Sermoni

Subject 9 : Romani (Commentari sul libro dei Romani)

[Capitolo 2-1] Introduzione a Romani Capitolo 2

In questo mondo, due gruppi, gli Ebrei e i Cristiani, credono in Dio e fra queste persone, c’è chi credi in Gesù e chi no. Dio considera inutile la fede di coloro che non credono in Gesù. Tuttavia, il problema più serio che i cristiani affrontano è che credono in Gesù in qualche modo ma i loro peccati non sono stati ancora rimessi. L’apostolo Paolo parla di questo argomento in Romani capitolo 2 non solo agli Ebrei e ai Greci ma anche ai cristiani odierni.
 
 
Gli Ebrei giudicano gli altri facilmente
 
L’apostolo Paolo rimprovera sia gli Ebrei che i Cristiani chi hanno lo stesso tipo di fede. In Romani 2:1, Paolo, dicendo: “chiunque tu sia, o uomo che giudichi” rimprovera quelli che sono intossicati dal senso di superiorità di essere ebrei o cristiani. Anche quelli che non sono rinati dopo aver creduto in Dio sanno cosa è sbagliato mediante la legge della coscienza nei loro cuori. È per questo che essi dicono agli altri di non rubare. Tuttavia, essi stessi commettono adulterio e non osservano le parole del Signore, tuttavia guidano altri con i comandamenti di Dio mentre si professano credenti in Dio. Questi sono gli uomini, tra gli ebrei e i cristiani, che non sono rinati. 
Quelli che credono in Dio dicono agli altri di non adorare idoli o commettere omicidio, vantandosi si osservare la legge di Dio. Pertanto, essi disonorano Dio trasgredendo le Sue leggi. 
Anche le persone che non conoscono la giustizia di Dio, ma credono in Gesù, dicono che Gesù è il loro Salvatore. Ma la loro fede non è basata sulla giustizia di Dio, per cui essi si oppongono alla vera giustizia di Dio che ha già cancellato tutti i loro peccati. Essi stessi non sanno che si stanno opponendo ai veri credenti in Dio. Noi vediamo che molti chiamano se stessi cristiani ma respingono il vangelo che contiene la giustizia di Dio, senza conoscere l’amore di Gesù, o la circoncisione spirituale. Essi affermano di seguire la volontà di Dio, ma in verità essi non hanno accettato Gesù e Lo hanno crocifisso sulla Croce con l’accusa di blasfemia perché Gesù Si era identificato come Figlio di Dio. 
L’apostolo Paolo disse che un ebreo esteriore non è un ebreo, ma un ebreo interiore è un vero ebreo. Essi affermano di essere il popolo di Dio e di essere parte della nazione di Dio. Ma come possono gli Ebrei credere in Dio quando hanno respinto Gesù come loro Salvatore?
L’apostolo Paolo dice: “La circoncisione è quella del cuore, nello spirito, e non nella lettera” (Romani 2:29). Quelli che credono nella circoncisione spirituale sono i veri credenti in Dio. Essi sono giusti mediante la fede. 
Da chi devono ricevere il riconoscimento e la lode i credenti in Dio? Essi devono riceverli da Dio. Paolo disse: “la sua gloria non viene dagli uomini ma da Dio” (Romani 2:29). Se noi crediamo nella giustizia di Dio, guadagniamo la Sua lode e riceviamo una ricompensa da Lui. Se voi credete in Gesù esternamente ma tenete il peccato nel vostro cuore, non credete davvero nella giustizia di Dio; Lo state solo deridendo. Pertanto, riceverete il giudizio dei non credenti.
Chi sono coloro che ignorano la verità di Dio? Essi sono le persone che seguono le parole umane più seriamente della parola di Dio. Essi si organizzano in varie sette religiose nel cristianesimo e si oppongono a Dio. Essi respingono e stanno contro la giustizia della salvezza di Dio con il loro potere unito. Potete immaginare quale tipo di punizioni scenderà su queste persone?
 
