Sermoni

Subject 8 : Lo Spirito Santo

[8-19] (Matteo 27:45-54) Il meraviglioso vangelo che strappò il velo del Tempio

(Matteo 27:45-54)
“Da mezzogiorno fino alle tre del pomeriggio si fece buio su tutta la terra. Verso le tre, Gesù gridò a gran voce: «Elì, Elì, lemà sabactàni?», che significa: «Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?». Udendo questo, alcuni dei presenti dicevano: «Costui chiama Elia». E subito uno di loro corse a prendere una spugna e, imbevutala di aceto, la fissò su una canna e così gli dava da bere. Gli altri dicevano: «Lascia, vediamo se viene Elia a salvarlo!». E Gesù, emesso un alto grido, spirò. Ed ecco il velo del tempio si squarciò in due da cima a fondo, la terra si scosse, le rocce si spezzarono, i sepolcri si aprirono e molti corpi di santi morti risuscitarono. E uscendo dai sepolcri, dopo la sua risurrezione, entrarono nella città santa e apparvero a molti. Il centurione e quelli che con lui facevano la guardia a Gesù, sentito il terremoto e visto quel che succedeva, furono presi da grande timore e dicevano: «Davvero costui era Figlio di Dio!».” 
 
 
Perché il velo del Tempio di Dio fu squarciato quando Gesù diede il Suo Spirito sulla Croce?
Perché il Regno di Dio giunse ad aprirsi a quelli che credono nel Suo battesimo e crocifissione.
 
Per comprendere la verità di questo meraviglioso vangelo, bisogna prima sapere e comprendere il sistema sacrificale eseguito per perdonare i peccati delle persone davanti a Dio nel Vecchio Testamento. Tu devi conoscere e credere nella seguente verità. 
Secondo l’antico sacrificio dell’espiazione, come riportato in Levitico capitolo 16 del vecchio Testamento, l’alto sacerdote imponeva le mani su un capro vivo e trasferiva su di esso tutti i peccati accumulati dal popolo durante l’anno. Poi per conto degli Israeliti, il sacrificio veniva ucciso e l’alto sacerdote aspergeva il suo sangue sul coperchio. Questo espiava tutti i peccati degli Israeliti. Allo stesso modo, solo quelli che credevano nell’imposizione delle mani, nel sangue e nelle parole di Dio potevano entrare nel Sacro santuario. 
I sacerdoti entravano sempre nella prima parte del tabernacolo, ad eseguire i servizi. Ma nella seconda parte, il santuario, l’alto sacerdote poteva entrare solo una volta all’anno, non senza sangue, che offriva per se stesso e per i peccati del popolo commessi nell’ignoranza (Ebrei 9:6-7). Allo stesso modo, perfino l’alto sacerdote non poteva entrare nel santuario senza il sangue del sacrificio preparato attraverso l’imposizione delle mani secondo fede.
 
