FAQ sulla Fede Cristiana

Soggetto 1: Rinasce d'acqua e di Spirito

1-31. Se Lei pensa che siano corretti “l’acqua e lo Spirito”, allora la salvezza non può essere possibile per il ladro crocifisso. Se il ladro crocifisso è un’eccezione alla regola, Dio non è giusto, perché Egli rompe la regola per entrare nel Suo Regno. Come può spiegare la salvezza per il ladro crocifisso?

A quel tempo tutti gli Ebrei aspettavano il Messia che aveva promesso Dio. Per questo motivo gli Ebrei erano a conoscenza della “Legge” e del “sacrificio” dato da Dio a Mosé. Erano sicuri che il Messia li avrebbe salvato e liberato dal peccato seguendo la regola di Dio. Ma essi non ebbero fede che il battesimo di Gesù da Giovanni Battista fosse stato dato da Dio (Marco 11:27-33), invece considerarono Gesù come una persona che portasse allo smarrimento il popolo e cosí Egli fu crocifisso.
I Romani erano protetti dalla crocifissione dalla loro legge (Atti 22:25-29, 23:27) e quindi possiamo sapere che i ladri crocifissi erano Ebrei. Possiamo anche sapere che il ladro temeva Dio, “Signore, ricordati di me quando sarai venuto nel tuo Regno!” (Luca 23:42), perché il Vangelo del Suo Regno è stato predicato dopo l’apostolo Pietro.
(Atti 10:1-11:18) I ladri che sono ebrei erano a conoscenza della Legge e del sistema sacrificale, che Dio diede a Mosé. Per questo il ladro aveva fede nell’arrivo del Messia e nel volere di Dio. La persona che è con il Signore deve confessare di essere un peccatore e accettare il fatto che è destinato all’Inferno per i suoi peccati. Il ladro confessò i suoi peccati dicendo “Ma questi non ha fatto nulla di male” (Luca 23:41).
Possiamo sapere dalle Sue Parole che il ladro temeva il Signore e che la sua speranza era entrare nel Suo Regno, disse “Signore ricordati di me quando sarò venuto nel Tuo Regno!” (Luca 23:42).
Egli disse “Ma questi non ha fatto nulla di male” (Luca 23:41). Che cosa sa il ladro di quello che ha fatto Gesù?
Egli crede nella nascita di Gesù, dalla Vergine Maria, concepito dallo Spirito Santo, e che ha salvato il mondo battezzandosi da Giovanni Battista, il rappresentante dell’umanità, e la Sua crocifissione.
Il ladro è stato crocifisso per i suoi peccati terreni, ma egli fu un Ebreo che conosceva le cose che ha fatto Gesù. Quelli che hanno confessato i loro peccati attraverso il battesimo di Giovanni hanno riconosciuto la giustizia di Dio quando si sono liberati dei loro peccati attraverso il Suo battesimo.
Ma quelli che non hanno ricevuto il battesimo di pentimento di Giovanni, sono quelli che hanno respinto il volere di Dio non avendo fede nel Suo battesimo (Luca 7:28-30). 
Al contrario, il ladro a differenza degli altri ebrei, ha confessato che quello che ha fatto Gesù fu corretto e virtuoso. Egli ha potuto dire cosí perché ha confessato i suoi peccati tramite il battesimo di Giovanni e perché ha creduto che Gesù lo avrebbe liberato dai suoi peccati tramite il Suo battesimo. Anche il ladro era una persona che aveva fede “nell’acqua e nello Spirito.” Dio perdona e giustifica chi crede nel battesimo di Gesù e nella sua Croce come è nella Sua regola, perché Egli è giusto.