Sermoni

Subject 10 : L’Apocalisse (Commentari sull’Apocalisse)

[Capitolo 6-2] (Apocalisse 6:1-17) Le Ere dei Sette Sigilli

(Apocalisse 6:1-17)
 
L’argomento di ogni capitolo dell’Apocalisse può essere riassunto succintamente nel modo seguente:
Capitolo 1 – Il prologo della Parola dell’Apocalisse
Capitoli 2-3 – Lettere alle sette chiese in Asia
Capitolo 4 – Gesù che siede sul trono di Dio
Capitolo 5 – Gesù Che È messo sul trono come Rappresentante di Dio Padre
Capitolo 6 – Le sette ere stabilite da Dio
Capitolo 7 – Quelli che saranno salvati durante la Grande Tribolazione
Capitolo 8 – Le trombe che suonano le sette piaghe
Capitolo 9 – Le piaghe dell’abisso
Capitolo 10 – Quando avverrà il rapimento?
Capitolo 11 – Chi sono i due alberi d’olivo e i due profeti?
Capitolo 12 – La Chiesa di Dio che affronterà grandi sofferenze
Capitolo 13 – La comparsa dell’Anticristo e il martirio dei santi
Capitolo 14 – La resurrezione e il rapimento dei santi, e la loro lode di Dio in cielo
Capitoli 15-16 – L’inizio delle piaghe delle sette coppe
Capitolo 17 – Il giudizio della grande prostituta che siede su molte acque
Capitolo 18 – La caduta di Babilonia
Capitolo 19 – Un Regno governato dall’Onnipotente
Capitolo 20 – Il Regno Millenario
Capitolo 21 – La città santa dal cielo
Capitolo 22 – Il Nuovo Cielo e Terra, dove scorre l’acqua della vita
 
A partire dal primo capitolo, ogni capitolo della Parola dell’Apocalisse ha un argomento, e quando vengono sviluppati tutti si collegano l’uno all’altro fino all’ultimo capitolo. Proprio come in Romani, dove il capitolo 1 è l’introduzione, il capitolo 2 è la Parola di Dio agli Ebrei, e il capitolo 3 è la Sua Parola ai Gentili, anche il Libro dell’Apocalisse procede con un argomento per ogni capitolo.
Il motivo per cui sto spiegando l’Apocalisse basandomi sull’intera Parola è che troppe persone hanno discusso l’Apocalisse con ogni tipo di ipotesi, e se leggete l’Apocalisse attraverso la lente di queste ipotesi, non potrete evitare di fare seri errori.
Poiché la Bibbia fu scritta attraverso il popolo di Dio ispirato dallo Spirito Santo, essa non ha assolutamente niente che necessiti di correzione. Al contrario, i libri secolari hanno errori e richiedono molte correzioni, per quanto buona e perspicace possa essere la scrittura degli autori. Ma la Parola di Dio non è cambiata affatto, anche se viene tramandata da migliaia di anni. Nonostante i molti anni passati, la Parola di Dio rimane impeccabile, perché fu scritta attraverso i servi di Dio i cui cuori furono ispirati dallo Spirito Santo.
Poiché quello che Dio vuole dirci è nascosto nella Bibbia, molti di noi sono rimasti piuttosto ignoranti delle Scritture. Ma fin dalla creazione, la Bibbia non è mai cambiata, neanche una volta. Tuttavia poiché molti avevano una scarsa comprensione della Parola di Dio e del Suo progetto, iniziarono a interpretare le Scritture con i loro propri pensieri. 
Poiché Dio non rivela i suoi segreti a chiunque, quelli che non Lo venerano e non credono secondo la Parola, che cercano solo di soddisfare la loro bramosia pronunziando il nome di Dio invano, non possono mai vedere la verità. Le persone che sono nel peccato, in altre parole, non possono mai comprendere la Parola dell’Apocalisse per quanto si sforzino. È a causa della loro incapacità di comprendere la Parola che vengono fatti tutti i tipi di sbagli - alcuni finiscono col credere in inutili illusioni sugli ultimi tempi, li studiano, e annunciano persino il tempo della seconda venuta di Gesù, mentre altri interpretano la Bibbia a loro capriccio, facendo tutti i tipi di errori scritturali nel corso.