 
Come è detto nel Nuovo Testamento, Gesù Cristo fu sacrificato per noi
 
Nel Nuovo Testamento, ci viene detto che si poteva entrare nel Regno di Dio attraverso la fede nel battesimo di Gesù e nel Suo sangue sulla Croce. Quando su squarciato in due il velo del Tempio di Dio, da cima a fondo? Fu quando Gesù fu crocifisso dopo esser venuto in questo mondo ed essere stato battezzato da Giovanni. 
Quale fu il motivo di questo? Gesù venne su questo mondo come sacrificio, esattamente come l’agnello di Dio, tolse i peccati del mondo facendosi battezzare da Giovanni, e in tal modo mondò l’umanità da tutti i suoi peccati quando fu crocifisso. La lacerazione del velo è un simbolo che tutti i peccati dell’umanità che ci separavano da Dio furono mondati attraverso il Suo battesimo e sangue sulla Croce. 
Gesù Stesso spezzò questa barriera pagando il salario del peccato, che è la morte. Gesù fu battezzato e crocifisso per togliere i peccati del mondo. Questo fu il motivo per cui il velo del Tempio di Dio fu squarciato in due. Proprio come i sacerdoti potevano entrare nel tabernacolo con la fede nell’imposizione delle mani, ora noi possiamo entrare nel Regno del Cielo grazie alla nostra fede nel battesimo e nel sangue di Gesù. 
Quando Gesù fu crocifisso, Egli gridò, dicendo: “Eli, Eli, lama sabachthani?” cioè: “Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?” (Matteo 27:46) Quando finalmente rese il Suo Spirito, Egli disse: “Tutto è compiuto!” (Giovanni 19:30) Gesù fu abbandonato da Suo padre sulla Croce per un momento perché Egli portò tutti i peccati del mondo fin dal Suo battesimo ad opera di Giovanni nel fiume Giordano. 
Egli morì per la salvezza di tutta l’umanità. In conseguenza del battesimo di Gesù e della Sua morte sulla Croce, tutti quelli che avevano fede in Lui furono salvati. Poiché noi nasciamo peccatori e siamo destinati alla condanna, Gesù fu battezzato per togliere tutti i nostri peccati. 
La porta del Regno del Cielo rimase saldamente chiusa finché Gesù ci mondò da tutti i nostri peccati. Quando Gesù fu battezzato da Giovanni e morì sulla Croce, il velo del Tempio di Dio fu squarciato in due da cima a fondo in modo che chiunque creda nel meraviglioso vangelo potesse entrare nel Tempio celeste di Dio. 
Io sono grato al Signore di avere fede nel vangelo dell’acqua e dello Spirito. Io posso ora entrare nel Regno del Cielo attraverso la mia fede nel meraviglioso vangelo che Gesù realizzò attraverso il Suo battesimo e sangue. Io non avrei potuto raggiungere la salvezza attraverso i miei poteri, risultati e sforzi. 
La benedizione che ci conduce nel Regno del Cielo non si raggiunge attraverso semplici preghiere, donazioni e devozione. Si può essere salvati dal peccato solo credendo nel battesimo di Gesù e nel Suo sangue sulla Croce. Si può entrare nel Regno del Cielo solo avendo fede in questo meraviglioso vangelo. Gesù è la porta del Cielo. Nessun’altra fede è necessaria a quelli che credono in Gesù. L’ingresso nel Cielo non è concesso come ricompensa per le donazioni devote, gli sforzi terreni o altre buone azioni. L’unica cosa veramente necessaria per i credenti per entrare nel Regno è la fede nel vangelo del battesimo di Gesù nel fiume Giordano e nel Suo sangue sulla Croce. 
Credere nell’acqua (il battesimo di Gesù nel fiume Giordano) e nel Suo sangue (la Croce) vi condurrà al Regno del Cielo. La persona che ha ancora il peccato nel Suo cuore, anche se crede in Gesù, deve credere in una cosa: il vangelo dell’acqua e dello Spirito. “Conoscerete la verità e la verità vi farà liberi” (Giovanni 8:32). 
Noi non conosciamo mai il momento esatto della nostra morte ma Gesù conosce tutto. Poiché Egli conosceva bene la nostra natura peccaminosa, Egli mondò tutti i nostri peccati attraverso il Suo battesimo e il sangue sulla Croce circa duemila anni fa. 
 
 
Noi dobbiamo credere in questo meraviglioso vangelo che strappò il velo del Tempio di Dio 
 
