesimo. Essi sono ingannati da Satana. Satana sussurra loro attraverso i loro pensieri carnali. “Tu pecchi ogni giorno. Come puoi essere senza peccato?” 
Essi devono solo credere in Dio per essere senza peccato. Ma Satana li induce a pensare di essere peccatori perché peccano ancora. Nessuno è nel peccato se crede nel battesimo di Gesù e nel Suo sangue sulla Croce. 
Poiché noi viviamo in questo mondo come esseri insufficienti e deboli, non possiamo mai dire che diventiamo giusto attraverso le nostre opere. Ma noi possiamo dire con fede che siamo salvati dalla verità del battesimo di Gesù e del Suo sangue sulla Croce. Una volta che comprendiamo questo credendo nel battesimo di Gesù e nel Suo sangue, i nostri cuori diventano santificati, noi sappiamo per certo di non essere nel peccato. 
“♬ Io sono stato redento. Tu sei stato redento. Noi tutti siamo stati redenti ♬” È un sentimento tanto gioioso e felice vivere con il desiderio di predicare il vangelo a tutti e sapere che siamo guidati dallo Spirito. 
Naturalmente noi credenti pecchiamo ogni giorno ma non siamo nel peccato. Noi abbiamo il battesimo di Gesù e il Suo sangue nei nostri cuori. I nostri cuori erano pieni di peccato, ma ora che noi crediamo nel battesimo di Gesù, come possiamo rimanere peccatori? 
“Questa è l’alleanza che io stipulerò con loro dopo quei giorni, dice il Signore: io porrò le mie leggi nei loro cuori e le imprimerò nella loro mente” (Ebrei 10:16).
I nostri cuori sono liberi dal peccato. Gesù rese possibile per noi essere redenti completamente con il Suo battesimo e la Sua morte sulla Croce. La salvezza dal peccato deriva dalla fede nella parola di Dio.
 
 
CHIUNQUE CREDE NEL BATTESIMO DI GESÙ E NEL SUO SANGUE SULLA CROCE NON PUÒ MAI DIVENTARE DI NUOVO PECCATORE
 
Diventiamo di nuovo peccaotri quando pecchiamo?
No, non diventiamo mai più peccatori.

Quando non credevamo nel battesimo di Gesù e nel Suo sangue, per quanto pregassimo per il perdono, c’era il peccato nei nostri cuori. Ma quando venimmo a credere nel vero vangelo, tutti i nostri peccati furono mondati. 
“Ehi, com’è che sei così luminoso ed euforico in questi giorni?” 
“Vedi, non ho più il peccato nel mio cuore.” 
“Davvero? Allora suppongo che tu possa peccare quanto vuoi ora?” 
“Sai, l’uomo non può fare a meno di peccare. L’uomo è fatto così. Ma Gesù tolse tutti i peccati con il Suo battesimo e accettò il giudizio per loro sulla Croce. Per questo motivo io ora mi dedico a servire il vangelo in chiesa. Romani capitolo 6 dice che tutti noi dobbiamo vivere così. Poiché io non ho più il peccato nel mio cuore, voglio fare la cosa giusta. Noi dobbiamo credere nel battesimo di Gesù e nel Suo sangue sulla Croce e predicare il vangelo in tutto il mondo! Quando noi crediamo in Gesù, nostro Maestro di redenzione, non possiamo mai diventare peccatori di nuovo. Noi dobbiamo credere nell’eterna salvezza del battesimo di Gesù e nel Suo sangue sulla Croce. Io sono così pieno di gratitudine!”
 
 
CHI RICEVE LO SPIRITO?
 
