Sermoni

Subject 10 : L’Apocalisse (Commentari sull’Apocalisse)

[Capitolo 11-2] (Apocalisse 11:1-19) La Salvezza del Popolo di Israele

(Apocalisse 11:1-19)

Perché Dio manderà i due profeti al popolo di Israele? Dio lo farà per salvare il popolo di Israele in particolare. Il passaggio principale ci dice che Dio farà profetizzare i Suoi due testimoni per 1.260 giorni. Questo è per salvare gli Israeliti per l’ultima volta. Il fatto che Dio salverà in tal modo il popolo di Israele significa anche che sarà venuto il tempo della fine del mondo. 
Il versetto 2 dice, “Ma il cortile esterno del tempio, lascialo da parte, e non lo misurare, perché è stato dato alle nazioni, le quali calpesteranno la città santa per quarantadue mesi.” Questo significa che quando le orrende piaghe giungeranno ai Gentili, quando inizierà il periodo di sette anni della Grande Tribolazione e porterà gradualmente grande confusione e piaghe, quando quelli tra i Gentili che hanno udito e creduto nel vangelo saranno martirizzati, Dio solleverà i due profeti per il popolo di Israele, farà sì che testimonino che Gesù è Dio e il Salvatore, e in tal modo salverà gli Israeliti. Esso ci dice che queste sono le opere di Dio a venire.
Noi dobbiamo insegnare questa Parola a quelli che, ingannati da Satana, sostengono che i leader delle loro comunità siano i due olivi degli ultimi tempi, o che il fondatore della loro setta è quell’Elia profetizzato per gli ultimi tempi. Ogni volta che le chiese mondane parlano dell’Apocalisse, sfruttano soprattutto questo passaggio sui due olivi. Di tutte le persone ingannate dai culti eretici che ho incontrato nella mia vita di fede finora, nessuno ha mai omesso di fare la stravagante affermazione che il leader del suo culto è uno dei due olivi menzionati qui. Ogni eretico che conosco ha fatto una simile affermazione prima o poi.
Ma i due olivi e i due candelabri dell’Apocalisse non sono quello che questi eretici affermano essere. In verità, questi olivi di fatto si riferiscono ai due profeti che Dio innalzerà dagli Israeliti per salvarli. 
Il capitolo 11 ci dice in dettaglio come Dio salverà il popolo di Israele. Come il Libro di Romani, ogni capitolo del Libro dell’Apocalisse ha il suo argomento speciale. Solo conoscendo questo argomento possiamo comprendere di cosa tratta questo capitolo. Leggendo che i Gentili calpesteranno la città santa per quarantadue mesi, alcuni affermano, senza conoscere questo argomento, che l’era dei Gentili finirà, l’era della salvezza degli Israeliti invece si aprirà, e così da allora in poi solo gli Israeliti saranno salvati. 
Ma questo è lontano dalla verità. Il capitolo 7 ci dice che anche un’innumerevole moltitudine tra i Gentili uscirà dalla Tribolazione salvata—cioè, sia i Gentili che gli Israeliti saranno salvati durante tutta la Tribolazione, non solo gli Israeliti. Di fatto, quello che capitolo 11 ci dice è che Dio innalzerà i due profeti per salvare il popolo di Israele negli ultimi tempi, ma questo non significa che i Gentili non saranno più salvati.
Alcuni ribatteranno, allora: “I 144.000 Israeliti non erano già salvati, poiché il capitolo 7 ci dice che questo fu il numero di Israeliti sigillati da Dio?” Essere sigillati non è la stessa cosa che essere salvati. Non c’è nessuno che possa essere salvato senza passare per Gesù Cristo. La salvezza viene solo credendo che Gesù Cristo divenne il nostro Salvatore venendo su questa terra, facendosi battezzare per addossarsi tutti i nostri peccati, portando tutti questi peccati del mondo sulla Croce e morendo su di essa, e resuscitando dai morti. 
Anche se sappiamo che siamo destinati al peccato fino alla nostra morte, ciononostante siamo salvati credendo che Gesù Cristo fece sparire completamente tutti i nostri peccati e in tal modo divenne il nostro Salvatore. Mentre 144.000 Israeliti saranno sigillati, Dio solleverà anche i Suoi due profeti, e attraverso loro predicherà il Suo vangelo a questi Israeliti. Quello che la Parola ci dice, in altre parole, è che i due profeti predicheranno il vangelo agli Israeliti, e che 144.000 di loro si salveranno in tal modo.
La Bibbia non è mai prevenuta o discriminatoria. Non c’è nessuno che possa salvarsi senza passare per Gesù Cristo. Dio non dice, senza passare per Gesù Cristo, “Tu sei salvo, tu no.”