 
La punizione a quelli che si oppongono a Dio
 
I versetti 8 e 9 affermano: “sdegno ed ira contro coloro che per ribellione resistono alla verità e obbediscono all’ingiustizia. Tribolazione e angoscia per ogni uomo che opera il male, per il Giudeo prima e poi per il Greco.” 
Tormento e angoscia cadranno su ognuna delle anime degli uomini che compiono il male. Qui, l’espressione “angoscia” è la punizione di essere ricevuti nell’inferno. A quelli che commettono il male, ci sono tribolazioni e l’angoscia dell’inferno. 
Che tipo di maledizione ricevono quelli che respingono Dio? Dio fa scendere un giudizio terribile su quelli che respingono il Suo amore. Come vi attendete che quelli che si sono opposti all’amore di Dio, che viene dalla circoncisione spirituale, vivano pacificamente nel corpo e nella mente? Alcuni vivranno vite distrutte ora e dopo la morte perché si meritano l’ira di Dio. Essi si sono opposti alla giustizia di Dio e non possono mantenere una vera soddisfazione nei loro cuori. Essi non conoscono l’amore che viene dalla circoncisione spirituale; anche quando vanno in chiesa a confessare che credono in Gesù, essi continuano a soffrire per non avere i loro peccati rimessi. 
Non potete conoscere questo segreto solo perché credete in Gesù. Solo quelli che credono nella giustizia di Dio lo conoscono. Sappiate voi falsi credenti in Dio che dovete capire e credere nel vangelo dell’acqua e dello Spirito, che è la giustizia di Dio. Allora potrete liberarvi dalla maledizione della sofferenza. 
Se uno dice di avere il peccato nel suo cuore anche quando crede in Gesù, significa che egli crede nel modo sbagliato e deve credere nel vero vangelo che dona la giustizia di Dio. Non importa in quale denominazione gli uomini credono in Gesù, se affermano di credere in Lui in qualche modo, eppure tengono il peccato nei loro cuori, essi stanno commettendo il peccato di ignorare la giustizia di Dio. Qual è il giusto risultato di credere in Dio? Se credete in Gesù come vostro Salvatore nella verità, sarete sicuramente senza peccato. Tuttavia, se avete il peccato nel vostro cuore anche dopo aver creduto in Gesù, significa che non avete completamente compreso la giustizia di Dio. 
Il Signore che salvò tutti i peccatori dai loro peccati è già venuto nella carne, ha salvato i peccatori, ed è diventato il Salvatore di tutti i credenti. Allora, può una persona che crede davvero nell’acqua e nello Spirito Santo essere nel peccato? L’uomo non deve essere nel peccato se crede davvero nella giustizia di Dio dal momento in cui crede per la prima volta in Gesù. Ma è perché ignora la giustizia di Dio mentre crede in Gesù in qualche modo che il suo cuore giunge ad essere nel peccato. 
Pertanto, voi dovete abbandonare la vostra ostinazione proprio adesso. “Io ho creduto in Gesù erroneamente! Allora in che modo dovrei conoscere Gesù e credere? Io sono giunto a comprendere che la Croce è importante nella fede in Gesù, ma anche il Suo battesimo è fondamentale. Ora sono giunto a comprendere che Gesù fu crocifisso sulla Croce e ricevette il giudizio al posto nostro perché si caricò tutti i peccati del mondo attraverso il battesimo.” Voi dovete riconoscere queste verità e credere in esse.
Quelli che rimangono ostinati contro il Signore riceveranno la retribuzione di Dio di conseguenza. Il risultato è essere messi nei fuochi dell’inferno. È per questo che Matteo 7:22 afferma: “Molti mi diranno in quel giorno: Signore, Signore, non abbiamo noi profetato nel tuo nome e cacciato demòni nel tuo nome e compiuto molti miracoli nel tuo nome?” Quando il Signore ritornerà, quelli che non credono nella giustizia di Dio e hanno il peccato nei loro cuori mentre pretendono esternamene di credere in Gesù saranno giudicati davanti a Dio. Essi diranno al Signore: “Non ho creduto bene in Te? Non ho cacciato i demoni nel Tuo nome e parlato in lingue? Non Ti ho servito, Signore?”
Tuttavia, il Signore dirà: “Allontanati da Me, tu che pratichi l’iniquità (questo indica quelli che non credono nella giustizia di Dio)! Come puoi dire di credere in Me quando non credi che ho cancellato tutti i tuoi peccati ricevendo il battesimo e morendo sulla Croce? Bugiardo, tu dovrai entrare nel fuoco che brucia in eterno. Il tuo peccato è quello di falso profeta e hai condotto molti all’inferno.” Quelli che non credono nella Sua giustizia e non abbandonano la loro ostinazione riceveranno la terribile ira di Dio. 
Il più grande esempio di questo tipo di fede sono gli Ebrei, ed essi rimangono ancora ostinati davanti a Dio. Fino ad oggi, essi non credono nella giustizia di Dio attraverso Gesù Cristo. Perfino fra i Protestanti, ci sono tanti cristiani ostinati che dicono che o loro peccati giornalieri possono essere perdonati ogni volta che essi offrono preghiere di pentimento. Queste persone devono abbandonare la loro ostinazione di non credere nella giustizia di Dio per evitare il Suo sdegno.
Gesù perdona coloro che compiono crimini di propria volontà ogni volta che essi si pentono e pregano per il Suo perdono ogni giorno? No. Giovanni Battista, che fu l’ultimo alto sacerdote del Vecchio Testamento e il rappresentante di tutta l’umanità, battezzò Gesù 2000 anni fa ed Egli versò il sangue sulla Croce. Perché in tal modo, Egli adempì la giustizia di Dio e cancellò tutti peccati dell’umanità in una sola volta.
Dove si caricò i nostri peccati Gesù? Gesù si gravò di tutti i peccati dell’umanità in una volta quando fu battezzato da Giovanni al fiume Giordano. Inoltre Egli salvò i credenti in eterno dal peccato salendo sul Golgota per versare il sangue sulla Croce e ricevere il giudizio al posto nostro per tutti peccati. Ma tutti i peccatori cristiani sono ancora ostinati e non credono nella giustizia di Dio. Se i loro cuori sono già stati mondati da tutti i peccati dal sangue sulla Croce, allora perché devono chiedere perdono per i loro peccati fino alla morte? In tal modo essi sono ostinati. Il sangue di Gesù sulla Croce è importante, ma il battesimo di Gesù ricevuto da Giovanni è anche così importante che le persone devono credere e farsi perdonare i loro peccati tutti in una volta per ottenere la giustizia di Dio. 
Tutti sono ostinati! Ma davanti a Dio, voi dovete abbandonare la vostra ostinazione di respingere la Sua giustizia. Coloro che credono in Dio devono obbedire e credere nelle Sue parole. Anch’io sono una persona molto ostinata, ma ho abbandonato la mia ostinazione davanti a Dio e sono diventato giusto mediante la Sua grazia.
Il vero pentimento è abbandonare la propria ostinazione e ricevere la remissione dei peccati accettando la giustizia di Dio nella mente. Dopo essere stati perdonati, noi dobbiamo cambiare i nostri modi sbagliati e riconoscere i nostri errori, cercando di condurre vite migliori spiritualmente davanti a Dio. La seconda cosa è il pentimento nella vita reale di un santo rinato. 
Coloro che credono in Gesù, ma non conoscono la giustizia di Dio saranno distrutti. Queste persone devono abbandonare i loro modi ostinati, pentirsi, e credere nel battesimo e nella Croce di Gesù per la remissione dei loro peccati (Atti 3:19). Il Signore ci diede questo comandamento perché noi ricevessimo la remissione dei peccati in una sola volta credendo nella Sua giustizia. Noi dobbiamo ascoltare Dio e ascoltare le Sue parole in modo da poter essere perfettamente giusti ed essere perdonati per tutti i nostri peccati in una sola volta credendo nella verità che Gesù espiò tutti i nostri peccati attraverso il Suo battesimo e crocifissione. Quando una persona crede nella giustizia di Dio, sarà perdonata per ogni peccato e riceverà lo Spirito Santo in dono. Tutti gli apostoli e i discepoli di Gesù credettero nella giustizia di Dio e ricevettero la remissione dei peccati in una sola volta. Anche voi non dovete essere ostinati davanti alla verità. Voi dovete essere ostinati nei momenti giusti. Se voi non capite bene la circoncisione spirituale, dovete impararla e credervi. Non va bene rimanere ostinati. Dovete pentirvi e credere.
Le persone respingono la verità e la deridono senza conoscere la verità della circoncisione spirituale. “È sbagliato! Come può una persona diventare giusta quando commette peccati ogni giorno? Sapete, Dio chiama i credenti in Gesù giusti anche se sono ancora nel peccato. È la Dottrina della Giustificazione. Voi non siete chiamati giusti perché realmente non avete alcun peccato nel vostro cuore.” Tuttavia, voi dovete sapere che questo è un insegnamento molto sbagliato.
Nella Bibbia, Dio dice che attraverso il vangelo della circoncisione spirituale che ci dà la remissione dei peccati, “Io ho cancellato tutti i vostri peccati. Voi siete senza peccato ora. Poiché Io mi sono caricato tutti vostri peccati, voi siete giusti.” “Credete nella Mia giustizia? Se voi credete nelle parole della circoncisione spirituale, allora fate parte del Mio popolo e siete senza peccati.” Dio parla della Sua completa liberazione, ma i cristiani nominali denigrano e deridono i cristiani rinati che credono nella circoncisione spirituale. Essi dicono: “Come può uno diventare giusto quando commette peccati incessantemente? Si può chiamare una persona “senza peccato” solo attraverso la Dottrina della Giustificazione. Come possiamo pensare che una persona sia davvero senza peccato? Una persona non può fare a meno di peccare ogni giorno.” Essi denigrano in questo modo e rimangono ostinati perché non credono nella giustizia di Dio. 
Ma Dio dà la vita eterna a coloro che sono pazienti nel compiere il bene. Coloro che cercano gloria, onore, e immortalità continuando pazientemente a compiere il bene diverranno figli di Dio, ma coloro che non fanno ciò riceveranno la punizione. Tutti vogliono diventare figli di Dio e vivere una vita eterna. Gesù dà la vita eterna coloro che vogliono seriamente vivere per sempre e avere una vita senza peccato. 
“Quello che davvero voglio Signore è credere nella remissione dei peccati attraverso la circoncisione spirituale in modo da poter vivere una vita senza niente di cui vergognarmi nella mia coscienza. Io voglio diventare Tuo figlio. Io voglio credere nella Tua giustizia e renderTi felice. Io voglio diventare senza peccato. Salvami da tutti i miei peccati.” A coloro che cercano la giusta salvezza di Dio e desiderano essere perdonati per tutti i loro peccati, Dio ascolta tutti i desideri e perdona tutti i loro peccati dando loro il vangelo della giustizia di Dio. A coloro che vogliono vivere in eterno, Dio dà la vita eterna. 
 
