Sermoni

Subject 10 : L’Apocalisse (Commentari sull’Apocalisse)

[Capitolo 19-2] (Apocalisse 19:1-21) Solo I Giusti Possono Attendere con Speranza Il Ritorno di Cristo

(Apocalisse 19:1-21)
 
Nel precedente capitolo, abbiamo visto come Dio porterà le Sue spaventose piaghe a questo mondo. In questo capitolo, ora vediamo Cristo e il Suo esercito glorioso combattere e vincere l’esercito dell’Anticristo, gettare la Bestia e i suoi servi nel lago di fuoco vivi, uccidere il resto dell’esercito dell’Anticristo con la spada della Parola che esce dalla bocca del Signore, e in tal modo terminare finalmente tutta la Sua battaglia contro Satana. 
La sostanza di questo capitolo può essere divisa in tre principali argomenti: 1) la lode di Dio da parte dei santi rapiti per aver portato il giudizio delle grandi piaghe a questo mondo; 2) la proclamazione dell’avvento della cena delle nozze dell’Agnello; e 3) la discesa del Signore dal Cielo con l’esercito di Gesù Cristo.
Noi dobbiamo tutti renderci conto che Dio adempirà presto e con assoluta certezza ogni cosa che ci ha detto attraverso il Libro dell’Apocalisse.
 
 
Il giudizio di Dio!
 