Il Salvatore nacque da una vergine per salvare l’umanità dai sui peccati. Fu attraverso il Suo battesimo all’età di 30 anni nel fiume Giordano, che Gesù tolse tutti i peccati del mondo. Tutti i peccati dell’umanità derivanti dalle sue debolezze e difetti furono perdonati grazie a Gesù. Il Suo battesimo e sangue sono le chiavi eterne per la salvezza di tutta l’umanità. Gesù fu battezzato e sanguinò sulla Croce e ora tutti quelli che hanno fede in questo vangelo possono entrare nel Regno del Cielo. 
Il velo del Tempio di Dio fu squarciato quando Gesù rese il Suo Spirito sulla Croce. Come poté il velo del Tempio di Dio essere squarciato in due quando Gesù morì sulla Croce? Il motivo è che la salvezza dell’umanità fu conseguita da Lui nel meraviglioso vangelo. 
Nel Vecchio Testamento, conosciamo il tabernacolo di Israele. Lì c’era l’altare degli olocausti e la conca. Superata questa conca, c’era il tabernacolo e dentro il tabernacolo dietro il velo c’era l’arca, dove risiedevano la presenza e la gloria di Dio. Il velo era intessuto così strettamente che quattro cavalli che tiravano dalle quattro direzioni non potevano squarciare il suo tessuto. Anche se re Salomone sostituì il tabernacolo con il Tempio, la forma di base non fu modificata, e il velo rimase ancora lì bloccando la via al santuario. Tuttavia, esso fu squarciato in due da cima a fondo quando Gesù morì sanguinando sulla Croce. Questo testimonia quanto è meraviglioso e perfetto il vangelo che fu completato con il battesimo di Gesù e il Suo sangue.
Dio benedisse tutta l’umanità con il perdono dei peccati e la vita eterna, abbracciandoli nel meraviglioso vangelo. Gesù, come sacrificio, pagò il salario del peccato quando fu battezzato da Giovanni e morì sulla Croce. La Bibbia dice: “Il salario del peccato è la morte” (Romani 6:23). Proprio come nel tempo del Vecchio Testamento, si poteva entrare nel Tempio di Dio con il sangue del sacrificio e ricevere l’espiazione per il peccato, così noi potemmo andare da Dio con il nostro sacrificio, che fu Gesù, ed essere perdonati per le nostre trasgressioni. Questa è la verità. E le parole, “Il salario del peccato è la morte” ci mostrano come è perfetto il meraviglioso vangelo.
La via per il Cielo è credere nel meraviglioso vangelo. La lacerazione del velo in due rappresenta l’apertura del Regno di Dio. Quando veniamo a conoscere e a credere in questo vangelo, dicendo: “Oh, Gesù tolse tutti i miei peccati. Oh, Gesù pagò tutto il salario del peccato sulla Croce!” la porta del Cielo si aprirà davanti a noi. Il Cielo è ora aperto a quelli che hanno raggiunto la redenzione attraverso la loro fede nel battesimo di Gesù e il Suo sangue. Il sangue di Gesù salvò i peccatori dalla morte e il Suo battesimo fu un mezzo per caricarSi i peccati di tutta l’umanità.
La terra tremò e le rocce si spaccarono quando il Signore rese il Suo Spirito sulla Croce. Proprio allora, il Suo sangue colò sulla terra e iniziò a scorrere verso i terreni in basso. Quando Gesù morì sulla Croce, tutti i peccati dell’umanità furono mondati, il meraviglioso vangelo fu completato e tutti i credenti ebbero diritto a entrare nel Regno del Cielo. Questo è la verità della rinascita. 
Ci sono molti studiosi che hanno condotto ricerche cercando di negare l’esistenza di Gesù Cristo come persona reale. Ma essi non poterono persistere nella loro ipotesi contro le numerose prove storiche della Sua esistenza. Tra loro, molti hanno rinunciato e sono giunti a credere nel vangelo del battesimo e del sangue di Gesù. Essi giunsero a rendersi conto che le testimonianze di Gesù erano troppo corpose per negare la Sua esistenza. Essi accettarono Gesù come loro Salvatore quando giunsero a conoscere e a credere in questo meraviglioso vangelo, e cioè, nella Sua nascita, battesimo, morte, resurrezione, ascensione e Secondo Avvento. 
Noi non fummo testimoni del battesimo di Gesù. I nostri occhi non videro quel che avvenne circa 2.000 anni fa. Tuttavia, attraverso quello che è scritto, chiunque può venire in contatto con questo meraviglioso vangelo. Gesù ruppe la barriera del peccato tra Dio e l’uomo attraverso il Suo battesimo e sangue, e in tal modo il velo del Regno di Dio fu squarciato in due da cima a fondo. 
Ora chiunque creda in questo meraviglioso vangelo, che fu completato dal battesimo di Gesù e dal Suo sangue, può entrare nel Regno del Cielo. Hai fede nel fatto che il battesimo di Gesù e il Suo sangue, cioè questo meraviglioso vangelo, è la chiave al Regno del Cielo? 
Anch’io un tempo ero peccatore, che credeva che Gesù fosse il Salvatore ma non era consapevole del meraviglioso vangelo. Tuttavia, un giorno giunsi a leggere del Suo incondizionato amore per me nella Bibbia. Io giunsi a sapere che Egli fu battezzato per me, morì sulla Croce per me e resuscitò per me. Gesù ci salvò facendosi battezzare nel fiume Giordano e crocifiggere per pagare il salario del peccato per il Suo amore per noi. Noi possiamo entrare nel Regno del Cielo credendo in questo meraviglioso vangelo. 
Questa è la più grande giustizia di Dio per l’umanità e l’evento epocale della storia. Tutto il Suo ministero – la Sua nascita, battesimo nel fiume Giordano, morte sulla Croce, e resurrezione – fu per salvarci da tutti i nostri peccati. Noi eravamo destinati all’inferno dopo la nostra morte, ma Gesù risparmiò le nostre anime dall’eternità nell’inferno e ci concesse il meraviglioso vangelo come via per entrare nel Regno del Cielo.
Cari fratelli, quando Gesù morì sulla Croce, un soldato Gli trafisse il fianco con una spada, e immediatamente ne uscirono sangue e acqua. Questo è scritto nella Bibbia. Questo testimonia la verità del meraviglioso vangelo del battesimo di Gesù e del Suo sangue.
Ritenete che la vostra fede nel sangue di Gesù sulla Croce sia sufficiente a liberarvi da tutti i vostri peccati? Il battesimo di Gesù è meno significativo o solo accidentale per la vostra salvezza? Se credete questo, per favore pentitevi. Noi ora dobbiamo credere nel vangelo del battesimo e nel sangue di Gesù e riconoscerlo come verità di Dio.
 