I due profeti, che sono i due olivi nominati nel passaggio principale, saranno uccisi nel luogo chiamato Golgota. I loro cadaveri saranno lasciati all’aperto senza sepoltura, e quelli che non credono né accettano Gesù godranno della loro morte e si manderanno regali gli uni agli altri. Ma i versetti 11 e 12 ci dicono, “Ma dopo tre giorni e mezzo uno spirito di vita procedente da Dio entrò in loro; essi si alzarono in piedi e grande spavento cadde su quelli che li videro. Ed essi udirono una voce potente che dal cielo diceva loro: ‘Salite quassù’. Essi salirono al cielo in una nube e i loro nemici li videro.”
Questo ci dice apertamente che anche noi—cioè, voi ed io che siamo Gentili—saremo martirizzati secondo la fede quando verrà il tempo, e che poco dopo il nostro martirio verranno la nostra resurrezione e rapimento. Questo argomento continua a fare la sua apparizione per tutto il Libro dell’Apocalisse. Ci sono anche passaggi che ci dicono che quando le piaghe delle sette coppe saranno versate su questa terra, i santi rapiti loderanno Dio in aria. 
Il capitolo 14 parla anche dei 144.000 salvati, che lodano Dio con un canto che nessun altro se non le primizie della salvezza possono cantare. Quello che ci dice è che quando il popolo di Israele sarà salvato, essi saranno martirizzati ovunque, e poco dopo il loro martirio verrà la loro resurrezione e rapimento. 
Lo stesso si applica ai Gentili. Negli ultimi tempi, voi ed io passeremo per molte sofferenze delle piaghe delle sette trombe, ma Dio continuerà a proteggerci da queste piaghe. Quando la Grande Tribolazione dei sette anni raggiungerà il suo apice passati i primi tre anni e mezzo, anche la persecuzione dei santi raggiungerà il suo picco. Ma questa estrema persecuzione durerà solo per breve tempo. Molti santi e servi di Dio saranno in breve martirizzati, e poco dopo il loro martirio verrà il loro rapimento.
Perché? Perché Apocalisse riferisce ripetutamente che quando le piaghe delle sette coppe saranno versate su questa terra, i santi saranno già in cielo lodando Dio. La Parola descrive questo come mirabile. 
Apocalisse 10:7 dice, “Ma nei giorni in cui si sarebbe udita la voce del settimo angelo, quando egli avrebbe sonato, si sarebbe compiuto il mistero di Dio, com’egli ha annunziato ai suoi servi, i profeti.” Questo non si riferisce a nient’altro che al rapimento, il mistero nascosto da Dio. In 1 Tessalonicesi 4:16, l’Apostolo Paolo ci dice anche, “Perché il Signore stesso, a un ordine, alla voce dell’arcangelo e al suono della tromba di Dio, discenderà dal cielo.” 
Che il Signore scenderà dal Cielo, tuttavia, non significa che verrà giù su questa terra immediatamente. Egli scenderà dal Cielo in aria, e quando ci sarà la prima resurrezione che solleverà i dormienti e riporterà in vita i rinati, seguirà immediatamente il rapimento con cui i santi riceveranno il Signore nell’aria. Dopo che si terrà la cena delle nozze dell’Agnello nell’aria e questo mondo sarà completamente distrutto dal versamento di tutte le rimanenti piaghe delle sette coppe su questa terra, il Signore scenderà sulla terra rinnovata con noi e farà la Sua apparizione davanti a quelli che saranno ancora vivi.
Interpretare la Parola dell’Apocalisse e la Bibbia basandosi sulle proprie opinioni individuali significa imbarcarsi sulla via della distruzione. È semplicemente sbagliato credere solo in mere ipotesi proposte da alcuni teologi e sostenere queste affermazioni senza comprendere la Parola in modo appropriato.
Tra i teologi che sono altamente rispettati e rinomati nelle comunità cristiane conservatrici, alcuni studiosi come L. Berkhof e Abraham Kuyper aderirono all’amillenarismo. Delle teorie del rapimento pre-tribolazione, del rapimento post-tribolazione, e dell’amillenarismo, credere in quest’ultima dottrina dell’amillenarismo è la stessa cosa che non credere nella Bibbia stessa.
Il tempo in cui le persone credevano nella teoria del rapimento post-tribolazione è ormai passato, e in questi giorni praticamente tutti credono nella teoria del rapimento pre-tribolazione. Ma anche questa teoria non è biblicamente solida. Tuttavia alla gente piace ancora moltissimo quando si parla del rapimento pre-tribolazione. Perché? Perché secondo questa teoria del rapimento pre-tribolazione, i cristiani non avrebbero niente di che preoccuparsi riguardo alla Grande Tribolazione dei sette anni. 
