Sermoni

Subject 8 : Lo Spirito Santo

[8-18] (Giosué 4:23) La verità che conduce i credenti alla presenza dello Spirito Santo

(Giosué 4:23)
“Poiché il Signore Dio vostro prosciugò le acque del Giordano dinanzi a voi, finché foste passati, come fece il Signore Dio vostro al Mare Rosso, che prosciugò davanti a noi finché non fummo passati.”
 
 
Cosa ci insegna l’evento del fiume Giordano?
Esso ci insegna che Gesù Cristo aveva eliminato completamente la morte causata dal peccato e il conseguente giudizio dall’umanità.

Vorrei adesso parlare del meraviglioso vangelo della verità che ci fa ricevere la presenza dello Spirito Santo. Dopo la morte di Mosè, Dio nominò Giosuè come capo di Israele. Mosè era il rappresentante della legge nel Vecchio Testamento. Se Mosé avesse attraversato il fiume Giordano con il popolo di Israele che fosse arrivato a Canaan, non sarebbe stato necessario che Giosuè diventasse capo del popolo. Tuttavia, Dio fece sì che Mosé raggiungesse la zona proprio di fronte alla terra di Canaan e gli impedì di entrarvi.
 
Nostro Signore ci diede Mosé e Giosuè
 
Mosè, il rappresentante della legge nel Vecchio Testamento, non poteva portare il popolo di Israele in Canaan. Se lo avesse fatto essendo guidato dalla legge, sarebbe stato contro il progetto di Dio per la nostra salvezza. Nessuno può essere libero dai suoi peccati davanti alla legge di Dio perché nessuno può osservare la legge. Poiché la legge serve solo alla conoscenza del peccato (Romani 3:20).
Il motivo per cui Dio diede all’uomo la legge fu di dargli la conoscenza del peccato, per far sì che la legge divenisse suo tutore e lo conducesse Cristo in modo che potesse essere giustificato dalla fede (Galati 3:24). Perché la legge non era nient’altro che una guida per trovare Gesù, l’uomo aveva bisogno di Gesù, ed è per questo che Gesù dovette venire in questo mondo. Ciò che Gesù comandò a Giosuè di fare fu di ordinare al popolo di Israele di attraversare il fiume Giordano e di entrare nella terra di Canaan.
Dio li condusse a entrare nella terra di Canaan con il loro nuovo capo, Giosuè, dopo la morte di Mosè. Giosuè diede ordine ai funzionari del popolo, dicendo: “Passate in mezzo all’accampamento e comandate al popolo: Fatevi provviste di viveri, poiché fra tre giorni voi passerete questo Giordano, per andare ad occupare il paese che il Signore vostro Dio vi dà in possesso” (Giosuè 1:11).
Dio ordinò a Giosuè di entrare in Canaan dopo che ciò si era rivelato in possibile attraverso Mosè. Dio diede l’ordine a Giosuè, dicendo: “Tu ordinerai ai sacerdoti che portano l’arca dell’alleanza: Quando sarete giunti alla riva delle acque del Giordano, voi vi fermerete. Disse allora Giosuè agli Israeliti: «Avvicinatevi e ascoltate gli ordini del Signore Dio vostro». Continuò Giosuè: Da ciò saprete che il Dio vivente è in mezzo a voi e che, certo, scaccerà dinanzi a voi il Cananeo, l’Hittita, l’Eveo, il Perizzita, il Gergeseo, l’Amorreo e il Gebuseo” (Giosuè 3:8-10).
Dopo la morte di Mosè, Dio nominò Giosuè capo di Israele gli ordinò di entrare nella terra di Canaan con il popolo di Israele. Il nome Giosuè significa “il Salvatore”, sinonimo di “Gesù” o “Hosea.” Giosuè, servo di Dio, ordinò ai sacerdoti di portare l’Arca dell’Alleanza e di attraversare il fiume Giordano guidando il popolo. Quando i sacerdoti che portavano l’Arca immersero i piedi nell’acqua (perché il Giordano trabocca dalle sue rive durante il tempo del raccolto), le acque che fluivano dall’alto si fermarono e crebbero a grande distanza ad Adama, la città che è accanto a Zartan. Così le acque che scendevano nel mare di Araba, il Mare Salato, furono staccate e il popolo poté passare di fronte a Gerico (Giosuè 3:15-16). 
Attraverso questo episodio, Dio ci insegna che aveva eliminato completamente la morte causata dal peccato e il conseguente giudizio dall’umanità. In altre parole, Gesù Cristo nostro Salvatore tolse tutti i peccati dell’umanità quando battezzato da Giovanni Battista e fu crocifisso. In questo modo, Egli salvò l’umanità dei suoi peccati conducendola nella terra di Canaan, che sta per il Regno del Cielo.
 