Loro rappresentanti, tra i teologi di cui sappiamo, sono Abraham Kuyper e Louis Berkhof, che sostennero l’amillenarismo, e anche C. I. Scofield, che aderì alla teoria del rapimento pre-tribolazione. Ma le ipotesi sostenute da questi studiosi sono tutti insegnamenti erronei basati meramente sui loro pensieri. 
Prima di tutto, la dottrina dell’amillenarismo sostenuta dai conservatori ritiene che non ci sia un Regno Millenario separato, e che questo Regno sia piuttosto adempiuto nei cuori dei santi che vivono su questa terra ora. L’amillenarismo nega l’effettiva istituzione del Regno Millenario in futuro. Questa ‘ipotesi’ interpreta il Regno Millenario in termini simbolici, trattando il periodo durante il quale i santi live fino al ritorno di Gesù Cristo come il periodo del regno millenario. Ma l’interpretazione offerta dall’amillenarismo, che il Regno Millenario sia già attualizzato nei cuori dei santi ora senza la Grande Tribolazione, è profondamente errata.
Ancora più diffusa in tutto il mondo dell’amillenarismo, tuttavia, è la teoria del rapimento pre-tribolazione esposta da Scofield. Ma questo “dispensazionalismo” ha finito con l’alterare il progetto stesso di Dio. Dio progettò sette ere ancor prima della Sua creazione dell’universo, e ha adempiuto ogni cosa secondo il Suo progetto con il passare del tempo. Ma le persone che sono ignoranti del progetto di Dio rivelato in Apocalisse 6 hanno prodotto questa difettosa teoria del rapimento pre-tribolazione. Essi sostengono che i rinati tra i Gentili saranno rapiti prima dell’inizio della Grande Tribolazione, e che alcuni del popolo di Israele saranno salvati durante il periodo di sette anni della Tribolazione. 
Questa teoria rimane una dottrina che ha gettato molte persone in grande confusione. Se il rapimento dei santi dovesse verificarsi prima della Grande Tribolazione, come sostenuto dalla teoria del rapimento pre-tribolazione, non ci sarebbe né la persecuzione dei santi né il loro martirio come riportato in Apocalisse 13. I credenti in Gesù devono pertanto abbandonare questa dottrina del rapimento pre-tribolazione e preparare la loro fede credendo nel fatto che il loro rapimento verrà nel mezzo della Grande Tribolazione.
La Parola dell’Apocalisse ci rivela come Dio guiderà il mondo secondo la dispensa delle Sue sette ere. Noi dobbiamo vedere attraverso la messa a fuoco del progetto delle sette ere stabilite da Dio discusse in Apocalisse 6. Le persone sono confuse e la loro fede è vacillante perché non conoscono la verità di queste sette ere delle Scritture. Noi dobbiamo, pertanto, credere in ciò che è scritto in Apocalisse 6 come esso appare. Per fare ciò, noi dobbiamo credere nella Parola segreta delle sette ere testimoniata dalla Bibbia intera, piuttosto che pensare ad essa in termini parziali guardando solo parti piccole, disgiunte delle Scritture.
Proprio come il vangelo dell’acqua e dello Spirito era stato nascosto alle persone, così è accaduto alle sette ere di Dio. Anche se gli studiosi biblici hanno cercato di comprendere la Parola dell’Apocalisse e hanno proposto molte teorie concentrandosi sui propri pensieri, la Parola dell’Apocalisse rimane ancora molto difficile da comprendere. Ciò è simile al fatto che il vangelo dell’acqua e dello Spirito era stato nascosto finora. Ma le teorie che gli studiosi hanno concepito finora sul ritorno di Cristo, il rapimento dei santi, o il Regno Millenario non hanno portato alcun beneficio a quelli che credono in Gesù.
