Sermoni

Subject 10 : L’Apocalisse (Commentari sull’Apocalisse)

[Capitolo 2-4] (Apocalisse 2:8-11) Siate Fedeli fino alla Morte

(Apocalisse 2:8-11)
 
Durante il periodo della Chiesa Primitiva, molti cristiani vagavano, cercando un posto sicuro dove potessero sfuggire dall’oppressione delle autorità romane. L’Impero Romano continuò la sua politica di persecuzione anche dopo la fine dell’Imperatore Nerone, poiché i Cristiani continuarono a disubbidire all’autorità degli imperatori successivi. I santi delle origini accettavano e riconoscevano l’autorità terrena degli imperatori romani, ma rifiutavano di riconoscerla quando richiedeva loro di rinunciare alla loro fede. Poiché essi si sollevarono contro tale pretesa delle autorità romane, gli annali della Chiesa Primitiva si riempirono di persecuzione e martiri.
Noi dovremmo chiederci se la Parola dell’Apocalisse ha particolare rilevanza per i credenti di oggi. Dopo tutto, essa fu scritta circa duemila anni fa, non ora, e alle sette chiese dell’Asia, non a noi. Come potrebbe riguardarci? 
Essa ci riguarda perché è la Parola di Dio che ci rivela i segreti di quello che deve venire in futuro. Noi dobbiamo renderci conto che stiamo ora vivendo nell’era del cavallo nero, la terza era delle “ere dei quattro cavalli” descritte in Apocalisse 6. Avendo superato le ere dei cavalli bianchi e rossi, ora stiamo vivendo nell’era del cavallo nero, quasi giunta alla fine. Il mondo intero presto affronterà grande fame, sia fisica che spirituale. Di fatto, è probabilmente prudente dire che questa era di fame è già arrivata. Quando passerà l’attuale era del cavallo nero, l’era della fame, arriverà l’era del cavallo giallastro.
I sette sigilli di cui si parla in Apocalisse 6 significano che Dio ha progettato in Cristo un totale di sette ere quando creò per la prima volta l’universo. La prima era, l’era del cavallo bianco, è l’era del vangelo; la seconda era, l’era del cavallo rosso, è l’era di Satana quando il Diavolo porta grande confusione al mondo, muove guerre, e continua a opporsi alla chiesa di Dio. Queste ere sono seguite dall’era del cavallo nero, l’era in cui la fame fisica e spirituale devasta il mondo. Questa era del cavallo nero è già iniziata tempo fa. 
Quando questa era finirà, inizierà l’era del cavallo giallastro, in cui emergerà l’Anticristo, e inizieranno le piaghe delle sette trombe descritte in Apocalisse 8. Quando l’ultima delle sette trombe sarà stata suonata, i santi saranno rapiti, e ciò sarà seguito dalle piaghe delle sette coppe. Ci sarà allora la cena delle nozze dell’Agnello nell’aria per i santi rapiti, e quando tutte le piaghe delle sette coppe finiranno, il Signore ritornerà sulla terra con noi e inizierà il Suo Regno Millenario. Il Regno Millenario sarà poi seguito dal Nuovo Cielo e Terra che scenderà su quei santi che hanno vissuto nel Regno Millenario con la loro prima resurrezione. 
Perciò i passaggi del Libro dell’Apocalisse, come “Sii fedele fino alla morte e io ti darò la corona della vita,” e “Chi vince non sarà colpito dalla morte seconda,” ci riguardano tutti direttamente. La Parola dell’Apocalisse, in altre parole, riguarda in modo cruciale i Cristiani che vivono nel mondo di oggi. Se l’Apocalisse non ci riguardasse, tutta questa Parola di Dio non avrebbe alcun significato. 
Il progetto delle sette ere che è rivelato nel Libro dell’Apocalisse è attuato e completato in Cristo nostro Signore. Quando l’era del cavallo giallastro arriverà, l’Anticristo farà la sua apparizione. Noi dobbiamo scoprire dalla Parola di Dio quale progetto ha per noi nostro Signore per quel tempo. È assolutamente cruciale che noi tutti comprendiamo dalla Parola dell’Apocalisse in che modo Dio ha stabilito il Suo progetto complessivo per noi e come lo completerà—quali piaghe scenderanno sul mondo, cosa accadrà ai credenti, quali disastri piagheranno i non credenti, e così via. Voi dovete accettare e credere nell’assoluta importanza e rilevanza di questa Parola di profezia per voi.
