Sermoni

Subject 10 : L’Apocalisse (Commentari sull’Apocalisse)

[Capitolo 2-7] (Apocalisse 2:12-17) I Seguaci della Dottrina dei Nicolaiti

(Apocalisse 2:12-17)
 
La Via di Balaam
 
Qui si dice che tra le sette chiese in Asia, la Chiesa di Pergamo aveva alcuni membri che seguivano la dottrina dei Nicolaiti. Queste persone erano consumate solo dal desiderio di accumulare la loro ricchezza e fama terrena, e non avevano alcun interesse a salvare le anime. I ministri in particolare devono essere molto attenti a non finire con il seguire questa dottrina di Balaam. Balaam fece sì che i santi adorassero il mondo e li condusse alla loro distruzione.
Dio ci diede la Sua Parola di promessa che a quelli che vincono, avrebbe dato la manna nascosta e una pietruzza bianca. In altre parole, questo significa anche che i pastori che seguono il mondo finiranno col perdere la loro manna. La manna qui significa “la squisita Parola di Dio,” e perdere la manna nascosta significa perdere la volontà di Dio che è nascosta nella Sua Parola.
Quando i servi rinati di Dio seguono il mondo, essi vengono a perdere di vista la Sua Parola. Questa è una prospettiva spaventosa. Io sono spaventato da questa possibilità, e anche voi dovreste temerla. Dio ci dice che a quelli che vincono Egli darà la manna nascosta e una pietruzza bianca, ma a quelli che cedono al mondo compromettendosi con esso e arrendendosi alla sua fama o piacere terreni non sarà data questa manna.
La Bibbia ci dice, “Io darò una pietruzza bianca, sulla quale è scritto un nome nuovo che nessuno conosce, se non colui che lo riceve.” Com’è vera la Parola di Dio! Coloro che amano il mondo secolare sono quelli che non sono stati salvati dai loro peccati non credendo nel battesimo di Gesù Cristo e nel Suo sangue sulla Croce. Queste persone non conoscono la verità che Cristo ha perdonato tutti i loro peccati con il Suo battesimo.
La fede di alcuni in Gesù rimane solo su un piano teorico. Essi pensano che Gesù tolse i loro peccati, e pertanto sono stati resi giusti, ma la loro fede è vuota perché non c’è lo Spirito Santo nei loro cuori. Questa è una fede teorica. Se uno ha davvero ricevuto la redenzione, deve combattere e vincere le cose del mondo—fama, onore, ricchezza, o potere terreni. Vincere il mondo significa aggrapparsi alla Parola di Dio che ci ha consentito di rinascere, combattendo contro quelli che perseguono la ricchezza e l’onore di questo mondo, e conservano lo Spirito Santo nei nostri cuori.
Dio ci dice che scriverà nel Libro della Vita i nomi di quelli che sono stati redenti, e nei cui cuori dimora lo Spirito Santo. Come ci dice la Bibbia, “Quindi se uno è in Cristo, è una creatura nuova; le cose vecchie sono passate, ecco ne sono nate di nuove,” quelli che sono rinati e che hanno lo Spirito Santo che abita nei loro cuori sanno che non sono più quelli che erano prima. Essi si rendono conto che i loro vecchi sé sono ora diventati nuove creature credendo nell’acqua e nel sangue di Gesù Cristo. Con la loro fede essi sanno che i loro nomi sono scritti nel Libro della Vita. È così che essi possono vedere la manna nascosta di Dio, ed è così che questi servi e santi di Dio possono ascoltare la Parola di verità di Dio, la voce squisita di Dio.
La manna fu data agli Israeliti quando essi vagavano nel deserto per quarant’anni prima di raggiungere la terra promessa di Canaan. Secondo la descrizione della Bibbia, la manna era come coriandoli bianchi, rotondi e piccoli. Quando gli Israeliti si svegliarono la mattina, la superficie dei loro dintorni era coperta dalla manna, come se la notte avesse nevicato. Gli Israeliti allora raccolsero la manna e la mangiarono al mattino. Questo fu il loro pane quotidiano. Forse essi la frissero, forse la bollirono, o forse la arrostirono; in ogni caso, questo fu l’alimento principale degli Israeliti durante i loro 40 anni di vagabondaggio nel deserto.
Poiché la manna era piccola come coriandoli, non ci si poteva riempire con una sola manna. Ma Dio diede loro abbastanza manna durante la notte in modo che la necessità di ogni Israelita fu soddisfatta per quel giorno—non meno e non più di un giorno, perché la manna non poteva essere conservata. Ma il sesto giorno, Dio diede loro abbastanza manna perché durasse due giorni, in modo che gli Israeliti non dovessero raccoglierla il giorno del Sabato.
 
 
Il Pane della Vita
 
La Parola di Dio è la nostra manna, il nostro pane di vita. Nella Parola di Dio si trova il pane per le nostre anime, il pane della vita. Non è che in un particolare passaggio troverete un’enorme pagnotta di pane, ma la grande volontà di Dio si trova in tutte le Scritture, anche nei più piccoli dettagli. 
Ai servi e ai santi di Dio che non fecero compromessi con il mondo, Dio ha dato il pane della vita. Ed Egli continuò a dare a tutti e a ognuno di noi questo pane quotidiano che soddisfa sia le nostre esigenze fisiche che spirituali. 
Grazie a questa manna, gli Israeliti non ebbero mai fame durante i loro 40 anni di vagabondaggio nel deserto, anche se il deserto non produceva niente di commestibile per loro. Allo stesso modo, a quelli che respingono le azioni dei Nicolaiti, Dio ha promesso di dare la Sua manna nascosta da mangiare. Ai servi di Dio che non perseguono le cose del mondo come ricchezza e status, Dio dà la Sua squisita Parola, la Parola della Vita che consente loro di rinascere mediante il vangelo dell’acqua e dello Spirito.
Noi dobbiamo odiare e respingere le azioni dei Nicolaiti che prevalgono nelle comunità cristiane di oggi. Noi non dobbiamo seguire la fede di quelli che non sono rinati, e dobbiamo rifiutare di conformarci al mondo. Anche se è legge di Dio che la nostra carne persegua le cose della carne e il nostro spirito persegua le cose dello Spirito, cionondimeno noi dobbiamo respingere la dottrina dei Nicolaiti, odiare tutte le azioni che si conformano al mondo, e invece alimentarci della manna di Dio credendo nella Parola di verità che Dio ci ha dato. Rendendoci conto che ora siamo diventati giusti e che ora abbiamo lo Spirito Santo che risiede nei nostri cuori, noi dobbiamo tutti vivere secondo fede.
I rinati devono combattere il mondo. Essi devono combattere i Nicolaiti. Come sapete bene da soli, troppi pastori di oggi perseguono la loro ricchezza e fama, si danno lustro, si conformano al mondo, e cercano di avere successo in modi terreni. Noi dobbiamo combattere questi falsi profeti. 
Anche noi abbiamo la nostra carne, e perciò anche noi abbiamo il desiderio di perseguire profitti secolari. Ma quelli che hanno lo Spirito Santo in loro devono sapere che non possono seguire il mondo nei loro cuori, che devono rinnegare le cose del mondo, e che devono vivere solo secondo fede. Se il vostro cuore si unisce a quelli che seguono il mondo, approva la loro fede, e segue il mondo come loro, finirete col seguire la strada di Balaam, dirigendovi verso la vostra finale distruzione. Questa è la strada verso la distruzione sia della vostra carne che dello spirito. Quando seguirete il mondo, perderete la vostra fede. Dio disse che avrebbe sputato tali persone dalla Sua bocca; queste persone non mangeranno più la manna, e finiranno col perdere completamente la loro fede.
Il motivo per cui Dio rimproverò la Chiesa di Pergamo fu che i suoi membri seguivano la dottrina di Balaam. Dio rimproverò il servo della Chiesa di Pergamo perché egli, anche se era un servo rinato il cui cuore era abitato dallo Spirito Santo, cercò di essere riconosciuto dal mondo e amministrò la sua chiesa come se fosse una persona secolare. Non solo, ma egli insediò la stessa erronea credenza tra il suo gregge e lo sviò. Un tale servo non è migliore di un pastore mondano che non è rinato. Con questo passaggio, Dio ha emanato un avviso chiaro e severo al tipo di servi di Dio il cui unico interesse ruota intorno a profitti secolari e ad arricchire i forzieri della chiesa: “Ravvediti dunque, altrimenti fra poco verrò da te e combatterò contro di loro con la spada della mia bocca.”
 