Perché noi comprendiamo la Parola dell’Apocalisse, è assolutamente cruciale che comprendiamo il capitolo 6. Questo capitolo è la chiave per risolvere e comprendere tutta la Parola dell’Apocalisse. Ma prima che noi cerchiamo di comprendere l’intera Parola dell’Apocalisse, c’è una cosa che dobbiamo ricordare: è impossibile comprendere l’Apocalisse senza essersi resi conto e aver creduto nel vangelo dell’acqua e dello Spirito. Voi dovete rendervi conto che la verità di Dio può essere compresa solo quando per la prima volta conoscete e credete nel vangelo dell’acqua e dello Spirito.
È “quando aprì il settimo sigillo,” come riportato in Apocalisse 8, che le piaghe delle sette trombe discenderanno sul mondo. Questo spiega gli eventi che si svolgeranno durante la quarta era riportati in Apocalisse 6, l’era del cavallo giallastro. Senza aver prima compreso le sette ere stabilite da Dio, pertanto, non potete comprendere neanche le piaghe delle sette trombe. Per comprendere la Parola dell’Apocalisse nella sua interezza, dobbiamo prima comprendere e credere nel vangelo dell’acqua e dello Spirito che Dio ci ha dato.
La Parola di Dio in Apocalisse 6 fornisce un tratteggio del progetto complessivo che Dio elaborò quando creò l’umanità. Dio ha diviso l’inizio e la fine dell’umanità in sette diverse ere. 
Esse sono: prima, l’era del cavallo bianco; seconda, l’era del cavallo rosso; terza, l’era del cavallo nero; quarta, l’era del cavallo giallastro; quinta, l’era del martirio e del rapimento dei santi; sesta, l’era della distruzione del mondo; e settima, l’era del Regno Millenario e del Nuovo Cielo e Terra. Noi crediamo e accettiamo che Dio abbia diviso così il suo progetto per l’umanità in queste sette ere. Attualmente, il mondo è nell’era del cavallo nero, avendo attraversato le ere dei cavalli bianco e nero.
Le Scritture ci dicono che l’era in cui stiamo vivendo ora è l’era della fame. Ma anche l’era del cavallo giallastro è vicina a noi. Con l’arrivo dell’era del cavallo giallastro inizierà l’era del martirio dei santi, inaugurando il periodo di sette anni della Grande Tribolazione. Quest’era delle tribolazioni e del martirio è l’era del cavallo giallastro.
“Quando l’Agnello aprì il quarto sigillo, udii la voce della quarta creatura vivente che diceva: ‘Vieni’. Guardai e vidi un cavallo giallastro; e colui che lo cavalcava si chiamava Morte; e gli veniva dietro il soggiorno dei morti. Fu loro dato potere sulla quarta parte della terra, per uccidere con la spada, con la fame, con la mortalità e con le belve della terra.” Il passaggio qui, “fu loro dato potere sulla quarta parte della terra, per uccidere … con le belve della terra,” indica che l’Anticristo emergerà durante l’era del cavallo giallastro e renderà martiri i santi.
Gli eventi che si svolgeranno durante l’era del cavallo giallastro sono riportati in Apocalisse 8:1-7. come è scritto: “Quando l’Agnello aprì il settimo sigillo, si fece silenzio nel cielo per circa mezz’ora. Poi vidi i sette angeli che stanno in piedi davanti a Dio, e furono date loro sette trombe. E venne un altro angelo con un incensiere d’oro; si fermò presso l’altare e gli furono dati molti profumi affinché li offrisse con le preghiere di tutti i santi sull’altare d’oro posto davanti al trono. E dalla mano dell’angelo il fumo degli aromi salì davanti a Dio insieme alle preghiere dei santi. Poi l’angelo prese l’incensiere, lo riempì del fuoco dell’altare e lo gettò sulla terra. Immediatamente ci furono tuoni, voci, lampi e un terremoto. I sette angeli che avevano le sette trombe si prepararono a sonare. Il primo sonò la tromba, e grandine e fuoco, mescolati con sangue, furono scagliati sulla terra. Un terzo della terra bruciò, un terzo degli alberi pure e ogni erba verde fu arsa.”
