Sermoni

Subject 11 : Il Tabernacolo

[11-13] (Esodo 26:31-33) Quelli che possono entrare nel Santo dei Santi

(Esodo 26:31-33)
“Farai il velo di porpora viola, di porpora rossa, di scarlatto e di bisso ritorto. Lo si farà con figure di cherubini, lavoro di disegnatore. Lo appenderai a quattro colonne di acacia, rivestite d’oro, con uncini d’oro e poggiate su quattro basi d’argento. con uncini d’oro e poggiate su quattro basi d’argento. Collocherai il velo sotto le fibbie e là, nell’interno oltre il velo, introdurrai l’arca della Testimonianza. Il velo sarà per voi la separazione tra il Santo e il Santo dei santi.”
 
 
I Materiali del Tabernacolo
 
Il Tabernacolo era una casetta pieghevole ricoperta con quattro tipi di coperture. Era fatta di vari materiali—i suoi muri, per esempio, erano fatti di 48 assi di legno di acacia. L’altezza di ogni asse era 4,5 m (10 cubiti: 15 piedi), e la larghezza era 67,5 cm (1.5 cubiti: 2,2 piedi). Tutte le assi erano rivestite d’oro. 
Le coperture del Tabernacolo erano fatte dei seguenti materiali: La prima copertura era fatta di tende intessute in filo azzurro, porpora, e scarlatto e bisso ritorto; la seconda copertura era fatta di pelo di capra; la terza copertura era fatta di pelle di montone tinta di rosso, e la quarta copertura era fatta di pelle di tasso.
Come abbiamo già esaminato, tutte le porte del Tabernacolo erano intessute di filo azzurro, porpora, e scarlatto e bisso ritorto.
I colori dei quattro fili usati per il velo del Santo dei Santi manifestano le opere di Gesù Cristo che hanno salvato gli uomini dal peccato. Poiché questi quattro colori sono la luce della verità che manifesta che Gesù Cristo ci avrebbe dato il dono della remissione dei peccati, essi sono qualcosa per cui i credenti sono assolutamente grati e riconoscenti. 
 
 
I Materiali delle porte del Luogo Sacro e del Santo dei Santi
 
I materiali delle porte del Luogo Sacro e del Santo dei Santi erano intessuti di filo azzurro, porpora, e scarlatto e bisso ritorto. Tutte le porte del Tabernacolo erano fatte di queste stoffe. Si arrivava alla tenda del Santo dei Santi dopo aver attraversato la porta del Tabernacolo che conduceva nel Luogo Sacro. La porta del Santo dei Santi ci mostra che il Signore ha rimesso i nostri peccati con i Suoi quattro ministeri manifestati nel filo azzurro, porpora, e scarlatto e nel bisso ritorto.
Il filo azzurro, porpora, e scarlatto e il bisso ritorto usati per il Luogo Sacro e il Santo dei Santi sono un’ombra che rivela che il Messia sarebbe venuto su questa terra, sarebbe stato battezzato, avrebbe versato il suo sangue, e così avrebbe completato le opere della salvezza. Fra questi, il filo azzurro è l’ombra che manifesta il battesimo che Gesù avrebbe ricevuto, e il filo scarlatto è l’ombra del sacrificio che Egli avrebbe offerto per i peccati del mondo che si caricò. Per mondare i nostri peccati, nostro Signore fu battezzato e portò la condanna per il peccato. Ecco cosa suggerisce il velo del Santo dei Santi.
 
 
Il pavimento del Tabernacolo
 
Il Tabernacolo era costruito direttamente sulla sabbia, il terreno. La terra qui si riferisce ai cuori degli uomini. Il fatto che il pavimento del Tabernacolo fosse fatto di sabbia e terra ci dice anche che Gesù venne su questa terra nella carne di uomo per cancellare i peccati dei nostri cuori. Poiché Gesù era esperto di tutte le debolezze dell’umanità, Egli mondò tutti i peccati con il battesimo che ricevette e il prezioso sangue che versò sulla Croce. Nostro Signore venne su questa terra per far brillare il luminoso fanale della verità su questo mondo e risolvere il problema fondamentale del peccato dell’umanità. Gesù è il Dio della creazione che fece tutto l’universo e tutte le sue cose, ed è la luce della salvezza che venne su questa terra per liberare l’umanità da tutte le sue maledizioni e peccati.
 