 
La Fede Che Vi Conduce alla Distruzione
 
Cosa accadrebbe se un uomo combattesse contro Dio? Non c’è da pensarci neanche per un secondo—sicuramente questa sarebbe la via più rapida verso la distruzione. “Colui che ha la spada affilata a due tagli,” significa che la Parola di Dio è una spada a due tagli. Non importa chi tu sia; se sei colpito dalla Parola di Dio, morirai sicuramente. La Parola di Dio è la spada di una potenza che può penetrare “fino al punto di divisione dell’anima e dello spirito, delle giunture e delle midolla e scruta i sentimenti e i pensieri del cuore” (Ebrei 4:12). Ed essa è un discernitore dei pensieri e delle intenzioni del cuore, in modo che le persone possano essere rivestite nella redenzione offerta dall’acqua e dal sangue di Cristo Gesù.
Ci sono molti che, pur credendo in Gesù, ciononostante cadono nella trappola del legalismo, e di conseguenza finiscono con l’essere colpiti a morte dalla Legge. Per evitare questo triste esito, noi dobbiamo combattere e vincere tale fede terrena. Gli operai di Dio devono vincere i falsi insegnamenti, e devono anche assicurarsi che i loro greggi non siano ingannati da tali menzogne. Chiunque ami il mondo e cada nelle sue trappole vedrà sparire la sua fede.
Molte chiese odierne sono descritte non come chiese ma come sedi di affari. Questa è una descrizione triste ma acuta. Perché queste chiese hanno finito con l’essere trattate come delle imprese? Perché le chiese odierne sono troppo impegnate a seguire il mondo, essendo le prime a seguire e a venerare i valori terreni. Non sto dicendo, naturalmente, che i rinati non hanno assolutamente i desideri della carne. Anche i credenti rinati hanno la concupiscenza della carne, ma questa concupiscenza è limitata dalla loro fede. Essi non cercano le cose della carne come i non credenti perseguono i loro desideri carnali con tutto il cuore.
Quelli che non sono rinati stabiliscono i loro standard, e vivono le loro vite godendo di tutto ciò che possono entro i confini di questi standard. Idolatria e immoralità sessuale sono del tutto naturali per loro. Ancor peggio, alcuni di loro venerano il Diavolo. Potrebbero i rinati fare una di queste cose? Naturalmente no! Essi non possono mai fare tali cose, perché i rinati sanno quanto sono sudici e sporchi questi atti. Poiché noi che siamo rinati siamo fondamentalmente diversi da quelli che perseguono la gloria del mondo e ogni loro desiderio carnale, noi non dobbiamo vivere la nostra vita ossessionati dai profitti terreni, né possiamo mai vivere così.
Coloro che perseguono le azioni dei Nicolaiti sono quelli che perseguono solo la ricchezza di questo mondo. Non c’è niente di sbagliato, naturalmente, nel cercare di guadagnarsi da vivere, e anche di diventare ricchi. Ma quando l’unico scopo della vostra vita diventa l’accumulazione, e quando cadete nell’idolatria e finite con l’essere guidati dalla vostra avidità, allora la vostra fede sarà sicuramente distrutta. Quelli che amministrano per il denaro e quelli che vanno in chiesa per la ricchezza del mondo stanno tutti seguendo le azioni dei Nicolaiti. Queste persone cederanno al mondo alla fine, perché anche se affermano di credere in Dio, i loro cuori devono ancora essere redenti completamente da tutti i loro peccati.
 
 
Quattro Tipi di Terreno del Cuore
 
Il Vangelo di Matteo ci racconta una parabola in cui Gesù parla di un seminatore i cui semi cadono su quattro terreni diversi. Il primo terreno su cui cadono i semi è la strada; il secondo è un luogo roccioso; il terzo è un terreno pieno di spine; e il quarto è un buon terreno. Osserviamo ognuno di loro.
La strada simboleggia un cuore indurito. Questa persona ascolta la Parola di Dio, ma poiché non la porta subito nel cuore, essa viene beccata dagli uccelli. In altre parole, poiché tale persona guarda solo intellettualmente la Parola di salvezza che può consentirle di rinascere d’acqua e di Spirito, l’uccello (Satana) la becca, e la sua fede non inizia neanche a crescere.
Cosa, dunque, si intende con luogo roccioso? Ciò si riferisce a quelli che, pur ricevendo la Parola con gioia, non durano a lungo, perché non hanno radici nel terreno poco profondo. Quelli che ricevono il seme tra le spine, d’altro lato, si riferisce a quelli la cui sollecitudine per questo mondo e la falsità delle ricchezze soffocano la Parola che avevano ricevuto con gioia all’inizio.
Infine, quelli che ricevono i semi sul terreno buono sono quelli che portano frutti nei loro cuori accettando completamente la Parola di Dio e seguendola.
Quale di questi terreni rappresenta il tuo cuore? Se il tuo cuore è come la strada che è completamente impreparata a far crescere il seme della Parola, essa sarà tolta di mezzo o beccata dagli uccelli, facendo diventare la benedizione di questa Parola completamente irrilevante per te. Noi dobbiamo renderci conto che poiché siamo i semi del peccato, se non fosse stato per la Parola di Dio noi saremmo rimasti irrilevanti per Lui. Se, d’altro lato, i nostri cuori sono come il terreno roccioso, allora il seme della Parola non potrà fare radici, e non sopravvivrebbe ad acquazzoni, venti, o correnti. Queste persone devono pulire i loro campi. Indipendentemente dalla gioia con cui possono aver ricevuto la Parola di Dio all’inizio, se essa non può crescere e appassisce alla minima difficoltà, allora la loro prima accettazione sarebbe del tutto inutile.
Noi dobbiamo anche superare i cuori dei terreni spinosi. Noi dobbiamo combattere e tagliare le spine che minacciano la nostra vita. Se le lasciamo libere, le spine ci copriranno in breve tempo e ci toglieranno la luce del sole. Privato del sole e cedendo le sostanze nutritive del terreno alle spine, quest’albero della Parola allora morirebbe.
Quando affrontiamo prove e tribolazioni nelle nostre vite, noi dobbiamo superarle coraggiosamente. Noi dobbiamo combattere le spine che ci bloccano la strada e coprono i nostri volti con tutta la nostra forza, come se le nostre stesse vite dipendessero da ciò. Quando il denaro di questo mondo ci trattiene o quando la sua fama ci minaccia, noi dobbiamo combatterli e vincerli. Poiché le preoccupazioni del mondo e la sua avidità sono mortali per l’anima, noi dobbiamo sempre vincerle. Quando viviamo una tale vita spirituale di vittoria, i nostri corpi e anime prospereranno, perché riceveranno la luce del sole e il nutrimento da Dio.
Per i santi e i servi rinati di Dio, ci deve sempre essere una battaglia spirituale contro il mondo. Noi non dobbiamo seguire i Nicolaiti. I Nicolaiti erano ritenuti molto impegnati a fornire servizi per il pubblico. Ma servire il pubblico nel mondo non è il ruolo principale della chiesa. Sarebbe un enorme errore pensare che lo scopo principale della chiesa sia il servizio sociale.
 
 
Respingete Audacemente!
 
Dio ci dice che noi siamo il sale di questo mondo. Cosa intende dire con questo? Quando Dio ci dice che noi siamo il sale del mondo, significa che siamo necessari al mondo. Il ruolo del sale è predicare la Parola dell’acqua e del sangue di Cristo ai peccatori in modo che siano liberati dai loro peccati, resi figli di Dio, e ammessi al Cielo. Proprio come il sale è necessario per fari risaltare il gusto, il mondo necessita dei giusti rinati come proprio sale. I giusti rinati, in altre parole, devono predicare la Parola dell’acqua e dello Spirito e guidare le persone alla loro redenzione. Noi dobbiamo adempiere questo ruolo di sale e aiutare le anime a rinascere. Noi dobbiamo trasformare i peccatori in giusti.
Qual è la vera chiesa di Dio? La vera chiesa di Dio è dove le persone si riuniscono per venerarLo; è dove lodano Dio; ed è dove Lo pregano. Quando viene la tentazione, i servi di Dio devono essere in grado di resisterle. Anche i santi devono essere in grado di resistere alle tentazioni del mondo che vengono da Satana. Il Diavolo può tentarti: “Dimentica la tua fede; ti farò ricco! Non devi frequentare una chiesa rinata; vieni in una delle mie chiese, e ti renderò persino un anziano!” ma poiché Satana cerca sempre di far inciampare i giusti e di attirarli nelle sue trappole, noi dobbiamo sempre essere pronti a combatterlo e vincerlo in modo da poter difendere la nostra fede fino alla fine.
Quelli che hanno la fede falsa cercano spesso di tentare i redenti con cose materiali. Essi li tentano con il denaro e la fama. Satana ci mostra i valori terreni e ci dice di abbandonare la nostra fede e Dio. Quello che dobbiamo avere in questi tempi è la fede che il Signore soddisferà tutti i nostri bisogni, e con questa fede possiamo audacemente respingere e vincere le tentazioni di Satana.
La radice delle benedizioni si trova in Dio. Dio è colui che ci benedice, sia spiritualmente che fisicamente. Sapendo che il Diavolo non è colui che benedice l’umanità, noi possiamo combattere contro di lui. Ci sono anche volte in cui combattiamo contro i nostri stessi desideri. Se avidità e concupiscenza iniziano ad affiorare quando lasciamo che i nostri cuori siano trasportati via dalla corrente di questo mondo, noi dobbiamo combattere contro noi stessi. Non c’è bisogno di dire che dobbiamo combattere contro le persone mondane che cercano di sabotare la nostra fede. Noi siamo semplicemente destinati a combattere battaglie spirituali contro tutte le forze mondane. 
Perché? Perché quando un cristiano non è impegnato in una battaglia spirituale, questo può solo significare che la sua fede è morta a ogni fine pratico. Finché il mondo non finirà e giungerà il giorno del giudizio dei giusti e dei peccatori, continueranno a esserci inganni per distruggere la nostra fede. È per questo che dobbiamo incessantemente impegnarci in battaglie spirituali. Se noi tolleriamo quelli che stanno contro Dio e cercano di distruggere la nostra fede, finiremo col perdere tutto, inclusa la nostra vita. Senza la forte determinazione di non permettere a nient’altro che alla nostra fede di governarci noi non solo perderemo tutti i nostri possessi, ma saremo anche abbandonati da Dio. Noi dobbiamo essere in grado di discernere chiaramente che sta con noi e chi sta contro di noi per combattere e vincere i nostri nemici. Mentre dovremmo essere generosi gli uni con gli altri, noi dobbiamo essere saldi nella nostra risolutezza contro i nostri nemici—al punto che i nostri nemici non possano neanche osare di tentare qualcosa contro di noi.
I Nicolaiti sono nemici per noi. Essi sono nostri nemici perché sono una “sinagoga di Satana” che non possiamo tollerare e con cui non possiamo cooperare. Noi che siamo stati perdonati dai nostri peccati non dobbiamo tollerare i Nicolaiti che praticano l’idolatria e ricercano solo profitti materiali, ma dobbiamo invece dedicare le nostre vite a servire il Signore e la Sua giusta opera di costruire il Regno di Dio su questa terra.
 
