FAQ sulla Fede Cristiana

Soggetto 1: Rinasce d'acqua e di Spirito

1-24. Come posso dire che sono giusto quando pecco ogni giorno?

Noi, essendo umani, commettiamo peccato ogni momento dalla nascita fino alla morte. In realtà, questo è dovuto a due ragioni fondamentali. Dunque la Bibbia dice, “Non v’è alcun giusto, neppur uno” (Romani 3:10).
Questa è la ragione per cui l’apostolo Paolo ha confessato di fronte a Dio: “Certa è questa parola e degna d’essere pienamente accettata: che Cristo Gesù è venuto nel mondo per salvare i peccatori, de’ quali io sono il primo” (1 Timoteo 1:15).
“Ora peró, indipendentemente dalla Legge, è stata manifestata una giustizia di Dio, attestata dalla Legge e dai profeti: vale a dire la giustizia di Dio mediante la fede in Gesù Cristo, per tutti i credenti; poiché non v’è distinzione; difatti, tutti hanno peccato e son privi della gloria di Dio, e son giustificati gratuitamente per la Sua Grazia, mediante la redenzione che è in Cristo Gesù” (Romani 3:21-24), dice la Bibbia.
Questa “giustizia” di Dio significa che Gesù è stato battezzato da Giovanni Battista in Giordania. Quando Egli fu battezzato, Egli disse a Giovanni: “Lascia fare per ora poiché conviene che noi adempiamo cosí ogni giustizia di Dio” (Matteo 3:15).
Egli ha tollerato i peccati del mondo nel modo piú giusto e leale quando fu battezzato da Giovanni Battista, il rappresentante dell’umanità. Cosí Giovanni esclamò, “Ecco l’Agnello di Dio che toglie il peccato del mondo” (Giovanni 1:29) il giorno dopo che battezzò Gesù.
Qui che cosa significa allora “i peccati del mondo?” Significa che tutti i peccati dell’umanità hanno inizio da Adamo ed Eva, dal primo essere umano nel mondo, fino all’ultimo. Il passato era il mondo, il presente è il mondo e anche il futuro sarà il mondo. 
Gesù, l’Alfa e l’Omega, ha offerto un sacrificio per i peccati, portando via tutti i peccati con il Battesimo in Giordania e facendosi crocifiggere.
E noi siamo stati santificati. Nota che questo è scritto in forma presente. Noi siamo diventati senza peccato, dal momento in cui abbiamo creduto veramente in Dio, da quel momento e per sempre. Il Signore è Onnipotente, Egli vede tutto l’inizio e la fine nel mondo. Anche se il battesimo di Gesù è piú di circa 2000 anni fa, Egli ha potuto portare via tutti i peccati fino a quelli della fine del mondo. Poi ha affrontato il giudizio dei peccati quando è stato crocifisso. Perció prima di morire Egli disse: “È compiuto” (Giovanni 19:30) Gesù ha annullato tutti i peccati dell’umanità sacrificandosi già da piú di 2000 anni fa. Noi compiamo peccato anche dopo che siamo salvati perché il corpo è debole, ma Gesù ci ha tolto ogni peccato, anche i peccati di adesso, e ci ha lasciato liberi dai peccati del passato, presente e futuro. Questa è la salvezza completa e giusta di Dio.
Se Gesù non avesse portato via con Sé i peccati che avremmo commesso nel futuro, nessun uomo sarebbe potuto essere libero dal peccato di ogni giorno, perché la paga del peccato è la morte. Fin da quando Giacobbe e Isacco erano nel grembo della loro madre Dio li ha separati in due nazioni giá prima che essi facessero qualcosa di buono o cattivo, e Dio ha amato Giacobbe, e non ha amato Isacco, e disse “E il maggiore servirà il minore” (Genesi 25:23).
Noi essendo umani commettiamo peccato dalla nascita fino alla morte, ma Gesù seppe anche i nostri peccati futuri e ci ha salvato dal peccato battezzandoSi e sacrificandoSi perché Egli ci ama. Noi stiamo vivendo un’era felice. Il profeta Isaia disse “Parlate al cuore di Gerusalemme, e proclamatele che il tempo della sua servitú è compiuto; che il debito della sua iniquitá è pagato, ch’ella ha ricevuto dalla mano dell’Eterno il doppio per tutti i suoi peccati” (Isaia 40:2). Il tempo in cui vivevamo come schiavi a causa dei peccati è finito da quando Gesù si è sacrificato per noi e adesso ogni persona che ha fede in Dio può essere salvato.
“Questo è il patto che farò con loro dopo que’ giorni, dice il Signore: Io metterò le Mie leggi ne’ loro cuori, e le scriverò nelle loro menti, Egli aggiunge: E non Mi ricorderò piú de’ loro peccati e delle loro inquitá. Ora, dov’è remissione di queste cose, non c’è piú luogo a offerta per il peccato” (Ebrei 10:16-18).
Dio non ha bisogno di dare giudizio a ogni peccato che commettiamo ogni giorno perché ci ha pulito da ogni peccato attraverso Gesù.
Quindi, noi possiamo aspettare il Signore seguendo le Sue Parole come innocenti e non come peccatori, per tutta la nostra vita.