Quelli che credono nel vangelo dell’acqua e dello Spirito e sono in tal modo diventati il popolo di Dio attraverso la fede Lo loderanno per averli salvati da tutti i peccati del mondo. Diamo uno sguardo ai versetti 3-5: “E dissero una seconda volta: ‘Alleluia! Il suo fumo sale per i secoli dei secoli’. Allora i ventiquattro anziani e le quattro creature viventi si prostrarono, adorarono Dio che siede sul trono, e dissero: ‘Amen! Alleluia!’ Dal trono venne una voce che diceva: ‘Lodate il nostro Dio, voi tutti suoi servitori, voi che lo temete, piccoli e grandi’.”
Ebrei 9:27 ci dice, “E come è stabilito per gli uomini che muoiano una sola volta, dopo di che viene il giudizio.” L’uomo dev’essere giudicato davanti a Dio una volta, ma la sentenza di questo giudizio è finale e non sarà annullata. Con il Suo giudizio unico di ognuno per i suoi peccati, in altre parole, Dio emetterà il Suo giudizio eterno gettando i peccatori nel fuoco che brucia per sempre. È per questo che la Bibbia ci dice che “il suo fumo sale per i secoli dei secoli”.
Alcuni possono pensare e dire: “Una volta morti, è quella la fine di tutto.” Ma questo è il pensiero dell’uomo, non di Dio. Poiché tutti hanno sia un corpo che un’anima, che le persone credano in Dio o no, tutti sanno istintivamente che Dio esiste, e che prima o poi saranno tutti giudicati per i loro peccati davanti a Lui.
Come esiste un regno di spiriti per gli uomini, essi sanno che Dio, anche se invisibile ai loro occhi, tuttavia esiste. Il regno che può essere visto dagli occhi della carne non dura per sempre, ma esiste il regno eterno della verità, non visto dai nostri occhi. La prosperità materiale su questa terra pensando solo al denaro e perseguendo solo l’avidità materiale non può essere la ragione dell’esistenza dell’umanità; il suo vero scopo è di entrare nel regno eterno della beatitudine conoscendo Dio, il Creatore di tutto l’universo, e conoscendo e credendo nel vangelo dell’acqua e dello Spirito dato da Lui. 
Non solo dobbiamo sapere cosa Dio ci ha detto, ma dobbiamo anche credervi. Noi non dobbiamo finire all’inferno credendo e confidando solo nei nostri pensieri. Prima di andare incontro alla sofferenza eterna per i nostri peccati, noi dobbiamo essere perdonati da tutti i nostri peccati e ricevere la vita eterna credendo, mentre siamo in questa terra ora, nel vangelo dell’acqua e dello Spirito dato da Gesù. 
Per tutti, la vita su questa terra è troppo breve. Proprio come il sole sorge e tramonta ogni giorno, il breve viaggio delle nostre vite termina troppo velocemente, vano e senza senso, come se corressimo come uno scoiattolo su una ruota. Anche se doveste vivere cento anni, non potreste davvero dire che avete vissuto a lungo. 
Se voi sottraete i cicli banali della vostra vita quotidiana, il tempo trascorso a dormire, mangiare, andare in bagno, e compiere altre simili cose terrene, dall’arco della vostra vita intera, vi rimane di fatto pochissimo tempo. Mentre vedete le cose che avevate già visto dalla vostra nascita, e incontrate le persone che avevate già incontrato prima, i capelli sono diventati tutti grigi, e all’improvviso vi trovate ad affrontare la vostra fine.
L’unico motivo per cui le nostre vite di santi non sono senza senso è che noi, essendo nati in questo mondo, abbiamo incontrato il Signore che è venuto a noi attraverso l’acqua e lo Spirito, creduto in Lui, e in tal modo ricevuto la remissione di tutti i nostri peccati. Come siamo fortunati e grati! Se non fosse stato per il Signore che venne da noi attraverso l’acqua e lo Spirito, noi saremmo tutti destinati a entrare nel fuoco eterno e soffrire in esso. 
Ogni volta che penso a questo, mi dà spavento, e giungo a ringraziare il Signore ancora una volta. L’inferno, che ebbe origine a causa di Satana, è il luogo più orrendo, dove la sofferenza è così grande che uno preferirà morire, ma non potrà farlo. È un luogo dove fuoco e zolfo bruciano per sempre.
Per conoscere correttamente il vangelo dell’acqua e dello Spirito dato da Gesù, e per ricevere in tal modo lo Spirito Santo, bisogna prima incontrare i servi di Dio che hanno già incontrato questo vangelo dell’acqua e dello Spirito e che sono già rinati. Vivendo da cristiano, chiunque voglia trovare la risposta alla domanda di rinascere d’acqua e di Spirito e di ricevere lo Spirito Santo può risolvere tutto credendo nel vangelo dell’acqua e dello Spirito. 
La Bibbia ci dice che lo Spirito di Dio è dato in dono a tutti quelli che ricevono la remissione dei peccati credendo nel vangelo dell’acqua e dello Spirito (Atti 2:38). Si può dire che solo quelli che hanno lo Spirito Santo nei loro cuori essendo perdonati da tutti i loro peccati attraverso la fede nel vangelo dell’acqua e dello Spirito hanno la fede corretta in Gesù, e solo quelli con questa fede possono entrare nel Regno eterno di Dio (Giovanni 3:5). Essere benedetti o maledetti è determinato dall’aver ricevuto o meno la remissione dei peccati credendo nel vangelo dell’acqua e dello Spirito.
 
