FAQ sulla Fede Cristiana

Soggetto 1: Rinasce d'acqua e di Spirito

1-25. Che cos’è il battesimo di pentimento di Giovanni?

Giovanni Battista, che nacque sei mesi prima di Gesù, fu un servitore di Gesù, predicò in Malachia e fu l’ultimo profeta del Vecchio Testamento.
“Ricordatevi della legge di Mosé, mio servo, al quale io diedi in Horeb, per tutto Israele, leggi e prescrizioni. Ecco, io vi mando Elia, il profeta, prima che venga il giorno dell’Eterno, giorno grande e spaventevole. Egli ricondurrà il cuore dei padri verso i figliuoli, e il cuore de’ figliuoli verso i padri, ond’io, venendo, non abbia a colpire il paese di sterminio” (Malachia 4:4-6).
Quando Gesù è nato, il popolo di Israele ha dimenticato il patto con il Signore e ha cominciato a venerare altre divinità. Offrí dei sacrifici e fece diventare il tempio un mercato. Gesù Cristo è predicato nei Testamenti di Mosé e dei profeti. Nel Testamento dimostra quanto sia peccaminoso l’uomo.
Nel Vecchio Testamento un peccatore che non obbediva doveva offrire come sacrificio un’offerta buona per essere perdonato e per essere riunito a Dio.
Dopo il sacerdote prese un po’ di sangue lo mise un po’ sulle corna dell’offerta e un po’ sull’altare ed il resto sulla base dell’altare: cosí si poteva essere liberati dal peccato.
Tuttavia, anche se continuarono ad offrire sacrificio tutti i giorni, il popolo di Israele non riuscì a liberarsi dal peccato e cosí Dio diede una punizione il decimo giorno del settimo mese. Quel giorno il sacerdote Aaronne prese due capre e pregò per i peccati commessi durante l’anno, prese il sangue di una capra e lo sparse sette volte sul propiziatorio e davanti ad esso. L’altra capra veniva portata fuori da Israele come se essa poteva portare via tutti i peccati di quell’anno, e cosí furono liberati dai loro peccati. Comunque, anche in seguito, offrire solo il sacrificio non bastava per essere perdonati dal peccato, e questo determinò in sostanza l’arrivo di Gesù.
Il popolo di Israele non aspettò Gesù Cristo, il Salvatore, ma continuo a venerare altre divinità e abbandò le parole dei profeti nel Vecchio Testamento.
Cosí, Dio predicò l’arrivo di Giovanni Battista per far ritornare a Lui il popolo perduto e per preparare all’arrivo di Gesù Cristo.
Prima che Giovanni Battista battezzasse Gesù, diede il battesimo di pentimento al popolo di Israele nel deserto di Giudea. Il motivo di battezzarli con l’acqua era di condurli a credere in Gesù e a cercarLo: egli lo avrebbe battezzato attraverso l’imposizione delle mani per rimuovere tutti i peccati del mondo ed Egli sarebbe stato crocifisso per salvare gli uomini dai loro peccati. Egli annunciò che sarebbe arrivato e avrebbe eliminato i sacrifici incompleti fatti in precedenza, e avrebbe, invece, fatto un solo sacrificio che avrebbe riscattato l`uomo, in una sola volta, da tutti i suoi peccati, proprio come la gente di Israele aveva fatto ponendo le mani su una vittima sacrificale e uccidendola, secondo il rito che è riportato nell’Antico Testamento. 
Molti Israeliti confessarono i loro peccati, si pentirono e furono battezzati. “Pentimento” significa “ritornare a Dio.” Essi si pentirono del loro passato, e capirono che da soli non potevano liberarsi dal peccato ed aspettarono la salvezza che proveniva da Gesù Cristo. L’annuncio che Giovanni Battista fece al popolo di Israele gli fece capire quanto peccato aveva e e anticipava che il Signore sarebbe stato battezzato da lui, per poter cosí liberare tutta l’umanità dal peccato. Questa è la vera testimonianza biblica. Cosí, Giovanni esclamò “Ben vi battezzo io con acqua, in vista del ravvedimento; ma colui che viene dietro a me è piú forte di me, ed io non son degno di portargli i calzari” (Matteo 3:11).
Giovanni Battista è riuscito a far ritornare il popolo a Gesù e testimoniò che Gesù ha tollerato tutto il peccato del mondo, ed egli morì dopo aver finito il suo incarico.