La suddetta discussione delle piaghe delle sette trombe in Apocalisse 8 fornisce una dettagliata reiterazione della verità dell’era del cavallo giallastro riportata in Apocalisse 6. Questa Parola riporta in dettaglio la comparsa dell’Anticristo e le piaghe delle sette trombe e le sette coppe che si svilupperanno durante l’era del cavallo giallastro.
I capitoli 4 e 5, d’altro lato, ci dicono che Gesù Cristo regnerà sul mondo e su tutto ciò che succederà come Dio, e che l’intero progetto del Padre sarà adempiuto da Gesù Cristo come Dio. Noi scopriamo così, attraverso Apocalisse 4 e 5, quanto è potente e che Dio Onnipotente è realmente Gesù Cristo. 
Apocalisse 8 ci dice: “I sette angeli che avevano le sette trombe si prepararono a sonare. Il primo sonò la tromba, e grandine e fuoco, mescolati con sangue, furono scagliati sulla terra. Un terzo della terra bruciò, un terzo degli alberi pure e ogni erba verde fu arsa.” Quando verrà l’era del cavallo giallastro, un terzo delle foreste del mondo sarà bruciato, e questo disastro sarà seguito da altre piaghe.
La piaga della prima tromba è un disastro che brucerà un terzo degli alberi e ogni erba. Quando questo disastro colpirà il mondo, anche le restanti foreste saranno devastate dagli effetti del fumo dell’enorme incendio imperversante in un terzo del mondo, bloccando con il suo fumo il sole dalla terra. I raccolti verranno meno, e il mondo intero sarà gettato in grande fame e inedia.
In quest’era di fame, con il salario di una giornata di lavoro si acquisterà solo un quarto di grano o tre quarti di orzo. Il mondo sta ora affrontando l’imminente arrivo di questa straordinaria fame e inedia. La fame di questo mondo verrà in termini sia fisici che spirituali. La fame spirituale esiste già nel mondo odierno. 
Le chiese di oggi sono piene solo di cristiani di nome, incapaci di condividere il pane spirituale e la vita del vangelo dell’acqua e dello Spirito con il mondo. Gli uomini di tutto il mondo, dall’Europa all’Asia al continente americano, stanno ora vivendo nell’era della loro distruzione. Pochi nella cristianità odierna forniscono il pane spirituale per nutrire le anime affamate.
Noi descriviamo l’era del cavallo giallastro come l’era della comparsa dell’ Anticristo. Durante questo periodo, disastri naturali renderanno pane e acqua dei beni rari, dove ognuno riuscirà a stento a sopravvivere durante la grande fame. Anche se il mondo continuerà con il suo progresso scientifico, lo standard di vita cionondimeno decadrà alla povertà estrema, di un tipo mai visto prima. Le persone che vivono in un simile mondo potrebbero avere ancora desiderio di continuare a vivere? 
In questo tempo della Tribolazione, noi dobbiamo tutti abbracciare il nostro martirio e glorificare Dio credendo nella Parola del vangelo dell’acqua e dello Spirito. I santi che in tal modo credono nel vangelo dell’acqua e dello Spirito daranno tutta la gloria a Dio con il loro martirio. Dio, a sua volta, eleverà al cielo quelli che furono martirizzati per difendere la loro fede e invitarli alla cena delle nozze dell’Agnello.
L’Apostolo Paolo disse che divenne Suo servo per il Regno di Dio. Gli apostoli predicarono il vangelo dell’acqua e dello Spirito in modo che molti possano entrare nel Regno Millenario.