 
Vestiti di Lino Fino, Risplendente e Puro
 
Quelli che pensano al loro futuro e vogliono risolvere il loro problema attuale della remissione dei loro peccati sono coloro che sono saggi e beati. Anche se uno può aver vissuto una vita con alti e bassi, piena di difetti, se ha creduto nel vangelo dell’acqua e dello Spirito e ha ricevuto la remissione dei peccati e lo Spirito Santo nel cuore, allora questa persona ha vissuta la vita più riuscita di tutte.
Apocalisse 19:4-5 dice, “Allora i ventiquattro anziani e le quattro creature viventi si prostrarono, adorarono Dio che siede sul trono, e dissero: ‘Amen! Alleluia!’ Dal trono venne una voce che diceva: ‘Lodate il nostro Dio, voi tutti suoi servitori, voi che lo temete, piccoli e grandi.’”
Qui, la frase “lo temete” significa accettare la Parola di Gesù Cristo nel proprio cuore e vivere secondo la Sua guida. Solo quelli che sono stati perdonati per i loro peccati possono vedere e lodare Dio nel Regno del Cielo. Ma quelli che non hanno in tal modo ricevuto la remissione dei loro peccati soffriranno nel fuoco ardente dell’inferno e malediranno Dio.
Continuiamo con i versetti 6-9: “Poi udii come la voce di una gran folla e come il fragore di grandi acque e come il rombo di forti tuoni, che diceva: ‘Alleluia! Perché il Signore, nostro Dio, l’Onnipotente, ha stabilito il suo regno. Rallegriamoci ed esultiamo e diamo a lui la gloria, perché sono giunte le nozze dell’Agnello e la sua sposa si è preparata. Le è stato dato di vestirsi di lino fino, risplendente e puro; poiché il lino fino sono le opere giuste dei santi.’”
Qui si dice che l’Apostolo Giovanni udì il suono di lode, come la voce di una gran folla, il suono di grandi acque, e il suono di forti tuoni. Questo suono non era altro che il suono di quelli che hanno ricevuto la remissione dei peccati che erano riuniti insieme e lodavano Dio. Questo canto di lode era fatto, prima di tutto, di una lode a Dio per aver consentito loro di trovarsi nel regno di Dio Onnipotente, di essere governati da Lui, e di vivere con Lui in gloria. Tutte queste cose hanno reso i santi immensamente felici e gioiosi e danno grande gloria a Dio. Perciò, essi non possono che lodarLo, gridando: “Rallegriamoci ed esultiamo e diamo a lui la gloria.”
Secondo, i santi continuano con la loro lode: “perché sono giunte le nozze dell’Agnello e la sua sposa si è preparata. Le è stato dato di vestirsi di lino fino, risplendente e puro; poiché il lino fino sono le opere giuste dei santi.” Cosa significa questo? Significa che proprio come ha promesso all’umanità, Gesù ritornerà su questa terra, sposerà quelli che hanno ricevuto lo Spirito Santo credendo in Lui e rinascendo, e vivrà e abiterà con loro per sempre.
Il matrimonio è l’unione di uno sposo e della sua sposa. Quando Gesù ritornerà su questa terra, in altre parole, Egli accoglierà e vivrà solo con quelli che sono rinati d’acqua e di Spirito. E ciò significa che costruirà il Suo Regno Millenario e il Nuovo Cielo e Terra per vivere con i santi nei secoli dei secoli. La gloria delle spose di vivere con questo Sposo è così grande che va oltre ogni descrizione. Solo a pensarci, i nostri cuori si gonfiano di felicità. 
Quando verrà il mondo dove Gesù Cristo regnerà, le Sue spose saranno estremamente felici, oltre quello che si può descrivere a parole. Quanto saranno felici quando saranno retti dal Buon Pastore! Poiché Gesù Cristo è lo Sposo di assoluta bontà, il Suo regno sarà di assoluta bontà e perfezione. Egli regnerà sul Regno del Cielo.
 