Cosa testimoniò Giovanni Battista su Gesù?
Egli testimoniò che Gesù era l’Agnello di Dio che tolse tutti i peccati del mondo, cioè i peccati del passato, del presente e del futuro, anche il peccato originale

Colui che crede nel battesimo di Gesù e nel Suo sangue sulla Croce riceve la salvezza. Come riceviamo lo Spirito? Atti 2:38-39 ci dà la risposta. “E Pietro disse: ‘Pentitevi e ciascuno di voi si faccia battezzare nel nome di Gesù Cristo, per la remissione dei vostri peccati; dopo riceverete il dono dello Spirito Santo. Per voi infatti è la promessa e per i vostri figli e per tutti quelli che sono lontani, quanti ne chiamerà il Signore Dio nostro.’”
Essere battezzati nel nome di Gesù Cristo significa credere nel battesimo di Gesù ed essere redenti. Allora lo Spirito sarà dato in dono da Dio. 
Essere battezzato nel nome di Gesù Cristo significa anche diventare santificati credendo nel battesimo e sangue di Cristo. Quando noi abbracciamo questa fede, siamo redenti e diventiamo giusti. I credenti diventano bianchi come neve attraverso il battesimo di Gesù e il Suo sangue sulla Croce.
“Dopo riceverete il dono dello Spirito Santo.” Quando crediamo fermamente che tutti i nostri peccati furono passati su Gesù attraverso il Suo battesimo e che Egli fu giudicato per essi con la Sua morte sulla Croce, i nostri cuori vengono mondati. Le nostre nuove vite iniziano quando crediamo nel battesimo di Gesù e nel Suo sangue e riceviamo il dono dello Spirito Santo e diventiamo figli di Dio. 
“Conoscerete la verità, e la verità vi farà liberi” (Giovanni 8:32). Noi dobbiamo conoscere il vero significato del giudizio del Signore sulla Croce. La verità è che Gesù cancellò tutti i nostri peccati con il Suo battesimo e la Sua morte sulla Croce. La redenzione ci è data quando crediamo nella verità.
 
 
IL BATTESIMO DI GESÙ CI REDIME
 
Chi riceve lo Spirito?
Colui che è redento da ogni peccato attraverso la fede nel battesimo di Gesù e nel Suo sangue sulla Croce