Durante il tempo della Grande Tribolazione, ci saranno persone anche tra gli Israeliti che saranno martirizzate e rapite perché credono in Gesù. I santi perciò apparterranno al periodo della Grande Tribolazione durante l’era del cavallo giallastro. Quando verrà la Grande Tribolazione, tutti in questo mondo cercheranno qualcuno che possa portare ordine al mondo colpito dai disastri. Essi desidereranno ardentemente qualcuno che possa risolvere i problemi portati dai catastrofici disastri naturali, e che possa risolvere i numerosi problemi politici, economici, e religiosi che essi stanno affrontando. Sarà allora che l’Anticristo emergerà.
Recentemente un’autrice giapponese scrisse una serie di libri intitolata La Storia dei Romani, che non conteneva altro che lodi per gli imperatori romani. L’argomento principale dell’autore era che il mondo avrà presto bisogno di un leader che possa portare al potere assoluto. Molti concordarono con lei. Durante la Grande Tribolazione, la gente vorrà un governatore potente che possa dominare il mondo con il pugno di ferro—non i tanti governatori, ognuno con il proprio dominio, ma un unico, potente governatore del mondo intero. 
Attualmente, il mondo è diviso in molti stati nazionali, e ognuno ha il suo leader. Ma negli ultimi tempi, le persone vorranno un leader mondiale carismatico che possa risolvere completamente tutti i loro problemi. Il mondo ora attende questo leader, l’Anticristo che regnerà sul mondo intero.
La Bibbia ci dice che quando arriverà l’era del cavallo giallastro, l’Anticristo emergerà con grande potenza e soggiogherà tutti nel mondo sotto il suo governo. La Bibbia ci dice anche che quando verrà quest’era del cavallo giallastro, pioverà fuoco sulla terra e brucerà un terzo delle foreste del mondo. E quando verrà quest’era, l’Anticristo dominerà sul mondo, e nessuno potrà comprare o vendere niente senza il suo marchio. In questo tempo, i santi saranno martirizzati per aver rifiutato di ricevere il marchio e di venerare l’idolo, e poi resusciteranno e saranno rapiti. Quando finirà così l’era del cavallo giallastro, si aprirà l’era del Regno Millenario.
Il Signore ci disse che la distruzione di questo mondo e la Grande Tribolazione verrà come un ladro. Noi pertanto dobbiamo preparare ora la fede che può superare tutte le tentazioni della Grande Tribolazione e la distruzione. Questa preparazione è possibile solo credendo nel vangelo dell’acqua e dello Spirito. Ma per quelli che non si preparano così, tutte le piaghe e la distruzione ricadranno su quelli che non credono nel vangelo dell’acqua e dello Spirito. 
In senso stretto, noi dobbiamo comprendere chiaramente e credere che quella odierna è l’era del cavallo nero. Prima che arrivi quel giorno finale, dobbiamo credere nel vangelo dell’acqua e dello Spirito e prepararci per il futuro.
Quelli che credono nel vangelo dell’acqua e dello Spirito saranno rapiti con il loro martirio. Quelli che sono ricchi non continueranno a vivere nel comfort, e quelli che sono poveri non continueranno a vivere nella loro povertà. Pertanto, noi non dobbiamo essere né tristi né tronfi per le cose che ci stanno accadendo ora, perché crediamo che l’era del cavallo giallastro è imminente, e che tutti i santi saranno allora probabilmente martirizzati.
Di tanto in tanto, noi vediamo alcune persone intorno a noi che causano grande confusione analizzando il tempo del ritorno di Cristo per conto loro, dichiarando il loro giorno e ora della seconda venuta del Signore, e fuorviando molti altri con tali affermazioni. Ma il ritorno di Cristo, secondo la Bibbia, non avverrà finché non suonerà la settima tromba. Pertanto, non dobbiamo mai fare lo sbaglio di calcolare la Parola della Bibbia e uscir fuori con la nostra data del ritorno del Signore.