 
L’Unico e Solo Vangelo Che Vi Abiliterà ad Andare in Cielo
 
Per ricevere lo Spirito Santo ed entrare nel Cielo, si deve credere soltanto nel battesimo e sangue di Gesù. Poiché nostro Signore venne su questa terra per salvare tutti i peccatori da tutti i loro peccati prendendo tutti questi peccati dell’umanità su di Sé, Egli dovette essere battezzato da Giovanni. Avendo in tal modo ricevuto il battesimo, Gesù Stesso fu poi crocifisso sulla Croce al posto nostro, fu giudicato per tutti i nostri peccati, resuscitò dai morti, e divenne il Signore della salvezza eterna per quelli che credono. 
Questo Signore ora ritornerà sulla terra, abbraccerà le Sue persone che sono diventate Sue spose attraverso la fede, e vivrà con loro per sempre. Quelli che sono diventati Sue spose ora vivranno con il Signore su una nuova terra, benedizione gloriosa e glorificante per le spose. I figli salvati di Dio daranno in tal modo gloria a Gesù Cristo lodandoLo per sempre. Queste persone che saranno rette da Dio gioiranno nella loro felicità. E per questa gioia, daranno ogni gloria allo Sposo.
L’intera umanità attende quest’evento fin dalla creazione. Questo evento sarà adempiuto quando Gesù ritornerà, solleverà quelli che hanno ricevuto lo Spirito Santo, e vivrà con loro. Dio ha creato un nuovo mondo per l’umanità e sta attendendo noi. Noi esistiamo per questo, e per questo siamo nati in questo mondo.
Come ci dice il passaggio principale, “la sua sposa si è preparata. Le è stato dato di vestirsi di lino fino, risplendente e puro,” Dio ha rivestito quelli che credono in Gesù Cristo con lino puro, fino. Quelli che credono in questa Parola, in altre parole, hanno ricevuto la remissione dei peccati e i loro cuori sono diventati bianchi come neve. 
Allo stesso modo, le spose di Gesù Cristo sono già preparate in anticipo con il vangelo dell’acqua e dello Spirito. Ascoltando e credendo nel vangelo dell’acqua e dello Spirito quando si è su questa terra, si può rinascere come sposa di Gesù Cristo. Questa fede è ciò che vi rende spose di Cristo, e questa fede è ciò che vi abilita a entrare nel Cielo.
 
 
Quelli Che Attendono nella Speranza
 
Il passaggio principale ci dice: “Beati quelli che sono invitati alla cena delle nozze dell’Agnello!” Con che tipo di fede devono vivere quelli che hanno ricevuto la remissione dei loro peccati? Le spose che hanno incontrato il loro Sposo Gesù e vivono in gloria devono vivere le loro vite in fede e speranza, aspettando con ansia il giorno della loro unione con questo Sposo. 
Mentre il mondo diventa sempre più scuro, c’è ancora speranza per le spose salvate. Questa speranza non è altro che attendere il giorno in cui Gesù Cristo, avendo preparato il Nuovo Cielo e Terra per le Sue spose, ritornerà a portarle via. Lo Sposo farà resuscitare tutte le Sue spose allora, e darà loro la vita eterna. Il mondo in cui lo Sposo e le spose vivranno per sempre è un luogo che è libero dal male, non ha il peccato, e non manca di nulla. Le spose attendono solo questo giorno. È per questo che quelli di noi che hanno ricevuto la remissione di tutti i peccati vivono con questa fede e speranza. 
Anche le spose che vivono ora nell’era attuale, in particolare, hanno molti difetti della carne. Ma come ci dice 1 Corinzi 13:13, “Queste dunque le tre cose che rimangono: la fede, la speranza e la carità; ma di tutte più grande è la carità!” poiché lo Sposo ha amato in questo modo le Sue spose, monderà tutti i loro peccati con il Suo battesimo e le accetterà come Sue spose perfette. 
Questo mondo sta correndo verso la sua conclusione e nessuna speranza vi rimane. Ma anche se tutto sta avvicinando sempre più alla distruzione, le spose devono vivere le loro vite con speciale speranza. Si sta ora avvicinando a noi il tempo dell’adempimento di questa speranza. Il mondo intero è ora a rischio di sbriciolarsi per i terremoti. Si avvicina il giorno in cui tutti in questo mondo scompariranno come i dinosauri estinti dei tempi antichi. Improvvisamente, questo mondo semplicemente crollerà.
Ogni sposa, tuttavia, ha la speranza, perché quando verrà il tempo, i corpi delle spose saranno trasformati in corpi perfetti, ed esse vivranno con il Signore, che è diventato il loro Sposo, nei secoli dei secoli. Le spose, pertanto, devono predicare il vangelo dell’acqua e dello Spirito in maniera più fedele agli uomini mondani di quest’era.
 