Voi dovete anche avere una solida comprensione di quello di cui parla il Libro dell’Apocalisse, come la Grande Tribolazione dei sette anni e la seconda venuta di Cristo. Molti cristiani oggi credono nella dottrina del rapimento pre-tribolazione, che apparve per la prima volta in Inghilterra intorno al 1830 e fu successivamente resa molto popolare da uno studioso di nome C. I. Scofield, un professore del Moody Bible Institute. 
Questa teoria suppone che il rapimento dei santi avrà luogo prima dell’inizio del periodo di sette anni della Grande Tribolazione. Secondo questa visione, i Gentili saranno prima rapiti, e poi Dio inizierà la Sua opera di salvezza per il popolo di Israele. Inoltre, il rapimento dei santi precederebbe sia la comparsa dell’Anticristo che le piaghe delle sette coppe.
In generale, la maggior parte dei cristiani crede o nell’amillenarismo o in questa teoria del rapimento pre-tribolazione. Ma questo sono mere ipotesi che furono costruite per la conoscenza malferma e l’insufficiente comprensione della Bibbia. Invece di rispondere alle molte domande che i credenti hanno sul Libro dell’Apocalisse, queste ipotesi hanno fatto più danno che bene sollevando ancora più questioni e dubbi sulla Parola dell’Apocalisse. 
Se la teoria del rapimento pre-tribolazione fosse corretta, quale rilievo avrebbe il Libro dell’Apocalisse per i credenti Gentili? La Grande Tribolazione e la serie di eventi che sono profetizzati in Apocalisse non avrebbero rilevanza per noi, perché noi saremmo tutti rapiti prima. È per questo che molte persone spesso prendono la Parola dell’Apocalisse come argomento di curiosità piuttosto che di fede. 
Ma noi dobbiamo renderci conto che la Parola dell’Apocalisse è crucialmente attinente a noi che viviamo nel mondo di oggi. Lasciatemi porre questa domanda: credete nella Parola di Dio, o credete nelle parole degli studiosi? Ci sono tante teorie sugli ultimi tempi, dall’amillenarismo al rapimento post-millenario, al rapimento post-tribolazione, al rapimento pre-tribolazione, al rapimento nel mezzo della tribolazione, e così via. Queste teorie proposte dagli studiosi sono proprio così—esse non sono più che mere ipotesi, postulati e congetture. 
In quale tra queste teorie credete? Molte persone dicono di credere nella teoria del rapimento pre-tribolazione perché è questo che è stato insegnato loro dai loro pastori. Ma lasciate che vi dica chiaramente e in maniera definitiva: io e voi attraverseremo le piaghe delle sette trombe e vivremo nel mezzo della Grande Tribolazione. Poiché siamo destinati ad attraversare la Grande Tribolazione, la nostra fede deve essere abbastanza vera e forte da superare le prove e le tribolazioni che ci attendono. 
Cosa accadrebbe se tu pensassi, credendo nella teoria del rapimento pre-tribolazione, tra te e te, “Io sarò rapito prima della Grande Tribolazione; di essa non mi importa niente,” e non preparassi la tua fede per gli ultimi tempi? Quando giungerà il periodo dei sette anni della Grande Tribolazione come dice la Parola di Dio, quelli che non prepararono la loro fede per la Tribolazione saranno immersi in grande confusione, sofferenze, e forse anche la morte—cioè, la loro stessa fede in Gesù potrebbe essere scossa. Molti di loro potrebbero non essere in grado di superare la Tribolazione e finirebbero con il perdere la loro battaglia di fede.
Prima dell’apparizione della teoria del rapimento pre-tribolazione, molti cristiani avevano di fatto creduto che avrebbero attraversato tutto il periodo dei sette anni della Grande Tribolazione, e che sarebbero stati rapiti solo dopo la sua fine alla Sua seconda venuta di Cristo. Pensando che dovevano sopportare ogni anno del periodo dei sette anni, essi prepararono la loro fede con ardore, ma anche con grande paura. Dover superare tutte le piaghe deve essere stata una prospettiva terrificante per loro, come sarebbe di fatto per chiunque. Ma anche tale credenza era solo una teoria accademica, un prodotto dell’ignoranza della Parola di Dio. 