Noi dobbiamo anche stare attenti a quelli che affermano di aver visto la data del ritorno di Cristo nei loro sogni o visioni. I loro sogni non sono altro che sogni. Ma poiché Dio ci dice esattamente quando è il tempo del rapimento attraverso la Sua Parola, noi dobbiamo invece credere nella Parola.
Quando arriverà l’era del cavallo giallastro, la quarta era in Apocalisse 6, sorgeranno martiri con le piaghe delle sette trombe, e verrà la resurrezione e il rapimento dei santi. 
È importante per noi renderci conto che stiamo vivendo ora nella terza delle sette ere stabilite da Dio. Noi dobbiamo renderci conto che l’era odierna è l’era del cavallo nero. Quando lo faremo, potremo piantare i semi del vangelo dell’acqua e dello Spirito ora, e piantando i semi ora potremo fare il raccolto quando verrà l’era del cavallo giallastro.
Nel mondo della natura creato da Dio, ci sono alcune piante che can germogliare, fiorire, e portare frutti nell’arco di una settimana. Come queste piante del deserto, quando arriverà l’era del cavallo giallastro, anche quelli che sono salvi credendo nel vangelo dell’acqua e dello Spirito che stiamo predicando ora saranno martirizzati, unendosi a noi nella nostra resurrezione e rapimento che il Signore ci ha concesso. Nell’era della Tribolazione, ci saranno più persone di ora che credono nel vangelo dell’acqua e dello Spirito. Ci saranno più persone, in altre parole, che saranno martirizzate per la loro fede nel vangelo dell’acqua e dello Spirito.
La Parola dell’Apocalisse non limita la sua discussione alla salvezza del popolo di Israele. Se qualcuno crede che l’età dell’Apocalisse è riservata solo agli Israeliti, sta facendo un serio errore. Perché? Perché quando verranno i tempi dell’Apocalisse, tanti Gentili saranno salvati credendo nel vangelo dell’acqua e dello Spirito e saranno martirizzati per difendere la loro fede. Se la tua conoscenza della Parola dell’Apocalisse è corretta o meno, di per sé, può fare un’enorme differenza nella tua fede. 
Voi dovete rendervi conto, pertanto, che è semplicemente sbagliato per i cristiani di oggi credere nella dottrina del rapimento pre-tribolazione. La Bibbia ci dice che il martirio dei santi giungerà poco dopo la parte centrale del periodo di sette anni della Grande Tribolazione, e che il loro rapimento avverrà poco dopo. Noi dobbiamo trovare una risposta alla Parola dell’Apocalisse come è scritta, capitolo per capitolo e versetto per versetto, e all’interno del vangelo dell’acqua e dello Spirito. Così facendo, possiamo avere la conoscenza corretta della Parola dell’Apocalisse.
Apocalisse 7 ci dice che anche innumerevoli persone tra i Gentili riceveranno la salvezza mediante la loro fede e saranno martirizzate per la loro fede. Noi dobbiamo credere nella Bibbia così come è scritta—non nella teoria del rapimento pre-tribolazione, né nel rapimento post-tribolazione, né nell’amillenarismo, ma nelle sette ere stabilite da Dio.
Il capitolo 1 della Parola dell’Apocalisse è l’introduzione, i capitoli 2 e 3 discutono il martirio dei santi, e il capitolo 4 ci dice che Gesù Cristo è Dio e che siede sul trono di Dio. Il capitolo 5 ci mostra come Gesù adempirà tutto il progetto di Dio Padre, e il capitolo 6 fornisce il piano complessivo delle sette ere programmate da Dio. Tutti questi progetti sono risolti entro la Parola dell’Apocalisse.
Come ci dice la Parola dell’Apocalisse, “Beati i morti che da ora innanzi muoiono nel Signore,” da ora innanzi, i santi vivono nella speranza della resurrezione e del Regno Millenario.