 
I pilastri del Santo dei Santi
 
I pilastri del Santo dei Santi erano fatti con quattro colonne di legno di acacia. Nella Bibbia, il numero 4 significa sofferenza. I pilastri del Santo dei Santi ci mostrano che gli uomini non possono essere salvati se non credono nella luce brillante della salvezza manifestata nel filo azzurro, porpora, e scarlatto e nel bisso ritorto. Essi manifestano, in altre parole, che noi possiamo scoprire la luce brillante della salvezza credendo nel vangelo dell’acqua e dello Spirito adempiuto da Dio Stesso attraverso la sua sofferenza.
Chiunque voglia entrare nel Santo dei Santi e stare davanti alla presenza di Dio deve credere nel brillante vangelo dell’acqua e dello Spirito, il vangelo della salvezza che Dio ha preparato. Ma quelli che vanno da Dio senza credere nel vangelo stabilito da Dio affronteranno la Sua ira feroce. Quelli che stanno davanti a Dio devono avere la fede che crede nella brillante verità manifestata nel filo azzurro, porpora, e scarlatto e nel bisso ritorto. Attraverso la luce brillante della verità, tutti noi dobbiamo andare al santuario dove dimora Dio. 
Il vangelo della remissione dei peccati rivelato nel Vecchio Testamento è la verità della salvezza manifestata nel filo azzurro, porpora, e scarlatto. Lo stesso vangelo della remissione dei peccati rivelato nel Nuovo Testamento fu adempiuto attraverso il battesimo che Gesù ricevette, il sangue della Croce, e la Sua resurrezione. Noi possiamo entrare nel Santo dei Santi solo quando abbiamo la fede che crede in questo santissimo vangelo.
 
 
Noi dobbiamo credere nella nostra salvezza manifestata nel filo azzurro, porpora, e scarlatto
 