Poi ci sono i conservatori che credono nell’amillenarismo. Queste persone vedono il Regno Millenario come simbolico. Esse lo considerano come una rappresentazione simbolica della pace che i credenti in Cristo guadagnano attraverso la loro salvezza. Se queste teorie accademiche fossero vere, non ci importerebbe nulla di quello che accade al mondo, perché saremmo tutti sollevati in aria da Dio prima che inizi la Tribolazione.
Ma se esse non fossero vere, cosa avverrebbe allora? A dover affrontare la Grande Tribolazione senza aver preparato la nostra fede, noi saremmo presi da una paura immobilizzante. Noi non saremmo in grado di difendere la nostra fede, capitoleremmo davanti alle onde delle prove e delle tribolazioni, e finiremmo col discendere la stessa corrente del resto del mondo. Ma Dio ci ha detto che coloro i cui nomi sono scritti nel Libro della Vita—cioè, quelli che sono rinati da acqua e da Spirito—non si arrenderanno mai.
Dio ci dice nella Sua Parola dell’Apocalisse che quelli che sono rinati supereranno le prove della Grande Tribolazione secondo fede, e che è nel mezzo della Tribolazione che Egli li solleverà in aria. La teoria del rapimento pre-tribolazione in tal modo si allontana da questa verità biblica, il che significa che quest’affermazione è solo un postulato creato dall’uomo. Essa è, in altre parole, una menzogna, non la verità. 
Tuttavia molte persone in tutto il mondo hanno ora accettato questa teoria del rapimento pre-tribolazione. Quelli che credono nell’insegnamento del rapimento pre-tribolazione di Scofield credono in quanto segue:
1. Il periodo di sette anni della Grande Tribolazione inizierà dopo la comparsa dell’Anticristo negli ultimi tempi.
2. L’ Anticristo dominerà il mondo durante il periodo dei sette anni della Grande Tribolazione; per la prima metà del periodo dei sette anni, egli governerà come governatore benevolo, e la seconda metà come tiranno malvagio.
3. Il Tempio a Gerusalemme sarà ricostruito e le offerte sacrificali riprenderanno di nuovo.
4. L’Anticristo farà un patto di sette anni con Israele.
5. Dopo i primi tre anni e mezzo di Tribolazione, l’Anticristo romperà il suo patto con Israele.
6. I seguenti tre anni e mezzo saranno un tempo di grandi tribolazioni e persecuzione per gli Israeliti. Durante questo periodo il vangelo del Regno Millenario sarà predicato invece del vangelo di grazia.
7. Tra gli Israeliti, 144.000 sopravvivranno alla Tribolazione.
8. La Tribolazione terminerà con la battaglia di Armageddon.
 
Avendo definito la Grande Tribolazione nei suddetti termini, Scofield non fece menzione di ciò che accadrà ai Gentili durante la Tribolazione. Scofield, in altre parole, sostenne che tutti i Gentili che credono in Cristo saranno rapiti prima dell’inizio della Tribolazione, e che solo dopo il loro rapimento Dio inizierà a operare tra il popolo di Israele. La sua opera sarà completata con la liberazione di 144.000 Israeliti, e con essa, Egli completerà la Sua opera di salvezza. Allora inizierebbe il Regno Millenario.
La fonte dell’influenza su Scofield e delle sue affermazioni sul rapimento pre-tribolazione fu John Nelson Darby, il fondatore di un gruppo noto come i Plymouth Brethren, che iniziò a esporre questa teoria dopo aver incontrato un leader Pentecostale. Questo leader era di fatto una ragazza quindicenne di nome Margaret MacDonald della Scozia, che affermò nel 1830 di aver avuto una visione da Dio in cui vedeva i cristiani rapiti appena prima della Grande Tribolazione. Fu dopo aver visitato questa ragazza che Darby iniziò a insegnare la teoria del rapimento pre-tribolazione.