 
Cos’è la circoncisione spirituale?
 
Essa significa la remissione dei peccati eseguita attraverso il battesimo di Gesù e il Suo sangue sulla Croce. Il sangue dell’Agnello è il giudizio vicario e il battesimo di Gesù ad opera di Giovanni significa che i peccati del mondo furono passati su Gesù. Anche oggi, il cristianesimo non può ignorare il Vecchio Testamento perché in tal caso non può credere nel Nuovo Testamento. Nelle Scritture, noi troviamo che la circoncisione spirituale e il sangue dell’agnello nel rituale pasquale sono strettamente correlati.
In 1 Giovanni 5:6, si dice che Gesù venne “non solo d’acqua, ma d’acqua e di sangue.” Gesù non venne solo d’acqua o da sangue, ma da entrambi. Voi dovete credere nella circoncisione spirituale contenuta nelle parole dell’acqua, del sangue, e dello Spirito per essere liberati da tutti vostri peccati.
Leggendo Esodo capitolo 12, io mi ponevo delle domande sulla circoncisione spirituale. Cosa significa Esodo capitolo 12? Io continuavo a guardare attentamente l’intero capitolo e tutti i passaggi correlati nella Bibbia. Giunsi a comprendere che gli israeliti potevano partecipare alla festa di Pasqua perché avevano ricevuto la circoncisione e nel Nuovo Testamento, si diceva che Gesù non versò semplicemente il sangue sulla Croce, ma versò il sangue perché fu battezzato da Giovanni.
Dio diede agli israeliti due ordini per una legittima festa di Pasqua: ricevere prima la circoncisione e poi mangiare la carne dell’agnello di Pasqua. Questa era la circoncisione spirituale del Vecchio Testamento! Nel Nuovo Testamento, si dice che i nostri peccati furono passati su Gesù mediante il battesimo di Giovanni e che Egli versò il sangue sulla Croce. Io scoprii che accettare questi fatti portava alla verità di ricevere la circoncisione spirituale. Gesù Cristo fu battezzato da Giovanni al Giordano; è così che Egli si caricò i peccati del mondo ed è per questo che Egli dovette morire sulla Croce per ricevere il giudizio al posto nostro. 
Voi potete sperimentare la salvezza da tutti i peccati e iniquità accettando questa verità nel vostro cuore. Perché una persona riceva la salvezza da ogni peccato, deve credere nella giustizia di Dio, che può darci la circoncisione spirituale. Gli uomini devono rendersi conto di questa verità. Voi lettori dovete percepire la verità che la circoncisione spirituale nel Vecchio Testamento e il battesimo di Gesù nel Nuovo Testamento formano una coppia riguardante la remissione dei peccati. Gesù non ricevette il giudizio perché aveva peccato, ma morì sulla Croce per l’umanità perché era stato battezzato e portò i peccati del mondo con il Suo corpo. Questa è la fede di coloro che hanno ricevuto la circoncisione spirituale.
Coloro che credono nella giustizia di Dio attraverso la circoncisione spirituale non sono nel peccato perché credono davvero in Gesù. Io ho pena di coloro che credono in Gesù in qualche modo, ma non hanno ricevuto la circoncisione spirituale da Dio. Essi devono credere nella verità che Gesù si caricò tutti i peccati del mondo quando Giovanni Lo battezzò. 
Purtroppo, la maggior parte dei cristiani crede solo nella Croce e non nel battesimo di Gesù. In tal modo, essi non hanno la fede di credere nella giustizia di Dio. Noi dobbiamo sapere che dobbiamo credere quello che Dio ci ha detto nelle Scritture. 
Noi dobbiamo demolire ogni dottrina e insegnamento dei teologi, e credere solo nelle parole di Dio che ci conducono alla Sua giustizia. Questo è perché le parole senza la Sua giustizia non sono veramente parole di Dio. Il vangelo senza la circoncisione spirituale non è completo. Ecco perché nella Bibbia, Dio parla così frequentemente della circoncisione nel Vecchio Testamento e del battesimo di Gesù nel Nuovo Testamento. In altre parole, Egli parla della circoncisione e del sangue dell’agnello pasquale nel Vecchio Testamento in parallelo con il battesimo di Gesù e il Suo sangue nel Nuovo Testamento. Noi dobbiamo credere in questa verità e ricevere la circoncisione spirituale. Tuttavia, se non crediamo in questa verità, saremo messi da parte dal Regno di Dio.
La giustizia di Dio è adempiuta solo dal Suo sangue sulla Croce? Non è così. La giustizia di Dio fu completata sia dal battesimo di Gesù che dal Suo sangue sulla Croce. Così, noi abbiamo ricevuto la circoncisione spirituale nei nostri cuori non solo mediante il Suo sangue sulla Croce, ma dal battesimo che ricevette da Giovanni. La circoncisione spirituale può essere possibile per noi poiché Gesù realmente cancellò tutti i nostri peccati attraverso il Suo battesimo e la Sua morte in espiazione sulla Croce. 
 