Ebrei 11:6 afferma: “Senza la fede però è impossibile essergli graditi; chi infatti s’accosta a Dio deve credere che egli esiste e che egli ricompensa coloro che lo cercano.” Dio vivrà per sempre. E per darvi la vita eterna, Egli ci ha benedetti a ricevere la remissione dei peccati attraverso la nostra fede in Gesù Cristo che venne su questa terra nella carne di uomo, fu battezzato e crocifisso, morì, resuscitò dai morti, ed è in tal modo diventato nostro Salvatore. Lavando tutti i peccati delle nostre vecchie persone con il Suo giudizio per i nostri peccati, e dando alle nostre anime la fede che crede nel vangelo dell’acqua e dello Spirito, il Signore ci ha rivestiti nella santità della perfezione assoluta. 
Vestendoci nella nuova vita, nostro Signore ci ha permesso di andare davanti a Dio e pregarLo. Inoltre, Egli ci ha anche dato la grazia di poter stare alla presenza di Dio e di chiamarLo Padre nostro. Tutte queste cose sono i doni di Dio che sono accaduti mediante la salvezza che Egli ci ha dato. Portandoci questa salvezza attraverso la verità del filo azzurro, porpora, e scarlatto, Dio ci ha fatto avere la fede che ci consente di essere salvati e di stare davanti a Lui.
Se voi ed io dovessimo morire domani, siamo abbastanza fiduciosi che andremo tutti in Cielo? Pensiamo al nostro futuro per un momento ora. Quando muoiono, gli uomini stanno tutti davanti al trono del giudizio di Dio. Questo può significare solo che noi dobbiamo risolvere il problema di tutti i peccati che avevamo commesso su questa terra—come, allora, possiamo risolvere questa questione? Se crediamo solo ciecamente in Gesù come nostro Salvatore, questo non significa che crediamo in una mera religione? 
C’è stato un tempo nella mia vita in cui ero ignorante del vangelo dell’acqua e dello Spirito e cercavo di risolvere il problema dei miei peccati credendo ciecamente solo nel sangue della Croce. In quel tempo, io avevo creduto ostinatamente che Gesù fu crocifisso e morì per la gente come me, e che aveva risolto tutti i problemi del peccato. Ma con questa fede, io non potevo risolvere il problema dei peccati giornalieri che commettevo. Invece, fu credendo nella salvezza manifestata nel filo azzurro, porpora, e scarlatto qui che il mio spirito rinacque completamente.
Tutti i nostri peccati sono davvero cancellati quando crediamo ciecamente in Gesù come Salvatore? La fede che ci consente di andare davanti al santo Dio non si trova credendo in Lui ciecamente, ma si trova conoscendo e credendo nella verità. Per quanto fervidamente possiamo credere in Gesù come nostro Salvatore, se non conosciamo il vangelo della verità che ha salvato i peccatori con il filo azzurro, porpora, e scarlatto, allora non possiamo incontrare il santo Dio. È solo quando abbiamo la fede che crede nel vangelo dell’acqua e dello Spirito che possiamo incontrare il santo Dio. Quali materiali di fede, allora, costituiscono la verità che ci consente di stare davanti a Dio da salvati? Qual è il vangelo che ci consente di avere tale fede? Questo vangelo è il brillante vangelo dell’acqua e dello Spirito. 
Nostro Signore venne su questa terra, si caricò i peccati del mondo facendosi battezzare da Giovanni, fu crocifisso, versò il Suo sangue, resuscitò dai morti dopo tre giorni, e così adempì la Sua perfetta salvezza per quelli che credono. Se le nostre anime desiderano essere mondate dal peccato, è solo quando crediamo nel battesimo che Gesù ricevette da Giovanni (Matteo 3:15) e nel sangue della Croce (Giovanni 19:30) che possiamo entrare nel brillante dominio della verità. A meno che non crediamo in Gesù Cristo che è venuto nel brillante vangelo dell’acqua e dello Spirito come nostro Salvatore, non possiamo mai avere cuori puri come neve bianca.
A volte, guardando le debolezze della nostra carne, noi ci lamentiamo di esse. Ma nonostante ciò, per via del vangelo dell’acqua e dello Spirito, noi giungiamo ancora a rendere grazie a Dio, perché il Signore ha cancellato tutti i nostri peccati con il Suo battesimo e sangue. Voi ed io non potevamo mai diventare santi in qualsiasi altro modo, tuttavia credendo nel vangelo dell’acqua e dello Spirito, siamo diventati santi. Nostro Signore ci ha perfettamente salvati dal peccato Credendo nel vangelo del filo azzurro e scarlatto, possiamo scoprire la luce brillante della verità che ci ha salvati da tutti i nostri peccati. Con il vangelo dell’acqua e dello Spirito, il Signore ci ha resi solidi e santi.
In Matteo 19:24, nostro Signore dice: “È più facile che un cammello passi per la cruna di un ago, che un ricco entri nel regno dei cieli”. Quelli che sono ricchi di spirito non possono essere salvati, perché non credono di poter ricevere la remissione dei peccati credendo nel vangelo dell’acqua e dello Spirito. Solo quelli che davvero sono poveri di spirito desiderano entrare nel Cielo, chiedono l’aiuto di Dio, gettano la loro giustizia e invece credono nella giustizia di Dio al cento per cento possono ricevere la vita eterna credendo nel vangelo dell’acqua e dello Spirito. Il vangelo dell’acqua e dello Spirito ha emesso la luce brillante della salvezza in modo che possiamo incontrare il santissimo Dio. Da parte nostra, non possiamo mai diventare santi, ma quando crediamo nel vangelo dell’acqua e dello Spirito dato dal Signore, possiamo davvero diventare santi e venire nel brillante dominio della verità.
 