 
Crediamo nella Vera Parola di Dio!
 
Gesù ci dice in Giovanni 3:5, “In verità, in verità ti dico, se uno non nasce da acqua e da Spirito, non può entrare nel regno di Dio.” Cos’è, allora, il vangelo dell’acqua e dello Spirito? La Bibbia ci dice, prima di tutto, che “acqua” si riferisce chiaramente al battesimo di Gesù, ed è l’antitipo della salvezza (1 Pietro 3:21).
Quando Gesù compì 30 anni, andò da Giovanni, che stava battezzando il popolo d’Israele nel fiume Giordano. Gesù ci dice che Giovanni Battista era il rappresentante dell’umanità e l’ultimo Grande Sacerdote del Vecchio Testamento. Incontrando Giovanni, Gesù ricevette il battesimo da lui, che adempì ogni giustizia di Dio (Matteo 3:15, 11:11-14). Il battesimo che Gesù in tal modo ricevette fu l’offerta eterna attraverso cui tutti i peccati del mondo furono passati su Cristo Stesso.
L’incarnazione di Gesù attraverso lo Spirito Santo, il Suo battesimo, il Suo sangue e morte sulla Croce, e la Sua resurrezione e ascensione—tute queste cose furono opera dello Spirito Santo. Quando uno crede che Gesù venne su questa terra e, attraverso l’acqua e lo Spirito, fece sparire tutti i suoi peccati tutto in una volta, allora può diventare una persona giusta, liberata dal peccato, e una sposa di Cristo. Ciò non è qualcosa che si realizza mediante i pensieri dell’uomo, ma viene dai pensieri di Dio Stesso.
La verità è che l’acqua, il sangue, e lo Spirito Santo sono i tre componenti essenziali per la salvezza dell’umanità dal peccato, e nessuno di loro può mai essere assente. La Bibbia approfondisce ciò in modo chiaro ed esatto nel capitolo 5 di 1 Giovanni. Esso ci dice che questi tre elementi dell’acqua, del sangue, e dello Spirito Santo sono un tutt’uno, e che la nostra salvezza dal peccato non può essere completa e approvata se uno qualunque di loro è assente.
Quando conosciamo e crediamo in questa verità, che la salvezza perfetta è credere in queste tre cose―l’acqua, il sangue, e lo Spirito Santo—allora possiamo renderci conto e accettare l’amore di Gesù che ci ha salvati, e in tal modo i nostri cuori possono di fatto diventare completamente puri. La Bibbia ci promette in Atti 2:38, “Pentitevi e ciascuno di voi si faccia battezzare nel nome di Gesù Cristo, per la remissione dei vostri peccati; dopo riceverete il dono dello Spirito Santo.” 
Cos’è, dunque, questa Parola che ci abilita a ricevere lo Spirito Santo? Essa non è altro che la Parola del battesimo di Gesù (l’acqua), della Sua morte sulla Croce (il sangue), e del Suo essere Dio, resurrezione e ascensione (lo Spirito Santo). Questa Parola di salvezza era di fatto stata profetizzata negli scritti di Mosè e degli altri profeti del Vecchio Testamento, e fu adempiuta e testimoniata in tutti e quattro i Vangeli del Nuovo Testamento. Inoltre, la “eterna salvezza dell’espiazione completata tutta insieme”, che è esposta in dettaglio nel Libro degli Ebrei, testimonia ripetutamente la giustizia di Dio, che abbiamo ricevuto attraverso la nostra fede.
Anche se ognuno in questo mondo peccaminoso sta vivendo una vita della carne che non è affatto all’altezza davanti a Dio, deve ricevere la remissione dei peccati offerta da Dio, e vivere la vita riponendo la propria speranza nel Cielo. Questo è il dono di Dio che Egli ha dato all’umanità. Noi dobbiamo tutti ricevere questa grazia dataci liberamente. Credere nella Parola che nostro Signore ritornerà, costruirà il Suo nuovo Regno, e vivere in essa è la nostra vera speranza. Noi dobbiamo vivere con questa speranza, ed è in questo che io credo col massimo ardore. 