 
Circoncisione significa tagliare via
 
Isaia profetizzò che il Messia, Gesù Cristo avrebbe ricevuto il giudizio al posto nostro per i nostri peccati essendo ferito e colpito. Pertanto, c’è qualcosa che noi dobbiamo sapere prima di andare avanti. Perché Cristo dovette essere crocifisso sulla Croce? 
Nel Vecchio Testamento, un peccatore doveva imporre le mani su un agnello sacrificale per passare i peccati e poi doveva uccidere l’agnello. Poi, il sacerdote prendeva parte del sangue del sacrificio espiatorio con il dito, lo metteva sui corni dell’altare dell’olocausto, e versava il resto del sangue alla base dell’altare (Levitico 4:27-30). Un peccatore dell’epoca del Vecchio Testamento poteva essere liberato dai suoi peccati in questo modo. Allora Gesù, che venne come l’Agnello di Dio (Giovanni 1:29) per salvarci dai nostri peccati, non doveva avere le mani imposte sulla Sua testa come nel Vecchio Testamento per caricarsi tutti i peccati dell’umanità?
Allora, quando e come il Signore si caricò i peccati del mondo? Non è mostrato in Matteo 3:13-17, dove Giovanni battezzò Gesù al Giordano? È come in Levitico del Vecchio Testamento dove si dice continuamente che il peccatore “poserà la mano sulla testa della vittima” (Levitico 1:4, 3:8, 4:29) per passare i peccati. L’alto sacerdote nel Vecchio Testamento doveva imporre le mani sulla testa dell’agnello e passare i suoi peccati e quelli di tutti gli Israeliti (Levitico 16:21). Poi prendeva parte del sangue e lo metteva nei corni dell’altare dell’olocausto e versava il resto del sangue sulla base dell’altare. Essi ricevevano la remissione dei peccati in questo modo. 
In maniera simile, la nostra remissione dei peccati fu resa possibile dal battesimo di Gesù ad opera di Giovanni e dal Suo sangue sulla Croce. Questa fu la giustizia di Dio e la circoncisione spirituale che Dio voleva darci dentro la Bibbia. Pertanto, noi che crediamo nella giustizia di Dio abbiamo avuto i peccati tagliati dal battesimo di Gesù ad opera di Giovanni e dal Suo sangue sulla Croce. Quando noi percepiamo il significato del battesimo di Gesù nel Nuovo Testamento in relazione alla circoncisione nel Vecchio Testamento, noi giungiamo a credere nella giustizia di Dio e davvero giungiamo a ricevere la circoncisione spirituale nei nostri cuori.
 