Di fatto, diventa accettabile per i credenti vivere una vita di fede che non è né calda né fredda, e per le chiese preoccuparsi solo di accrescere le dimensioni delle loro assemblee. La fede della gente in tal modo si infiacchisce. Poiché essi pensano che non ci sia bisogno di preoccuparsi riguardo al dover passare per la Grande Tribolazione, la loro fede diventa tutta rose e fiacca proprio quando la loro fede deve di fatto diventare più forte con l’avvicinarsi degli ultimi tempi. Gli uomini credevano nell’amillenarismo molto tempo fa, e poi nella teoria del rapimento post-tribolazione per un po’, e ora credono nella teoria del rapimento pre-tribolazione.
Negli anni 30 del 1800, il Rev. Scofield, professore al Moody Bible Institute, iniziò a scrivere il suo commentario alla Bibbia. Scofield era molto influenzato da un teologo rinomato a livello mondiale di nome Darby.
Darby, il mentore spirituale di Scofield, che era stato in precedenza un prete cattolico, era un uomo molto intelligente e vastamente perspicace. Egli abbandonò la Chiesa Cattolica dopo essersi conto delle sue falsità, si unì a una piccola organizzazione cristiana, e divenne il suo leader. Anche se Darby leggeva e studiava costantemente la Bibbia, non riusciva a capire dall’Apocalisse se il rapimento sarebbe avvenuto prima o dopo la Grande Tribolazione. Perciò fece un viaggio in cerca di prove più chiare su questa questione. 
Durante questo viaggio egli incontrò un’adolescente che era una leader di pneumatologia. Questa ragazza sosteneva di aver avuto la visione che il rapimento sarebbe avvenuto prima della Grande Tribolazione. Credendo in ciò che gli aveva detto e convinto che il rapimento sarebbe venuto prima della Tribolazione, Darby concluse i suoi studi biblici con la teoria del rapimento pre-tribolazione.
Tuttavia, poiché le persone di quel tempo avevano creduto principalmente nella teoria del rapimento post-tribolazione, la teoria del rapimento pre-tribolazione di Darby non fu ben accolta.
Darby sostenne che ciò che è scritto nel Libro dell’Apocalisse riguarda la salvezza del popolo di Israele, e che non ha niente a che fare con la salvezza dei Gentili. E interpretò “È necessario che tu profetizzi ancora (10:11),” non come la predicazione del vangelo dell’acqua e dello Spirito, ma del vangelo del Regno che proclama il suo imminente arrivo. 
Scofield, che accettò tali ipotesi di Darby per intero e incorporò questa teoria del rapimento pre-tribolazione nel suo commentario alla Bibbia, giunse a creare la sua ipotesi sulle sette ere. Tali affermazioni di Scofield soddisfacevano le esigenze del suo tempo e si adattavano piuttosto bene al suo retroterra, facendo grande scalpore tra i religiosi in tutto il mondo e divenendo ampiamente accettata.
Ma cosa dice Dio nella Bibbia? Nelle Scritture vediamo Gesù prendere e aprire il libro sigillato con sette sigilli davanti al trono di Dio, che ha diviso la storia nelle Sue sette ere con i sette sigilli. 
La prima era è l’era del cavallo bianco. Questa è l’era della salvezza, l’era in cui Dio decise di salvarci dal momento stesso in cui creò quest’universo e l’uomo, e ci ha davvero salvati di conseguenza. Come ci dice Apocalisse 6:2, “Guardai e vidi un cavallo bianco. Colui che lo cavalcava aveva un arco; e gli fu data una corona, ed egli venne fuori da vincitore, e per vincere,” il Signore ha trionfato e continuerà a trionfare. Ancor prima della creazione, il vangelo esisteva già e la salvezza era già iniziata.
La seconda era è l’era del cavallo rosso, l’era di Satana. Questa è l’era del Diavolo in cui egli toglierà la pace dagli uomini, facendo sì che muovessero guerra gli uni contro gli altri, si odiassero, e intraprendessero conflitti religiosi.
La terza era è l’era del cavallo nero, che è un tempo di fame spirituale e fisica, e la quarta era è l’era del cavallo giallastro, l’era del martirio. La quinta era è l’era del rapimento—Dio ha stabilito il rapimento dei santi come una delle Sue ere. La sesta era è quella delle sette coppe, che comporta la distruzione di questo mondo, e l’era successiva è quella del Regno Millenario e del Nuovo Cielo e Terra. Dio ha pertanto suddiviso il tempo di questo mondo in queste sette ere, all’interno del libro sigillato con sette sigilli.