L’espiazione per i peccati attraverso il sistema sacrificale del Vecchio Testamento rappresenta il battesimo di Gesù nel Nuovo Testamento. Il battesimo di Gesù è il vero nucleo di tutte le profezie del Vecchio Testamento. La corrispondenza dell’imposizione delle mani nel Vecchio Testamento si può trovare nel battesimo di Gesù nel Nuovo Testamento. 
Tutti i peccati del mondo furono passati su Gesù attraverso il Suo battesimo proprio come i peccati di Israele venivano passati sul capro espiatorio attraverso l’imposizione delle mani. 
Dobbiamo credere nel battesimo di Gesù per essere salvati da tutti i nostri peccati? Sì! Dobbiamo farlo! Dobbiamo accettare la verità del fatto che Gesù tolse tutti i peccati del mondo attraverso il Suo battesimo. Se non crediamo nel battesimo di Gesù, i nostri peccati non possono essere passati su di Lui. Noi dobbiamo credere per rendere completa la nostra salvezza. Altrimenti, non possiamo diventare giusti. 
Gesù salvò tutti i peccatori del mondo nella maniera più adatta e giusta con il Suo battesimo. Non può essere in nessun altro modo. Poiché il battesimo di Gesù fu il processo mediante il quale tutti i peccati furono passati su di Lui, noi dobbiamo credere in esso per avere i nostri cuori permanentemente mondati dal peccato.
Noi dobbiamo anche credere che il sangue di Gesù fu il giudizio per tutti i nostri peccati. In tal modo, tutti quelli che credono nel battesimo di Gesù e nel Suo sangue sulla Croce sono salvati dal peccato.
Noi dobbiamo credere nel battesimo di Gesù per entrare nel regno del cielo. Questo è il solo modo in cui possiamo essere liberati da ogni peccato e sfuggire alla giusta punizione. 
Il battesimo di Gesù nel Nuovo Testamento e l’imposizione delle mani nel Vecchio Testamento corrispondono. Essi sono il collegamento e l’anello tra il Vecchio e il Nuovo Testamento. 
Nel Nuovo Testamento, Giovanni Battista venne 6 mesi prima di Gesù. Quando Gesù fu battezzato, fu “Inizio dl vangelo di Gesù Cristo, Figlio di Dio” (Marco 1:1). Il vangelo inizia nel momento in cui Gesù tolse tutti i peccati del mondo attraverso il Suo battesimo. 
Il ministero della salvezza dell’umanità fu realizzato attraverso una catena di eventi: la nascita di Gesù, il Suo battesimo, la Sua morte sulla Croce, la Sua Resurrezione, e la Sua ascensione al cielo. Quando noi conosciamo e crediamo nel processo di salvezza in questa catena di eventi, siamo salvati da tutti i nostri peccati. Il battesimo di Gesù fu l’inizio del vangelo mentre il sangue sulla Croce fu il suo completamento. 
“Inizio del vangelo di Gesù Cristo, Figlio di Dio” (Marco 1:1). Noi non possiamo omettere nessuna delle Sue giuste azioni ― il Suo battesimo, il Suo sangue sulla Croce, la Sua Resurrezione, la Sua ascensione, e la Sua seconda Venuta ― dal vangelo del Figlio di Dio. 
Gesù venne in questo mondo nella carne e mondò tutti i peccati dell’umanità con il Suo battesimo, questo fu l’inizio del celeste vangelo. Se anche solo una di queste cose mancasse, il celeste vangelo non sarebbe completo. 
Pertanto, se un uomo vuole rinascere, deve credere nel battesimo di Cristo e nel Suo sangue. In questi giorni, molti non credono nella verità del battesimo di Gesù e nel Suo sangue. Essi pensano che il battesimo di Gesù fu un mero rituale. Questo è u serio errore. Chiunque creda in Gesù deve anche credere nel Suo battesimo e sangue.
Come possono essere mondati i nostri peccati semplicemente pregando per il perdono? Tutti i nostri peccati furono passati su Gesù quando Egli fu battezzato da Giovanni Battista. Non c’era altro modo per Lui per caricarSi i peccati dell’umanità. 
L’uomo deve rinascere d’acqua e di Spirito per entrare nel regno del cielo. Non ci può essere nessuna redenzione senza l’acqua del battesimo, il sangue sulla Croce, e lo Spirito. Solo uno che è rinato può vedere Dio, come disse Gesù a Nicodemo in Giovanni 3:5. La vera salvezza viene a noi solo quando crediamo nel battesimo di Gesù e nel Suo sangue.
 
 
POSSIAMO ESSERE SALVATI SENZA IL BATTESIMO DI GESÙ?
 
In che modo Gesù è diventato il nostro Salvatore?
Caricandosi tutti i nostri peccati attaverso il Suo battesimo