Gli insegnamenti di Darby furono poi passati a Scofield, teologo americano. Scofield, che aveva trascorso la sua vita intera lavorando sulla sua Scofield Reference Bible ampiamente usata, stava in quel tempo riflettendo sulla questione se il rapimento avverrà prima o dopo la Tribolazione. Quando Scofield sentì della teoria del rapimento pre-tribolazione di Darby, vi si immerse completamente, e essendosi del tutto convinto delle sue affermazioni, abbracciò questa nuova teoria includendola nella sua Scofield Reference Bible. È così che Scofield giunse a credere e a sostenere la teoria del rapimento pre-tribolazione, e che anche molti cristiani di oggi giunsero a seguirla.
Prima che la teoria del rapimento pre-tribolazione fosse esposta da Darby e Scofield, la maggior parte dei cristiani credeva nel rapimento post-tribolazione. Ma Scofield, che era professore al Moody Bible Institute negli Stati Uniti, ebbe una tremenda influenza sulle questioni dottrinali, particolarmente con l’impatto della sua Scofield Reference Bible. Fu a causa di Scofield e della sua influenza che la teoria del rapimento pre-tribolazione divenne così diffusa nelle comunità cristiane in tutto il mondo. 
Purtroppo, come conseguenza, molti cristiani di oggi sono ora profondamente addormentati nella loro fede. Essi sono addormentati perché pensano erroneamente che l’ascesa dell’Anticristo non avrà niente a che fare con loro. Essi no vedono la necessità di preparare la loro fede per l’era della Grande Tribolazione, poiché credono che saranno rapiti prima che essa inizi. Ma nostro Signore ci ha detto di essere sempre svegli, perché nessuno sa quando verrà lo sposo. Tuttavia però, quelli che non badano alla Parola di Dio e invece contano sugli insegnamenti del rapimento pre-tribolazione rimangono profondamente addormentati.
Ma ora è tempo di svegliarsi. Ora è tempo che voi gettiate via la vostra credenza erronea nel rapimento pre-tribolazione e crediate nella Parola di verità. Né la teoria del rapimento pre-tribolazione né la teoria del rapimento post-tribolazione ha un fondamento biblico; voi dovete ritornare alla vera Parola di Dio. La Parola di Apocalisse (6:8) ci dice, “Guardai e vidi un cavallo giallastro; e colui che lo cavalcava si chiamava Morte; e gli veniva dietro il soggiorno dei morti. Fu loro dato potere sulla quarta parte della terra, per uccidere con la spada, con la fame, con la mortalità e con le belve della terra.” 
Qui è detto che il nome di colui che era seduto sul cavallo giallastro, l’Anticristo, era Morte, e che Ade gli veniva dietro. Questo significa che l’Anticristo è un omicida che conduce le sue vittime all’inferno. Qui è anche detto che gli sarà dato potere su un quarto della terra, per uccidere con la spada, con la fame, con la morte, e con le bestie della terra. L’Anticristo, in altre parole, commetterà le stesse atrocità degli imperatori romani—solo questa volta ancora peggio—uccidere, oltraggiare, e perseguitare i cristiani e per distruggere la loro fede.
Voi dovreste rendervi conto che l’era del cavallo giallastro è l’era dell’Anticristo. Il Signore ci dice, “L’aspetto del cielo lo sapete dunque discernere, e i segni dei tempi non riuscite a discernerli?” (Matteo 16:3). Quando noi non possiamo discernere i segni dei tempi, noi non possiamo sapere quale tipo di fede dobbiamo avere, e perciò noi non possiamo né piantare i semi né raccogliere i frutti—noi non possiamo, in altre parole, lavorare per il Signore. Oggi, l’era del cavallo rosso è passata, e noi siamo nell’era del cavallo nero. Il mondo sarà presto colpito da grandi calamità economiche e affronterà l’era della fame acuta. Carestia e inedia dilagheranno in tutto il mondo. Quando succederanno tutte queste cose, molti si rammaricheranno in agonia. Non siate tra loro; invece, siate quelli la cui fede può discernere i segni dei tempi.
L’era di oggi è l’era del cavallo nero. Quando passerà questa era del cavallo nero, arriverà l’era del cavallo giallastro. L’Anticristo, emergendo in questo periodo, ucciderà indiscriminatamente e perseguiterà i santi, marcando questa era come l’era del martirio.