 
Noi dobbiamo abbandonare la fede religiosa e dottrinale
 
In Giovanni 3:3, Gesù Stesso disse: “Se uno non nasce da acqua e da Spirito, non può entrare nel regno di Dio”. A questo, Nicodemo rispose chiedendo: ‘Come può nascere un uomo quando è vecchio? Potrebbe forse entrare di nuovo nel seno della madre e nascere?’ (Giovanni 3:4) 
Per quelli che non sono rinati, rinascere solo mediante la fede sembra impossibile. A volte, perfino i Suoi discepoli non compresero la Sua Parola e dubitarono perfino di essa. Così, il Signore una volta disse ai Suoi discepoli: “Questo è impossibile agli uomini, ma a Dio tutto è possibile” (Matteo 19:26). Naturalmente, è impossibile per gli esseri umani entrare nel Regno di Dio con la loro fede religiosa, ma è possibile per loro entrare nel Regno credendo nel vangelo dell’acqua e dello Spirito. Anche se non possiamo diventare santi da soli, quelli che credono che il Signore venne su questa terra, prese i peccati del mondo sul Suo corpo attraverso il Suo battesimo, fu crocifisso, resuscitò dai morti, e ha in tal modo dato la luce brillante della salvezza che ha cancellato per sempre tutti i nostri peccati—Dio ha consentito loro di entrare nel Suo Regno.
La verità manifestata nel filo azzurro, porpora, e scarlatto usati come materiali del Tabernacolo è strettamente intrecciata al vangelo dell’acqua e dello Spirito che Gesù adempì nel Nuovo Testamento. Il vangelo dell’acqua e dello Spirito, in altre parole, è la stessa verità manifestata nel filo azzurro, porpora, e scarlatto. Il filo azzurro, porpora, e scarlatto argomento è un’ombra della Sua reale salvezza, e il vangelo dell’acqua e dello Spirito è la vera sostanza di quest’ombra. 
Noi possiamo pertanto scoprire la brillante verità della salvezza attraverso il vangelo dell’acqua e dello Spirito e riposare in essa. C’è pace nel brillante vangelo dell’acqua e dello Spirito, come un weaned bambino che gioca, riposa, e dorme pacificamente tra le braccia della madre. È scoprendo la santissima luce nel vangelo che abbiamo potuto incontrare il santissimo Dio. È credendo nel brillante vangelo dell’acqua e dello Spirito che possiamo trovare la salvezza che Dio ci ha dato. Sono solo quelli che credono in questa salvezza data da Dio che possono ricevere il riposo eterno. 
In breve, credere nel santissimo vangelo dell’acqua e dello Spirito è la sola fede che ci consente di entrare nel Santo dei Santi. La fede che crede in questo brillante vangelo dell’acqua e dello Spirito ci consente di fare nostra la remissione dei peccati. Nostro Signore venne su questa terra, e con la verità del vangelo che ha cancellato i nostri peccati una volta per tutte con il Suo battesimo e la Croce. Egli ora ha adempiuto la promessa che ci aveva fatto con il filo azzurro, porpora, e scarlatto e il bisso ritorto. Solo quelli che credono in Gesù come loro Salvatore e nel vangelo dell’acqua e dello Spirito possono ricevere la vita eterna ed entrare nel Cielo.
Se questo vero vangelo dell’acqua e dello Spirito fosse stato predicato da 30 anni fa, sarebbe davvero dilagato nel mondo. Ma è la provvidenza di Dio che questa verità sia diffusa negli ultimi tempi. Nostro Signore disse in Apocalisse che innumerevoli persone sarebbero state salvate dai loro peccati negli ultimi tempi. Egli disse anche che ci sarebbero stati molti martiri, e che durante il tempo della tribolazione una miriade di persone avrebbe dimostrato la sua fede fidandosi del Signore e abbracciando il martirio. Nostro Signore, in altre parole, ha concentrato agli ultimi tempi il tempo per raccogliere molte anime. Il progetto di Dio è solo per quelli che davvero credono in questo vangelo della verità per ricevere il dono della salvezza da tutti i peccati.
È perché siete stati abbastanza fortunati da udire il vangelo dell’acqua e dello Spirito ora in quest’epoca che avete potuto essere salvati da tutti i peccati. Io sono davvero grato a Dio per averci dato questo vangelo dell’acqua e dello Spirito. Cosa sarebbe avvenuto a tutti noi se non avessimo udito il vangelo dell’acqua e dello Spirito? Ma è un fatto che anche ora non tutti accettano il vangelo dell’acqua e dello Spirito. Questa verità non è qualcosa che può entrare nel cuore di tutti.
Di fatto, noi vediamo che anche se ci sono molti cristiani in tutto il mondo, molti di loro non conoscono e non credono nel vangelo dell’acqua e dello Spirito. Allora, come possono queste persone che sono ignoranti del vero vangelo essere liberate dal peccato? Ecco perché Dio ha permesso a noi di diffondere il vero vangelo attraverso la letteratura cristiana. 