 
Cercate Prima il Regno di Dio
 
Gesù ci disse di “cercare prima il Regno di Dio e la Sua giustizia,” esortandoci a compiere le opere di Dio prima delle opere della nostra carne. Noi che siamo rinati abbiamo desideri spirituali. Questi non sono i desideri della carne, ma i desideri dello Spirito. È così che possiamo per prima cosa servire le opere di Dio e il Suo Regno. Noi serviamo Dio prima, ma compiamo anche le opere della carne. Come ci dice la Bibbia, “Non di solo pane vivrà l’uomo, ma di ogni parola che esce dalla bocca di Dio.” Noi viviamo, in altre parole, non solo secondo la nostra carne, ma secondo sia la carne che lo spirito. Noi dobbiamo essere in grado di stare in equilibrio tra i due. Se noi seguiamo le azioni dei Nicolaiti pensando che tutto ciò che conta è la nostra felicità su questa terra, noi finiremo con l’affrontare la nostra distruzione. È per questo che dobbiamo prima ricercare i nostri desideri spirituali.
Alcuni diventano piuttosto ostili ogni volta che viene sollevato l’argomento del Cielo e dell’inferno. Essi chiedono: “Sei stato all’inferno? Lo hai visto con i tuoi occhi?” ma queste domande vengono dai pensieri di Satana. Non solo le persone comuni sono così, ma persino la maggior parte dei pastori che hanno trascorso anni studiando teologia amministrano i loro greggi senza avere alcuna certezza del Cielo e conoscenza di come rinascere. Questa è una condizione molto sfortunata e deplorevole, perché tali ministri che non hanno tali convinzioni e non sono rinati neanche loro non possono mai condurre quelli che non sanno niente di Dio a rinascere. Quando tante anime sono confinate ai pensieri di Satana e stanno contro Dio, cosa potrebbero imparare dai pastori che non credono nel Cielo né sono convinti della propria salvezza? 
Con “dov’è il trono di Satana,” si intende che Satana ora regna sul mondo intero. Questo è il tipo di era in cui viviamo, il tipo di era in cui il mondo è pieno di Nicolaiti che illuminano il cielo della notte con le loro croci di neon e amministrano le loro chiese come se stessero amministrando un’impresa. Dio ci ha detto che queste non sono le Sue chiese, ma le “sinagoghe di Satana”. Il mondo odierno è ora pieno di innumerevoli persone che, intrappolate dai pensieri di Satana e all’avida ricerca di questo mondo, pretendono di amministrare, frequentare la chiesa, e invocare il nome del Signore; tuttavia, la rinascita delle loro anime e la loro speranza nel Cielo sono sparite da molto tempo. Questo è il tipo di era in cui ora viviamo e serviamo il Signore.
 
 
La Battaglia Spirituale contro Quelli Che Non Sono Rinati
 
Noi stiamo vivendo qui su questa terra “dov’è il trono di Satana.” Noi dobbiamo difendere la nostra fede stando in guardia e affrontando coraggiosamente i nostri nemici quando siamo sfidati. Fino al giorno del ritorno di nostro Signore, noi dobbiamo attentamente difendere e conservare la nostra “pietruzza bianca”—la nostra fede, cioè—credendo nel vangelo che ci ha consentito di rinascere mediante la sua acqua e sangue. 
Noi dobbiamo vivere mangiando la manna, la Parola di Dio. Per farlo, dobbiamo combattere e vincere le azioni dei Nicolaiti. Noi dobbiamo respingerli. Noi non dobbiamo avvicinarsi a quelli che cercano solo denaro e fama terrena. Anche se possiamo tollerare e perdonare le loro debolezze, non possiamo spezzare il pane con quelli che stanno contro la verità e bramano solo il denaro, tanto meno possiamo compiere le opere di Dio con tali persone.
Dove sono registrati i nomi di quelli che sono rinati credendo nel vangelo dell’acqua e dello Spirito? Essi sono scritti nel Libro della Vita. Cosa si intende, allora, scrivendo un nuovo nome in questa pietruzza bianca? Si intende che siamo diventati i figli di Dio. È anche scritto che nessuno conosce questo nuovo nome “se non colui che lo riceve.” Questo significa che nessuno tranne quelli che sono rinati credendo nel vangelo dell’acqua e dello Spirito conosce la salvezza di Gesù. I peccatori non sanno come possono diventare giusti—cioè, solo quelli che ricevono i loro nuovi nomi da Gesù sanno come i loro peccati furono fatti sparire.
Noi dobbiamo combattere contro i Nicolaiti; non contro qualcun altro, ma contro i Nicolaiti. L’essenza fondamentale del passaggio è che noi dobbiamo combattere e vincere i Nicolaiti che, anche se credono in Dio e conoscono la Parola di verità, continuano a disobbedire e a respingere la Parola di Dio e perseguono solo il denaro, i profitti materiali, la ricchezza, e la fama per la loro carne.
Noi dobbiamo anche combattere contro noi stessi. Se non possiamo seguire Dio a causa della nostra vanità od orgoglio, noi dobbiamo combattere contro questi cuori. E dobbiamo anche intraprendere una battaglia spirituale contro quelli che affermano di credere in Gesù senza essere rinati.
Nonostante il fatto che siamo diventati così insufficienti per la Sua gloria, il Signore ci ha salvati mediante la Sua acqua e sangue. Noi dobbiamo difendere la nostra fede credendo in questa Parola e vivere le nostre vite come servi di Dio, rendendo grazie a Lui per la perfetta salvezza che ci ha dato. Noi dobbiamo prima cercare il Regno di Dio e la Sua giustizia. Tutti noi dobbiamo diventare quelli che vincono combattendo fino alla fine in fede.
 