Se noi dovessimo omettere dal pubblico ministero del Signore il fatto che Gesù venne su questo mondo e tolse tutti i nostri peccati attraverso il Suo battesimo, o trascurassimo la santità di Gesù, che nacque dalla Vergine Maria, o trascurassimo di credere nella Croce di Gesù, il cristianesimo diverrebbe semplicemente una religione superstiziosa che conduce i credenti a salmodiare “perdonami, perdonami, perdonami” come fanno i Buddisti nei loro templi. 
Omettere il battesimo di Gesù significherebbe che i nostri peccati non furono passati su di Lui. La nostra fede sarebbe senza valore, rendendoci non diversi dal debitore che dichiara di aver saldato i suoi debiti quando in realtà non ha pagato niente. Ci renderebbe tutti bugiardi. Se un debitore dicesse di aver saldato tutti i suoi debiti quando in realtà non ha fatto niente del genere, sarebbe ancora debitore di fatto e in coscienza.
Gesù ha mondato i credenti con l’acqua del Suo battesimo e li ha resi figli di Dio. Gesù tolse tutti i peccati del mondo attraverso Giovanni Battista, in modo che tutti i credenti potessero essere santificati. Quando noi conosciamo e crediamo in questo, i nostri cuori diventano puliti per sempre. 
Grazie a Dio per la Sua grazia. Luca 2:14 dice, “Gloria a Dio nel più alto dei cieli e pace in terra agli uomini che egli ama!” La nostra fede nell’acqua e nel sangue di Gesù ci porta la completa salvezza e ci rende figli di Dio. Il battesimo di Gesù e il Suo sangue ci salvarono e chiunque crede in queste due cose è salvato. 
Niente può essere omesso dalle Sue opere. Alcuni credono solo nel sangue, dicendo che l’apostolo Paolo non vantava nient’altro che la Croce. Ma il battesimo di Gesù era incluso nella Sua Croce. 
Noi possiamo vedere in Romani capitolo 6 che Paolo fu battezzato in Cristo e morì con Cristo. E anche in Galati 2:20: “Sono stato crocifisso con Cristo e non sono più io che vivo, ma Cristo vive in me. Questa vita nella carne, io la vivo nella fede del Figlio di Dio, che mi ha amato e ha dato se stesso per me.”
E in Galati 3:27-29, “Poiché quanti siete stati battezzati in Cristo, vi siete rivestiti di Cristo. Non c’è più giudeo né greco; non c’è più schiavo né libero; non c’è più uomo né donna, poiché tutti voi siete uno in Cristo Gesù. E se appartenete a Cristo, allora siete discendenza di Abramo, eredi secondo la promessa.”
Essere battezzati in Cristo significa credere in tutte le cose che Egli fece in questo mondo, nel Suo battesimo e nel Suo sangue sulla Croce. Credere nel battesimo di Gesù e nel Suo sangue è credere nella verità che Gesù ha già cancellato tutti i nostri peccati circa 2000 anni fa. Non c’è un altro modo che ci porta la salvezza.
 
 
NOI SIAMO SALVATI DA DIO QUANDO CREDIAMO NEL BATTESIMO DI GESÙ E NEL SUO SANGUE SULLA CROCE
 
I nostri peccati possono essere mondati solo pregando per il perdono?
No. il perdono dei peccati è possibile solo attraverso la nostra fede che tutti i peccati furono passati su Gesù quando fu battezzato da Giovanni Battista.

“Con il cuore infatti si crede per ottenere la giustizia e con la bocca si fa la professione di fede per avere la salvezza” (Romani 10:10).
“Poiché quanti siete stati battezzati in Cristo, vi siete rivestiti di Cristo” (Galati 3:27). La nostra fede ci conduce ad essere battezzati in Cristo, rivestiti di Cristo, e a diventare figli di Dio. Quando Gesù venne su questo mondo e fu battezzato, tutti i nostri peccati e i peccati del mondo furono passati su di Lui. 
La nostra fede ci ha condotti a unirci con Cristo. Noi morimmo quando Egli morì. Noi siamo risorti quando Egli resuscitò. Ora poiché noi crediamo nel battesimo di Gesù, nel Suo sangue, e nella Sua resurrezione, la Sua ascensione, e il Suo avvento, noi possiamo entrare nel regno del cielo e vivere per sempre. 
Quando gli uomini credono solo nel sangue di Gesù, essi non possono che soffrire per il peccato che rimane nei loro cuori. Perché? Perché essi nono conoscono né accettano il significato del battesimo di Gesù, che tolse tutti i loro peccati e rese i loro cuori peccaminosi bianchi come la neve per l’eternità. 
Credete nel battesimo di Gesù e nel Suo sangue che vi salva da tutti i vostri peccati? Vi prego, credete. Senza fede nel battesimo di Gesù, la vostra fede è inutile. Senza fede nel battesimo di Gesù, non potete essere redenti dai vostri peccati; siete impegnati in un amore non ricambiato. 
Quelli che credono dolo nella Croce dicono: “Gesù è il mio Signore, mio Salvatore, che morì sulla Croce per me. Egli resuscitò dai morti e testimoniò alla Sua resurrezione per 40 giorni prima di salire al cielo e ora siede alla destra di Dio. Io credo che Egli verrà una seconda volta per giudicarci e prego che Gesù mi trasformerà completamente in modo che io possa incontrarLo. Oh, mio amato Gesù, mio Signore.” 
Essi chiedono il perdono dei loro peccati e sperano di essere senza peccato, ma c’è il peccato nei loro cuori. “Io credo in Gesù ma ho il peccato nel mio cuore. Io amo Gesù ma ho il peccato nel mio cuore. Io non posso dire: ‘Vieni da me, mio Sposo’ perché sono nel peccato e non posso essere sicuro della mia salvezza. Così io spero che Gesù verrà quando sarò ben preparato e solo dopo aver pregato di più e mi sarò pentito di più. Io amo Gesù con tutto il mio cuore ma non oso affrontarLo per via dei peccati nel mio cuore.” 
Se Gesù dovesse chiedere a queste persone: “Perché pensi di non essere completo?” 
Essi risponderebbero: “Signore, io so di non essere giusto perché io pecco ogni giorno. Perciò ti prego chiamami quando chiamerai i peccatori.” 
Essi non sanno che Dio, il Creatore e il Giudice, non accetterà i peccatori né li renderà Suoi figli. 
Lo sposo venne e risolse tutti i problemi del peccato per la sposa, ma poiché la sposa non lo sapeva, era tormentata. Quando noi pensiamo di essere peccatori perché abbiamo peccato con la carne, non abbiamo fede in Dio. Quando noi non sappiamo né comprendiamo la verità della parola di Dio, il peccato nei nostri cuori continua a moltiplicarsi. 
 