Sapete quanto è diffuso il peccato in questo mondo? In confronto al tempo dell’inondazione di Noè, i peccati di quest’era sono molto più diffusi. Al tempo di Noè, vedendo che i pensieri dell’umanità erano sempre malvagi, Dio aveva deciso di distruggere il primo mondo con l’inondazione, disse a Noè di costruire un’arca, e salvò quelli che entrarono in quest’arca credendo nella Sua Parola.
Anche se Dio aveva detto che avrebbe con assoluta certezza giudicato il mondo con l’acqua, solo la famiglia di Noè di otto persone credeva nella Sua Parola. Essi in tal modo costruirono l’arca in un periodo di cento anni, e vi entrarono per sfuggire all’inondazione. Quando lo ebbero fatto, Dio iniziò a portare il Suo giudizio sul primo mondo. Il cielo si scurì improvvisamente, e iniziò a cadere una pioggia torrenziale. Forse in una sola ora l’acqua raggiunse l’altezza del terzo piano. Così piovve per 40 giorni, sommergendo il mondo intero sotto l’acqua.
Proprio come Noè e la sua famiglia entrarono nell’arca credendo che stesse per iniziare un nuovo mondo, voi ed io dobbiamo vivere quest’era nella speranza. Proprio come essi poterono costruire l’arca per cent’anni perché avevano creduto in Dio, io credo che anche noi dobbiamo perseverare e predicare il vangelo. Dio disse a Noè, “Costruisciti un’arca (Genesi 6:14).” Questa Parola ci dice che ‘per difendere la nostra fede,’ dobbiamo prima dedicarci al Signore e predicare il vangelo.
Anche se i rinati hanno speranza, non c’è speranza per quelli che non credono nel vangelo. C’è solo disperazione per questi che non credono al vangelo. Indipendentemente dal fatto che le persone credano nel vangelo dell’acqua e dello Spirito o meno, noi dobbiamo continuare a predicarlo a loro con fede. L’età attuale è il tipo di tempo in cui la gente deve credere a questo vero vangelo il prima possibile. Quelli che credono nel vangelo che noi predichiamo troveranno la felicità, ma quelli che non credono in esso saranno solo maledetti. I secondi—cioè, quelli che non credono nel vangelo—sono gli sciocchi che riceveranno il giudizio eterno di Dio e saranno gettati nell’inferno.
Non perdete la vostra speranza. Se i giusti dovessero mai perdere la loro speranza, li attenderebbe solo la morte. Se non abbiamo speranza, non avremo né il desiderio, né l’interesse, né alcun altro motivo per continuare a vivere. Pertanto, viviamo con la speranza.
Nell’età odierna, quelli che credono in Gesù e sono in tal modo rinati sono davvero felici. Per l’umanità, la sola speranza rimasta è ricevere la remissione dei peccati—cioè, non c’è altra speranza che ricevere lo Spirito Santo. Quando alle persone sono perdonati tutti i loro peccati, possono avere speranza e vivere felici per sempre, ma se non lo sono, li attenderebbe solo la distruzione, perché non avrebbero ricevuto lo Spirito Santo. 
È perché ho ricevuto la remissione di tutti i miei peccati che posso vivere nel mondo odierno con speranza. È mia speranza e preghiera che anche voi viviate la vostra vita con questa speranza. Io prego che voi non vi attacchiate ai vani pensieri del mondo, ma invece viviate la vostra vita come la sposa saggia, amando i vostri giusti fratelli e sorelle, aiutandoli a stare saldi in Cristo, non perdendo la vostra fede, attendendo lo Sposo, e accogliendoLo quando finalmente verrà a portarvi via. 
Io ringrazio Dio per averci consentito di vivere nella Sua gloria.