 
A Quelli Che Vincono Sarà Data la Manna
 
Il più grande caso di sparizione nella storia umana sarà il rapimento che deve avvenire. Allo stesso tempo, la seconda venuta di Gesù è la questione che suscita il maggior interesse tra tutti quelli che credono in Cristo. Alcuni pensano: “Ci sarà una massiccia sparizione di persone quando i santi saranno rapiti; poiché sparirà gente da ogni situazione di vita, dai piloti ai conducenti di treni ai tassisti, il mondo sarà inondato da ogni tipo di incidenti e disastri, con gli aerei che cadono dal cielo, i treni che deragliano, e le strade che si riempiono incidenti automobilistici.” Un libro che basò la sua storia su questi temi, intitolato Rapimento, è stato un bestseller in passato. Queste persone credevano che i santi sarebbero spariti nel nulla quando fossero stati rapiti. In tal modo, non solo essi si pentivano e preparavano la loro fede per il giorno del loro rapimento, ma alcuni di loro abbandonarono persino la loro scuola e lavoro, fenomeno non da ridere. 
Non troppo tempo fa, una confessione che abbracciava la dottrina del rapimento pre-tribolazione fece sì che le sue comunità dessero i loro possessi alla chiesa e attendessero solo il giorno del rapimento che i suoi leader avevano profetizzato. Naturalmente, il giorno che essi avevano profetizzato e tanto ardentemente atteso finì proprio come ogni altro giorno—tutta quell’attesa per niente! Ogni cosa in cui essi avevano creduto e atteso in modo così sincero si rivelò solo una menzogna. 
Ma alcuni di loro dichiararono indomitamente un altro giorno nel 1999 come giorno del loro rapimento, e si misero ad aspettare. Tuttavia, come prima, fu chiaro che erano stati tutti ingannati dalle menzogne. I loro leader, costretti a vergognarsi per la loro profezia non avveratasi, decisero di non stabilire mai più il tempo del ritorno di Cristo. Noi possiamo vedere da questi eventi come la dottrina del rapimento pre-tribolazione semplicemente non si adatta affatto alla Parola di Dio.
Il punto più importante nel Libro dell’Apocalisse è la seconda venuta di Gesù e il rapimento dei santi. Per tutti i cristiani fedeli, il momento in cui Cristo ritornerà nel mondo e solleverà i Suoi credenti in aria è la loro più grande speranza e attesa. Di fatto, è ragionevole per i cristiani attendere ardentemente il ritorno di Cristo nella loro fede. Chiunque creda veramente in Gesù deve attendere il giorno del ritorno del Signore con grande entusiasmo ed impazienza.
È meglio avere il tipo di fede che attende la seconda venuta del Signore e il rapimento piuttosto che la fede che non attende per niente. Quello in cui gli apocalittici deviarono dalla via giusta è il fatto di stabilire giorno e ora esatti del loro rapimento. Come base del loro calcolo, molti di loro fraintesero la profezia delle settanta settimane che appare in Daniele 9, e anche in Zaccaria, e arrivarono alle date da loro predicate.
Paolo dice in 1 Tessalonicesi 4 che quando Cristo ritornerà su questa terra, i santi saranno sollevati in aria per incontrarLo. Pertanto è del tutto appropriato che quelli che credono genuinamente in Gesù attendano il giorno del loro rapimento. Ma calcolare e riservare una data specifica per il rapimento era qualcosa di profondamente sbagliato, poiché era un riflesso del loro orgoglio che ignorava la saggezza di Dio. Fu un grande errore cercare di risolvere e di comprendere le profezie della Bibbia con le formule matematiche create dagli uomini.
Quando avverrà, allora, il vero rapimento? Apocalisse 6 parla del rapimento dei santi; secondo questo libro, durante la quarta era delle sette ere di Dio—cioè, l’era del cavallo giallastro—ci sarà il martirio dei santi, e dopo ciò il rapimento avverrà nella quinta era. Il rapimento dei santi è descritto in dettaglio, e diverrà di fatto una realtà quando verrà il tempo.
Dio ha progettato sette ere per l’umanità, la prima delle quali è l’era del cavallo bianco. Questa è l’era in cui il vangelo dell’acqua e dello Spirito inizia e continua a trionfare. La seconda era è l’era del cavallo rosso. Quest’era marca l’inizio dell’età di Satana. La terza era è l’era del cavallo nero, quando il mondo sarà colpito sia da fame fisica che spirituale. La quarta era è quella del cavallo giallastro. Questa è l’era in cui l’Anticristo emergerà e i santi saranno martirizzati. La quinta era è quando i santi saranno resuscitati e rapiti a seguito del loro martirio. La sesta era comporta la completa distruzione della prima creazione—questo mondo, cioè—da Dio, che sarà poi seguita dalla settima era in cui Dio inaugurerà il Regno Millenario e il Nuovo Cielo e Terra per vivere con i Suoi santi per sempre. Dio ha perciò stabilito queste sette distinte ere per tutta l’umanità. È del tutto appropriato che quelli che credono in Gesù debbano conoscere e credere a queste sette ere che Dio ha stabilito per loro.
Solo in Corea, si stima che oltre 100.000 persone, alla fine dello scorso secolo, stabilirono e attesero il giorno e l’ora della seconda venuta di Cristo e del loro rapimento. Circa 12 milioni di coreani sono ritenuti cristiani. Tra loro, circa 100.000 attesero il ritorno di Gesù e il loro rapimento. In altri termini, questo è lo zoccolo duro dei credenti che credettero nella Parola di Dio come è scritta e attesero il ritorno del Signore—solo 100.000 su 12 milioni, cioè, meno dell’1 percento. 
Il loro problema, tuttavia, era che essi non avevano una comprensione appropriata delle ere che Dio ha stabilito per loro. Senza comprendere appropriatamente il vangelo dell’acqua e dello Spirito, molti cristiani della Chiesa Primitiva fecero tali errori di cercare di calcolare la data del ritorno di Cristo basandosi sulla loro erronea conoscenza dell’era della seconda venuta di Cristo e del rapimento dei santi. Così l’Apostolo Paolo li avvisò “di non lasciarvi così facilmente confondere e turbare, né da pretese ispirazioni, né da parole, né da qualche lettera fatta passare come nostra, quasi che il giorno del Signore sia imminente” (2 Tessalonicesi 2:2). 
Parlando in termini storici, molti continuarono nella loro ignoranza del progetto di Dio e continuarono a stabilire date sbagliate una dopo l’altra invano. Io credo che ci sia la necessità di correggere la loro fede erronea. Ma io non desidero rimproverarli aspramente—voglio solo correggerli. Perché? Perché il loro insuccesso fu dovuto alla loro ignoranza delle sette ere che Dio ha stabilito per l’umanità. Essi calcolarono male la data della seconda venuta di Gesù perché fraintesero e applicarono impropriamente i numeri che appaiono nella Bibbia, vedendoli solo in termini umani.
Questo errore non è stato confinato ai cristiani coreani, ma è stato piuttosto comune al resto del mondo. I leader ecclesiastici da tutte le diverse parti di questa terra, alcuni piuttosto famosi, hanno fatto lo stesso tipo di errore. Il mio cuore desidera testimoniare il progetto di Dio a tutti quelli che in tal modo hanno creduto in Gesù e atteso la data del rapimento da loro stabilita, in modo che essi possano avere una comprensione appropriata, non erronea del progetto di Dio per loro. Io spero solo che anche a loro sia data di fatto la benedizione di essere rapiti da Dio. 
Il vero rapimento da parte di Dio verrà dopo che si verificheranno l’era del cavallo giallastro e il martirio dei santi. Quando inizierà il periodo di sette anni della Grande Tribolazione in quest’era del cavallo giallastro, l’Anticristo emergerà come il leader più potente del mondo e regnerà su di esso. 
L’Anticristo inizierà a perseguitare i santi quando inizierà la Grande Tribolazione, accelerando d’intensità dopo la prima metà della Grande Tribolazione—cioè, i primi tre anni e mezzo—fino a raggiungere l’apice alla metà del periodo di sette anni. Sarà allora che i santi saranno martirizzati per difendere la loro fede. E questo sarà presto seguito dalla sesta era, quando i santi martirizzati saranno resuscitati e rapiti.
Quelli che credono in Gesù devono conoscere bene i tempi. A seconda che credano nel rapimento pre-tribolazione o nel rapimento a metà tribolazione, le loro vite di fede andranno a finire in modo piuttosto diverso. Se i credenti attenderanno saggiamente il loro rapimento con la fede appropriata, o faranno l’errore di concentrare la mente su una data assurda di loro scelta—tutto questo dipenderà dal fatto che baseranno la loro fede sulla Parola di Dio o no.
Se voi vi avvicinate a questi insegnamenti sulla Parola dell’Apocalisse con calma, potete scoprire effettivamente quali sono le affermazioni ragionevoli, e in tal modo essere in grado di rispondere correttamente a tutte le vostre domande. Ma se non avete la giusta comprensione del rapimento e non riuscirete ad attenderlo nel modo appropriato, allora la vostra fede sarà rovinata.