 
La vera circoncisione spirituale del Nuovo Testamento
 
Leggiamo Matteo 3:13-15. “In quel tempo Gesù dalla Galilea andò al Giordano da Giovanni per farsi battezzare da lui. Giovanni però voleva impedirglielo, dicendo: «Io ho bisogno di essere battezzato da te e tu vieni da me?». Ma Gesù gli disse: «Lascia fare per ora, poiché conviene che così adempiamo ogni giustizia». Allora Giovanni acconsenti.” 
Giovanni Battista battezzò Gesù al Giordano. Egli impose le mani sulla testa di Gesù e Lo battezzò. (Battezzare, ‘baptizo’ in greco, significa immergere o sommergere sotto l’acqua.)
Perché Gesù morisse sulla Croce per i nostri peccati, Egli doveva prima caricarsi i nostri peccati attraverso il battesimo. Così, Egli fu prima battezzato da Giovanni, e poi messo sotto l’acqua. Perché fu battezzato? Fu perché quando fu battezzato, ogni giustizia di Dio poté essere adempiuta. Era giusto e conveniente che Egli Si caricasse i peccati dell’umanità attraverso il battesimo e che divenisse il nostro Dio e Salvatore. Era del tutto conveniente che Gesù morisse sulla Croce portando tutti i nostri peccati sul Suo corpo attraverso il Suo battesimo. 
La prima cosa che Gesù fece nella Sua vita pubblica fu ricevere il battesimo. Battesimo, ‘baptisma’ in greco, implica “lavare, seppellire, trasferire e passare.” Nel Vecchio Testamento, il 10° giorno del settimo mese era il Giorno dell’Espiazione degli Israeliti, e Aronne imponeva le mani sui capri espiatori per passare tutti i peccati degli Israeliti. Dei due capri, uno veniva offerto a Dio e l’altro diveniva offerta per l’espiazione di fronte agli israeliti (Levitico 16). Nel Nuovo Testamento, Gesù ricevette tutti i nostri peccati facendosi battezzare da Giovanni. 
Il giorno successivo al Suo battesimo, Giovanni puntò il dito verso di Lui e disse: “Ecco l’agnello di Dio che toglie i peccati del mondo!” (Giovanni 1:29)
Voi dovete ammettere che la circoncisione spirituale non è possibile solo mediante la fede nel Suo sangue. 
Vediamo a partire da 1 Giovanni 5:4. “Tutto ciò che è nato da Dio vince il mondo; e questa è la vittoria che ha sconfitto il mondo: la nostra fede. E chi è che vince il mondo se non chi crede che Gesù è il Figlio di Dio? Questi è colui che è venuto con acqua e sangue, Gesù Cristo; non con acqua soltanto, ma con l’acqua e con il sangue. Ed è lo Spirito che rende testimonianza, perché lo Spirito è la verità. Poiché tre sono quelli che rendono testimonianza: lo Spirito, l’acqua e il sangue, e questi tre sono concordi. Se accettiamo la testimonianza degli uomini, la testimonianza di Dio è maggiore; e la testimonianza di Dio è quella che ha dato al suo Figlio. Chi crede nel Figlio di Dio, ha questa testimonianza in sé. Chi non crede a Dio, fa di lui un bugiardo, perché non crede alla testimonianza che Dio ha reso a suo Figlio. E la testimonianza è questa: Dio ci ha dato la vita eterna e questa vita è nel suo Figlio. Chi ha il Figlio ha la vita; chi non ha il Figlio di Dio, non ha la vita” (1 Giovanni 5:4-12).
Qual è la prova della circoncisione spirituale? È la fede di credere sia nel battesimo di Gesù che nel Suo sangue come nostra salvezza. La vittoria che ha superato il mondo è l’acqua e il sangue. “Questi è colui che è venuto con acqua e sangue, Gesù Cristo; non con acqua soltanto, ma con l’acqua e con il sangue. Ed è lo Spirito che rende testimonianza, perché lo Spirito è la verità. Poiché tre sono quelli che rendono testimonianza: lo Spirito, l’acqua e il sangue.” Questi testimoni, che mostrano che Dio è il nostro Dio e il nostro Salvatore, testimoniano che Dio venne sulla terra in carne di uomo, prese tutti i nostri peccati sul Suo corpo attraverso il Suo battesimo, versò il sangue sulla Croce per conto nostro, e in tal modo ci liberò da tutti i nostri peccati. 
Nel Nuovo Testamento, il vangelo della circoncisione spirituale consiste nell’acqua e nel sangue. Nel Nuovo Testamento, l’acqua è il battesimo che Gesù ricevette da Giovanni e il sangue significa la Sua morte sulla Croce. Il battesimo di Gesù è la controparte della circoncisione nel Vecchio Testamento. Il battesimo di Gesù da Giovanni è la prova che i nostri peccati sono stati passati su di Lui mediante ciò. Quelli che credono nella verità potranno stare davanti a Dio e dire: “Dio, tu sei il mio Salvatore. Io credo nella Tua giustizia, pertanto io non sono nel peccato. Io sono il tuo figlio senza macchia e Tu sei il mio Dio.” Qual è la base nelle Scritture che vi fa dichiarare ciò con fiducia? È la fede nel battesimo di Gesù e nel Suo sangue sulla Croce, che costituiscono la giustizia di Dio. Accettare la giustizia di Dio come mia giustizia non può essere possibile solo mediante il sangue di Cristo. Sia il Suo battesimo che il sangue la creano.
Guardiamo il passaggio sull’indispensabilità del battesimo di Gesù nella nostra salvezza. 1 Pietro 3:21 è la prova di questa verità. “Figura, questa, del battesimo, che ora salva voi; esso non è rimozione di sporcizia del corpo, ma invocazione di salvezza rivolta a Dio da parte di una buona coscienza, in virtù della risurrezione di Gesù Cristo.”
L’apostolo Pietro sta ora parlando della prova evidente della nostra salvezza. Il battesimo di Gesù è la circoncisione nel Vecchio Testamento. Lo capite? Come gli Israeliti si tagliavano il prepuzio per la circoncisione nel Vecchio Testamento, nel Nuovo Testamento, Gesù fu battezzato da Giovanni e prese tutti i peccati del mondo, consentendoci di ricevere la circoncisione spirituale. Il battesimo e il sangue sulla Croce crearono la giustizia di Dio. La circoncisione spirituale e il battesimo significano la stessa cosa. Voi dovete capire che il battesimo di Gesù implica la circoncisione spirituale di tutti noi.
“Figura appunto del battesimo, che ora salva voi.” In che modo riceviamo la giustizia di Dio? Credendo che Gesù fu battezzato e morì sulla Croce per i nostri peccati. Matteo 3:15 afferma: “Poiché conviene che così adempiamo ogni giustizia.” Poiché tutti i peccati dell’umanità sono stati passati sul capo di Gesù, i peccati dei peccatori sono cancellati in maniera assoluta. Ogni peccatore diventa giusto credendo nel battesimo di Gesù e nel Suo sangue. Gesù Cristo versò il sangue del giudizio sulla Croce dopo essersi caricato tutti i peccati del mondo; tutti i peccati dell’umanità furono espiati in questo modo. Credere che Gesù si caricò i peccati del mondo essendo battezzato e che ricevette il giudizio al posto nostro significa avere fede nella verità che porterà la giustizia di Dio ai credenti. Credete in questa verità.
Giovanni 1:29, afferma: “Ecco l’agnello di Dio che toglie i peccati del mondo”. Gesù è figlio di Dio e nostro Creatore, Egli adempì la Sua promessa di circoncisione caricandosi tutti i peccati dei peccatori. Questa è la vera fede che porta nei nostri cuori la circoncisione spirituale, che è la giustizia di Dio. Gesù è la nostra vera giustizia. Noi dobbiamo ringraziare Gesù. Noi dobbiamo ringraziarLo per il Suo battesimo e il sangue che ci consente di ricevere la circoncisione spirituale. 
1 Pietro 3:21 continua: “esso non è rimozione di sporcizia del corpo, ma invocazione di salvezza rivolta a Dio da parte di una buona coscienza.” La sporcizia del corpo di una persona non viene rimossa solo perché essa crede in Gesù come suo vero Salvatore. Voi potete ricevere la remissione dei peccati credendo che tutti i vostri peccati sono stati passati su Gesù mediante il Suo battesimo e il Suo sangue versato sulla Croce. Il ricevimento della remissione dei peccati confessando Gesù come Salvatore avviene nel vostro cuore. Esso avviene nel cuore del credente. Se voi credete nel Salvatore con il cuore, saranno rimessi i vostri peccati, mentre la carne è ancora sporca e commette iniquità ogni giorno; ma non vi è il peccato. Voi ricevete la giustizia di Dio credendo che quando Gesù fu battezzato, tutti i peccati furono passati su Gesù e che non ci sono più peccati nel vostro cuore. 
 
 
Voi dovete credere nella verità per farla vostra
 
In Giovanni 1:12 è detto: “Ma a quelli che lo accolsero, diede potere di diventare figli di Dio, a quelli che credono nel Suo nome.” 
Quali parole avete ricevuto e accettato? Voi dovete accettare le cose che furono compiute dal Figlio di Dio. Quale fu l’opera di Dio? Il figlio di Dio venne sulla terra nella forma della carne peccaminosa, e quando aveva trent’anni, fu battezzato per prendere tutti i peccati dell’umanità e ci diede la circoncisione spirituale in modo che i nostri peccati fossero cancellati. Poi Egli morì sulla Croce come Agnello di Dio ed espiò per noi. Il Signore divenne l’eterno sacrificio espiatorio per tutti i peccatori e ci salvò in eterno. Queste è la vera fede. Noi diventiamo giusti credendo in questa verità. 
Possiamo ricevere la circoncisione spirituale solo mediante il sangue di Cristo? No. Il battesimo di Gesù tagliò via da noi i peccati e il giudizio che Egli ricevette sulla Croce versando il sangue per i peccatori fu il giudizio al posto vostro e mio. Noi siamo salvati dal peccato e siamo esenti dal giudizio perché crediamo nel vangelo della giustizia di Dio, cioè nel vangelo del battesimo di Gesù e nel sangue sulla Croce. Accogliere Gesù come Salvatore può cancellare tutti i peccati nel cuore di un peccatore. Ricevete la circoncisione spirituale nei vostri cuori. Allora, la giustizia di Dio diventerà vostra. 
 