 
Il fiume Giordano è il luogo dove l’umanità fu purificata
 
Gli eventi storici che circondano l’attraversamento del fiume Giordano, riportati nel Vecchio e nel Nuovo Testamento, furono degli eventi tremendamente importanti che dovevano condurre alla fine alla salvezza dalle maledizioni e dai giudizi derivanti dai peccati dell’umanità.
Il fiume Giordano veniva definito il fiume della morte, e lo sbocco del fiume è il mar Morto. La parola Giordano significa “un fiume che scorre solo verso il basso, verso la morte” o “essere immerso, sopprimere, far scendere, cadere.” Questo indica chiaramente la storia dei peccati dell’umanità. In questo fiume, Gesù, attraverso il Suo battesimo, ricevette tutto il flusso dei peccati che non possono essere interrotti da parte di ogni essere umano, e poi morì sulla Croce accettando in tal modo il giudizio al posto degli uomini per questo i peccati. 
Dove siamo diretti noi, i discendenti di Adamo ed Eva? Poiché tutte le creature nascono con il peccato, commettono peccati, e come salario di quei peccati, esse marciano verso la morte. In tutta la storia dell’umanità, tutte le creature sono dirette alla distruzione fin dalla loro nascita. Anche se si sforzano di controllare la loro natura peccaminosa, non vi riescono, ed è per questo che sono dirette al giudizio finale per i loro peccati. 
Tuttavia, Dio interruppe il flusso del peccato e del giudizio. Dio condusse Giosuè a portare il popolo di Israele nella terra di Canaan attraversando il fiume Giordano. Questa fu la volontà di Dio per Giosuè. Questa storia suggerisce che per essere liberati dal peccato, noi dobbiamo pagare il salario del peccato, che è la morte, e che attraverso questo prezzo, noi siamo purificati da tutti i nostri peccati ed entriamo nel Cielo. 
Nel Vecchio Testamento, il flusso del fiume fu fermato e adesso fu trasformato in una terra secca dove i sacerdoti che portavano l’Arca dell’Alleanza immersero i piedi nell’acqua. Questo consentì al popolo d’Israele di attraversare il fiume. Questa fu la remissione dei peccati che fu data solo a coloro che credettero nel meraviglioso vangelo. Fu il vangelo dell’acqua e dello Spirito che pagò il salario del perdono per l’umanità, e noi siamo giunti a ricevere la presenza dello Spirito Santo credendo in questo meraviglioso vangelo. 
 