La teoria del rapimento pre-tribolazione fu esposta da Scofield, teologo americano, che fu il primo a fissare sistematicamente le sue posizioni dottrinarie nella sua Scofield Reference Bibbia. Questa Reference Bible fu ampiamente tradotta e usata in tutto il mondo. Fu a causa dell’impatto della Scofield’s Reference Bible che la teoria del rapimento pre-tribolazione giunse a diffondersi così ampiamente. Poiché la Scofield Reference Bible era scritta da un influente teologo di un paese potente, il libro fu tradotto in molte lingue diverse e letto da un grande numero di cristiani. 
Scofield stesso non aveva idea che la sua dichiarazione sul rapimento pre-tribolazione si sarebbe diffusa tanto in tutto il mondo. Il risultato fu la prevalente accettazione della teoria del rapimento pre-tribolazione di fatto da parte di tutti i cristiani del mondo. Ma prima che la teoria del rapimento pre-tribolazione di Scofield facesse la sua apparizione, la credenza dominante che aveva prevalso nel mondo cristiano era stata la teoria del rapimento post-tribolazione. 
La teoria del rapimento post-tribolazione postula che Cristo ritornerà dopo la fine del periodo di sette anni della Grande Tribolazione, e che Egli rapirà i santi in quel momento. Molte persone perciò avevano una grande paura della Tribolazione prima del rapimento e la seconda venuta del Signore. Quando i revivalisti predicavano dal loro pulpito sulla seconda venuta di Cristo, la gente correva a pentirsi, piangendo e tormentandosi dei suoi peccati, sommergendosi con costanti preghiere di pentimento. Perciò chi gridava di più fu spesso usato come barometro per misurare chi era più benedetto. Tali persone, anche se credevano in Gesù, versavano troppe lacrime invano.
Ma questa prima credenza nel rapimento post-tribolazione fu lentamente sostituita dal rapimento pre-tribolazione. Perché avvenne questo? La gente trovò infinitamente più comodo spostarsi dal rapimento post-tribolazione al rapimento pre-tribolazione, perché questo spostamento significava che essi non avrebbero affrontato tutte le prove e le tribolazioni che altrimenti avrebbero dovuto passare. È poco sorprendente che essi preferissero essere sollevati in aria prima che le terribili avversità della Grande Tribolazione fossero discese su di loro. In questo modo, la teoria del rapimento pre-tribolazione si diffuse come un incendio nella boscaglia, perché offriva una fede comoda, molto più digeribile della terribile prospettiva di dover passare attraverso le sofferenze della Grande Tribolazione.
Proprio come la gente preferisce il dolce al semplice o all’amaro, così preferisce passarla liscia anche quando si tratta della loro fede. Piace loro scegliere e credere ad ogni cosa che si adatta meglio al loro gusto tra le diverse teorie che gli studiosi hanno prodotto. È così che molte persone finirono col credere alla teoria del rapimento pre-tribolazione così facilmente. Quelli che sostennero questa visione del rapimento pre-tribolazione pensarono che dovevano tenere i loro corpi e cuori immacolatamente puliti per essere rapiti. E così essi erano piuttosto ferventi nelle loro vite di fede. Ma una seria falsità deformò la loro credenza nel rapimento pre-tribolazione. Mentre la loro fede in Gesù e la loro attesa nel ritorno del Signore erano encomiabili, ciononostante essi fecero due seri e gravi errori.
Per primo, non avendo creduto nel vangelo dell’acqua e dello Spirito, essi attesero Signore mentre erano ancora nel peccato nei loro cuori. Essi si poggiavano e facevano affidamento solo sul sangue della Croce, ma nessuna dose di pentimento poteva portare loro l’assoluta remissione dei peccati da loro commessi giornalmente. Tuttavia giorno e notte essi attendevano la seconda venuta di Cristo. Essi si riunivano nelle loro chiese per pentirsi dei loro peccati, per pregare e cantare lodi tutta la notte, uniti nella loro attesa del rapimento. Non c’era niente di sbagliato nel fatto che essi in tal modo attendessero e bramassero il loro rapimento. Ma fecero il grave errore di attendere senza la giusta fede—cioè, essi non credevano nel vangelo dell’acqua e dello Spirito, l’unica fede che ci consente di stare davanti a Dio come Suoi figli.
Il loro secondo errore era che essi stabilivano artificialmente una data senza alcuna appropriata comprensione del progetto di Dio. Questo non solo fece attendere molti credenti invano, ma generò ogni tipo di caos nel mondo, lasciando solo cattive impressioni della cristianità e rovinando la sua reputazione tra i non credenti.
A causa di questi due errori, poiché il rapimento che queste persone attendevano tanto fervidamente non si materializzò mai di fatto, finì col lasciare molte persone a pensare male del rapimento, spingendole ancora più lontano dalla verità. Ora che è di fatto il tempo giusto per parlare della seconda venuta di Cristo e che il Suo ritorno è imminente, quasi nessuno ne parla più—tutto grazie al fiasco dei pochi fuorviati.
Il passaggio che stiamo discutendo attualmente parla di ciò che Dio scrisse all’angelo della Chiesa di Pergamo attraverso Giovanni. Dio lodò il servo della Chiesa e i santi per aver difeso la loro fede fino alla fine con il loro martirio. Ma la lode di Dio per la Chiesa di Pergamo giunge anche con alcuni rimproveri, perché la Chiesa aveva tra i suoi membri quelli che perseguivano il mondo. È per questo che Dio disse alla Chiesa di pentirsi, e che le disse che altrimenti sarebbe venuto presto a punirla.
Noi dobbiamo fare attenzione qui a quello che Dio disse attraverso Giovanni a tutte le sette chiese in Asia in comune: “Chi ha orecchi ascolti ciò che lo Spirito dice alle chiese.” Questo significa che Dio si assicura di pronunciare la Sua verità ai santi e alle anime attraverso le Sue chiese e i Suoi servi. In particolare, Dio disse alla Chiesa di Pergamo: “Chi ha orecchi ascolti ciò che lo Spirito dice alle chiese. A chi vince io darò della manna nascosta e una pietruzza bianca, sulla quale è scritto un nome nuovo che nessuno conosce, se non colui che lo riceve.” 
Lasciatemi sottolineare la frase, “a chi vince io darò della manna nascosta.” Questo significa che quelli che attendono veramente il Signore devono vincere i nemici di Dio. Ciò significa che essi devono combattere contro quelli che seguono il mondo, e che devono allontanarsi da questi amanti del mondo. Quelli che seguono Balaam sono quelli che seguono i falsi profeti. Dio ci dice che queste persone cercano solo le ricchezze del mondo nella loro peccaminosa avidità, chiamandoli i seguaci della dottrina di Balaam.
Non ogni chiesa è una chiesa di Dio. Molti leader ecclesiastici odierni accettano il fatto che Gesù è il Figlio di Dio, ma non credono che sia Dio. Ci sono molti che non credono neanche che Gesù Cristo creò questo mondo.
Inoltre, molte persone vengono in chiesa solo per essere benedette materialmente. Troppi leader ecclesiastici dicono alle loro comunità che saranno beate se danno più denaro alla chiesa. Ingannati da tali falsi insegnamenti, molti credenti pensano di fatto che la quantità di offerte danno alla chiesa sia un riflesso della loro fede. Solo dando offerte e frequentando la chiesa regolarmente, tropi di loro sono stimati come credenti fedeli. Inoltre, ad alcuni di loro sono date persino posizioni di guida nella chiesa, come diaconato o anzianità, solo per la loro regolare frequentazione e servizi per la chiesa, e per aver firmato grossi assegni per le loro offerte. Queste sono tutte strade di Balaam, qualcosa da cui noi tutti dobbiamo allontanarci.
Noi dobbiamo combattere contro questa fede. Se volete veramente nutrirvi della manna nascosta, dovete prima discernere se la vostra chiesa è o no una chiesa che segue davvero la Parola di Dio. Se non lo è, allora dovete combatterla e vincerla. Solo facendo ciò potete nutrirvi della verità dell’acqua e dello Spirito, la vera Parola di Dio. 
Solo mangiando dalla Parola dell’acqua e dello Spirito, la manna nascosta, potete rinascere, e solo rinascendo potete continuare a nutrirvi della Parola di verità data da Dio. È in questo modo che i rinati possono discutere cos’è la Parola di Dio, nutrirsi di essa ascoltandola, guardandola, e condividendola in comunione.
Se desiderate sinceramente essere rapiti da Dio, se volete davvero rinascere veramente, allora è solo una cosa stolta continuare a frequentare una chiesa che è una chiesa solo di nome. Frequentando una chiesa che non appartiene a Dio, non potrete mai nutrirvi della vera Parola di vita, indipendentemente da quanto tempo frequentate quella chiesa—cento anni, mille anni, o anche più, niente vi metterà sul sentiero corretto verso la salvezza. 