Apocalisse 8:10-11 descrive un’altra piaga: “Poi il terzo angelo sonò la tromba e dal cielo cadde una grande stella, ardente come una torcia, che piombò su un terzo dei fiumi e sulle sorgenti delle acque. Il nome della stella è Assenzio; e un terzo delle acque diventò assenzio. Molti uomini morirono a causa di quelle acque, perché erano diventate amare.” Qui si dice che questa volta una grande stella ardente come una torcia cadrà sui fiumi e sulle sorgenti. Questa grande stella ardente come una torcia si riferisce a una cometa. Poiché il cielo viene scosso, in altre parole, le stelle si scontreranno una con l’altra e i loro pezzi cadranno sulla terra.
Apocalisse 8:12-13 continua con un’altra piaga: “Quando il quarto angelo sonò la tromba, fu colpito un terzo del sole, della luna e delle stelle: un terzo della loro luce si spense e il chiarore del giorno, come quello della notte, diminuì di un terzo. Guardai, e udii un’aquila che volava in mezzo al cielo e diceva a gran voce: ‘Guai, guai, guai agli abitanti della terra, a causa degli altri suoni di tromba che tre angeli stanno per sonare!’” Questo ci dice che un terzo del mondo sarà oscurato poiché i giorni si cambiano in notti.
Quando le piaghe delle sette trombe inizieranno in questo modo, io e voi vivremo ci troveremo sicuramente a vivere in esse. Ma i santi viventi saranno presto martirizzati, e vinceranno Satana con la loro fede.
Se conoscete chiaramente le sette ere rivelate in Apocalisse 6, avrete anche una chiara conoscenza di ciò che dovete fare e di che tipo di fede vi occorre nell’era odierna. Poiché quelli che credono nel vangelo dell’acqua e dello Spirito devono essere martirizzati nell’era dell’Apocalisse, essi devono andare incontro a quest’era con la loro speranza nel Regno di Dio. Mentre vivono in questo mondo, i santi devono prepararsi al loro martirio negli ultimi tempi con la loro fede, e devono sforzarsi per espandere il Regno di Dio diffondendo questa fede. 
Conoscete e credete nelle sette ere stabilite da Dio? Riuscite a discernere che ora stiamo vivendo nell’era del cavallo nero? Se non conoscete né credete nel vangelo dell’acqua e dello Spirito ora, non potrete sfuggire alle tribolazioni che scenderanno sulla terra. Voi dovete pertanto prepararvi proprio adesso. Per avere la fede che può superare le tribolazioni, dovete prima di tutto essere purificati da tutti i vostri peccati credendo nel vangelo dell’acqua e dello Spirito e prepararvi a entrare e a vivere nel Regno Millenario ricevendo lo Spirito Santo in dono. 
Preparatevi ora. Se intendete posporre e credere nel vangelo dell’acqua e dello Spirito solo quando arriveranno le piaghe delle sette trombe, affronterete molte tribolazioni. È mia speranza e preghiera che crediate nel vangelo dell’acqua e dello Spirito proprio in questo momento, per rinascere e per preparare il vostro futuro come popolo di Dio.
 
Le sette ere stabilite da Dio:
1. Cavallo bianco: L’era dell’inizio e della continuazione del vangelo dell’acqua e dello Spirito.
2. Cavallo rosso: La rottura della pace con l’avvento dell’era di Satana.
3. Cavallo nero: L’era della fama fisica e spirituale. L’era attuale.
4. Cavallo bianco: L’era del martirio dei santi con la comparsa dell’Anticristo.
5. L’era della resurrezione e del rapimento dei santi, e della cena delle nozze dell’Agnello.
6. L’era della distruzione del primo mondo.
7. L’era del Regno Millenario e del Nuovo Cielo e Terra governati dal Signore e dai Suoi santi.
 
Queste sono le sette ere stabilite da Dio. Quelli che conoscono queste ere chiaramente e credono nel vangelo dell’acqua e dello Spirito sono quelli che hanno preparato la loro fede per vivere negli ultimi tempi. Io spero e prego che anche voi sarete in grado di discernere queste ere della vera fede stabilite da Dio.