 
Il generale Naaman
 
Naaman, che compare nel capitolo 5 di 2 Re, era un comandante grande e onorevole dell’esercito della Siria che aveva salvato il suo paese dai suoi nemici. Egli fu anche un lebbroso che era destinato a perdere tutto per via della maledizione. Ma egli udì successivamente la buona novella che poteva essere salvato da questa maledizione. Si disse che poteva essere curato se andava a vedere un servo di Dio che viveva in Israele. Era una piccola serva che diffondeva questa notizia. Ella disse: “Se il mio signore si rivolgesse al profeta che è in Samaria! Сerto lo libererebbe dalla lebbra” (2 Re 5:3). 
Egli credette a questa notizia e andò in Israele. Quando arrivò davanti alla casa di Eliseo, Eliseo inviò un messaggero da lui, dicendo: “Và, bagnati sette volte nel Giordano: la tua carne tornerà sana e tu sarai guarito” (2 Re 5:10). Avendo atteso una cura miracolosa, Naaman si infuriò e decise di ritornare al suo paese. Tuttavia, per via della richiesta ardente della sua serva, egli obbedì a Eliseo e scese a immergere tutto il suo corpo sette volte nel Giordano. Lì, la sua carne fu guarita, divenendo di nuovo come la pelle di un bambino. 
Allo stesso modo, noi siamo giunti a sapere che per essere perdonati per tutti i nostri peccati, noi dobbiamo abbandonare i nostri pensieri e accettare quello che è scritto nella Bibbia. Allora ci saranno date meravigliose benedizioni. Chiunque voglia essere salvato deve obbedire alle parole di Dio e credere interamente in loro. 
La Bibbia dice che tutti i peccati del mondo furono mondati dal vangelo del battesimo e del sangue di Gesù. Noi non dobbiamo pensare allo stesso modo del disobbediente Naaman. Noi non possiamo essere mondati dai nostri peccati senza il vangelo dell’acqua e dello Spirito. Pertanto, per essere perdonati per tutti i nostri peccati, noi dobbiamo credere nel meraviglioso vangelo dell’acqua e dello Spirito. Proprio come Naaman si mondò immergendo il suo corpo sette volte nell’acqua, noi crediamo che possiamo essere mondati dai nostri peccati credendo nel meraviglioso vangelo del battesimo, della crocifissione e della resurrezione di Gesù. Noi dobbiamo credere in questo meraviglioso vangelo così com’è. 
Questo miracolo nel fiume Giordano donò a tutti i discendenti di Adamo una benedizione che tagliò il flusso di tutti i peccati e terminò il giudizio. Tutta l’umanità fu espulsa dal Giardino dell’Eden perché Adamo ed Eva peccarono dopo essere stati tentati da Satana. Tuttavia, l’episodio nel Giordano fu il meraviglioso vangelo che conduce tutta l’umanità a tornare al Giardino dell’Eden. 
 