Tali persone non solo non possono rinascere secondo fede, ma finiscono col fare lo stolto errore di attendere il loro rapimento senza aver adempiuto il suo primo requisito—cioè, senza essere neanche rinati. Questo tipo di fede è semplicemente sbagliato. Non importa con quanta brama attendete il ritorno di Cristo, non importa se amate davvero il Signore nel vostro cuore, non importa se siete disposti a rinunciare alla vostra vita per Gesù, tutto ciò sarebbe inutile. Tali persone non incontreranno il Signore. Il loro amore per Dio finirà solo come un amore non ricambiato. 
È per questo che Dio disse alle sette chiese in Asia: “A chi vince io darò della manna nascosta.” Dio non ci dice che possiamo avere la Sua Parola di verità senza lottare. Se noi non combattiamo e vinciamo i bugiardi, non potremo mai mangiare la Sua manna, la Parola di vita. Non importa quanto fedelmente abbiate frequentato la vostra chiesa; se non conoscete la verità, significa che ciò che avete conosciuto finora sono state solo menzogne. Voi dovete sfuggire da queste menzogne combattendole e vincendole nella vostra ricerca della verità. Solo quando incontrerete questa verità trovando una chiesa che testimonia la Parola di Dio e predica il vangelo dell’acqua e dello Spirito potrete mangiare la manna della vita. 
Noi non abbiamo niente che ci impedisca di accettare nei nostri cuori la Parola della verità dell’acqua e dello Spirito. I cuori di quelli che predicano e ascoltano questa Parola dell’acqua e dello Spirito diventano uniti, e lo Spirito Santo abita nei loro cuori tutti insieme. 
Dio ci ha promesso che darà la Sua manna nascosta a quelli che vincono; pertanto, noi dobbiamo vincere Satana nella nostra battaglia contro di lui, e combattere e vincere i bugiardi. Se volete la vita eterna, dovete rinascere veramente; e se volete essere rapiti da Dio, dovete avere la vera fede. Voi dovete combattere e vincere i molti bugiardi di questo mondo, e anche i bugiardi che si trovano nel mondo cristiano. 
La vostra fede non deve essere quella dell’indecisione, che continua a vacillare da un lato all’altro e viene trascinata da ogni corrente che si trova a scorrere in un dato momento. Se la vostra chiesa non è una chiesa che predica la Parola di Dio così com’è, allora dovete smettere di frequentare tale chiesa. Dio verrà ad incontrare solo quelli i cui cuori amano e perseguono la verità attraverso la Sua Parola della manna, la Parola della verità dell’acqua e dello Spirito. 
Io ero uno studente molto bravo quando studiavo al seminario. Non mi perdevo mai un corso, e i miei voti erano tutti eccellenti. Studiavo diligentemente e fedelmente. E tuttavia c’erano troppe cose che non sapevo. Poiché ero stato, con tutta la mia famiglia, buddista prima di incontrare Gesù e credere in Lui, la mia conoscenza di lui era molto limitata in quel tempo. Ancora più limitata era la mia comprensione della Parola, e perciò ero molto ansioso di imparare le Scritture. Assetato della conoscenza della Parola di Dio, io cercai di apprendere dai molti professori al seminario, facendo loro molte domande e sperando che le loro risposte estinguessero la mia sete della Bibbia.
Nessuno di loro, tuttavia, mi diede mai una risposta chiara. Quando presentai le mie domande ai professori rinomati per la loro conoscenza delle Scritture, essi lodavano solo la mia conoscenza della Bibbia invece di rispondere alle mie domande. Ai seminari, i professori non predicano la Parola, ma insegnano le loro “teorie” sulla Bibbia. Ma tutte le loro teorie, dalla Teologia del Vecchio Testamento alla Teologia del Nuovo Testamento, dalla Teologia Sistematica alla Storia del Cristianesimo, dal Calvinismo all’Arminianesimo, dalla Cristologia alla Pneumatologia e dagli studi introduttivi alle esposizioni dettagliate, sono solo i prodotti di pensieri umani. Essi insegnano solo teorie diverse sostenute dagli studiosi, niente di diverso dalla vostra esperienza universitaria di imparare diverse prospettive teoriche nel vostro campo di studi secolari.
Io ero una persona ignorante della Bibbia. Indipendentemente da quanto fosse stata vasta la mia formazione accademica, o da come molti lodavano la mia ampia conoscenza della Bibbia, o persino da come io stesso basavo i miei sermoni su questa conoscenza—più studiavo la Bibbia e la teologia, più dubbi avevo sul mio percorso. Io giunsi alla fine alla comprensione che ero una persona completamente ignorante, e che dovevo ripartire dall’inizio. Perciò iniziai a sollevare quelle che allora erano considerate domande strane e maldestre nelle mie classi. Una di esse era: “Perché Gesù fu battezzato?” Non sentii mai una risposta chiara a questa domanda. Nessuno fu in grado di darmi la risposta corretta, che Gesù fu battezzato nel fiume Giordano da Giovanni Battista per prendere tutti i nostri peccati sulla Sua carne. 
Facevo anche domande sui miracoli che Gesù aveva realizzato, come quelli in cui Gesù nutrì più di cinquemila uomini con solo 5 pezzi di pane e due pesci. Perciò chiedevo: “Quando Gesù benedì i cinque pezzi di pane e i due pesci, essi esplosero semplicemente in un mucchio di pani e di pesci tutti in una volta, o continuarono a moltiplicarsi quando il cibo veniva distribuito a ognuno?” il più delle volte, venivo rimproverato e richiamato per aver posto tali domande.
È così che giunsi a rendermi conto: “Ecco di cosa si occupa la teologia. Noi stiamo solo imparando quello che il francese Calvino sistematizzò in una teoria accademica e in esposizioni. Noi non sappiamo niente della Bibbia.” Così iniziai a impegnarmi in una estesa ricerca compilando le pubblicazioni delle molte confessioni e confrontandole con la Bibbia. Ma ancora una volta non ottenni nulla. 
Esse giungevano tutte alla stessa conclusione, che quando gli uomini credono in Gesù, i loro peccati gradatamente spariscono poiché essi vengono santificati dalle loro preghiere di pentimento, e che diventeranno completamente senza peccato alla loro morte e allora entreranno in Cielo. Le differenze di denominazione non contavano—la stessa conclusione fondamentale per tutti loro era per i Cristiani pronunciare preghiere di pentimento e la santificazione incrementale, cose che non avevano niente a che fare con la Parola. Tutte queste affermazioni di allontanavano da ciò che dice la Parola di Dio. Perciò mi inginocchiai davanti a Dio, a cercare e a chiedere la Sua verità.
Fu allora che Dio mi insegnò il vero vangelo dell’acqua e dello Spirito. Questa verità mi sbalordì semplicemente. E quando io mi resi conto che la verità dell’acqua e dello Spirito si trova nel complesso dei 66 libri della Bibbia, i miei occhi ciechi si aprirono e iniziai a vedere chiaramente la Parola della Bibbia. Fui in grado di scoprire come il Vecchio Testamento e il Nuovo Testamento combaciano, e lo Spirito Santo venne ad abitare nel mio cuore quando scoprii questa verità. Dopo aver visto ed essermi reso conto di questa Parola di verità, tanti peccati che avevano piagato il mio cuore e mi avevano tanto oppresso scomparvero completamente, in un sorprendente e meraviglioso atto di amore e grazia di Dio. 
Così come si creano le increspature quando si getta una pietruzza in un lago tranquillo, una gioia serena e una luce entrarono nel mio cuore. Con luce, intendo dire che giunsi a rendermi conto di qual era la verità della Parola. Nello stesso istante del riconoscimento, lo Spirito Santo entrò nel mio cuore, e grazie allo Spirito Santo giunsi a vedere chiaramente la Parola della Bibbia. Da quel momento in poi, ho sempre predicato il vangelo dell’acqua e dello Spirito.
Fino a oggi, il vangelo dell’acqua e dello Spirito ha consolidato il mio cuore, mi ha consolato e rafforzato, e ha tenuto il mio cuore sempre puro. Fu così che giunsi a nutrirmi della Parola di Dio. Quando io mi soffermai sulla Parola, insieme alla mia comprensione del suo significato giunse la serena benedizione che riempiva il mio cuore, e il mio cuore, a sua volta, iniziò a nuotare in questo mare di grazia. Proprio come il mio cuore era così riempito di questa beatitudine, quando crederete nella Sua Parola di salvezza rinata, la Parola di Dio porterà anche voi nella Sua grazia e beatitudine. 
Quando aprii la Bibbia e mi soffermai sulla Parola, tutte le mie preoccupazioni e pensieri agitati scomparvero, riempiendo il mio cuore di gioia e pace al loro posto. Io fui in grado di rispondere sempre quello che Dio realmente intendeva dire nella Sua Parola ogni volta che mi venivano rivolte domande sulla Bibbia. Solo conoscendo e credendo nel vangelo dell’acqua e dello Spirito ci si può nutrire della Parola di Dio, e solo nutrendosi della Parola di Dio si può rinascere. Poiché nel cuore dei rinati non è rimasto più alcun peccato, indipendentemente da quando il Signore ritornerà su questa terra, essi sono tutti pronti per il loro rapimento quando il Signore infine li solleverà in aria. 
 