 
La vera circoncisione spirituale deve aver luogo nel cuore
 
In Romani capitolo 2, l’apostolo Paolo dice: “La circoncisione è quella del cuore.” In che modo avviene la circoncisione del cuore? Questo è possibile credendo che Gesù Cristo venne sulla terra nella carne di uomo, che fu battezzato per caricarsi tutti “i peccati del mondo,” che morì versando il sangue sulla Croce, e che resuscitò nuovamente per essere il nostro eterno Salvatore. L’apostolo Paolo disse che la circoncisione dev’essere fatta nel cuore, e che si può essere circoncisi nel cuore credendo nel battesimo di Gesù. Se vuoi ricevere la circoncisione spirituale nel vostro cuore, credi nel battesimo di Gesù. Allora, diventerai uno dei figli di Dio. Giusta è la persona che crede che il battesimo e il sangue di Gesù la liberarono da tutti i suoi peccati. Amen. 
Fino all’età di 29 anni, Gesù condusse una vita privata sostenendo la Sua famiglia, ma quando compì 30 anni, iniziò a vivere la Sua vita pubblica. Durante la Sua vita pubblica, Egli cancellò tutti i peccati dell’umanità e liberò tutti i peccatori dai loro peccati. La prima cosa che Egli fece fu ricevere il battesimo per liberare i peccatori dai loro peccati e renderli giusti. “In quel tempo Gesù dalla Galilea andò al Giordano da Giovanni per farsi battezzare da lui” (Matteo 3:13). Perché Gesù si fece battezzare? Noi dobbiamo sapere che Egli fece ciò per caricarsi tutti i peccati dei peccatori. Noi non dobbiamo fraintendere il vero significato del Suo battesimo. Il battesimo è lavare i peccati trasferendoli. Ecco perché Gesù, per caricarsi i peccati dei peccatori, chiesero a Giovanni di battezzarLo. 
Chi è questo Giovanni che battezzò Gesù? Giovanni è il rappresentante di tutta l’umanità. Questo è spiegato bene in Matteo 11:11-14. “In verità vi dico: tra i nati di donna non è sorto uno più grande di Giovanni il Battista; tuttavia il più piccolo nel regno dei cieli è più grande di lui. Dai giorni di Giovanni il Battista fino ad ora, il regno dei cieli soffre violenza e i violenti se ne impadroniscono. La Legge e tutti i Profeti infatti hanno profetato fino a Giovanni. E se lo volete accettare, egli è quell’Elia che deve venire.” 
A partire dai giorni di Giovanni Battista, l’era dell’Alleanza di Dio terminò. Questo è perché Gesù, la Persona che doveva adempiere le Sue promesse, era venuto. Allora, chi erano le persone che dovevano adempiere le promesse nel Vecchio Testamento? Esse erano Gesù e Giovanni Battista. Giovanni Battista passò i peccati su Gesù. Giovanni Battista fu l’ultimo profeta nel Vecchio Testamento che fu mandato per passare tutti i peccati sull’agnello di Dio, che venne nel Nuovo Testamento. Giovanni effettuò questo compito imponendo le mani sul capo di Gesù secondo il modo legittimo stabilito nel sistema sacrificale. Tutti i peccati del mondo furono tagliati fuori e trasferiti su Gesù quando Egli fu battezzato. “Così,” Dio diede la circoncisione spirituale in tutti i cuori degli uomini. 
Tieniti saldo al battesimo di Gesù e al Suo sangue come tua espiazione. Gesù si è già preso tutti i peccati del mondo e si è anche caricato tutto il giudizio. Il vangelo della giustizia di Dio è la verità che Gesù fu battezzato e versò il sangue per espiare tutti i nostri peccati. Ora, noi possiamo ricevere la remissione dei peccati solo accettando la giustizia di Dio nei nostri cuori. Se la riceverete, potrete entrare nella “genealogia di Gesù Cristo, figlio di Davide, figlio di Abramo.” Ci sono persone che conoscono già la giustizia di Dio e quelli che non la conoscono e sono ancora fuori da Gesù Cristo. Il sole sta per tramontare. Credete nel battesimo di Gesù ed entrate in Lui. La fede di credere nel battesimo diventerà il vostro olio preparato per il banchetto di nozze. Io spero che voi conosciate il segreto in modo che possiate preparare l’olio per la lampada per incontrare il nostro Signore Gesù che viene per la seconda volta solo credendo nel battesimo di Gesù e nel Suo sangue sulla Croce. 
Gesù ricevette il battesimo in modo da cancellare i peccati di tutti. Gesù è il Figlio di Dio e Dio Stesso. Egli è il nostro Creatore. Egli venne sulla terra secondo la volontà di Suo Padre per adottarci come figli di Dio. Di chi parlano tutte le profezie nel Vecchio Testamento? Esse profetizzano su Gesù. Esse erano profezie su come Egli sarebbe giunto sulla terra e si sarebbe caricato i nostri peccati e li avrebbe eliminati. Come dicevano le profezie nel Vecchio Testamento, Gesù venne sulla terra circa 2000 anni fa e si caricò tutti i nostri peccati facendosi battezzare. Egli si era caricato tutti i peccati dell’umanità, a partire da Adamo ed Eva, fino all’ultimo uomo. 
Ricevete la circoncisione spirituale nei vostri cuori. “La circoncisione è quella del cuore” (Romani 2:29). Quando voi credete nel battesimo di Gesù, riceverete automaticamente la circoncisione del cuore. La circoncisione del cuore significa l’eliminazione dei peccati nei nostri cuori quando noi riconosciamo che tutti i peccati furono passati su Gesù mediante il Suo battesimo. Avete ricevuto la circoncisione del cuore? Credendo nella circoncisione nel cuore, “tutti i peccati furono mondati mediante la fede.” 
 
 
Accetti davvero la verità della circoncisione spirituale nel tuo cuore?
 