 
Vuoi essere mondato da tutti i tuoi peccati?
 
Proprio come noi dobbiamo pagare per saldare i debiti, dobbiamo avere fede nel meraviglioso vangelo del battesimo e del sangue di Gesù per essere mondati da tutti i nostri peccati. Noi non dobbiamo commettere il peccato della mancanza di fede nel vangelo del battesimo e del sangue di Gesù. Anche se non abbiamo passato direttamente i nostri peccati a Gesù, un mediatore di nome Giovanni Battista realizzò il compito per noi. 
Quando Gesù morì sulla Croce, alcune tombe dei santi a Gerusalemme si aprirono e tre giorni dopo Egli resuscitò e andò in Galilea. Questo evento meraviglioso ebbe veramente luogo, ma ci furono molti che non vi credettero. 
Nostro Signore concesse il Regno del Cielo a noi, i giusti, che ricevemmo la remissione dei peccati. Noi fummo salvato e rinascemmo, non attraverso il nostro potere fisico o gli sforzi religiosi, ma attraverso la nostra fede nel meraviglioso vangelo. Questo vangelo non è una storia inventata. Tutti i peccati del mondo furono passati su Gesù quando Egli fu battezzato. Non c’era peccato in Lui, ma Egli dovette morire sulla Croce per espiare i peccati che aveva preso con il Suo battesimo. 
Quando Gesù rese il Suo Spirito, la terra tremò e le rocce si spaccarono. Quando il centurione e quelli con lui che erano di guardia al corpo di Gesù sentirono il terremoto e le cose che erano successe, essi provarono una terribile paura, testimoniando: “Davvero costui era figlio di Dio” (Matteo 27:54). 
Giuseppe, un uomo ricco di Arimatea prese il corpo di Gesù, lo avvolse in un telo di lino pulito e lo depose nella sua tomba. L’alto sacerdote e i Farisei diedero ordini per la tomba per renderla sicura fino al terzo giorno. 
Tuttavia, Gesù resuscitò per dare nuova vita a quelli che credono nel meraviglioso vangelo. Egli andò in Galilea, dove aveva promesso di incontrare i Suoi discepoli prima di essere crocifisso. Tutte queste cose – la Sua nascita, battesimo, crocifissione, resurrezione, ascensione e Secondo Avvento – furono finalizzate a quelli che credono nel meraviglioso vangelo. Anch’io sono diventato un testimone che dà la testimonianza che Gesù è il figlio del Dio vivente e mio Salvatore.
 