Ci sono molti in tutto il mondo che testimoniano che sono giunti a conoscere cos’è il vangelo dell’acqua e dello Spirito solo dopo aver letto la letteratura evangelica che stiamo diffondendo. Essi avevano saputo tutti solo del sangue della Croce prima di conoscere questo vangelo dell’acqua e dello Spirito, ma ora essi ringraziano il Signore per aver potuto raggiungere una chiara comprensione del vangelo dell’acqua e dello Spirito e avervi creduto. Inoltre, ci sono molti che testimoniano che non sapevano che un significato così grande fosse nascosto nel fatto che Gesù fu battezzato da Giovanni. Essi ora credono in questo vangelo e non possono ringraziare Dio abbastanza per questo.
Noi possiamo vedere che come il vangelo dell’acqua e dello Spirito, anche la porta del recinto del Tabernacolo era fatta di filo azzurro, porpora, e scarlatto e bisso ritorto. Questi quattro colori sono gli stessi del vangelo dell’acqua e dello Spirito. E nella stessa maniera, il brillante vangelo dell’acqua e dello Spirito è anche manifestato nella cortina del Luogo Sacro e nel velo del Santo dei Santi. Anche la prima copertura del Tabernacolo, inoltre, era intessuta degli stessi colori; filo azzurro, porpora, e scarlatto e bisso ritorto. Questa verità si riferisce al battesimo e al sangue di Gesù. Ecco perché Gesù dichiarò di essere la via per il Regno del Cielo. Venendo su questa terra e salvando i peccatori con la verità del vangelo dell’acqua e dello Spirito, Egli ha reso senza peccato quelli che credono.
La via per il Regno del Cielo si trova nella fede che crede nel battesimo e sangue di Gesù. Con il filo di porpora azzurra, porpora rossa, scarlatto e il bisso ritorto, Gesù ci ha salvati perfettamente dal peccato. Dove pensate di poter trovare questa verità? Se credete nel battesimo che Gesù Cristo ricevette e nel sangue della Croce, allora sarete salvati da tutti i peccati e riceverete la vita eterna una volta per tutte.
Qual è allora la differenza tra la fede che crede in Gesù Cristo in qualche modo e la fede che crede esattamente nel vangelo dell’acqua e dello Spirito? Poiché è con il vangelo dell’acqua e dello Spirito che il Signore ha salvato i peccatori dalle loro iniquità, credere in questo vangelo è credere nel Signore correttamente. Poiché il Signore ha salvato i peccatori con il Suo battesimo e il sangue della Croce, credere in questo Signore come Salvatore è la stessa cosa che essere salvati dal peccato credendo nel vangelo dell’acqua e dello Spirito che Egli ha adempiuto. Credere solo nel Suo nome in qualche modo non significa che i nostri peccati saranno rimessi ed entreremo nel Cielo. 
Piuttosto, è credendo esattamente che Gesù Cristo fu battezzato da Giovanni per noi, versò il Suo sangue sulla Croce, portò la condanna di tutti i peccati, e resuscitò dai morti che possiamo ricevere la remissione dei nostri peccati e diventare il popolo di Dio. Dio consente solo a quelli che hanno la fede che crede nel santissimo vangelo dell’acqua e dello Spirito di entrare nel Regno del Cielo. Ma quelli che non credono nel vangelo dell’acqua e dello Spirito non possono entrare nel Regno del Cielo, perché non sono rinati. 
Credendo nel vangelo della luce brillante dell’acqua e dello Spirito manifestato nel Tabernacolo, abbiamo potuto ricevere la fede santissima mentre viviamo su questa terra. Anche se le nostre azioni sono insufficienti, quando abbiamo tale fede, come potrebbe dire qualcuno che non siamo stati resi giusti? Quando siamo diventati santi credendo nel vangelo dell’acqua e dello Spirito, come potremmo essere ancora nel peccato? Alcuni si chiedono come possiamo dire che siamo senza peccato quando abbiamo ancora la carne che continua a peccare. 
Ma questi sono i loro pensieri della carne. Quelli che conoscono e credono nel vangelo dell’acqua e dello Spirito concordano che gli esseri umani hanno corpo imperfetti e pertanto non possono fare a meno di peccare fino alla morte. Tuttavia, essi credono anche che tutti i loro peccati sono stati rimessi per sempre, inclusi i peccati che essi commetteranno in futuro, entro la perfetta salvezza del battesimo di Gesù e della Sua Croce. 
Che voi ed io possiamo condividere tale Parola di fede spirituale e abbiamo la santissima fede mentre viviamo su questa terra è per via del fatto che il Signore ci ha dato la nostra salvezza manifestata nel filo azzurro, porpora, e scarlatto e nel bisso ritorto. È perché il Signore ci ha dato la fede che ci consente di credere nella verità del vangelo dell’acqua e dello Spirito come Suo dono per noi. Con la nostra fede nel Signore, noi possiamo avere amicizia tra noi e vivere le nostre vite servendo il Signore e amandoci tra noi—ecco in cosa consiste la nostra vera felicità.
Noi non possiamo fare a meno di ringraziare Dio per questo vangelo. Com’è magnifico che io ho potuto venire a conoscenza del vangelo dell’acqua e dello Spirito e credere in esso! Quando non conoscevo neanche un po’ il battesimo di Gesù, attraverso la Parola della verità, Dio ha dato la mio cuore la fede che crede in questo vangelo dell’acqua e dello Spirito. Credendo nel vangelo dell’acqua e dello Spirito, noi abbiamo tutti ricevuto le benedizioni del Cielo.
 