Apocalisse 13:6-8 dice, “Essa aprì la bocca per bestemmiare contro Dio, per bestemmiare il suo nome, il suo tabernacolo e quelli che abitano nel cielo. Le fu pure dato di far guerra ai santi e di vincerli, di avere autorità sopra ogni tribù, popolo, lingua e nazione. L’adoreranno tutti gli abitanti della terra i cui nomi non sono scritti fin dalla creazione del mondo nel libro della vita dell’Agnello che è stato immolato.” “Egli” qui si riferisce all’Anticristo. Il passaggio ci dice che a uno dei governanti del mondo sarà dato il potere di Satana di bestemmiare Dio e di perseguitare i santi. Questo è il figlio del diavolo, con il potere del drago. Con il suo potere egli combatterà è “vincerà” i santi. Ma vincere significa solo che egli farà martiri i santi. Questo si riferisce solo alla morte fisica dei santi; l’Anticristo non può mai togliere la fede stessa dei santi.
Quello che Scofield sosteneva era che i santi non affronteranno nessuna Grande Tribolazione. Ma senza la Grande Tribolazione dei sette anni, non ci può essere alcun Regno Millenario per i santi. I santi verranno fuori dalla Grande Tribolazione come martiri. Questa profezia della Bibbia è stata programmata in Cristo Gesù fin dall’inizio del mondo. Tutta la storia del mondo terminerà nelle opere che Cristo realizzerà.
Voi dovete riuscire a discernere le sette ere che Dio ha stabilito per noi. La prima era è l’era del cavallo bianco, l’era in cui la Parola di Dio inizia la sua opera. La seconda era, l’era del cavallo rosso, è l’era del diavolo. La terza era del cavallo nero è l’era della fame fisica e spirituale. La quarta era del cavallo giallastro è l’era dell’ascesa dell’Anticristo. Questa è l’era delle sette trombe, l’era del martirio. È l’incapacità di discernere quest’era del cavallo giallastro che rende le persone così confuse. 
Se non conosciamo questa era, non possiamo vivere in modo appropriato le nostre vite come cristiani rinati. Se rimaniamo inconsapevoli di quello che ci attende, come possiamo mai essere pronti per il futuro? Anche le persone che gestiscono imprese devono conoscere in anticipo le tendenze mutevoli dei tempi per poter avere successo. Come potremmo noi, credenti in Cristo, essere pronti per il Suo ritorno se non abbiamo alcuna indicazione di ciò che ci attende?
Noi dobbiamo avere una chiara comprensione della Grande Tribolazione per essere pronti ad essa. I santi vivranno through i primi tre anni e mezzo della Tribolazione, ed è durante questo periodo che saranno martirizzati. Essi non attraverseranno tutti i sette anni della Tribolazione, ma solo la prima metà, e poi, con il loro martirio risorgeranno e saranno rapiti. Quando i santi saranno rapiti, ciò non significa che Cristo scenderà sulla terra, ma piuttosto che il Signore li solleverà in aria alla cena delle nozze dell’Agnello.
Questa terra, nel frattempo, sarà immersa nelle piaghe delle sette coppe. Quelli che ritorneranno sulla terra con Cristo dopo le piaghe sono solo coloro i cui peccati sono stati perdonati, bianchi come neve, credendo nel vangelo dell’acqua e dello Spirito dato dal Signore. È per questo che noi dobbiamo preparare la nostra fede comprendendo questa era e la sua rilevanza e importanza cruciale per noi.
Nostro Signore disse all’angelo della Chiesa di Smirne, “Io conosco la tua tribolazione, la tua povertà (tuttavia sei ricco) e le calunnie lanciate da quelli che dicono di essere Giudei e non lo sono, ma sono una sinagoga di Satana. Non temere quello che avrai da soffrire; ecco, il diavolo sta per cacciare alcuni di voi in prigione, per mettervi alla prova, e avrete una tribolazione per dieci giorni. Sii fedele fino alla morte e io ti darò la corona della vita.” Da questo passaggio, possiamo vedere che la Chiesa di Smirne era stata pesantemente perseguitata dagli Ebrei. Ma il Signore disse che questi Ebrei non erano veramente Ebrei, ma una sinagoga di Satana. Egli disse questo non solo alla Chiesa di Smirne, ma a tutte le sette chiese dell’Asia.