Sono circa 2000 anni che Gesù venne sulla terra, fu battezzato e morì sulla Croce. Noi dobbiamo accettare solo questo fatto e riceverlo nei nostri cuori oggi. “La circoncisione è quella del cuore.” Noi possiamo ricevere la circoncisione nella nostra mente e nel cuore mediante la fede nella verità. Noi tutti abbiamo ricevuto la liberazione credendo nella giustizia di Dio. Anche se verrà il giudizio di Dio sulla terra, noi non avremo paura. Quelli che credono nella giustizia di Dio non ricevono il giudizio di Dio. Il giudizio di Dio ricade su quelli che non hanno accettato la giustizia di Dio nei loro cuori. 
Perché i cristiani odierni credono in Gesù, eppure si smarriscono? Perché vivono in agonia? È perché essi credono solo nel sangue di Gesù per la loro salvezza. Ora voi dovete ammettere che avete afflitto Dio con la vostra ostinazione e ritornare alla verità che Gesù si prese tutti i nostri peccati facendosi battezzare al Giordano. Allora, la circoncisione spirituale avrà luogo nel vostro cuore.
Se voi crederete sia nel battesimo di Gesù che nel Suo sangue, la circoncisione spirituale avrà luogo nel vostro cuore e no riceverete il giudizio di Dio, ma diventerete Suoi figli. Dio diverrà vostro Dio e voi diventerete il Suo popolo. Se ci sono tra voi quelli che credono in Gesù ma dipendono solo dal sangue di Gesù, vorrei farvi una domanda. La nostra circoncisione spirituale e la giustizia di Dio vengono solo dal sangue della Croce? La nostra salvezza è completata non solo dal sangue, ma dal battesimo di Gesù, dal Suo sangue e dallo Spirito. 
 
 
La giustizia di Dio conseguita essendo uniti con Cristo
 
Studiamo Romani 6:3-8. “O non sapete che quanti siamo stati battezzati in Cristo Gesù, siamo stati battezzati nella sua morte? Per mezzo del battesimo siamo dunque stati sepolti insieme a lui nella morte, perché come Cristo fu risuscitato dai morti per mezzo della gloria del Padre, così anche noi possiamo camminare in una vita nuova. Se infatti siamo stati completamente uniti a lui con una morte simile alla sua, lo saremo anche con la sua risurrezione. Sappiamo bene che il nostro uomo vecchio è stato crocifisso con lui, perché fosse distrutto il corpo del peccato, e noi non fossimo più schiavi del peccato. Infatti chi è morto, è ormai libero dal peccato. Ma se siamo morti con Cristo, crediamo che anche vivremo con lui.”
 
Il versetto 5 dice: “Se infatti siamo stati completamente uniti a lui con una morte simile alla sua, lo saremo anche con la sua risurrezione.” La Bibbia dice che il salario del peccato è la morte, cioè, chiunque è nel peccato perirà e andrà all’inferno. Non eravate tutti nel peccato prima di credere completamente nella verità di Gesù Cristo? ─Sì.─ anche se avete la più piccola quantità di peccato, andrete all’inferno e riceverete il giudizio dello “stagno ardente di fuoco e di zolfo” (Apocalisse 21:8). Se noi dovessimo pagare il salario dei nostri peccati, che è la morte, non potremo mai essere salvati dai peccati. Così, Dio mandò Gesù Cristo su questa massa e passò tutti i peccati a Lui e Lo giudicò al posto nostro.
Dio ci salvò tutti perché ci amava tanto. Dio Padre mandò il Suo unigenito figlio sul mondo, passò tutti i peccati del mondo su Suo figlio attraverso il battesimo, e Lo crocifisse con i chiodi in modo che versasse il sangue per espiare tutti i peccati. Credere in questo significa essere uniti con Gesù. Il salario per il peccato è la morte. Noi tutti avevamo i peccati nei nostri cuori ed eravamo destinati all’inferno a causa di quei peccati. Ma al posto di noi che eravamo destinati ad andare all’inferno, Gesù si prese cura dei peccati nel Giordano facendosi battezzare e punire al posto sulla Croce. In tal modo, la Sua morte divenne la nostra morte perché il Suo battesimo tolse tutti i nostri peccati. Questa è la fede di essere uniti con Cristo.
 