 
La Fede Che Ci Può Condurre al Rapimento
 
Il rapimento è ciò che attendiamo dopo aver ricevuto la nostra redenzione conoscendo e credendo nel vangelo dell’acqua e dello Spirito. E quando attendiamo, dobbiamo aspettare con una chiara comprensione dei tempi stabiliti da Dio. I tempi stabiliti da Dio sono le sette ere, e l’era del martirio tra queste è l’era del cavallo giallastro. L’era del cavallo giallastro è la quarta delle sette ere stabilite Dio. L’era in cui stiamo vivendo, d’altro lato, è la terza, l’era del cavallo nero. 
Quando noi scaliamo un’alta montagna, ci affidiamo a una mappa come guida. Ma per raggiungere in modo accurato e sicuro la nostra destinazione usando questa mappa, dobbiamo prima conoscere qual è la nostra ubicazione. Non importa quanto tu sia esperto a leggere la mappa o quanto accurata sia la mappa stessa—se non sapete dove siete, la mappa è inutile. Solo quando conoscete la vostra ubicazione potere raggiungere con sicurezza la vostra destinazione.
Allo stesso modo, solo rinascendo attraverso il vangelo dell’acqua e dello Spirito potete scoprire quando sarete rapiti. Il tempo biblicamente corretto del rapimento è poco dopo la metà del periodo di sette anni della Grande Tribolazione—cioè, tre anni e mezzo dopo l’inizio della Tribolazione. È questo che Dio programmò in Gesù Cristo quando creò per la prima volta questo universo.
Il piano della salvezza di Dio in Gesù Cristo, con cui Egli mandò il Suo Figlio unigenito su questa terra, Lo fece battezzare e uccidere sulla Croce, e Lo sollevò dai morti, non è l’unico progetto, ma Egli ha anche stabilito i tempi per l’universo, dalla creazione alla fine, con le Sue sette ere. Persino noi disegniamo progetti prima di costruire le nostre case e pianifichiamo in anticipo i nostri affari—non solo, noi programmiamo persino nelle nostre agende quello che faremo ogni giorno. Dio dunque, avrebbe creato quest’universo, l’uomo, voi ed io in Gesù Cristo senza alcun progetto? Naturalmente no! Egli ci creò con un progetto!
Questo progetto è chiaramente rivelato nella Parola dell’Apocalisse. Quando noi scopriamo e abitiamo in questa Parola, possiamo scoprire esattamente qual è il progetto di Dio. Questa Parola è la verità. Anche se la Parola di Dio è vecchia parecchie migliaia di anni, essa è sempre l’immutabile e inalterata verità, a cui non si aggiunge né si sottrae nulla. Quelli che non sanno questo e non sono rinati d’acqua e di Spirito rimangono ancora ignoranti della verità rivelataci dalla Parola di Dio. Ma quelli che abitano nella Parola saranno in grado di scoprire e di rendersi conto di tutta la verità rivelata nella Bibbia.
Il passaggio in cui Dio promette di dare la Sua manna a quelli che vincono significa che Dio spanderò luce sulla Sua Parola solo a quelli che sanno discernere la verità dal falso e vincere i bugiardi conoscendo la Sua Parola di verità. Quelli che sono sfuggiti dalle menzogne e hanno trovato la verità devono vincere queste menzogne predicando questa verità. Dio ci ha promesso che a quelli che credono nel vangelo egli avrebbe dato la beatitudine di mangiare la Sua manna: “A chi vince io darò della manna nascosta e una pietruzza bianca, sulla quale è scritto un nome nuovo che nessuno conosce, se non colui che lo riceve.” 
La manna nascosta qui significa la Parola di Dio. La pietruzza bianca, d’altro lato, significa che i nostri nomi saranno scritti nel Libro della Vita. Quando le persone credono nel vangelo dell’acqua e dello Spirito che Dio ha dato loro, i loro cuori cambiano. Con i loro cuori pieni della Parola dello Spirito Santo, essi giungono a rendersi conto che credendo nella Parola, tutti i peccati nei loro cuori sono scomparsi. Essendo in tal modo stati mondati dall’acqua e dallo Spirito, i loro nomi sono scritti sulla pietruzza bianca.
Dio ci dice che nessuno conosce questo nuovo nome se non colui che lo riceve. Quelli che sono stati perdonati da tutti i loro peccati devono rendersi conto che nei loro cuori non è rimasto più alcun peccato, e che i loro nomi sono stati scritti nel Libro della Vita. Essi sanno, in altre parole, che il vangelo dell’acqua e dello Spirito ha tolto tutti i peccati dei loro cuori. Solo quelli che sono rinati conoscendo in tal modo la vera Parola dell’acqua e dello Spirito e hanno ricevuto la loro redenzione sono in grado di conoscere il Signore e la verità. Quelli che non sono rinati non si rendono conto che devono ancora rinascere. Ma i rinati possono facilmente discernere tali persone, il fatto che devono ancora mangiare la manna di Dio, e che i loro nomi non sono scritti sulla pietruzza bianca.
Volete davvero essere rapiti? Se volete essere rapiti, dovete essere qualificati a mangiare la manna. Con essere qualificati a mangiare la manna, intendo dire che dovete essere rinati di acqua e di Spirito. Per nutrirvi di manna, dovete anche combattere e vincere le menzogne con la vostra fede. I falsi insegnanti non portano la redenzione ai peccatori, ma solo lo sfruttamento delle loro anime e dei possessi materiali. Noi dobbiamo combattere e vincere queste false chiese, falsi profeti, e falsi servi della cristianità odierna. 
Noi dobbiamo sapere, basandoci sulla Bibbia, esattamente come Gesù ha tolto tutti i nostri peccati, perché fu battezzato, perché si caricò i peccati del mondo, perché morì sulla Croce, e perché resuscitò dai morti. Noi dobbiamo sapere accuratamente perché Gesù venne su questa terra nella carne e fece tutte queste cose, e dobbiamo sapere chi è esattamente Gesù. Ma le false chiese, invece di insegnare queste verità, chiamano “santo” chiunque le frequenta con decisione propria. Esse chiedono soltanto: “Credete in Gesù?” Se la risposta è “Sì”, allora queste false chiese immediatamente li chiamano santi, li battezzano nell’arco di un anno, e poi procedono a strappare ogni tipo di offerta da loro, dalle offerte di grazie a offerte speciali a pegni per quello scintillante, nuovissimo edificio ecclesiastico. Chiese come queste, ossessionate solo dal denaro e dalla loro avidità di costruire un edificio ecclesiastico più grande, brillante, sono tutte false chiese.
Quando noi ci nutriamo della manna, dobbiamo combattere contro tali false chiese e contro quelli che diffondono i falsi insegnamenti. Se perdiamo nella nostra battaglia, significherebbe non solo che non siamo più i santi di Dio, ma anche che non saremo rapiti da Lui. Non essere i santi di Dio è lo stesso che non essere i figli di Dio; anche se Cristo dovesse ritornare per la centesima volta, non saremo mai rapiti.
Matteo 25 ci narra la parabola delle dieci spose, cinque delle quali sagge e cinque stolte. Essa ci racconta com’erano stolte le cinque spose che portavano le loro lampade ma senza olio e uscirono a comprarlo solo dopo che fu annunciato l’arrivo dello sposo. Noi dobbiamo essere le sagge spose che avevano preparato l’olio in anticipo. Per avere la fede di preparare l’olio, intendo che dobbiamo essere idonei a nutrirci della manna davanti a Gesù, vincere i bugiardi, e rinascere mediante la Parola dell’acqua e dello Spirito. 
Quando ascoltiamo un sermone, dobbiamo domandarci se il pastore sta predicando o meno la Parola di Dio. Noi dobbiamo anche chiedere se la chiesa spende il suo denaro come vuole Dio—cioè, per le Sue opere, non per se stessa. Noi dobbiamo trovare, in altre parole, la vera chiesa di Dio. State attenti alle chiese che danno solo un’adesione formale alla predicazione della Parola di Dio e dei Suoi insegnamenti. 
Non importa quanto siano buone nei loro discorsi e nel pentimento, le loro azioni vi diranno quello che essere realmente sostengono—se sono più interessati a costruire edifici ecclesiastici più grandi di qualsiasi altro; se si prendono cura dei poveri o si rivolgono solo ai ricchi; e se mostrano interesse a salvare le anime at all. Dio vi ha dato gli occhi e le orecchie per poter vedere e giudicare da voi stessi. E quando raggiungete la conclusione che la vostra chiesa non è la chiesa giusta, allora non esitate a uscirne fuori immediatamente, perché continuare a frequentare questa falsa chiesa è come cercare di entrare nell’inferno. Potreste anche gettare via la vostra vita.
Vi rendete conto di come è buono il vangelo dell’acqua e dello Spirito? Quando conoscete e accettate questa verità, il vangelo dell’acqua e dello Spirito, nel vostro cuore, diventate persone completamente nuove. Quelli che appartenevano prima alla terra ora appartengono al Cielo, e quelli che era no stati tormentati dai demoni ora diventano liberi.
I demoni possono entrare a tormentare le anime di quelli che hanno il peccato nei loro cuori e sono perciò incatenati dai loro peccati. Ma il Signore venne su questa terra e tolse tutti i nostri peccati con il vangelo dell’acqua e dello Spirito. Poiché Egli ha completamente tolto i nostri peccati, i demoni non possono più tormentare o rubare le nostre anime. È per questo che quando conoscete e credete in questo vangelo, i demoni vengono scacciati e la vostra vita cambia. 
In altre parole, quelli che sono stati i servi del mondo vengono liberati da questa servitù. Dio ha compiuto l’opera meravigliosa di trasformare i peccatori nei giusti, trasformando quelli che erano della terra in quelli del Cielo, e, quando il Signore ritornerà, li solleverà nel Suo Regno.
La nostra vita terrena non è la nostra fine. Avendoci fatti a Sua immagine, Dio non ci mise su questa terra solo per una breve vita. La vita nella carne è di fatto molto breve. Quando usciamo dalla scuola, siamo già sui 25 anni. A 30 anni cerchiamo di stabilire delle fondamenta per la nostra vita, e quando sono pronte le fondamenta per la costruzione, siamo già a 40 o 50 anni. Quando finalmente raggiungiamo lo stadio in cui pensiamo di poter rallentare un po’ e goderci la vita, la nostra vita è già passata, e siamo di fronte alla sua conclusione. Come i fiori sbocciano la mattina e appassiscono il pomeriggio, proprio quando pensiamo che finalmente abbiamo il controllo della vita, ci rendiamo conto che il nostro tempo è passato, e che siamo solo di fronte all’imminente conclusione. 
La nostra vita è proprio così breve. Ma quel che è più triste è che ci sono troppe persone che non si rendono neanche conto di questa brevità della vita. Tuttavia la fine delle nostre vite nella carne non è la nostra fine, perché è solo l’inizio delle vite spirituali delle nostre anime. Perché? Perché Dio, come per compensarci della brevità delle nostre vite terrene, ha preparato per noi non solo il Regno Millenario ma anche il Nuovo Cielo e Terra, dove vivremo in eterno. Questa è la benedizione della vita eterna di Dio che Egli ha concesso solo a quelli che sono rinati credendo nella Parola della Sua acqua e Spirito. 