C’era una grande comunità ebraica a Smirne, che, malgrado il fatto che gli Ebrei adorassero lo stesso Dio dei credenti in Cristo, ciononostante perseguitava i santi della Chiesa di Smirne, proprio come avevano fatto i Romani. Ai santi che affrontavano questa persecuzione, Dio disse, “Sii fedele fino alla morte e io ti darò la corona della vita,” e, “Chi vince non sarà colpito dalla morte seconda.” Dio disse ai santi che dovevano vincere. Allo stesso modo, anche noi dobbiamo combattere l’Anticristo fino alla fine e superarlo nella nostra battaglia di fede. Nostro Signore ci darà allora la corona della vita—Egli, in altre parole, ci benedirà dandoci e consentendoci di vivere nel Regno Millenario e nel Nuovo Cielo e Terra.
Avete il coraggio di farvi martirizzare? Ora è tempo perché voi prepariate la vostra fede del martirio. E per fare ciò, voi dovete avere la fede della redenzione che vi consente totalmente di stare davanti al Signore—la fede che sa abbracciare il martirio senza esitazione.
Noi dobbiamo preparare questa fede ora. Nostro Signore ha detto a tutti che nessuno può entrare e neppure vedere il Regno di Dio senza credere nel vangelo dell’acqua e dello Spirito. Egli ci ha detto che la fede in questo vangelo è la fede del martirio negli ultimi tempi. 
Se c’è peccato nei cuori delle persone, come potrebbero essere martirizzate? Piuttosto che essere martirizzate, esse sono il tipo di persone che condurrebbero altri a ricevere il marchio della Bestia! Nient’altro se non il vangelo dell’acqua e dello Spirito può mondare i nostri peccati. Neppure le vostre preghiere di pentimento che offrite abitudinariamente e ritualmente possono mondare i vostri peccati. Cercare di mondare i vostri peccati con preghiere di pentimento e solo uno spreco di tempo e di sforzi. 
Quelli che cercano di fare ciò credono più in quello che hanno detto i teologi che in quello che la Parola di Dio dice loro effettivamente. Il fatto che gli studiosi, le stesse persone in cui tanti cristiani ripongono la loro fiducia, sostengano e credano nell’amillenarismo non mostra soltanto quanto sono ignoranti della Bibbia questi presunti esperti di Scritture? Secondo questi amillenaristi, non ci sarebbe né il Regno Millenario né il martirio dei santi nella Grande Tribolazione. Per quelli che credono nella teoria del rapimento pre-tribolazione o nell’amillenarismo, il Libro dell’Apocalisse non avrebbe addirittura alcun significato!
La Parola dell’Apocalisse è la Parola di Dio. È la Parola di Dio scritta dall’Apostolo Giovanni, il discepolo più amato da Cristo. Nessuno può negare questo.
Io non sto criticando le teorie e le dottrine fondate dai teologi senza motivo, ma lo faccio per preparare la vostra fede in modo che voi siate in grado di essere fedeli al Signore fino alla morte. È per addestrarvi nella Parola delle Scritture in modo che siate pronti a sostenere la persecuzione della Grande Tribolazione con una prontezza determinata ad abbracciare il vostro martirio. 
Per fare ciò, voi dovete preparare la vostra fede con il vangelo dell’acqua e dello Spirito adesso. Quelli che non credono nel vangelo dell’acqua e dello Spirito, d’altro lato, capitoleranno davanti a Satana e finiranno col diventare nemici di Dio, perché quelli i cui nomi non sono scritti nel Libro della Vita adoreranno Satana. È questo che la Parola di Dio ci dice.
Dio farà sì che i santi siano martirizzati nel mezzo della Grande Tribolazione. Quando passeranno i primi tre anni e mezzo del periodo di sette anni della Grande Tribolazione, quelli che credono nel vangelo dell’acqua e dello Spirito saranno martirizzati. Poco dopo il loro martirio verranno la loro resurrezione e rapimento. Questo è il riassunto complessivo del Libro dell’Apocalisse, ed è per questo che io sto ripetendo i suoi punti chiave.