 
Per via del vero vangelo nel mio cuore, io lo predico con vera gratitudine 
 
Leggendo la Bibbia, una domanda iniziò a sorgere nella mia mente: perché Gesù fu battezzato? Poiché questa domanda continuava a venirmi, cercai di trovare la sua risposta attraverso la Bibbia, ma nessuno poteva insegnarmela. Ecco perché ero molto interessato a questo argomento finché non venni a conoscere il vangelo dell’acqua e dello Spirito. 
Io leggevo spesso il passaggio da Matteo 3:13-17, soprattutto dove Gesù dice a Giovanni prima di essere battezzato: “Lascia fare per ora, poiché conviene che così adempiamo ogni giustizia,” ma non riuscivo mai a comprendere il suo significato. Così chiedevo spesso ad altri la ragione per cui Gesù fu battezzato da Giovanni Battista nel fiume Giordano, ma non avevo mai una risposta completamente soddisfacente. Ciononostante, Dio mi consentì di comprendere lo scopo del battesimo che Gesù ricevette da Giovanni. Questa fu una rivoluzione spirituale per me, come se un cieco ricevesse la vista. Così, fu dopo che compresi il significato di Matteo 3:13-17 che giunsi a rendermi conto della verità manifestata nel filo azzurro, porpora, e scarlatto che mi aveva salvato dai miei peccati. 
Prima che afferrassi questa verità, avevo creduto solo nel sangue della Croce come mia salvezza, ma la realtà era che ero ancora nel peccato e pertanto ero un peccatore. In quel tempo, io credevo che poteva essermi rimesso solo il peccato originale dal sangue di Gesù, e i miei attuali peccati rimanevano ancora nel mio cuore. Io non avevo conosciuto la fede che rende completamente senza peccato—cioè, ero completamente ignaro del battesimo che Gesù ricevette da Giovanni. Tuttavia, Dio illuminò il mio cuore con la luce brillante della remissione dei peccati, come la luce accesa in una stanza buia. “Ah, il battesimo che Gesù ricevette da Giovanni è strettamente collegato con l’imposizione delle mani del sistema sacrificale nel Vecchio Testamento! Allora è questo il vangelo dell’acqua e dello Spirito!” 
E dunque? Sbalordito da quello che avevo compreso, un grande tumulto iniziò a salire nel mio cuore dopo essermi reso conto di questa verità: se nessun altro vangelo che questo vangelo dell’acqua e dello Spirito è il solo vero vangelo, che cosa avverrà a questo mondo? Io avevo pensato che la fede degli evangelisti fosse biblicamente solida. Ma ora, io giunsi alla fine a rendermi conto che tutti i vangeli diversi dal vangelo dell’acqua e dello Spirito sono falsi e provengono da Satana. 
Così, tutto quello che ho fatto da allora in poi è credere e predicare che non c’è altro vero vangelo che il vangelo dell’acqua e dello Spirito. Alcuni mi hanno criticato per questo. Dio ha anche mostrato a me, uomo di molte lacune, la verità della salvezza manifestata nel filo azzurro, porpora, e scarlatto, e mi ha anche permesso di credere e predicare che questa verità è il vero vangelo. Ci sono molti vangeli simili in questo mondo, ma c’è solo un vero vangelo. Ecco perché ho deciso di diffondere il vangelo dell’acqua e dello Spirito in tutto il mondo.
Quando penso a come sono giunto a predicare la verità della remissione dei peccati, e come sono giunto a conoscere, a credere, e a diffondere il santissimo vangelo dell’acqua e dello Spirito, giunsi a rendermi conto di quanto ero stato benedetto da Dio. Tutto quello che feci fu solo credere che Gesù si caricò i peccati del mondo facendosi battezzare da Giovanni e versò il Suo sangue sulla Croce, e così i tutti miei peccati sono scomparsi! Il vangelo dell’acqua e dello Spirito è la pura verità, e io ringrazio il Signore per avermi dato questo vangelo. Io sono un uomo che è stato davvero benedetto da Dio. Anche quelli di voi che credono nel vangelo dell’acqua e dello Spirito sono benedetti.