Solo quando mangiate la manna nascosta e il vostro nome è scritto sulla pietruzza bianca potete essere rapiti. Dio ci dice che solo quelli che si nutrono della Sua manna potranno vincere Satana durante la Grande Tribolazione, e che solo i nomi di quelli che vincono in tal modo saranno scritti sulla pietruzza bianca. Quelli che non vincono, pertanto, non dovrebbero neanche sognare di essere rapiti, né possono sognare di rinascere.
Occorrono grandi sacrifici per ottenere qualcosa di valore e prezioso. Un buon esempio è l’oro; occorre un bel po’ di sforzi, tempo, e rischi per trovare ed estrarre l’oro. Molti sono morti nelle miniere aurifere prima di poter trovare una sola pepita. Anche estrarre oro alluvionale richiede molta fatica. Trattare al piatto una vagonata di terra tutto il giorno produce solo una quantità minuta di oro. Inoltre, questo non si può fare in qualsiasi fiume, ma bisogna prima trovare un fiume che abbia oro alluvionale. Occorrono, in altre parole, duri sforzi per trovare l’oro, a volte persino sacrificare la vita. Perché, allora, la gente si sforza tanto per trovare l’oro? Perché pensa che l’oro valga tanto, persino il rischio della vita.
Ciò che è molto più e prezioso e di valore dell’oro e dell’argento, tuttavia, è il fatto che possiamo diventare figli di Dio. L’oro può portarvi una certa transitoria felicità alla vostra carne, ma diventare i figli di Dio vi porta una felicità infinita, eterna. Per essere rapiti negli ultimi tempi, per godere la ricchezza, la prosperità, e l’onore del Regno Millenario e del Nuovo Cielo e Terra, e per vivere questa vita per l’eternità, dovete ora combattere tutti i bugiardi su questa terra, credere nel vangelo dell’acqua e dello Spirito, e difendere la vostra fede e assicurare la vostra vittoria.
Ci sono tante menzogne in questo mondo che sono sempre alla ricerca di opportunità per portar via i nostri cuori, cercando di farci perdere la fede. Quelli che credono nel vangelo dell’acqua e dello Spirito e hanno la verità nei loro cuori sanno quanto è preziosa la loro fede. E poiché conoscono la preziosità di questa fede, combattono contro tutti i falsi insegnamenti che cercano di rubargliela. Se ci rendiamo conto di quante persone agognano questa fede e tuttavia non sono in grado di raggiungerla, e se ci rendiamo conto che solo questa fede ci rivestirà in modo da essere accolti alla cena delle nozze dell’Agnello e da darci la sua benedizione della vita eterna, dobbiamo farla completamente nostra e non consentire mai a nessuno di togliercela. Questo è il tipo di fede che combatte e vince.
Io mi convinsi della necessità di propagare la conoscenza appropriata e la comprensione della Parola dell’Apocalisse—di assicurarmi che voi foste in grado di difendere il prezioso vangelo dell’acqua e dello Spirito—poiché sapevo che molti falsi insegnanti avrebbero cercato di usare la Parola dell’Apocalisse per ingannare e confondere non solo le persone ma anche i santi rinati. È per questo che sto predicando la Parola dell’Apocalisse attraverso i miei sermoni e libri, per assicurare che possiate vivere la vostra vita di fede con la corretta conoscenza e credenza negli ultimi tempi.
Il Libro dell’Apocalisse offre qualcosa di tremendamente importante. Ma la Parola dell’Apocalisse non rivela niente a quelli che non possono mangiare la manna nascosta di Dio e che non hanno lo Spirito Santo nei loro cuori. Dai segni degli ultimi tempi al rapimento, speranza di ogni cristiano, al Nuovo Cielo e Terra, un progetto straordinario è scritto nella Parola dell’Apocalisse. Ma grazie alla saggezza di Dio che non rivela i Suoi segreti a chiunque, l’Apocalisse rimane un testo difficile che non tutti possono comprendere. Nessuno se non quelli che si sono nutriti della manna di Dio e i cui nomi sono scritti sulla pietruzza bianca essendo rinati d’acqua e di Spirito e avendo superato le menzogne possono comprendere la Parola dell’Apocalisse. 
È per questo che, nella loro ignoranza, quelli che non sono ancora rinati parlano di rapimento pre-tribolazione o di rapimento post-tribolazione, e che ora abbiamo persino alcuni che affermano che il Regno Millenario è solo simbolico. La Parola di Dio è la verità, e afferma chiaramente che il rapimento non avverrà senza la Grande Tribolazione. Essa ci dice che il rapimento avverrà poco dopo la metà del periodo di settenni della Grande Tribolazione—dopo il martirio dei santi, e contemporaneamente ala loro resurrezione.
Essere rapiti mentre si conduce la solita vita quotidiana—piloti che spariscono d’un tratto e madri che spariscono dalla sala da pranzo in tutto il mondo—, mi spiace dirlo, semplicemente non accadrà. Piuttosto, il rapimento avverrà quando grandi disastri cadranno sul mondo, vi infurieranno i terremoti, le stelle cadranno dal cielo, e la terra si spaccherà. Il rapimento, in altre parole, non avverrà in un giorno pacifico alla luce del sole.
Le stelle non sono ancora cadute, un terzo del mondo deve ancora bruciare, e il mare non si è trasformato in sangue. Cosa intendo dire con questo? Intendo dire che ora non è ancora il tempo del rapimento. Dio ci dice che ci darà i segni che tutti potremo riconoscere prima che venga il rapimento. Questi segni sono i disastri che cadranno su questo mondo—un terzo del mare e dei fiumi che si trasforma in sangue, un terzo delle foreste bruciate, stelle che cadono, acqua non potabile, e così via. 
Quando il mondo sarà in tal modo sommerso in grandi calamità, l’Anticristo emergerà per portare ordine. Emergendo in un primo tempo come un notevole leader mondiale, egli si trasformerà infine in un tiranno che regnerà sul mondo con il suo potere assoluto. La Bibbia ci dice che è in questo tempo, quando sarà stabilito il regno tirannico dell’Anticristo sul mondo, che il Signore ritornerà sulla terra a portar via i Suoi santi. Il rapimento non avverrà quando i grandi disastri naturali devono ancora accadere e l’Anticristo deve ancora emergere. 
È sbagliato, in altre parole, per tutti interrompere il lavoro, smettere di andare a scuola, e in genere giungere a una completa interruzione nelle loro vite, pensando che stanno per essere rapiti, quando di fatto questi segni che Dio ci ha promesso non si sono ancora materializzati. Voi non dovete farvi ingannare in questo modo, perché ciò significa cadere nella trappola delle menzogne di Satana.
Noi dobbiamo combattere e vincere tutto ciò che tali falsi insegnamenti hanno stabilito per intrappolarci. La sola fede che può trionfare sui falsi insegnamenti è la fede nel vangelo dell’acqua e dello Spirito. Solo quelli che credono nel battesimo di Gesù che ha tolto tutti i loro peccati sono completamente liberati dalle catene di questi peccati. Poiché Gesù prese i nostri peccati su di Sé con il Suo battesimo, e poiché Egli ci ha riscattati con il Suo sangue che ha mondato i nostri peccati, noi abbiamo ricevuto la Sua perfetta salvezza credendo in tutte queste cose che il Signore ha fatto per noi—secondo la fede e solo la fede. Quelli che credono in questa Parola sono ora diventati figli di Dio, e trionferanno in tutti i progetti che Dio ha stabilito per loro.
D’altro lato, l’unica cosa che attende i bugiardi che affermano di credere in Gesù e tuttavia sono nel peccato nei loro cuori, e che ricercano solo la loro cupidigia nel servire il Signore, è la punizione che affronteranno insieme a Satana. È per questo che il nostro vangelo dell’acqua e dello Spirito è così prezioso. Solo quelli che lo conoscono e che possono discernere tra il vero e i falsi vangeli possono mangiare la manna nascosta di Dio, vince tutte le menzogne alla fine, e entrare nel Regno Millenario e nel Nuovo Cielo e Terra. Leggete la Parola e vedete voi stessi qual è la pura verità che può salvarvi, darvi speranza, e benedirvi con la vita eterna. Rendetevene conto, e credete in essa. Questa è la fede della vittoria.
La vittoria nella nostra battaglia spirituale è estremamente importante per noi perché perdere questa battaglia non significa solo una semplice sconfitta, ma significa essere destinati all’inferno. In altre battaglie noi possiamo riprenderci da una sconfitta, ma in questa battaglia di fede non c’è possibilità di recupero. Voi dovete perciò essere in grado di discernere tra ciò che è la verità e quelli che sono i vostri pensieri, la lussuria della vostra carne, e le menzogne dei falsi insegnanti, e dovete preparare la vostra fede per la fine giungendo ad afferrare la corretta conoscenza riguardo ai suoi tempi con la luce della Parola. 
Dio ha preparato le piaghe delle sette trombe e le sette coppe, e ci ha concesso la Grande Tribolazione. Quando il mondo sarà bloccato da enormi disastri naturali—grandi incendi che infuriano, stelle che cadono, mari, fiumi e sorgenti che si trasformano in sangue—l’Anticristo emergerà, e voi dovete rendervi conto che questo marca l’inizio del periodo dei sette anni della Grande Tribolazione. Il martirio, la resurrezione, e il rapimento dei santi avverranno alla fine delle piaghe delle sette trombe, quando l’ultima tromba suonerà, ma prima che le piaghe delle sette coppe siano scatenate. 
Quando il quarto sigillo di Dio verrà tolto, l’Anticristo richiederà l’apostasia dai santi. In quel tempo, quelli i cui nomi sono scritti nel Libro della Vita—cioè, i santi rinati che hanno mangiato la manna e i cui nomi sono scritti sulla pietruzza bianca—subiranno coraggiosamente il martirio. Questa è l’ultima e la più grande fede che dà tutta la gloria al Signore. Questa è la fede coraggiosa di quelli che credono e vivono secondo il vangelo dell’acqua e dello Spirito. Questa, in breve, è la fede con cui noi possiamo diventare i vincitori nella nostra battaglia spirituale.
Noi dobbiamo vincere i nostri avversari a ogni costo. Dopo essere rinati, dobbiamo continuare a combattere e a vincere i bugiardi. Per farlo, dobbiamo vivere il tipo di vita che si alimenta della manna di Dio e predica la Parola di nostro Signore fino alla fine. A quelli che vincono, Dio ha promesso di dare la Sua gloria e benedizioni. La fede che merita di essere sollevata in aria da Dio, la più grande speranza per i credenti, e la certezza del Regno Millenario e del Nuovo Cielo e Terra—tutte queste cose saranno concesse solo a quelli che hanno ricevuto la manna nascosta di Dio superando tutte le menzogne con la fede nella Parola di Dio. 
Quelli che conoscono ciò che è davvero prezioso vendono tutto per ottenerlo e sopportano grandi sacrifici per mantenerlo. Poiché tali sacrifici verranno non come sofferenza ma come grande gioia per noi, e poiché questo è il tesoro veramente senza prezzo che ci darà ogni cosa alla fine, vale la pena ogni volta che noi rinunciamo a ogni cosa che abbiamo per difenderlo. 
È la mia speranza e la mia preghiera che voi continuiate a sperare nel Regno Millenario e nel Nuovo Cielo e Terra, superiate tutti gli avversari con questa speranza, ed emergiate alla fine come vincitori di grande gioia e felicità.