 
L’episodio del fiume Giordano
 
La Bibbia riporta la buona novella che Gesù tolse ogni peccato nel Giordano. “Lascia fare per ora, poiché conviene che così adempiamo ogni giustizia” (Matteo 3:15). La Bibbia afferma che tutti i peccati furono passati su Gesù quando fu battezzato nel fiume Giordano. In altre parole, il battesimo di Gesù fu l’episodio che tagliò la catena del peccato che legava tutta l’umanità. È così che Gesù mise fine al peccato e in un secondo tempo ci offrì la salvezza con il Suo sangue sulla Croce. 
Il Giordano fu il fiume del battesimo che mondò tutti i nostri peccati. Noi potemmo adempiere la legge di Dio, “Il salario del peccato è la morte” (Romani 6:23), perché Gesù pagò il salario facendosi battezzare nel fiume Giordano e morendo sulla Croce. Questo è il meraviglioso vangelo che nostro Signore diede all’umanità.
Tutti i peccati dell’umanità continuarono da Adamo, ma si fermarono assolutamente con il battesimo di Gesù nel fiume Giordano e il Suo sangue sulla Croce. Non è rimasto nessun peccato grazie al battesimo di Gesù. Che notizia benedetta e meravigliosa! Noi, credendo in questo meraviglioso vangelo, siamo salvati dal flusso vorticante dei peccati, siamo purificati da tutti i nostri peccati e diventiamo santificati nella legge di redenzione di Dio. Di fatto, il battesimo di Gesù e il sangue sulla Croce è il vangelo che salva tutta l’umanità. Noi dobbiamo davvero credere in questo. “Tutto quello, infatti, che non viene dalla fede è peccato” (Romani 14:23), dice il Signore. Allo stesso modo, noi siamo benedetti solo quando crediamo in questo meraviglioso vangelo. 
Hai ancora il peccato nel tuo cuore nonostante il fatto che ogni peccato fu passato su Gesù quando Egli fu battezzato da Giovanni? Gesù tolse tutti i peccati del mondo. Tu devi accettare quello che è scritto nella Bibbia. Solo il vangelo del battesimo di Gesù e il Suo sangue sulla Croce possono cancellare il tuo peccato e allontanarti dalla morte e da ogni altra maledizione. Battezzare significa “essere mondati, essere immersi, essere sepolti, passare a, ed essere trasferiti.” 
Tutta l’umanità può essere perdonata per i suoi peccati credendo nel meraviglioso vangelo dato da Gesù. Ecco perché Gesù definì Se Stesso ‘la via per il Cielo.’ Noi possiamo entrare nel Cielo e avere la vita eterna credendo in Lui. Egli è nostro Signore, che ci diede la presenza dello Spirito Santo. Noi siamo esentati da ogni giudizio per i nostri peccati credendo nel Suo battesimo e sangue. 
La maledizione terminò e il fiume si trasformò in terra secca perché i sacerdoti che portavano l’Arca dell’Alleanza immersero i piedi nell’acqua con fede. Questo fu ciò che Dio aveva progettato, e il battesimo di Gesù e il Suo sangue realizzarono questo progetto. Che meraviglioso vangelo è questo. Questa era la legge della salvezza e senza questo la nostra salvezza era impossibile. Quelli che credono in questo meraviglioso vangelo possono ora attraversare il fiume Giordano ed entrare nella terra di Canaan. Il fatto che l’acqua si asciugò completamente significa che tutti i peccati del mondo furono trasferiti su Gesù ed Egli fu giudicato per noi. Questo è il vangelo che ci dà la presenza dello Spirito Santo. 
Dio, che creò l’umanità, sa che il QI di una persona media va solo da 110 a 130 punti. Pertanto, Egli non può complicare questa verità del ricevimento dello Spirito Santo. Dio tolse tutti i loro peccati con il battesimo di Gesù e il Suo sangue sulla Croce. Egli rese possibile ricevere lo Spirito Santo credendo nel vangelo dell’acqua e dello Spirito Santo in modo che tutti lo sapessero. Anche tu giungerai a renderti conto della presenza dello Spirito Santo credendo in questo meraviglioso vangelo. 
Secondo ciò che è scritto nella Bibbia, noi non possiamo ricevere lo Spirito solo facendo preghiere di pentimento. La gente pensa che lo Spirito Santo sia qualcosa dato quando essi fanno molti tipi di preghiere. Ma questo non è affatto vero. Lo Spirito Santo è dato a quelli che credono nel meraviglioso vangelo, ed è necessario per renderli figli di Dio. Cioè, la presenza dello Spirito Santo fu una garanzia che una persona era diventata figlia di Dio. Dio dà lo Spirito Santo a quelli che credono nel meraviglioso vangelo per assicurarsi che essi siano Suoi figli. 
Se le persone credono in Gesù ma non sanno o credono in questo vangelo, non possono essere fiduciose nel fatto che tutti i loro peccati furono passati su di Lui. Pertanto, tutti devono sapere e credere che il battesimo di Gesù e il Suo sangue sulla Croce sono il meraviglioso vangelo che cancellò i loro peccati. 
Chi testimonia che Gesù tolse tutti i peccati del mondo? Giovanni Battista. Che Egli fu battezzato da Giovanni e tolse tutti i peccati del mondo è quello che Dio nostro Padre aveva progettato (Levitico 4:13-21, 16:1-30). Chi eseguì il Suo progetto? Gesù. Chi garantisce infine l’adempimento di questo progetto? Lo Spirito Santo. Dio nella Trinità completò la remissione dei peccati con il battesimo di Gesù e il Suo sangue sulla Croce per farci Suoi figli. Lo Spirito Santo dimora in noi e garantisce che noi siamo salvati da tutti i nostri peccati quando Gesù adempì il progetto di Dio. 
Le cose in questo mondo appaiono complicate in maniera impressionante? E sono confusi i tuoi pensieri? Non si può credere in questo meraviglioso vangelo se non si rinuncia ai propri pensieri. La dottrina del cristianesimo odierno in cui molti credono è che ‘il peccato originale è passato, ma i peccati attuali sono perdonati quando si fanno preghiere di pentimento.’ Tuttavia, questo è lungi dall’essere la verità completa; di fatto è un falso vangelo. Se credete in ciò, non potete comprendere la Bibbia dall’inizio alla fine, e col passare del tempo sperimenterete sempre più difficoltà a seguire Gesù. Ecco perché tra i cristiani ci sono quelli che credono in diversi vangeli e in un diverso Dio. 
Alcuni dicono che ricevono la presenza dello Spirito Santo ‘pregando.’ Ciò sembra plausibile, ma la Bibbia afferma che lo Spirito Santo scese su Gesù come una colomba quando Egli fu battezzato e uscì dall’acqua. Questo è il vero vangelo e lo Spirito Santo scende su quelli che credono in questo vangelo.
Inoltre, alcuni dicono che ricevono lo Spirito Santo offrendo preghiere di pentimento. Lo Spirito Santo è dato quando la gente semplicemente supplica il perdono? Dio è giusto. Lo Spirito Santo non viene solo perché ha pietà di loro. Per quanto le persone possano piangere o pregare, lo Spirito Santo non può venire su di loro. Egli viene su quelli che credono che Dio adempì il Suo progetto di salvarli. Tu devi tenere in mente che non puoi ricevere lo Spirito Santo per quanto tu possa piangere per Dio o pregare. Lo Spirito Santo è indipendente dalla volontà dell’uomo.
Anche le decisioni storiche dell’umanità in questo mondo possono essere cambiate, ma il meraviglioso vangelo e la legge della presenza dello Spirito Santo sono immutabili; cioè non possono cambiare mai. Se le persone non comprendono il meraviglioso vangelo, è molto difficile per loro ritornare alla vera pratica di fede. È per questo motivo che molti non possono ricevere la presenza dello Spirito Santo. Non ti sentiresti contrariato se credessi in Gesù ma andassi verso la distruzione solo perché non conoscevi il meraviglioso vangelo? La Bibbia dice che per certi il meraviglioso vangelo di Gesù è una pietra d’inciampo e una pietra di offesa.
Se sei giunto a comprendere il mistero del battesimo di Gesù ad opera di Giovanni, puoi anche essere perdonato per i tuoi peccati e avere la presenza dello Spirito Santo. Egli salvò tutti i peccatori essendo battezzato, morendo sulla Croce e resuscitando. La redenzione dataci da Gesù fu un metodo giusto di salvezza. Egli divenne il vero Salvatore di tutti i peccatori, e confermò la presenza dello Spirito Santo. 
 