Perché alcuni soffrono per il peccato che rimane nei loro cuori?
Perché non conoscono o non accettano nei loro cuori il significato del battesimo di Gesù, che tolse tutti i nostri peccati.

Lo sposo tolse i peccati del mondo. Dove? Al Giordano quando fu battezzato. Quelli che non credono in questo sono ancora peccatori. Essi rimangono come spose corrotte.
Lo sposo chiede alla sposa: “Come puoi amarMi se non sei la Mia sposa? Prima di chiamarMi tuo sposo, tutti i tuoi peccati devono essere mondati.”
Possiamo essere redenti senza il battesimo di Gesù? No! Noi siamo creati a immagine di Dio, così cerchiamo giustizia nei nostri cuori, e le nostre coscienze cercano di essere giuste. Ma è impossibile per noi pensare che siamo senza peccato se i nostri cuori rimangono non mondati dal peccato. Solo quando accettiamo e crediamo nel battesimo di Gesù possiamo davvero dire che non siamo nel peccato e siamo giusti.
Le nostre coscienze non possono mai diventare santificate se ci consideriamo senza peccato quando in realtà abbiamo il peccato nei nostri cuori. Né Dio può accettarci in queste circostanze. Dio non mente mai. 
Dio disse a Mosè di fare un censimento degli Israeliti per contarli e perché Gli pagassero un riscatto per le loro vite. I ricchi non dovevano dare più di mezzo sheqel e i poveri non dovevano dare meno. Tutti dovevano pagare un riscatto. 
Pertanto, come può un uomo diventare santificato se non crede in Gesù che gli pagò un riscatto per la sua vita? Egli è nel peccato. 
Quando noi crediamo solo nel sangue di Gesù, abbiamo il peccato nei nostri cuori e dobbiamo confessare che siamo peccatori. Ma quando crediamo nel vangelo del Suo battesimo e nella Croce insieme, possiamo davvero dichiarare di non essere nel peccato. La salvezza e la vita eterna sono nostre. 
 