La divisione del tempo in sette ere da parte di Scofield fu stabilita arbitrariamente. Al contrario, le sette ere che sono profetizzate in Apocalisse 6 attraverso i sette sigilli del libro tenuto nella mano di Dio sono state stabilite da Dio Stesso. Tuttavia la gente parla della teoria del rapimento pre-tribolazione creata dall’uomo, e i molti che credettero in essa concludono che non c’è bisogno di credere nel Signore seriamente. 
Essi hanno deciso nei loro cuori: “Poiché saremo rapiti prima della Grande Tribolazione, saremo già alla presenza di Dio quando verrà la Grande Tribolazione dei sette anni. Perciò non abbiamo niente di cui preoccuparci!” Se la Parola di Dio ci avesse detto che saremmo stati rapiti prima della Tribolazione, non ci sarebbe stato davvero bisogno di preparare la nostra fede, e frequentare la chiesa una volta o due all’anno sarebbe sufficiente. Ma questo non è ciò che Dio ci ha detto.
“Essi profetizzeranno per milleduecentosessanta giorni.” “Le quali calpesteranno la città santa per quarantadue mesi.” Questa Parola di Dio ci dice che anche i Gentili saranno salvati nel tempo della Tribolazione. Dio solleverà i Suoi due profeti per diffondere il vangelo dell’acqua e dello Spirito. Non c’è nessuno che può stare davanti a Dio senza passare per i primi tre anni e mezzo del periodo di sette anni della Grande Tribolazione stabilito da Lui, quando verrà il tempo delle difficoltà. Dio ci dice anche che molti martiri verranno fuori dalla Tribolazione in quel tempo. 
Per credere in Gesù correttamente, bisogna imparare la Bibbia esattamente e credere in ciò che è del tutto corretto. Se le persone predicano e credono per conto loro senza leggere ogni pagina della Bibbia attentamente, finiranno col diventare eretiche. Il motivo per cui ci sono innumerevoli comunità in questo mondo è anche causato dal fatto che molti basano la loro fede sulla propria interpretazione della Bibbia.
Il fatto che il popolo di Israele sarà salvato ci dice che il progetto di Dio sarà adempiuto secondo la Sua Parola di promessa. Questo ci dice anche che Dio non romperà mai la Parola di promessa che ci ha detto ma la adempirà tutta. È per questo che abbiamo una speranza così grande.
I due profeti di Israele saranno resuscitati tre giorni e mezzo dopo la loro morte e saliranno al Cielo. Questo è il rapimento. Esso fornisce un modello di come saranno rapiti i martiri della Grande Tribolazione, e ci viene mostrato come precursore del nostro rapimento. La Bibbia ci dice che dopo il suono della settima tromba, questa terra diverrà il Regno di Cristo ed Egli vi regnerà per sempre. Così, anche quelli che hanno confidato in Gesù Cristo regneranno con Lui.
Dio distruggerà completamente questa terra dopo aver rapito i santi. Noi non sappiamo se la distruzione sarà al 100 percento, poiché questo dettaglio non è riportato nella Bibbia, ma Dio ci dice in Apocalisse 11:18, “Le nazioni si erano adirate, ma la tua ira è giunta, ed è arrivato il momento di giudicare i morti, di dare il loro premio ai tuoi servi, ai profeti, ai santi, a quelli che temono il tuo nome, piccoli e grandi, e di distruggere quelli che distruggono la terra.” 
Il rapimento avverrà con la massima certezza quando la Grande Tribolazione supererà il suo picco di tre anni e mezzo—non al raggiungimento esatto dei primi tre anni e mezzo, ma poco dopo il superamento. Il punto centrale del periodo di sette anni è quando la Tribolazione raggiungerà il suo apice. È allora che i santi dal popolo di Israele saranno martirizzati, e il rapimento verrà poco dopo. Quando avverrà il rapimento, noi tutti ci uniremo alla cena delle nozze dell’Agnello nell’aria. 
Mentre stiamo partecipando alla cena delle nozze dell’Agnello nell’aria, come ci dice Matteo 25, le piaghe delle sette coppe scenderanno su questa terra. Lodando Dio nell’aria e vedendo tutte le cose che stanno avvenendo su questa terra, noi ringrazieremo Dio per la Sua grazia ancor più. 
Io spero e prego che attraverso la Parola dell’Apocalisse, sarai in grado di discernere i tempi in cui verranno gli ultimi tempi, di credere nella Parola in modo appropriato, di vivere la tua vita diligentemente secondo fede, e di prepararti al futuro. Per dare lode, onore, e culto al Signore dal momento che parteciperai alla cena delle nozze dell’Agnello con Lui, devi preparare la tua fede. 
Io spero che la Parola dell’Apocalisse si dimostrerà una grande guida per te nei giorni a venire, rammentando al tuo cuore ancora una volta che devi vivere con diligenza e verità secondo la tua fede nel vangelo dell’acqua e dello Spirito.