 
Da chi è predicato il vero vangelo?
 
I credenti nel battesimo e nel sangue di Gesù testimoniano il meraviglioso vangelo della verità. Il meraviglioso vangelo viene diffuso attraverso la testimonianza di queste persone salvate da tutti i loro peccati. Quando una persona è liberata dai suoi peccati credendo nel vangelo, lo Spirito di Dio inizia a governarla, ed Egli la cambia indipendentemente dalla sua volontà. Le parole di Dio che conquistano l’anima trasformano continuamente un uomo giusto e gli danno una fede anche più forte. A sua volta, egli giunge a lodare il Signore. La parola di Dio dimora in Lui, e di conseguenza egli sperimenta il rinnovamento del suo essere interiore giorno per giorno. Vedendolo così trasformato, le persone testimoniano: “Egli è veramente un uomo liberato. Egli divenne un cristiano genuino e un figlio di Dio.”
Perfino il diavolo deve accettare e soccombere a questo meraviglioso vangelo. “Io sono mortificato!” dice. “Ma non è vero che non c’è il peccato nel mondo. Nessuno ha il peccato nel suo cuore.” Pertanto il diavolo opera nei pensieri delle persone, interferendo con le loro vite di fedeli. L’opera del diavolo è di impedire loro di ricevere le benedizioni spirituali del vangelo. 
Satana perse la battaglia con Gesù assolutamente. Satana riuscì a far crocifiggere Gesù controllando le menti degli uomini. Tuttavia, Gesù aveva già tolto i peccati del mondo quando fu battezzato, e quando morì sulla Croce per pagare il salario del peccato. Per questo motivo Egli salvò completamente tutti i credenti nel vangelo.
Il diavolo non era in grado di bloccare il progetto di Dio di salvare l’umanità dai suoi peccati. Gesù pagò per i peccati dell’umanità attraverso il Suo battesimo e sangue per completare il meraviglioso vangelo. Ora non c’è il peccato in questo mondo. Gesù tolse ogni peccato attraverso il Suo battesimo e mise fine a ogni peccato attraverso la Sua morte sulla Croce, dicendo: “Tutto è compiuto!” (Giovanni 19:30) Satana fu privato della potenza di accusare quelli che hanno fede nel meraviglioso vangelo. Gesù sconfisse il diavolo attraverso la Sua nascita, battesimo, crocifissione e resurrezione.
Avete ancora il peccato nel vostro cuore? No. I cristiani possono dire fiduciosamente: “Io non ho il peccato nel mio cuore” sulla base della loro fede nel meraviglioso vangelo di verità. La persona che crede nel meraviglioso vangelo del battesimo e del sangue di Gesù non ha neanche un’oncia di peccato nel suo cuore.
Ora il meraviglioso vangelo è stato inciso nei nostri cuori. Noi ora siamo liberi da ogni pentimento alla presenza di Dio. Credete tutti che Gesù tolse tutti i vostri peccati attraverso il Suo battesimo nel fiume Giordano? Se credete, la vostra gratitudine verso Dio e la gioia saranno piene. Avendo fede nel meraviglioso vangelo, noi siamo stati santificati e liberati dai nostri peccati in questo mondo. Noi ringraziamo Dio.
“E’ lui infatti che ci ha liberati dal potere delle tenebre e ci ha trasferiti nel regno del suo Figlio diletto, per opera del quale abbiamo la redenzione, la remissione dei peccati” (Colossesi 1:13-14). Alleluia, lodate il Signore.
Gesù aprì la porta della salvezza attraverso il meraviglioso vangelo. Anche voi dovete spezzare la barriera nel vostro cuore tutto in una volta con la potenza del meraviglioso vangelo, proprio come il velo del Tempio fu squarciato in due. Il meraviglioso vangelo fu fatto per voi e per me. Noi possiamo entrare nel Regno del Cielo credendo in questo vangelo, e questa è la verità definitiva che ci consente di raggiungere la presenza dello Spirito Santo.