Io credo che tutte queste cose sono le benedizioni che Dio ha donato a me. Come confessava l’apostolo Paolo: “Per grazia di Dio però sono quello che sono, e la sua grazia in me non è stata vana” (1 Corinzi 15:10) Io non posso che lodare la Sua grazia concessa a me. In tutta onestà, se non nella Chiesa di Dio, dove avreste potuto sentire il vangelo della verità manifestato nel filo azzurro, porpora, e scarlatto? Chiunque senta e creda nella Parola del filo azzurro, porpora, e scarlatto e del bisso ritorto sarà mondato nel cuore. Allora, cosa pensano di questo vangelo quelli che non credono nel vangelo dell’acqua e dello Spirito? Per loro, la verità dell’acqua e dello Spirito è solo noiosa.
Avete la fede che crede nel filo azzurro e scarlatto del velo del Santo dei Santi? Quando ascoltate questa Parola, non pensate soltanto che la conoscete già, ma esaminatevi per vedere se la verità si trova nei vostri cuori. Ora, voi dovete essere, in altre parole, quelli che credono nel vangelo dell’acqua e dello Spirito secondo la Parola delle Scritture. Sarebbe una fortuna e una benedizione se poteste venire nella Chiesa di Dio, sentire la Parola di Dio, e avere il privilegio di entrare nel Cielo. 
Ma se non è così, se non potete conoscere il vangelo dell’acqua e dello Spirito, avere la vera fede, ed entrare nel Regno del Cielo, per aver ascoltato solo storie mondane e trite create dagli uomini, quale beneficio potrebbe portarvi questo? Se il vangelo in cui credete è diverso dal vangelo dell’acqua e dello Spirito, come potrebbero le vostre anime avere importanza davanti al Signore? La Parola di Dio e la vostra fede devono essere esattamente uguali, proprio come la fede dell’apostolo Paolo e la nostra fede sono uguali. Anche il vangelo dell’acqua e dello Spirito in cui credeva Pietro è uguale al vangelo in cui noi crediamo (1 Pietro 3:21).
Io sono così grato a Dio per averci consentito di credere nel vero vangelo dell’acqua e dello Spirito in questi ultimi tempi. E quando voi conservate la verità del vangelo dell’acqua e dello Spirito nei nostri libri e la condividete con altri, anch’essi giungeranno a ricevere la remissione dei peccati e ringrazieranno Dio nella loro gioia. Noi dobbiamo renderci conto che tutto quello che forniscono i modelli e gli utensili del Tabernacolo sono un ritratto dettagliato del Signore della salvezza che ha cancellato tutti i nostri peccati, e dobbiamo ringraziare Dio per questa verità.
Noi abbiamo la benedizione di essere salvati e di entrare nel Cielo quando crediamo nella verità rivelata nel velo del Santo dei Santi. Inoltre, Dio ci ha consentito di diffondere in tutto il mondo la verità della remissione dei peccati fatta del filo azzurro, porpora, e scarlatto e del bisso ritorto. Dio ci ha affidato quest’opera. Dai nostri rispettivi luoghi di lavoro, siamo fedeli alle opere che sono state assegnate a ognuno di noi, e Dio ci benedice per questa fedeltà. 
Io rendo grazie a Dio. Io Lo glorifico con la mia fede, credendo che il vangelo dell’acqua e dello Spirito manifestato nel filo azzurro, porpora, e scarlatto e nel bisso ritorto usato per la porta del recinto del Tabernacolo sia lo stesso dei quattro colori rivelati nel velo del Santo dei Santi. Ora, la mia più sincera speranza è che tutti voi siate quelli che sono stati salvati da tutti i peccati mediante la fede, che possono entrare nel Santo dei Santi dove Dio dimora per sempre. Anche la vostra fede sta salda su questa verità?