 
LA BLASFEMIA CONTRO LO SPIRITO
 
Quale tipo di peccato condanna l’uomo all’inferno?
Il peccato contro lo Spirito, in altre parole, non credere nel battesimo di Gesù

Romani 1:17 dice: “E’ in esso che si rivela la giustizia di Dio di fede in fede.” La giustizia di Dio è rivelata nel vangelo. Gesù Cristo venne in questo mondo e mondò tutti i nostri peccati con il Suo battesimo e la Sua morte sulla Croce. Il battesimo di Gesù e il Suo sangue è la potenza del Vangelo. Gesù mondò i nostri peccati una volta per tutte. 
Credere significa la salvezza e non credere significa l’inferno eterno. Nostro Padre nel cielo mandò il Suo unigenito figlio Gesù su questo mondo e Lo fece battezzare per l’espiazione dei nostri peccati. In tal modo, colui il quale crede in Lui può essere mondato da tutte le sue trasgressioni. 
Il solo peccato restante in questo mondo è il peccato di non credere nel Suo battesimo e sangue. Non credere è blasfemia contro lo Spirito e un peccato che sarà giudicato da Dio, condannando i non credenti all’inferno. È il peccato più grave di tutti. Chiunque di voi commette questo peccato deve pentirsi ed essere redento credendo nel battesimo di Gesù. Altrimenti, sarete rovinati per sempre. 
Siete salvati con la testimonianza della redenzione attraverso il Suo battesimo e sangue? Avete ricevuto la testimonianza di Giovanni come è scritto in Giovanni 1:29: “Ecco l’agnello di Dio che toglie i peccati del mondo!” Credete nel battesimo di Gesù e nel Suo sangue come è scritto in Ebrei 10:18: “Ora, dove c’è il perdono di queste cose, non c’è più bisogno di offerta per il peccato.” 
Dio certifica quelli che credono nel battesimo di Gesù e nel Suo sangue nei loro cuori. Dio li rende Suoi figli. Quelli che credono nel battesimo di Gesù e nel Suo sangue sono redenti attraverso il giusto amore di Gesù. 
Colui che Dio inviò dice le parole di Dio, ma colui che è della terra, che non è stato mandato da Dio, predica secondo i propri pensieri. Ci sono molti su questa terra che predicano la parola di Dio, e quelli che sono stati mandati da Dio parlano del battesimo di Gesù e del Suo sangue. 
Ma quelli che predicano le proprie parole stanno solo esprimendo i loro pensieri. Essi dicono: “Noi siamo redenti dal peccato originale, ma ognuno deve pentirsi per i suoi peccati giornalieri.” Essi dicono che devono santificarsi gradualmente. 
Ma può l’uomo santificarsi da sé? Possiamo santificarci con la forza dei nostri meriti e attraverso i nostri sforzi? Siamo santificati perché Dio mondò tutti i nostri peccati, o perché cercammo di raggiungere la redenzione da soli? 
La vera fede è quello che ci santifica. Possiamo rendere il carbone bianco lavandolo mille volte? Possiamo rendere la pelle bianca con la liscivia? Nessuna quantità di sapone o di liscivia può mondare i nostri peccati, e la nostra giustizia è come uno straccio sporco. Diventiamo giusti credendo nel battesimo di Gesù e il Suo sangue o credendo solo nel sangue sulla Croce? 
La vera fede esce dall’acqua del battesimo di Gesù e del sangue sulla Croce. La salvezza non viene in risultato dei nostri sforzi. Solo la nostra fede nel battesimo di Gesù e nel Suo sangue ci libera dal peccato e ci rende giusti. 
Il Padre ha dato tutti gli uomini nelle mani di Suo figlio, e colui il quale crede in Lui avrà la vita eterna. Credere nel Figlio significa credere nella redenzione attraverso il Suo battesimo e sangue. Colui che crede avrà la vita eterna come figlio di Dio. Colui il quale è salvato vive per sempre alla destra di Dio. 
La fede nel battesimo di Gesù e nella Sua unicità con Dio p anche fede nello Spirito. La parola di verità ci consente di rinascere. Noi siamo salvati credendo nel battesimo di Gesù e nel Suo sangue. 
Abbiate fede. Credere nel battesimo di Gesù e nel Suo sangue è guadagnare la redenzione. Abbiate fede nel vero vangelo e ottenete il perdono dei peccati.