 
Solo se ci credi!
 
È riportato nel Vecchio Testamento che quando i sacerdoti immersero i loro piedi nel Giordano, il fiume si trasformò in terra asciutta. È abbastanza miracoloso che l’acqua si fermò, ma altri miracoli dovevano seguire. Quello che è più incredibile è che il fiume si trasformò in terra asciutta. Questo episodio servì come garanzia della salvezza di Dio, che condusse alla remissione dei peccati attraverso il battesimo di Gesù e il Suo sangue sulla Croce. La terra asciutta rappresentava il modo in cui tutti i peccati del mondo sarebbero stati perdonati grazie al battesimo di Gesù e al Suo sangue sulla Croce. Tutti i peccati procedettero da Adamo a tutta l’umanità, ma la maledizione del giudizio terminò con il battesimo di Gesù. Ora, tutto ciò che dobbiamo fare è essere perdonati per i nostri peccati avendo fede e ricevendo la presenza dello Spirito Santo. Credete nella meravigliosa verità che Gesù tolse tutti i vostri peccati attraverso il Suo battesimo nel fiume Giordano? 
Voi dovete credere che Gesù Cristo fu battezzato per togliere tutti i peccati del mondo. Inoltre, dovete anche sapere, comprendere e credere come fu importante il Suo battesimo. Se i sacerdoti non fossero entrati nel Giordano, il popolo d’Israele non sarebbe riuscito a entrare nella terra di Canaan. Il primo passo per entrare in Canaan fu attraversare il fiume Giordano. Pertanto, solo quando noi attraversiamo il fiume con l’Arca dell’Alleanza possiamo entrare nella terra di Canaan. Questo ci insegna che si può essere perdonati per i propri peccati credendo nel vangelo dell’acqua e dello Spirito. 
La Bibbia dice che il battesimo di Gesù fu opera di Dio. Questo avvenne anche in rapporto ai sacerdoti. Proprio come l’acqua del fiume Giordano si fermò quando i sacerdoti immersero i loro piedi nell’acqua, gli uomini del mondo sono salvati dai loro peccati credendo in questo vangelo. 
La presenza dello Spirito Santo è concessa in base alla fede in questo meraviglioso vangelo. Il battesimo di Gesù e il Suo sangue sulla Croce ti condurranno a ricevere il perdono dei peccati e lo Spirito Santo. Questo meraviglioso vangelo dell’acqua e dello Spirito è indispensabile per ottenere la presenza dello Spirito Santo.