Voi dovete ricordare che verrà quando l’era dell’Anticristo, ci saranno molti che, poco dopo essere stati martirizzati per aver creduto nel vangelo dell’acqua e dello Spirito, risorgeranno e saranno simultaneamente rapiti. Quando arriverà l’era del cavallo giallastro, i fiori della fede sbocceranno con il loro martirio. La vera fede, quando verrà il giusto tempo, porta veri frutti e sboccia con bei fiori.
Ci sono certe piante nel deserto che germogliano, fioriscono, e portano frutto nell’arco di una settimana. Questo avviene perché esse si sono adattate alle loro condizioni desertiche, in cui la pioggia è assai rara e l’acqua è scarsa. Esse devono germogliare, fiorire, e portare frutto rapidamente perché la scarsa alimentazione di acqua dura solo per quel tempo.
La fede di quelli che giungono a credere nel vangelo dell’acqua e dello Spirito durante il periodo dei sette anni della Grande Tribolazione è come quelle piante. Perché loro credano, seguano, e siano martirizzati per questo vangelo insieme a noi, solo un breve lasso di tempo basterà. La follia dell’Anticristo raggiungerà il suo apice a metà della Grande Tribolazione, tre anni e mezzo dopo la sua partenza. 
È allora che avverrà il martirio dei santi. Anche quelli che, avendo già udito del vangelo dell’acqua e dello Spirito, devono ancora accettarlo nei loro cuori saranno ancora in grado di avere la vera fede e di unirsi a noi nel nostro martirio, se credono in questo vangelo successivamente durante il periodo della Tribolazione, nonostante la sua brevità. È per questo che noi stiamo diffondendo il vangelo, per svegliare i cristiani in tutto il mondo dal loro sonno spirituale. Noi predicheremo il vangelo dell’acqua e dello Spirito fino alla fine del mondo e fino al nostro martirio. Se non ci dovesse essere nessun martirio, quale bene servirebbe questo vangelo che stiamo ora diffondendo? Quelli che credono nel vangelo dell’acqua e dello Spirito possono essere martirizzati negli ultimi tempi. Noi dobbiamo preparare la nostra fede per questo ora.
Se noi non prepariamo la nostra fede ad abbracciare il martirio per difendere il vangelo dell’acqua e dello Spirito adesso, quando siamo in pace davanti a Dio, ce ne rammaricheremo soltanto successivamente. Quando verranno gli ultimi tempi, saremo occupati con noi stessi, dicendo, “Signore, sono troppo impegnato adesso. Aspettami un poco; mi sto pentendo adesso.” Se questo è il tipo di fede a cui ci appoggiamo fino alla fine, il Signore ci dirà, “Perché non salti da solo nel lago di fuoco? Sei più che abilitato a farlo!” quelli che sono nel peccato ora devono rendersi conto che andranno a finire così. È per questo che Dio disse, “Chi ha orecchi ascolti ciò che lo Spirito dice alle chiese.”
Nel tempo in cui i santi saranno martirizzati, l’ambiente naturale del mondo sarà stato completamente distrutto. Le foreste saranno state bruciate; i mari, i fiumi, e le fonti saranno state trasformate in sangue putrido; e il sole, la luna, e le stelle avranno perso la loro luce, immergendo il mondo intero nell’oscurità. I suoi abitanti, dominati da spiriti malvagi, avranno perso la testa, il loro comportamento sarà diventato selvaggiamente violento, e il loro unico fine sarà diventato di riunire e uccidere tutti i figli di Dio che riescono a trovare. È per questo che dovete comprendere e credere nella Parola dell’Apocalisse.
Le chiese di oggi sono ossessionate solo dal costruire chiese più grandi, più ampie, e più alte. Esse spendono milioni di dollari per costruire le loro chiese, e tuttavia nei loro cuori si trova solo il peccato, non la fede che può abbracciare il martirio per Gesù. Queste persone devono prima mondare i loro cuori dai loro peccati.
Il mondo entrerà presto nell’era della Tribolazione, l’era del cavallo giallastro. Io spero e prego che abbiate il tipo di fede che può abbracciare il martirio e rimanere fedele a Cristo fino alla morte. Noi dobbiamo credere nella Parola dell’Apocalisse dopo averla esaminata seriamente con lo spirito bereano.