Molti credono ancora in Gesù nel modo “religioso”. Essi vanno in chiesa e versano lacrime mentre confessano i loro peccati, chiedendo il perdono. Smettete di farlo adesso e credete nella giustizia di Dio, e guadagnerete la pace da Dio nel vostro cuore. Gesù fu battezzato e morì sulla Croce per salvarci, e io spero che voi crediate in questo vangelo. 
Dio ci insegnò attraverso Mosè circa la remissione dei peccati. Mosè accettò il comando di Dio che sarebbe andato in Egitto per liberare gli Israeliti, il Suo popolo. Così, egli andò in Egitto con sua moglie e il figlio su un asino. Quella notte, apparve un messaggero di Dio e cercò di uccidere Mosè. Allora sua moglie Zippora prese in fretta una pietra aguzza e recise il prepuzio di suo figlio e lo gettò ai piedi di Mosè e disse: “Tu sei per me uno sposo di sangue!” (Esodo 4:25)
La verità in questo passaggio è la seguente. Anche il giglio di Mosè non sarebbe stato considerato come uno del popolo di Dio se non avesse ricevuto la circoncisione; pertanto, Dio intendeva ucciderlo. Dio disse che gli Israeliti non sarebbero stati considerati il Suo popolo se non fossero stati circoncisi. La circoncisione nel Vecchio Testamento era un segno di appartenenza al popolo di Dio. Dio doveva far sì che Mosè se ne rendesse conto. Così, la moglie di Mosè rapidamente tagliò il prepuzio del figlio e lo gettò dicendo: “Tu sei per me uno sposo di sangue!” Dio cercò di uccidere Mosè per via della non circoncisione di suo figlio. 
Anche se una persona era discendente di Abramo, sarebbe stata tagliata fuori dagli Israeliti se non era circoncisa. Solo i circoncisi potevano mangiare la carne dell’agnello di Pasqua e spruzzare l’architrave e i due stipiti con il sangue dell’agnello. Allo stesso modo, solo i circoncisi spiritualmente possono partecipare alla Comunione Santa. Quelli senza questa fede non possono mai entrare nella giustizia di Dio e pertanto, non potranno partecipare alla gloria di Dio.
L’apostolo Paolo era un ebreo. Egli fu circonciso quando aveva otto giorni e ai piedi di Gamaliele. Egli era esperto del Vecchio Testamento. Così, Paolo capiva bene perché Gesù Cristo era stato battezzato nel fiume Giordano e perché doveva morire sulla Croce. Pertanto egli poteva predicare il vangelo dell’acqua e dello Spirito con molta confidenza. Ecco perché disse: “La circoncisione è quella del cuore” (Romani 2:29). 
Naturalmente, l’apostolo Paolo parlava più frequentemente della morte di Gesù sulla Croce. Perché? Perché anche se Gesù eseguì la nostra circoncisione spirituale prendendosi i nostri peccati; se Egli non fosse stato sacrificato sulla Croce, in altre parole, se non avesse ricevuto il giudizio, noi non avremmo potuto essere salvati. Ecco perché l’apostolo Paolo parlava della Croce più frequentemente. Voi dovete tenere in mente che la Croce è la conclusione e il compimento della nostra circoncisione spirituale. Tuttavia, la maggior parte dei cristiani oggi non hanno la minima idea della causalità tra il battesimo di Gesù e la Sua morte sulla Croce, e così sono destinati all’inferno. Se il potere della fede nella circoncisione spirituale fosse stato passato bene attraverso le generazioni, il cristianesimo odierno non sarebbe stato così. 
Alcuni sono molto grati quando incontrano per la prima volta Gesù, ma diventano delusi per le loro immutabili infermità e diventano peccatori peggiori col passare del tempo. Possono passare dieci anni dopo aver creduto per la prima volta in Gesù, ma essi possono essere diventati peccatori peggiori. Possono essere peccatori anche dopo aver creduto in Gesù? Essi cantano l’inno solo a parole.
“♪Piangere non mi salverà! ♫Anche se il mio volto fosse bagnato di lacrime, ♫questo non potrebbe acquietare le mie paure, ♫non potrei lavare il peccato di anni! ♫ Piangere non mi salverà! … ♪La fede in Cristo mi salverà! ♫ Fammi avere fiducia nel tuo Figlio che piange ♪Nell’opera che ha compiuto; ♪Alle Sue braccia, Signore aiutami a correre: ♪La fede in Cristo mi salverà. ♫” 
Essi cantano: “Piangere non mi salverà. La fede in Cristo mi salverà”. Ma questo è solo a parole. Essi pregano versando lacrime ogni volta che peccano. “Dio, ti prego perdonami. Se mi perdoni questa volta, io sarò buono d’ora in poi.” Quando un cristiano pecca, confessa, piange e chiede il perdono, e allora si sente meglio. Ma una persona che ripete questo per molti anni diventa più peccaminosa nel suo cuore di quando aveva creduto per la prima volta in Gesù dieci anni prima. Quella persona si pone la domanda desolata: “Perché ho creduto in Gesù così presto? Avrei dovuto credere in Lui al compimento degli 80 anni, o appena prima del mio ultimo respiro. Io ho creduto troppo presto”. Questo avviene perché quella persona avrebbe dovuto vivere secondo la volontà di Dio, ma non ci riusciva. 
Per ogni peccato, ci deve essere un giudizio. Ecco perché Gesù fu battezzato e giudicato sulla Croce, versando il Suo prezioso sangue in modo che potesse salvarci dai nostri peccati. Egli resuscitò dai morti dopo tre giorni. Dio Padre riportò nuovamente Gesù in vita. Una persona che crede nella circoncisione spirituale può e deve vivere la vita diffondendo il vangelo. La circoncisione spirituale è la prova che noi dobbiamo diventare figli di Dio ed è la giustizia di Dio. Il battesimo di Gesù è la prova che i nostri peccati sono stati passati su di Lui, e il Suo prezioso sangue sulla Croce è la prova che Egli ha pagato tutto il salario dei nostri peccati ricevendo il giudizio al posto nostro. 
Credete in Gesù, e però rimanete nel peccato nel vostro cuore? Questa è la fede dell’eretico. Tito 3:10 afferma: “Dopo una o due ammonizioni stà lontano da chi è fazioso, ben sapendo che è gente ormai fuori strada e che continua a peccare condannandosi da se stessa.” Quelli che hanno una fede eretica sono peccatori che si auto-condannano. Essi insistono di essere peccatori anche quando sono minacciati dalla morte. Essi sono troppo ostinati per cambiare il loro fraintendimento. Dio dice a questi peccatori: “Tu sei un eretico. Tu sei un peccatore; tu non sei Mio figlio ed entrerai nelle fiamme eterne dell’inferno.” 
Quelli che credono in Gesù, ma non hanno accettato la giustizia di Dio, o la circoncisione spirituale del battesimo e del sangue di Gesù, sono cristiani eretici e grandi peccatori che non possono che confessare la loro peccaminosità davanti a Dio. I peccatori che non credono nella giustizia di Gesù non possono entrare nel Suo Regno.
Quelli che sono diventati giusti dopo aver creduto in Gesù hanno la prova di aver ricevuto la circoncisione spirituale nei loro cuori. Le prove sono le seguenti: Gesù è Dio che venne nella carne di uomo, e fu battezzato e versò il sangue sulla Croce. Gesù venne sulla terra e fu battezzato da Giovanni Battista per prendere i peccati del mondo; Egli ricevette il giudizio sulla Croce per rendere perfetta la fede di quelli che credono nella circoncisione spirituale. Egli resuscitò dai morti dopo tre giorni e divenne il nostro Salvatore vivente. Questa è la salvezza perfetta della giustizia di Dio che non è solo dal sangue, ma d’acqua, di sangue e di Spirito Santo. Queste sono le prove conclusive della circoncisione spirituale che testimonia la Sua perfetta salvezza per noi.
Miei cari cristiani, accettate nei vostri cuori che la nostra salvezza non fu resa possibile solo dal sangue di Gesù, ma dall’acqua, dal sangue, e dallo Spirito Santo. Dio ha tagliato fuori i peccati del mondo e ha eliminato completamente la condanna da noi. Non solo Egli tagliò fuori i miei peccati, ma anche i peccati del mondo, a partire da Adamo ai peccati dell’ultimo uomo sulla terra. Egli li prese tutti con il Suo battesimo e sangue. Ricevere la circoncisione spirituale salva chiunque crede nella giustizia di Dio, che fu adempiuta da Gesù che venne d’acqua e di sangue. 
Tutti i peccati del mondo sono stati tagliati via dal battesimo di Gesù ad opera di Giovanni. Ora quelli che credono nella circoncisione spirituale non possono avere il peccato nei loro cuori. Gesù resuscitò dai morti e risollevò le nostre anime che si erano perdute con il peccato con la Sua giustizia. Dio ci cerca con il vangelo del battesimo di Gesù, del Suo sangue, e dello Spirito, e noi possiamo essere salvati mediante la circoncisione spirituale. La circoncisione spirituale era il progetto di Dio in Gesù ancor prima della Creazione, per quelli che credono. Ora, voi che credete nella giustizia di Dio avete ricevuto anche la circoncisione spirituale.